ARERA: Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente

confronto luce e gasconfronto luce gas

Confronta le offerte e risparmia 150€ all'anno!

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 20 e il sabato dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18.

Da gennaio 2018 l'Autorità cambia nome diventando ARERA, l'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, allargando le sue competenze anche nel settore dei rifiuti, oltre a quello dell'energia, del gas e dei servizi idrici.


autorità energia elettrica

Cos'è l'ARERA nel mercato energetico?

L'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (di seguito Autorità) è un organismo indipendente che ha la funzione di favorire lo sviluppo di mercati concorrenziali nelle filiere elettriche e del gas naturale, principalmente tramite la regolazione tariffaria, dell'accesso alle reti, del funzionamento dei mercati e la tutela dei consumatori.
L'Autorità stabilisce il regime tariffario del servizio di maggior tutela, che verrà abolito nel 2019.

L'Autorità è stata istituita inizialmente con il nome di "Autorità per l'Energia Elettrica ed il Gas" (AEEG) con la legge  14 novembre 1995, n. 481, in seguito alla decisioni del 1996 e del 1998 dell'Unione europea di liberalizzare il settore dell'energia elettrica e quello del gas naturale, rispettivamente, sostituendo di fatto i monopoli presenti nella maggior parte dei paesi aderenti alla Unione. L'Autorità ha il compito di tutelare gli interessi dei consumatori e di promuovere la concorrenza, l'efficienza e la diffusione di servizi con adeguati livelli di qualità, attraverso l'attività di regolazione e di controllo.

L'Autorità svolge inoltre una funzione consultiva nei confronti di Parlamento e Governo ai quali può formulare segnalazioni e proposte; presenta annualmente una Relazione Annuale sullo stato dei servizi e sull'attività svolta.
Con il decreto n.201/11, convertito nella legge n. 214/11, all'Autorità sono state attribuite competenze anche in materia di servizi idrici, e il nominativo è cambiato in Autorità per l'Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico (AEEGSI).
La Legge di Bilancio di previsione 2018, del 27 dicembre 2017, n. 205, ha attribuito all'Autorità compiti di regolazione anche nel settore dei rifiuti, cambiandone il nome in ARERA. A gennaio sono state avviate tutte le attività per operare nel nuovo ambito del ciclo dei rifiuti, che prevedono una prima ricognizione della situazione fattuale del settore.

Rinnovo automatico in bolletta!Nel 2021 Arera ha previsto l'accredito automatico in bolletta del bonus luce e gas. Ne parliamo anche in questo articolo: "Rinnovo automatico del bonus energia in bolletta". La decisione è stata presa in quanto Arera ha stimato che nel 2019 ben due terzi degli aventi diritto non hanno usufruito di questa agevolazione!

Vuoi consultare i prezzi di luce e gas nel Mercato Tutelato? Leggi la guida completa: "Arera Tariffe: Prezzi Luce e Gas nel Servizio di Maggior Tutela".

AEEG, AEEGSI e ARERA: che differenza c'è?

In realtà non c'è nessuna differenza a livello sostanziale. Infatti, si tratta dei nomi diversi che l'Autorità ha assunto nel corso degli anni. Riassumendo:

  • AEEG (Autorità per l'Energia Elettrica ed il Gas) è il nominativo iniziale, utilizzato dall'anno di costituzione (1995), fino al 2011, anno in cui l'Autorità ha ampliato le proprie competenze aggiungendo anche quelle in materia di servizi idrici;
  • AEEGSI (Autorità per l'Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico), è il nominativo utilizzato dal 2011 al 2018;
  • ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente), è il nominativo attuale, introdotto dalla Legge di Bilancio 2018.

Pertanto, il nome corretto oggi in vigore (e quello che va utilizzato) è ARERA. Le altre sigle possono essere presenti nelle disposizioni, norme e comunicati antecedenti al 2018.

Cos'è il portale offerte ARERA ed Acquirente Unico? 

Il Portale offerte ARERA ed Acquirente Unico è stato creato per accompagnare gli utenti verso il mercato libero in vista della fine del mercato tutelato. Il portale infatti non è altro che lo strumento di comparazione online delle offerte messo a punto dal Gestore del Sistema Informativo Integrato (SII) in base alle disposizioni dell'Autority Energia. Famiglie e piccole imprese potranno così confrontare sul web le tariffe di luce e gas e scegliere le più adatte alle loro esigenze di consumo, attraverso un Portale offerte instituzionale nel quale confluiranno le offerte, sia domestiche che business, di tutti i fornitori di energia elettrica e gas.

Quali sono le principali competenze dell'Autorità

  • Stabilisce le tariffe per l'utilizzo delle infrastrutture, garantisce la parità d'accesso, promuove, attraverso la regolazione incentivante gli investimenti con particolare riferimento all'adeguatezza, l'efficienza e la sicurezza;
  • Assicura la pubblicità e la trasparenza delle condizioni di servizio;
  • Promuove più alti livelli di concorrenza e più adeguati standard di sicurezza negli approvvigionamenti, con particolare attenzione all'armonizzazione della regolazione per l'integrazione dei mercati e delle reti a livello internazionale;
  • Definisce i livelli minimi di qualità dei servizi per gli aspetti tecnici, contrattuali e per gli standard di servizio;
  • Promuove l'uso razionale dell'energia, con particolare riferimento alla diffusione dell'efficienza energetica  e all'adozione di misure per uno sviluppo sostenibile;
  • Aggiorna trimestralmente le condizioni economiche di riferimento per i clienti che non hanno scelto il mercato libero;
  • Accresce i livelli di tutela, di consapevolezza e l'informazione ai consumatori;
  • Adotta provvedimenti tariffari e provvede all'attività di raccolta dati e informazioni in materia di servizi idrici;
  • Svolge attività di monitoraggio, di vigilanza e controllo anche in collaborazione con la Guardia di Finanza e altri organismi, fra i quali la Cassa Conguaglio per il settore elettrico, il GSE, su qualità del servizio, sicurezza, accesso alle reti, tariffe, incentivi alle fonti rinnovabili e assimilate.
  • Può imporre sanzioni e valutare ed eventualmente accettare impegni delle imprese a ripristinare gli interessi lesi (dlgs 93/11).

Come contattare l'Autorità per l'Energia?

L'ARERA mette a disposizione degli utenti uno Sportello per dare supporto informativo ai clienti finali, per risolvere problemi con le utenze oppure controversie con tra cliente e fornitore. Insomma un valido aiuto per garantire la tutela dei diritti del consumatore nel mercato energetico.

Quali sono i contatti dello Sportello per il consumatore energia e ambiente? 

Dal 1° gennaio 2018 lo 'Sportello per il consumatore di energia' dell'Autorità estende i suoi servizi anche al settore idrico. Il nome viene modificato in 'Sportello per il consumatore Energia e Ambiente'. In particolare gli utenti del settore idrico in questa prima fase potranno rivolgersi allo Sportello solo per informazioni sul bonus sociale idrico appena varato.

Quali sono i contatti ARERA?

L'Autority dell'energia dispone di contatti istituzionali differenti per ciasuna sede. Uno degli uffici principali è a Milano, precisamente in Piazza Cavour, 5 - 20121 (MI) e puoi contattarlo allo 02 655651. Un'altra sede di ARERA è quella di Roma, in Via dei Crociferi, 19 - 00187 (RM), il cui numero di telefono è 06 697331.

In ogni caso puoi sempre contattare l'Ufficio comunicazione ARERA allo 06 69733445 oppure scrivere a dircomunicazione@arera.it o comunicazione@arera.it.

Ecco invece tutti gli altri contatti utili:

  • Il numero verde dello Sportello Consumatore: 800.166.654
  • Per la richiesta di informazioni, controversie e segnalazioni:
    • Fax800 185 024
    • Indirizzo: Sportello per il consumatore Energia e Ambiente presso Acquirente Unico Spa
      via Guidubaldo del Monte 45 00197 Roma
    • Email: info.sportello@acquirenteunico.it; controversie.sportello@acquirenteunico.it; au@pec.acquirenteunico.it
  • email: info@arera.it
  • protocollo.aeegsi@pec.energia.it
  • telefono 02 655651

Relazione Annuale Arera 2020

Fornitori, Distributori, Libero vs Tutelato, Bonus Sociale. Arera, ogni anno, effettua una fotografia dello stato di salute del mercato energia in Italia. Il 17 luglio 2020, il presidente Stefano Besseghini ha presentato, davanti alle principali cariche istituzionali dello Stato, la relazione annuale 2020 che si riferisce ai dati del 2019.

I dati più interessanti riguardano l'avvenuto pareggio tra mercato libero e tutelato: la quota delle famiglie con utenza attiva nel mercato libero ha raggiunto, e nel gas superato, il numero di famiglie che ancora hanno un fornitore nel mercato tutelato. Si tratta di un dato storico che, in qualche modo, evidenzia la nuova rotta del mercato luce e gas in Italia. Dettato anche dall'ormai prossimo passaggio obbligatorio al mercato libero, che avverrà il 1 gennaio del 2022.
L'altro dato notevole riguarda la "retrocessione" di Eni Gas e Luce nella classifica dei fornitori: dal 4° al 6° posto!

Di seguito, ti presentiamo nel dettaglio, i nostri approfondimenti.

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche