La guerra Russia Ucraina arriva in Bolletta (da Aprile)!

confronto luce e gasconfronto luce gas

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi?

Risparmia oltre 658 € l'anno. Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

confronto luce e gasconfronto luce gas

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi?

Confronta ora e Risparmia oltre 658 € all'anno o parla con un esperto prendendo un appuntamento telefonico.

Guerra Ucraina/Russia e l'aumento dei costi dell'energia
Dal secondo trimestre iniziamo a vedere gli effetti della guerra tra Ucraina e Russia in bolletta. Gli aumenti più preoccupanti, però, sembrano attenderci nel terzo.

Quanto costa la guerra e la crisi delle materie prime sulla bolletta? Nel secondo trimestre Nomisma Energia prevede aumenti del 2% per il gas e del 20% per luce.


Dal 2021 abbiamo iniziato a vedere i primi aumenti della luce e del gas, che, all'inizio del 2022 si sono trasformati in una stangata che ha messo in difficoltà famiglie e imprese. Il governo ha stanziato dei fondi per ridurre l'impatto e anche a livello Europeo stanno ragionando su alcune manovre per contenere l'impennata dei prezzi, ma nonostante questo le bollette continuano a destare preoccupazioni.

Previsioni aumenti luce e gas secondo trimestre
GAS LUCE
+2% +20%

Oggi bisogna anche considerare la gravità del conflitto tra Ucraina e Russia che, con la sua complessità, agita tutta l'Europa e il Mondo. Oltre alle conseguenze che una guerra porta in generale, però, bisogna pure pensare al problema che riguarda l'approvvigionamento e il costo delle materie prime come luce e gas. Tra i disagi previsti, infatti, non c'è solo l'importazione del gas, ma l'ipotesi, avvalorata da Nomisma Energia (società indipendente di ricerca in campo energetico e ambientale), di ulteriori aumenti dei costi all'ingrosso.

Panoramica sugli aumenti dell'energia

Già dall'anno scorso il prezzo dell'energia è salito vertiginosamente: i prezzi mensili medi del mercato all'ingrosso hanno raggiunto +500% per il gas naturale e il +400% per l’energia elettrica, portando a un incremento dei prezzi di vendita. Questo ha causato gli aumenti che stiamo subendo e ha generato una vera e propria crisi che ARERA e governo stanno cercato di arginare.

Pur con gli interventi straordinari da parte del governo (che ha azzerato per tutti gli oneri di sistema, ndr) nel primo trimestre 2022 sul primo trimestre 2021 si è registrato un aumento del 131% per il cliente domestico tipo di energia elettrica (da 20,06 a 46,03 centesimi di euro a kilowattora, tasse incluse) e del 94% per quello del gas naturale (da 70,66 a 137,32 centesimi di euro per metro cubo, tasse incluse)

ARERA, memoria presentata in audizione in commissione Industria al Senato

La situazione riguarda tutta Europa, anche se ha colpito prevalentemente il nostro Paese. Questo è dipeso principalmente da tre motivi:

  • La produzione esigua di gas e la massiccia importazione;
  • La ridotta produzione di energia elettrica proveniente da fonti rinnovabili rispetto agli anni precedenti a causa della crisi climatica.
  • Lo squilibrio tra domanda e offerta durante la pandemia.

Per tamponare questa situazione, la Commissione Europea sta lavorando a dei provvedimenti per ridurre il caro gas e contrastare la dipendenza energetica con la Russia: l'Energy Compact.

Visto il recente aumento dei prezzi causati dalla guerra anche per la benzina, a Marzo 2022 è stato varato il Decreto Taglia Prezzi. Scoprine tutti i dettagli all'interno della nostra news.

Luce e gas calano da aprile 2022!Il nuovo trimestre ARERA di aprile-giugno inizia con un calo di luce e gas del 10%, scopri i dettagli nel nostro articolo per il Secondo Trimestre ARERA 2022.

Previsioni sull'aumento dei costi di luce e gas

I costanti aumenti che abbiamo visto, quindi, sono una conseguenza diretta della crisi delle materie prime, che, a causa del conflitto tra Ucraina e Russia, subisce un ulteriore scossa. Questo non dipende esclusivamente dalla relativa dipendenza dell'Italia dal gas russo, ma dall'impatto che la guerra ha sui Paesi coinvolti e tutti gli altri (non sono i limitrofi).

Costi dell'energia: quando si aggiornano Ogni tre mesi ARERA, Autorità di regolazione per energia reti e ambiente, aggiorna il valore dell'energia elettrica e del metano in base al costo all'ingrosso. Ogni fine trimestre, quindi, l'autorità esamina l'andamento del mercato e le quotazioni, adeguando il costo delle bollette per i tre mesi successivi.

Nonostante la situazione generi tanta incertezza, fare delle ipotesi (per quanto possano essere considerate stime approssimative) può aiutare a capire a cosa stiamo andando incontro e se è possibile porvi rimedio. Di che previsioni parliamo? Del possibile e ulteriore aumento dei costi di luce e gas. Nello specifico, i professionisti coordinati da Davide Tabarelli, economista di Nomisma Energia, suppongono che possa essere +2% per il gas e +20% per la luce.

L’adeguamento, il secondo per il 2022, partirà dal primo aprile, ma verrà deciso verso la fine di marzo. I prezzi che verranno presi a riferimento per la bolletta gas sono quelli del mercato spot per il mese di febbraio che si è chiuso subito dopo l’inizio della guerra ed è risultato relativamente basso a 80 euro il megawattora. È un valore allineato a quello dell’ultimo adeguamento, pertanto, è già possibile stimare che dal primo aprile le tariffe del gas dovrebbero rimanere ferme a 1,37 euro per metro cubo, dopo l’aumento eccezionale del 42% dello scorso gennaio

Dai primi di marzo, rispetto a febbraio, il prezzo del gas è già raddoppiato.

Negli ultimi giorni i prezzi sono stati costantemente sopra i 140 euro per megawattora e, se dovessero durare questi valori, il balzo delle tariffe gas è solo rimandato di qualche mese al primo luglio

Anche il valore della luce è visibilmente più alto. Questo non permette di essere rassicuranti sulle spese che famiglie e imprese, a prescindere dal mercato a cui appartengono, dovranno affrontare, per quanto ancora non possano essere certe.

Per l’elettricità il calcolo è più incerto e dipenderà dall’andamento dei prezzi nei prossimi giorni, che risentono già dell’aggravarsi della crisi dopo l’inizio della guerra. Se dovessero rimanere i prezzi molto alti di questi giorni, ci dovrebbe essere un aumento almeno del 25% verso 56 centesimi al chilowattora, variazione per il momento ancora inferiore al precedente +55% di inizio gennaio 2022

Prima di veder scendere il valore delle bollette occorre del tempo, anzi, la stangata che preoccupa gli esperti del settore potrebbe arrivare, come ipotizzato da Nomisma, nel terzo trimestre (dal 1 luglio) e raggiungere picchi storici.
Intanto, possiamo sperare nell'efficacia degli ulteriori interventi da parte del governo (come i 5,8 miliardi stanziati dal nuovo Decreto Energia) e della stessa ARERA.

IMPORTANTE! Queste previsioni sono stime ottimistiche che non tengono conto di possibili SHOCK ECONOMICI che il mercato può subire.

Prezzo Gas: in Spagna e Portogallo al via il tetto massimo. E l'Italia?Per far fronte al caro bollette, Spagna e Portogallo impongono un tetto massimo al prezzo del gas metano. Scopri come mai l'Italia non ha impiegato questo piano all'interno della nostra news.

Possibili soluzioni per ammortizzare i rincari luce e gas

Oltre ad aver fatto delle stime, il gruppo di analisti della società ha anche ipotizzato delle soluzioni. Un'opportunità, infatti, potrebbe essere affidarsi a dei prezzi europei amministrativi gestiti a livello comunitario. Questo, però, potrebbe avere delle ripercussioni sulle società energetiche.

Ricreare una specie di Comitato interministeriale prezzi di dimensioni europee per fissare tariffe calmierate potrebbe essere un rischio per le aziende energetiche, le quali a differenza dello shock petrolifero del ’73 oggi sono società di diritto privato, quotate e attive sui mercati

A questa proposta, noi di Selectra aggiungiamo una riflessione.

Sin troppo spesso i consumi, e di conseguenza le bollette, sono elevati perché non si è consapevoli delle proprie necessità. Individuare il modo in cui viene impiegata l'energia, sia elettrica che gas, permette di ridurre in modo netto sprechi e costi.

Questo processo, in più, apre gli occhi sull'offerta a cui ci si è affidati e apre le porte a una proposta migliore e più conveniente. Vuoi saperne di più su alcune offerte o chiedere qualche consiglio ai nostri esperti? Contattaci allo 02 8295 8097allo 02 8295 8097o prendi un appuntamento, il servizio è gratuito e senza impegno.
Hai solo bisogno di:

  • Nome e cognome dell'intestatario della bolletta;
  • Indirizzo dell'utenza;
  • Codice POD della luce e/o il PDR del gas;
  • Codice IBAN se vuoi ricevere l'addebito su conto corrente bancario;
  • Indirizzo e-mail per ricevere la bolletta online.

Quali sono le migliori offerte luce e gas del momento per iniziare a risparmiare subito?

Offerte Luce e Gas: la classifica delle tariffe più convenienti di marzo 2022
POSIZIONE NOME OFFERTA SPESA* (€/mese)
first-place

Prima Posizione
NeN Special 48 Luce e Gas

nen


LUCE: 43,8
GAS: 77€

02 8295 1062 Scopri Offerta Sconto 96€ Scopri Offerta (Sconto 96€)

second-place

Seconda Posizione
Sorgenia Next Energy SunLight Luce e Gas
sorgenia

LUCE: 49,3€
GAS: 83€

02 8295 8095 Scopri Offerta Buono Amazon Scopri Offerta (Buono Amazon)

third-place
Terza Posizione
Enel E-light Luce e Gas

logo-enel
LUCE: 57€
GAS: 95,3€

06 9480 8228 Scopri Offerta Scopri Offerta
Parla con noi

*La spesa mensile è stata calcolata su un consumo di 1800 kWh/anno per la luce e 800 Smc/anno per il gas ad uso riscaldamento di una famiglia di 3 persone.

Le notizie del settore in tempo reale Abbiamo creato un canale Telegram per tenerti sempre informato sulle novità e gli aggiornamenti del mercato e accompagnarti nei cambiamenti che vive quotidianamente. Iscriviti ora cliccando qui e unisciti alla community luce e gas più importante in Italia.

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche