Costo Voltura Luce e Gas: qual è e come si fa?

Info contatori luce gasInfo contatori luce gas

Info Attivazione Contatore, Subentro, Allaccio e Voltura

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

voltura luce e gas come fare
Come fare una Voltura Luce e Gas e quali sono Costi e Tempi

Quando stai traslocando in un nuovo appartemento ed i contatori sono già attivi a nome del precedente inquilino, l'operazione da richiedere è la voltura luce e la voltura gas. Attraverso tale procedura, le utenze verranno intestate a tuo nome così com'è giusto che sia. Il costo voltura cambia a seconda del fornitore (Enel, Eni, Iren, Acea, ecc). In questa pagina trovi i costi per cambiare intestatario del contratto, i documenti e le modalità d'invio della voltura.


Se stai traslocando in una nuova abitazione dovrai intestarti le forniture di luce e gas, ovvero fare la voltura delle utenze. Il costo della voltura per luce e gas si aggira intorno alle 50 € ed il prezzo varia a seconda che la tua utenza sia attiva nel mercato libero o nel mercato tutelato. In più la voltura luce e gas per decesso può essere in alcuni casi gratuita se chiesta da un erede domiciliato presso l'indirizzo dell'utenza.
Scopri "A chi spetta la voltura delle utenze" tra nuovo e vecchio inquilino e il proprietario di casa.

Che cos'è la voltura per luce e gas?

Avviando la pratica di voltura (o volturazione), il fornitore modifica il nome dell'intestatario del contratto dell'utenza dell'energia elettrica e del gas metano. Per dirlo in parole piovere, si richiede al fornitore un aggiornamento del nominativo a cui vengono inviate le bollette. 

Quando può essere inoltrata la voltura? La voltura si richiede quando c'è un contratto in essere ed il contatore è attivo: ossia in casa c'è la corrente elettrica e/o l'erogazione del gas.

Per capire se c'è l'elettricità in casa è sufficiente azionare l'interruttore del contatore della luce e vedere se rimane su. In caso contrario, se il contatore scatta, significa che è stato cessato e dovrai fare un subentro. Se invece è stato sospeso per morosità e sei estraneo al debito imputabile al precedente inquilino, le modalità per procedere alla voltura sono differenti.

Arriva la Voltura con Cambio Fornitore!Da luglio 2021 sarà possibile effettuare questa operazione contestualmente, ottenendo vantaggi in termini sia di tempo che di risparmio in bolletta. Leggi qui la Delibera di marzo 2021 e la proposta iniziale: "Voltura con Cambio Fornitore: ARERA lancia la svolta storica!"

Invio pratica Voltura: chi contattare?

costo voltura luce gas

Cambia nome al contratto e risparmia

Per inoltrare la voltura luce e gas devi contattare il fornitore con cui è attivo il contratto. Per conoscere il fornitore ti occorrerà una bolletta del precedente inquilino, dove potrai reperire anche i dati della fornitura necessari per l'invio della voltura. La voltura è a carico dell'inquilino che sta entrando nella casa, scopri da quando inizia a pagare il nuovo inquilino e come fare per dividere la bolletta per alcuni giorni.

È importante comprendere, che con la voltura procedi esclusivamente al cambio del nome dell'intestatario mantenendo le stesse condizioni contrattuali dell'inquilino precedente. Ciò significa che accetti di default il prezzo luce ed il prezzo gas scelto dall'intestatario precedente. Motivo per cui, una volta effettuata la voltura, ti consigliamo di confrontare le offerte luce e gas, per scegliere il prezzo più adatto rispetto alle tue esigenze di consumo. Per conoscere le offerte convenienti chiamaci allo 02 8295 8097 (costo chiamata nazionale), (lun-ven dalle 8 alle 21 e sab dalle 9 alle 19) o fatti richiamare gratuitamente.

Per tutte le informazioni utili su come fare la voltura, visita gli articoli dedicati:

Il costo voltura luce e gas varia a seconda della zona?Il costo della voltura dipende dal fornitore con cui sono attivi i contatori. Se ad esempio devi inoltrare una voltura a Milano con Enel Energia, il costo sarà lo stesso di una voltura a Roma con lo stesso fornitore.

 

La voltura evita l'interruzione della fornitura. Se invece il precedente inquilino invia la disdetta del contratto le utenze vengono chiuse: il contatore della luce viene disattivato a distanza mentre su quello del gas viene apposto un sigillo che ne impedisce l'erogazione. Il nuovo affittuario in questo caso dovrà richiedere un subentro per poter riattivare le forniture a suo nome.

Quanto costa la voltura nel mercato libero?

Enel Energia, Iren Servizi Luce e Gas, Acea Energia, Eni Gas e Luce, sono solo alcuni dei fornitori di energia elettrica e gas che operano nel mercato libero. Il prezzo della voltura varia da mercato libero a tutelato. 

  • I costi della voltura nel mercato libero sono:
  • 25,51 €+ IVA, il contributo amministrativo destinato al distributore locale;
  • l'eventuale costo per la prestazione commerciale (+ IVA), come indicato nel contratto;
  • Il fornitore avrebbe il diritto di richiedere il pagamento dell'imposta di bollo prevista dalla legge, pari a 16 €, anche se nella maggior parte dei casi questa non viene addebitata.

Il costo della voltura dei principali fornitori di luce e gas nel mercato libero

Come abbiamo già accennato, ciascun fornitore può applicare dei costi aggiuntivi di gestione per le tue pratiche di voltura luce e gas. Per semplificarti la ricerca abbiamo raccolto nella tabella che segue tutte le informazioni utili e i costi per fare la voltura con i principali fornitori presenti sul territorio.

Quanto costa la voltura nel mercato tutelato?

Se sei un cliente del mercato tutelato e devi ad esempio inoltrare la richiesta di voltura a Servizio Elettrico Nazionale, i costi del cambio nome sono stabiliti dall'Autorità per l'energia ed il gas.

  • I costi della voltura nel mercato tutelato sono:
  • un contributo fisso di 25,51 € + IVA;
    per oneri amministrativi che vengono destinati al distributore locale;
  • un contributo fisso di 23 € + IVA;
  • l'imposta di bollo, pari a 16,00 €;
    sul nuovo contratto come previsto dalla normativa fiscale.

Solamente ai primi due contributi verrà anche applicata l'IVA al 22%, per un importo totale di circa 11 €.

Il costo totale della voltura nel mercato tutelato è quindi pari a circa 77 €.

In aggiunta a queste spese, se il cliente sceglie il pagamento della bolletta con il classico bollettino postale, il fornitore richiede anche il deposito cauzionale.
L'importo massimo del deposito cauzionale per un cliente domestico è pari a:

  • 11,5 € al chilowatt per l'energia elettrica
    con 3 kW di un'utenza domestica standard il deposito massimo è di 34,5 €
  • in base ai consumi per il gas metano:
    • 30 € per consumi fino a 500 standard metri cubi/anno;
    • 90 € per consumi da 500 a 1.500 standard metri cubi/anno;
    • 150 € per consumi da 1.500 fino a 2.500 standard metri cubi/anno;
    • 300 € per consumi da 2.500 fino a 5.000 standard metri cubi/anno.

Per gli utenti che godono del bonus sociale l'importo del deposito è ridotto:

  • 5,2 € al chilowatt di potenza elettrica;
  • 25 € per consumi fino a 500 standard metri cubi/anno;
  • 77 € per consumi da 500 fino a 5.000 standard metri cubi/anno.

Quanto tempo per la Voltura Luce e Gas?

Il tempo massimo di una voltura è di 4 giorni lavorativi dalla richiesta del cliente, come stabilito da ARERA.

Il fornitore deve effettuare tutte le altre comunicazioni perché l'attivazione contrattuale possa essere registrata presso il Distributore entro 2 giorni lavorativi dal ricevimento della richiesta, completa di tutti i dati e le informazioni necessarie. Se è tutto regolare, per la registrazione della voltura da parte del Distributore Locale occorreranno fino a 2 giorni lavorativi dalla ricezione della pratica inviata dal fornitore.

In meno di una settimana inizierai quindi a consumare a tuo nome per le forniture di luce e gas.

Che dati servono per fare la Voltura?

Ciascun fornitore può avere bisogno di specifici dati per rendere effettiva la tua voltura, ma ci sono alcuni dati che dovrai recuperare in ogni caso, e buona parte di questi è presente nella bolletta del precedente intestatario.

Per effettuare una voltura, che sia di luce o di gas, dovrai recuperare:

  • I tuoi dati personali (codice fiscale, carta d'identità dell'intestatario, recapito telefonico, residenza, ecc.);
  • Codice POD  per la Luce e Codice PDR per il Gas;
  • L'autolettura del contatore di riferimento;
  • I dati catastali dell'immobile;
  • L'indirizzo della fornitura per cui richiedi la voltura;
  • Le coordinate del conto corrente bancario/postale (solo se richiedi il pagamento via SDD);
  • Per la luce: la potenza impegnata del contatore, espressa in kWh.

Voltura per decesso: quando è gratuita?

In alcuni, purtroppo, sarà necessario intestare ad un nuovo utente la voltura di un deceduto. La voltura per decesso dell'intestatario, definita voltura mortis causa, è un caso straordinario e va definito separatamente.

Nel caso in cui il nuovo intestatario sia un parente del defunto e sia residente nell'abitazione in questione già da prima del decesso, l'operazione in sé non avrà alcun costo. Se almeno una di queste due condizioni sono assenti, si applicheranno le medesime modalità e costi della voltura classica.

Qualora il contatore avesse una morosità in corso, il parente nuovo intestatario sarà tenuto a saldare quanto manchi delle precedenti bollette. In alternativa, dovrà chiedere la cessazione del contratto, con relativa chiusura del contatore.

Voltura di un contatore moroso: Chi paga il debito?Nel caso in cui stessi chiedendo la voltura per un contatore luce e gas chiuso per morosità, non sei obbligato a pagarne il debito. Il pagamento spetta infatti al precedente intestatario che ha contratto il debito. Alcuni fornitori però possono decidere di non concedere la voltura fino al saldo del mal tolto, per cui potresti essere costretto a liberare il contatore dal debito tramite la chiusura del contatore e un successivo subentro per evitare lunghi periodi senza forniture.

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche