Per info su attivazione luce e gas

010 848 01 61 Richiamata gratuita

Tu sei qui

Quale Fornitore Luce e Gas scegliere nel 2019?

confronto luce e gas

Confronta le offerte e risparmia fino a 150€ all'anno!

Servizio gratuito attivo  .

Confronta le offerte e risparmia fino a 150€ all'anno!

Siamo momentaneamente chiusi. Confronta le offerte sul comparatore o prendi un appuntamento per essere ricontattato.

Scegliere una tariffa luce e gas che conviene non è facile. Il confronto tra i prezzi luce e gas può risultare complesso, soprattutto per chi non si è mai avvicinato al mondo delle bollette.

Devi sapere che la completa liberalizzazione del mercato dell'energia è vicina ed è importante per i consumatori comprendere bene sia la bolletta sia le offerte disponibili, per scegliere la tariffa giusta con consapevolezza. Ecco come scegliere il fornitore di luce e gas a cui affidare le utenze per l'anno 2019.

tariffe luce gas confronto

Conviene il Mercato Libero per luce e gas?

Il mercato libero presto sarà l'unica opzione anche per i clienti domestici e le piccole imprese sia per la luce sia per il gas. Esistono più di un centinaio di compagnie luce e gas in tutta Italia, motivo per cui è bene imparare a confrontare le tariffe per poter individuare la migliore offerta luce e gas adatta alle proprie esigenze di consumo. Da tale scelta infatti, dipende la spesa in bolletta e di conseguenza la possibilità o meno di risparmiare a fine mese.

Conseguenza diretta della liberalizzazione e della fine del mercato tutelato è infatti la concorrenza tra i fornitori, che dovrebbe portare ad una diminuzione dei prezzi e ad un aumento della qualità dei servizi.
I fornitori del settore dell'energia sono molti, ci sono le aziende storiche che tutti conoscono come Enel EnergiaEni gas e luce e quelle più recenti, che cercano il loro spazio nel mercato.
In questa pagina trovi una panoramica dei principali fornitori e delle offerte disponibili oggi. Ecco a cosa prestare attenzione prima di scegliere la società a cui affidare le proprie utenze.

Come Scegliere il fornitore Luce e Gas nel 2019

Gli elementi da valutare per individuare la compagnia luce e gas conveniente sono molti e l'ordine d'importanza dipende dalle abitudini di consumo.
Senza ogni dubbio il costo del kWh o il costo del Smc è il primo fattore a cui prestare attenzione: è il prezzo luce e gas infatti a fare la differenza tra un fornitore più caro rispetto ad uno meno caro. Il prezzo di luce e gas cambia da un gestore all'altro ed in bolletta lo ritrovi in spesa materia energia per la luce e in spesa materia prima per il gas.
Le altre componenti che trovi in bolletta luce ed in bolletta gas, come gli oneri per il trasporto e gestione del contatore e gli oneri di sistema, sono stabilite dall'ARERA (Autorità dell'Energia) e non cambiano da un fornitore all'altro.

Il confronto quindi deve essere effettuato andando a vedere il prezzo dell'energia elettrica, in € al chilowattora e per quanto riguarda il gas metano il costo in € al metro cubo. Le offerte sono di vario genere ed in alcuni casi il prezzo comprende più oneri, è necessaria quindi un'attenta valutazione.
Per effettuare il confronto ecco dove trovare il prezzo della tariffa nella bolletta che stai pagando attualmente con il tuo gestore.

Nel 2019 il Mercato di Maggior Tutela scompariràIn tale data i clienti al momento in maggior tutela dovranno aver cambiato fornitore ed aver effettuato il passaggio al mercato libero. Scopri cosa succede con la fine del mercato tutelato.

Come scegliere il prezzo dell'energia elettrica in base alle fasce orarie

Per quanto riguarda l'energia elettrica è possibile scegliere tra offerte diverse in base alle fasce orarie: le opzioni sono la monoraria e bioraria. I moderni contatori elettronici della luce sono in grado di registrare i consumi suddivisi nelle fasce orarie. Per i clienti domestici spesso le 3 fasce vengono accorpate in due:

  • F1 ore diurne dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 19
  • F23 ore serali e notturne weekend, festivi e tutti i giorni dalle 19 alle 8

La tariffa migliore tra monoraria e bioraria dipende dalla distribuzione del consumo elettrico.

In ogni bolletta della luce sono indicati i consumi fatturati, ossia relativi a quella bolletta, e anche i consumi medi annuali, ripartiti nelle 3 fasce orarie. Per una stima più precisa bisogna prendere in considerazione i consumi annuali, che trovi nel riepilogo delle letture e consumi.

Quando i consumi elettrici sono ripartiti in maniera più o meno uniforme nel corso della giornata l'opzione da scegliere sarà una tariffa monoraria, fissa 24 ore su 24.
In caso contrario, quando il consumo in F23 (F2 + F3) è superiore al 70% del totale conviene adottare un'opzione con tariffa bioraria. Con la bioraria il prezzo di giorno in F1 è più alto e in F23, ossia di sera, di notte e nei weekend ha un valore più basso.

Confronta il servizio clienti del fornitore

Nella scelta del fornitore giusto influiscono anche altre variabili, come la qualità del servizio clienti.
Per la maggior parte delle persone il call center rimane sempre la prima opzione per chiedere informazioni ed effettuare operazioni come voltura o il cambio fornitore. Tuttavia anche il settore dell'energia si sviluppa sempre di più nel mondo di internet e sono tantissimi oggi i fornitori che hanno una piattaforma online per i clienti.
E' il cosidetto self-care: il cliente effettua le richieste e gestisce la sua fornitura accedendo all'area personale sul sito internet oppure tramite App, interagendo il meno possibile con il personale.

Per i clienti più tecnologici un'offerta web è sicuramente la scelta giusta. In questo caso spesso viene richiesto il pagamento delle bollette tramite la domiciliazione bancaria sul conto corrente.

Se invece preferisci avere la possibilità di parlare personalmente con un addetto commerciale dovrai cercare un punto vendita del fornitore nella tua zona. In questo caso dovrai optare per una società grande, che quindi ha sportelli diffusi in tutto il territorio italiano, oppure per un'azienda locale, anche di dimensioni piccole ma radicata nella tua area. 

Confronto Offerte luce e gas nel 2019 per la Casa

Ecco un confronto su alcune offerte di luce e gas a prezzo bloccato. Alcune offerte del mercato libero permettono di bloccare il prezzo di luce e gas, per la durata del contratto, in genere pari a 1, 2 o al massimo 3 anni. Ecco quali sono alcune delle offerte attualmente più convenienti su mercato energetico, per luce e gas dedicate alle famiglie.

Tariffe Luce e Gas quale Conviene 2019
Offerte Tariffe e vantaggi  Maggiori info
tariffe enel energia

Offerta: E-light luce&gas

  • Prezzo €/kWh F0:   
  • Prezzo €/kWh F1:   
  • Prezzo €/kWh F23:   
  • Prezzo €/Smc:  
  • Bolletta web
Scopri l'offerta»
06 9480 8228
Gratis e senza impegno
tariffe eni gas

Offerta: Link Basic luce&gas

  • Prezzo €/kWh F0:  
  • Prezzo €/Smc:  
  • Gestisci tutto online
Scopri l'offerta»
011 1962 1333
Gratis e senza impegno
  • Prezzo €/kWh F0:  
  • Prezzo €/kWh F12:  
  • Prezzo €/kWh F3:  
  • Prezzo €/Smc:  
  • Spesa prevedibile grazie
    alla Carica
Scopri l'offerta»
010 848 0198
Gratis e senza impegno
Offerte luce gas Sorgenia
Offerta: Next Energy luce&gas
  • Prezzo €/kWh F0:  
  • Prezzo €/Smc:  
  • Sconto sulla quota fissa in bolletta
  • Regalo digitale di benvenuto

Scopri l'offerta»
041 852 1269
Gratis e senza impegno

Come Cambiare Fornitore Luce e Gas nel 2019

Il cambio di fornitore è gratuito e non comporta né l'interruzione della fornitura né un intervento tecnico sul contatore. Una volta effettuata la scelta della tariffa, l'operazione è semplice e avviene in un mese o al massimo due.
Per legge il recesso al vecchio fornitore, sempre inviato dal nuovo gestore, deve essere comunicato con 30 giorni di anticipo ed il nuovo contratto ha effetto sempre dal primo del mese
Se ad esempio il contratto viene sottoscritto il 15 gennaio, il cambio sarà effettivo il primo marzo.
Ecco un breve video su come cambiare il fornitore di luce e gas.

  • Cosa fare per cambiare fornitore o attivare un nuovo contratto:
  • Contatta il numero 010 848 01 61, e un operatore ti orienterà verso il fornitore più adatto alle tue esigenze
  • Prendi una bolletta recente di luce e gas per poter comparare in modo più preciso l'eventuale risparmio
  • Tieni a portata di mano le coordinate bancarie (codice IBAN) se preferisci domiciliare la bolletta sul conto corrente
  • Una volta sottoscritto il contratto, sarà il nuovo fornitore a comunicare il recesso al vecchio che ti invierà la bolletta di chiusura
Aggiornato il