Voltura di un'utenza: Cosa significa e Come funziona?

Info contatori luce gasInfo contatori luce gas

Migliore offerta Subentro, Allaccio o Voltura?

Visita il comparatore per confrontare le tariffe luce e gas o compila il form per essere ricontattato da un esperto. Servizio Gratuito.

Cosa significa volturazione? Quanto costa? Scopriamolo insieme.
Cosa significa volturazione? Che differenza c'è con la voltura? Quanto costa? Ecco i dettagli.

Definizione

Per volturazione di una fornitura - o voltura - si intende il cambio di intestatario delle bollette, con riferimento ad un'utenza ancora attiva. Questa operazione è strettamente legata al contratto di fornitura e pertanto non comporta alcuna modifica al servizio erogazione di luce e gas.


Spesso utilizzata dopo un trasloco o l'acquisto di un immobile, la volturazione è quell'operazione che ti permette di intestare a tuo nome le utenze già attive di luce e gas già presenti in loco. In questi casi il passaggio delle forniture è fondamentale per interagire direttamente con il fornitore in seguito al trasferimento. Approfondiamo insieme l'argomento.


Cos'è la Volturazione? Significato

Volturazione o voltura?È corretto utilizzare entrambi i termini in ugual misura per definire un cambio di nominativo del contratto delle tue forniture.

La "volturazione utenze" è tecnicamente l'operazione di cambio del nominativo di coloro i quali usufruiscono dei servizi elettrici, gas e anche idrici e come già accennato, permette al nuovo cliente di interagire direttamente e a pieno titolo con i fornitori di riferimento, ad esempio con Enel Energia (per questo si parla di "Volturazione Enel" o "Volturazione contratto Enel"). Inoltre, il nuovo intestatario avrà diritto a ricontrattare le promozioni attive e chiedere assistenza tecnica in caso di guasti/problemi legati al contratto di fornitura.

L'operazione di voltura non ha alcun effetto sullo stato dei contatori, come accade invece con il subentro - o riattivazione di una fornitura - che attiverà nuovamente un contatore precedentemente attivo e poi sospeso, o con la chiusura di una fornitura - o disattivazione - che comporterà la cessazione delle attività (nonché del contratto) di un contatore attivo fino a quel momento. 

Perché richiedere la volturazione? Quando serve?

Generalmente, si richiede di volturare le forniture di luce, gas e acqua quando cambia il proprietario di un immobile o quando si subentra in una nuova abitazione in affitto. Effettuare la voltura delle utenze, infatti, darà modo al nuovo intestatario di interagire direttamente con il fornitore di energia, senza incorrere in eventuali trascorsi dei precedenti proprietari/inquilini.

Contatore moroso: posso fare la voltura? Dipende!Nel caso di un contatore moroso la voltura è talvolta un'operazione non concessa dal fornitore, che richiederà prima il saldo delle bollette non evase da parte del precedente cliente. Generalmente, l'operazione di voltura è permessa fino ad un massimo di una bolletta non evasa per fornitura.

Tempi di attivazione del servizio: quanto ci vuole?

Il fornitore deve, entro 2 giorni lavorativi dal ricevimento della richiesta del cliente (completa di tutti i dati e le informazioni necessarie), effettuare le comunicazioni necessarie affinché la modifica contrattuale possa essere registrata presso il distributore locale, il quale procederà alla registrazione della voltura entro ulteriori 2 giorni lavorativi dalla ricezione della pratica dal fornitore.

Il tempo tecnico minimo per la volturazione è quindi pari a 4 giorni lavorativi dalla richiesta del cliente.

A chi richiedere la voltura?

Essendo un'operazione legata al contratto di una fornitura di luce e gas, il principale attore con cui confrontarsi è il fornitore con cui l'utenza è attiva. Tuttavia, non sempre è immediato conoscere l'attuale fornitore, specie se in seguito ad un trasloco.

Quindi, per scoprire il tuo attuale fornitore puoi:

  1. Reperire l'ultima bolletta della luce/gas (se hai appena traslocato chiedila al precedente inquilino/proprietario);
  2. Contattare il distributore locale (ti basterà inserire il CAP del tuo comune per scoprire i contatti del distributore);
  3. Inviare una mail allo Sportello del Consumatore.

Quanto costa la voltura?

Generalmente, la voltura ha un costo complessivo che varia dai 50€ agli 80€ per ciascuna utenza, ma in ogni caso i costi sono diversi da fornitore a fornitore. Inoltre bisogna considerare anche il versamento dell'eventuale deposito cauzionale, anch'esso diverso a seconda del gestore. Il costo dell'operazione sarà poi addebitato nella prima bolletta utile al nuovo intestatario.

Chi deve fare la voltura delle utenze?È compito del nuovo intestatario della bolletta richiedere la voltura e pagarne il costo al fornitore. Per saperne di più leggi la guida completa: "A chi spetta la voltura delle utenze?".

Che dati mi servono per la volturazione?

Per effettuare una voltura ti serviranno diversi dati della fornitura e del precedente intestatario, reperibili nelle prime pagine della bolletta di luce o gas. Nello specifico:

  • Codice del contatore (POD per la luce, PDR per il Gas);
  • Nome, Cognome e Codice Fiscale del precedente intestatario;
  • Indirizzo della fornitura;
  • Nome, Cognome e Codice Fiscale del nuovo intestatario;
  • Talvolta, per i contatori elettrici è richiesta anche la potenza del contatore.

Volturazione per decesso

La voltura per decesso dell'intestatario dell'utenza - mortis causa - è un caso straordinario che va definito separatamente. Nel caso in cui all'intestatario deceduto subentri un parente del defunto residente nell'abitazione in questione, l'operazione non avrà alcun costo. Diversamente, si applicheranno le medesime modalità della voltura classica.

Come risparmiare sul costo della voltura?Alcuni fornitori permettono di avere un costo agevolato - fino ad azzerarlo - per le operazioni di voltura legate al cambio di fornitore. Per avere supporto e risparmiare contatta lo sportello attivazioni al 010 848 0161 oppure fatti richiamare gratuitamente!

aggiornato il