Trasloco Casa: Costi, Consigli e Gestione delle Utenze Luce e Gas

aggiornato il
min di lettura
Info luce gasInfo contatori luce gas

Info Attivazione Contatore, Subentro, Allaccio e Voltura

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

Info luce gasInfo contatori luce gas

Migliore offerta Subentro, Allaccio o Voltura?

Confronta ora le tariffe luce e gas o prendi un appuntamento per essere ricontattato. Servizio Gratuito e senza impegno.

Trasloco casa.
Come gestire le utenze luce e gas in occasione del trasloco.

Traslocare in una nuova casa è un passo importante, che porta con sé numerose incombenze da sbrigare. In questo articolo trovi una piccola guida con le risposte alle domande più comuni, in particolare quelle legate al passaggio delle utenze luce e gas. Tra voltura, attivazione e allaccio, allora, ecco le info maggiormente utili.

Il trasloco di casa è un momento che può assumere un’importanza elevata. Potrebbe trattarsi di un semplice trasferimento per motivi di lavoro, oppure della prima volta che si va a vivere da soli. Oltre al carico di emozioni e sentimenti che porta con sé un avvenimento del genere, bisogna fare i conti con faccende decisamente più pratiche, come la gestione delle utenze di luce e gas. Si tratta di operazioni da compiere a fronte di una certa programmazione, visto che di volta in volta le procedure da effettuare sono diverse.

Prima di approfondire tutte le situazioni in cui potresti trovarti quando devi attaccare luce e gas in una nuova casa, vediamo cosa bisogna fare quando si inizia a fare un trasloco.

Come iniziare a fare un trasloco?

Quando ci si appresta a organizzare un trasferimento, le faccende da sbrigare sono davvero tante. Sono diverse, infatti, le domande che devono trovare risposta prima di iniziare il trasloco vero e proprio. Cerchiamo allora di far luce sugli interrogativi più comuni.

Trasloco: Consigli e suggerimenti

Quanto costa un trasloco di una casa?

La spesa varia in funzione di tanti fattori. Le imprese di traslochi di norma calcolano il costo in base alla distanza tra le abitazioni coinvolte, comprese le spese per benzina e pedaggi. Se previsto, bisognerà pagare anche montaggio e smontaggio dei mobili, il noleggio di gru o altri apparecchi. In linea generale, prendendo in considerazione solo i costi per il trasferimento, si va da un minimo di circa 200 euro (per viaggi sotto i 100 km) a oltre 500 euro (per viaggi fino a 400 km). A questa somma si aggiungono poi le spese per operatori, imballaggio, occupazione del suolo, eventuale noleggio di piattaforme aeree e quant'altro.

Come fare un trasloco da soli?

Se non vuoi affidarti a una ditta di traslochi, dovrai fare tutto da solo. Tra le attività che dovrai mettere in conto di svolgere ci sono l'imballaggio di mobili e accessori, nonché il loro trasporto. Dovrai noleggiare un furgone o comunque un mezzo adeguato, e fare particolare attenzione allo spostamento degli oggetti voluminosi, facilmente danneggiabili.

Come traslocare i vestiti?

Gli abiti che non servono subito, e che magari sono dedicati a occasioni "speciali" (come il lavoro) dovrebbero essere riposti nelle custodie apposite per indumenti. Per i capi da indossare tutti i giorni dentro casa, va bene anche impiegare bauli e altri contenitori simili.

Quanto tempo prima conviene fare le scatole per un trasloco?

Si presume che tu sappia di doverti trasferire con largo anticipo. In questo caso, inizia a programmare per tempo e con calma tutte le attività che dovrai svolgere. Se possibile, inizia a imballare gli oggetti e gli arredi di scarso utilizzo almeno un mese prima, così da liberare spazio e potersi concentrare su arredi di grandi dimensioni.

Come fare un trasloco economico?

Ci sono diversi suggerimenti per cercare di abbassare il costo di un trasloco. Prima di tutto, potresti pensare di vendere gli arredi che non utilizzerai (anche se questa strada presumibilmente richiede più tempo del semplice smaltimento all'isola ecologica). Noleggiare furgoni e altri accessori aiuta a tenere bassi i costi, così come la richiesta di preventivi online alle varie compagnie di traslochi che operano nella tua zona.

È possibile fare un trasloco in una settimana?

Se hai a disposizione poco tempo, tutte le fasi di un normale trasloco vengono compresse al massimo. Inizia subito con l'organizzare le cose più importanti, come abiti e arredi. Se possibile, cerca di farti aiutare da amici o parenti, in modo da non doverti trovare a gestire tante incombenze tutte insieme.

Come si fa il cambio di residenza?

Ricordati che, per legge, entro i primi 20 giorni dal trasferimento dovrai comunicare il cambio di residenza, sia che tu rimanga nel tuo comune che nel caso di trasferimento in un'altra regione. Leggi pure i nostri speciali per scoprire come fare a completare il cambio residenza:

Il trasloco di casa: tutte le procedure di gestione luce e gas

Occuparsi delle utenze luce e gas durante un trasloco è un’operazione essenziale. Pertanto, dovrai assicurarti di seguire la procedura corretta a seconda dello scenario nel quale ti trovi. Se non hai ben chiara la differenza tra voltura, subentro e le altre operazioni, inizia a dare un’occhiata a questa tabella:

Trasloco Casa: tempi e costi delle operazioni luce e gas
Il contatore è presente? Il contatore è attivo? Il contratto è attivo? Operazione da compiere
      Allaccio alla rete luce e gas
    (mai attivato)   Prima attivazione di luce e gas
      Subentro
      Voltura
Per info sulle pratiche luce e gas contattaci al numero 02 8295 8097 02 8295 8097 prendi appuntamento con un esperto.

Prima di proseguire, è bene specificare che nel corso del testo distingueremo i prezzi delle operazioni effettuate in regime di maggior tutela e di mercato libero. Queste le differenze principali:

  • Maggior Tutela: si tratta del regime tariffario regolato da ARERA che include tutti gli utenti che non hanno mai cambiato fornitore;
  • Mercato libero: è il mercato dove i clienti possono scegliere il fornitore di luce e gas tra le numerose offerte disponibili.

Cerchiamo adesso di approfondire tutte le operazioni che potresti essere chiamato a effettuare in occasione del trasferimento in una casa nuova.

L’allaccio alla rete luce e gas della nuova casa

L’allaccio è l’operazione che prevede la posa di un nuovo contatore. Si tratta quindi di una procedura comune quando ti trasferisci in una casa nuova di zecca che non è collegata alla rete nazionale. Ecco tutti i dettagli che possono servirti:

L'allaccio delle utenze luce e gas per l'ufficio
A chi fare richiesta? Se oltre alla posa del contatore vuoi anche attivare un'offerta luce e gas, devi contattare il fornitore. Per la sola installazione del contatore, invece, basta chiamare il distributore.
Quanto tempo ci vuole? In linea di massima, i tempi per un allaccio luce e gas oscillano tra 10 giorni e 2 mesi a partire dalla richiesta, a seconda della complessità degli interventi previsti.
Come si fa la richiesta? Dovrai contattare, a seconda dei casi, il tuo fornitore o il distributore locale.
Che documenti servono?

Per fare la richiesta di allaccio dovrai presentare dati essenziali come:

  • La potenza disponibile richiesta (per forniture luce);
  • L'uso previsto del gas (cottura cibi, riscaldamento ambienti, produzione di acqua calda sanitaria);
  • Indirizzo della fornitura;
  • Dati identificativi del richiedente (nome, cognome, codice fiscale e così via);
  • Dati catastali dell'immobile.
Quanto costa l'allaccio del contatore?

Nel caso dell'allaccio luce, il costo dell'operazione cambia a seconda del tipo di allaccio (permanente o temporaneo). Per il gas, le tariffe vengono determinate dal distributore locale.

Trovi tutte le info sull'allaccio chiamando il numero 02 8295 8097 02 8295 8097 prendenendo un appuntamento con un esperto.

Per tutti gli altri approfondimenti in tema, ti rimandiamo alle nostre guide.

Tutto sull'allaccio delle utenze
Allaccio Allaccio Gas Allaccio Luce

La prima attivazione di luce e gas

La prima attivazione è il procedimento da effettuare quando il contatore è installato ma non è mai stato attivato. Vediamo subito come fare:

La prima attivazione delle utenze luce e gas per la casa
A chi fare richiesta? Dovrai inviare la richiesta al fornitore da te scelto.
Quanto tempo ci vuole? A meno di problematiche tecniche, l'operazione viene effettuata entro 1-2 settimane dalla data della richiesta.
Come si fa la richiesta? Dovrai contattare il tuo fornitore tramite i vari canali messi a disposizione (soprattutto email e sito internet).
Che documenti servono?

Per la richiesta di prima attivazione devi presentare i seguenti documenti:

  • Indirizzo della fornitura;
  • Dati identificativi del richiedente (nome, cognome, codice fiscale e così via);
  • Dati catastali dell'immobile;
  • Codice POD (per le utenze luce) o PDR (per il gas);
  • Potenza impegnata (nel caso della luce);
  • Tipologia d'uso (per il gas);
  • Uso della fornitura (domestico residente,non residente, altri usi).
Quanto costa la prima attivazione della luce?

In caso di fornitura nella maggior tutela, i costi sono pari a:

  • 25,2 euro di contributo fisso;
  • 16 euro di imposta di bollo (se prevista);
  • Oneri amministrativi

Nel mercato libero, invece, sono previste queste spese:

  • 25,2 euro di oneri amministrativi;
  • Oneri di gestione che variano a seconda del fornitore (tra 20 euro fino a 60 euro).
Quanto costa la prima attivazione del gas?

L'attivazione del contatore prevede un costo di 30 euro da corrispondere al distributore, più 47 euro di spese per l'accertamento dei documenti (in caso di impianti con potenza termica inferiore o uguale a 35 kW).

Attiva il tuo contatore luce e gas chiamando lo 02 8295 8097 02 8295 8097 : prendi un appuntamento con un esperto.

Trovi tutte le informazioni del caso nei nostri speciali dedicati all’attivazione della luce e all’attivazione del gas.

Subentro: come riattivare un contatore staccato in precedenza?

Il subentro è l’operazione da compiere nel momento in cui, dopo esserti trasferito, trovi il contatore staccato dal precedente inquilino e devi riattivarlo. Scopriamo subito costi, tempistiche e documenti da presentare:

Il subentro delle utenze luce e gas per la casa
A chi fare richiesta? La richiesta va avanzata al fornitore da te scelto.
Quanto tempo ci vuole? Tralasciando eventuali casi particolari, la procedura viene portata a termine in massimo 7 giorni lavorativi (per la luce) e 12 giorni lavorativi (per il gas).
Come si fa la richiesta? Ti basta contattare il fornitore attraverso i consueti canali di comunicazione (telefono, email, sito web).
Che documenti servono per il subentro?

Tra gli altri, per la richiesta di prima attivazione devi presentare i seguenti documenti:

  • Carta d'identità dell'intestatario della fornitura;
  • Dati anagrafici e recapiti (telefono ed e-mail);
  • Codice POD o PDR;
  • I dati catastali dell'immobile;
  • Potenza del contatore.
Quanto costa il subentro della luce?

In maggior tutela sono previsti i seguenti costi:

  • Oneri amministrativi per 25,2 euro;
  • Contributo fisso di 23 euro;
  • Imposta di bollo di 16 euro (se prevista).

Nel mercato libero, invece, queste sono le spese richieste:

  • Contributo fisso di 25,2 euro, cui si aggiungono eventuali costi per la prestazione commerciale che cambiano a seconda del fornitore;
  • Imposta di bollo di 16 euro (se prevista).

In tutti e due i casi può essere richiesto un deposito cauzionale in sede di sottoscrizione (a meno che tu non scelga di attivare un'offerta online con pagamento via domiciliazione bancaria).

Quanto costa il subentro del gas?

Il subentro del gas metano presenta i seguenti costi:

  • Oneri amministrativi di 25,2 euro;
  • Spese per la gestione della pratica: ammontano a 23 euro nel regime tutelato, cambiano a seconda del fornitore nel mercato libero;
  • Imposta di bollo di 16 euro (se prevista);
  • Eventuale deposito cauzionale.
Per altre informazioni sul subentro, contattaci al numero 02 8295 8097 02 8295 8097 prendi appuntamento con un esperto.

Se hai altri dubbi, puoi affidarti alla nostre guide.

Tutto sul subentro delle utenze
Subentro Subentro Gas Subentro Luce

Cambiare l’intestatario di contratto luce e gas con la voltura

Stai effettuando il trasloco della casa e ti ritrovi in questa situazione: il contatore della nuova abitazione è già attivo, ma il contratto è intestato a un’altra persona. Come fare? Questa situazione richiede l’effettuazione di una voltura. Vediamo subito tutti i dettagli:

La voltura delle utenze luce e gas per la casa
A chi fare richiesta? Dovrai metterti in contatto con il fornitore che preferisci.
Quanto tempo ci vuole? Nella gran parte del casi, l'operazione viene conclusa entro 7 giorni lavorativi.
Come si fa la richiesta? Puoi fare partire l'operazione contattando l'operatore scelto. Sono disponibili sia canali telefonici che telematici.
Che documenti servono per la voltura?

Per effettuare la voltura dovrai comunicare le seguenti informazioni:

  • Dati personali e anagrafici (codice fiscale, carta d'identità dell'intestatario, recapito telefonico, residenza);
  • Codice POD (per la luce) e codice PDR (per il gas);
  • L'autolettura del contatore coinvolto dall'operazione;
  • I dati catastali dell'immobile;
  • L'indirizzo della fornitura;
  • Il codice IBAN (se richiedi il pagamento via domiciliazione);
  • Per la luce: la potenza impegnata del contatore espressa in kWh.
Quanto costa la voltura?

Per la fornitura nella maggior tutela, i costi sono pari a:

  • 25,2 euro + IVA di contributo destinato al distributore;
  • Contributo fisso di 23 euro + IVA
  • 16 euro di imposta di bollo (se prevista).

Nel mercato libero sono richiesti questi adempimenti:

  • 25,2 euro + IVA per il contributo al distributore locale;
  • Costi per la prestazione commerciale + IVA;
  • Imposta di bollo di 16 euro (se prevista).
Ti serve aiuto per fare la voltura? Chiama lo 02 8295 8097 02 8295 8097 Prendi un appuntamento con un esperto.

Per tutti gli altri approfondimenti in tema, ti rimandiamo alle nostre guide.

Tutto sulla voltura delle utenze
Volture Voltura Gas Voltura Luce

Nuova casa, nuova offerta luce e gas: scegli quella giusta!

Come visto, le cose da fare quando ci si trasferisce sono davvero tante. Non devi dimenticarti, però, di scegliere le tariffe luce e gas più giuste per le tue esigenze!

Se vuoi evitare di perdere tempo alla ricerca della proposta del mercato libero più conveniente, affidati pure a Selectra. Di seguito ti proponiamo una tabella con le tre offerte top del momento, facilmente sottoscrivibili online:

Offerte Luce e Gas: la classifica delle tariffe più convenienti di Maggio 2024
POSIZIONENOME OFFERTASPESA* (€/mese)
first-place


Prima Posizione

Sorgenia Next Energy Sunlight Luce e Gas
sorgenia
Tariffa indicizzata
LUCE: 43€
GAS: 76€

02 8295 8095 Attiva online Sconto 60€ Attiva online (Sconto 40€)
secondo


Seconda Posizione

NeN Special 48 Luce e Gas

a2a
Tariffa prezzo fisso
Esclusiva online
LUCE: 45,7 €
GAS: 76,5 €

Attiva online Sconto 96€ Attiva online (Sconto 96€)
third-place


Terza Posizione

Eni Plenitude Trend Casa luce e gas
a2a
Offerta indicizzata
LUCE: 49,8 €
GAS: 80,5 €

02 8295 8093 Attiva online Sconto 12€ Attiva online (Sconto 12€)
Parla con noi

*La spesa mensile è stata calcolata con una stima del prezzo medio del PUN (luce) e del PSV (gas) del prossimo anno realizzata dall'Autorità e con un consumo di 1800 kWh/anno per la luce e 800 Smc/anno per il gas ad uso riscaldamento di una famiglia di 3 persone.

Curiosità sul podio delle offerteNen ti regala un bonus di 96€ mentre con Sorgenia lo sconto è di 150€ se attivi luce, gas e fibra, fino a 60€ attivando solo due forniture tra luce, gas e fibra.