Per info su attivazione luce e gas

010 848 01 61 Richiamata gratuita

Pratiche Trasloco: tutti i Moduli da scaricare Gratis

trasloco utenze domestiche

Info Attivazione Contatore, Allaccio e Voltura luce e gas

Servizio gratuito e attivo  .

trasloco utenze domestiche

Info Attivazione Contatore, Allaccio e Voltura luce e gas

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Compila il form per essere ricontattato, servizio gratuito.

Traslocare in una nuova casa comporta diverse pratiche burocratiche e, come spesso accade, a volte possono risultare ostili. Soprattutto se sei uno studente universitario ed è la tua prima esperienza fuorisede, conoscere il contenuto di un contratto di locazione è importante per non avere brutti scherzi al termine della locazione.

Qui è dove ti offriamo una valida e dettagliata guida delle pratiche burocratiche per il trasloco, completa di fac simile delle varie tipologie di contratti di locazione o dei moduli per il cambio residenza, la disdetta di un contratto, la riconsegna dell'immobile, la registrazione del contratto (modello RLI), ecc. Il tutto scaricabile gratuitamente!


Firmare un Contratto di Locazione

Il contratto di locazione è obbligatorio quando si affitta un appartamento o una stanza a studenti universitari o lavoratori che preferiscono, a causa di esigenze economiche, optare per vivere in una casa condivisa. Innanzitutto serve sapere che non esiste un modello standard del contratto di locazione, ma viene stipulato in accordo tra le parti, ovvero tra il locatore ed il locatario della casa. Si chiama locatore chi cede in affitto il proprio bene immobile; viceversa il locatario è la persona che andrà a vivere nell'appartamento. Potranno optare per la cosiddetta Cedolare Secca.

Esistono però diverse tipologie di contratto a seconda delle esigenze, tra cui quattro sono di uso più comune:

  1. contratti di locazione a canone libero: così come suggerisce il nome l’importo dell'affitto (ovvero la quota in denaro da inviare al proprietario, detta tecnicamente canone) viene stabilito liberamente dalle parti;
  2. contratti di locazione a canone assistito o concertato: a differenza del primo il canone, generalmente inferiore rispetto ai prezzi di mercato, viene stabilito attraverso accordi territoriali tra le organizzazioni dei coinquilini e quelle dei proprietari;
  3. contratti di locazione ad uso transitorio: viene solitamente stipulato per chi usufruisce solo temporaneamente della casa o delle stanza in questione. Il tempo di permanenza va da un minimo di un mese ad un massimo di 18 mesi (non rinnovabili). Questa tipologia è ottima per i ragazzi erasmus che hanno esigenza di restare solo per poco nella città dei propri studi;
  4. contratti di locazione a favore degli studenti universitari: il 25,5% degli studenti italiani (fonte Almalaurea 2018) consegue una laura in una città limitrofa rispetto a quella di appartenenza. Motivo per cui la legislazione prevede un contratto ad hoc per gli affitti a studenti universitari con durata da un minimo di 6 mesi ad un massimo di 36 mesi.

Una volta stipulato il contratto è necessaria la sua registrazione presso l'Agenzia delle Entrate affinché diventi effettivo. Solo in questo modo potrai procedere tranquillamente al trasloco senza intoppi, di fatto quando dovrai chiedere l'eventuale cambio di residenza o l'attivazione delle utenze luce e gas, ti verranno chiesti i dati dell'immobile e gli estremi del contratto d'affitto.

Quando avviene la restituzione della caparra?Qui ti spieghiamo come e quando il proprietario di casa dovrà restituire il deposito cauzionale da te versato al momento della stipula del contratto.

Come attivare le Utenze della Luce e Gas

Quando si stipula un contratto della luce o del gas, viene richiesto di compilare la dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà ed i dati catastali dell'immobile. Questo perché per intestarsi le utenze, il fornitore deve verificare che l'intestatario abbia l'effettivo diritto a richiedere la voltura o il subentro, perché locatario, proprietario o comodatario dell'immobile.

In allegato al contratto luce o gas troverai il modulo Dichiarazione Sostitutiva di Atto di Notorietà relativa al Titolo attestante la Proprietà, Detenzione o Possesso dell'Immobile per il quale è richiesta la fornitura di energia elettrica/gas (artt. 46 e 47 DPR n. 445/2000) e Dichiarazione dei Dati Catastali (Legge 30/12/2004 n. 311). Dovrai compilarlo con i tuoi dati e quelli dell'immobile (dati catastali, numero di registrazione del contratto e data di registrazione).

Ti ricordiamo che se le utenze della luce e del gas sono già attive, dovrai semplicemente richiedere la voltura, che prevede il semplice cambio d'intestatario (le condizioni economiche e di contratto restano le stesse); viceversa se i contatori sono chiusi dovrai richiedere l'attivazione degli stessi.

Disdetta Contratto di Locazione: come fare?

Disdire il contratto di locazione è più semplice di quanto credi. Basterà inviare una raccomandata A/R al proprietario nei tempi e nelle modalità stabilite dal contratto d'affitto. Di solito i tempi di preavviso variano dagli uno ai quattro mesi. Per ufficializzare l'avvenuta disdetta sarà necessario firmare un verbale di riconsegna dell'immobile in cui dichiari di riconsegnare le chiavi dell'appartamento e di aver ricevuto (o in alcuni casi rinunciato) alla caparra consegnata in fase di sottoscrizione del contratto d'affitto.