Domiciliazione Bancaria Bollette di Luce e Gas: perché conviene e come si attiva?

cambio fornitore luce gascambio fornitore luce gas

Vuoi cambiare fornitore?

Confronta le migliori offerte luce e gas, servizio gratuito (lun-ven dalle 8 alle 21 e sab dalle 9 alle 19).

cambio fornitore luce gascambio fornitore luce gas

Vuoi cambiare fornitore?

Confronta le offerte o compila il form per essere ricontattato. Servizio gratuito.

Tutti i vantaggi della domiciliazione bancaria
In che modo la domiciliazione bancaria è utile per gli utenti di luce e gas?

Non hai tempo da perdere per andare in posta a pagare le bollette di luce e gas? La domiciliazione bancaria (RID) è quello che fa al caso tuo: non corri il rischio di dimenticarti il pagamento delle fatture e ottieni le promozioni migliori presenti sul mercato.


Con la maggior parte dei fornitori, il cliente che decide di attivare un contratto di fornitura è libero di scegliere il metodo di pagamento che preferisce (domiciliazione bancaria o domiciliazione postale) e anche per la ricezione delle bollette (siano queste con bollettino postale o semplice notifica delle spese di addebito via RID) viene lasciata la possibilità di scelta tra fatturazione cartacea o per email.

Domiciliazione bancaria: Vantaggi e Svantaggi
Pro Contro
  • Gli importi non subiscono ritardi di riscossione;
  • Importo prelevato direttamente dal conto corrente o dalla carta di credito, niente fila alle poste!
  • Tracciamento di tutte le tue bollette e pagamenti in totale sicurezza;
  • Nessun deposito cauzionale;
  • Sconti e promozioni legate al pagamento via RID;
  • Puoi verificare la correttezza delle fatture prima di ogni addebito;
  • Niente più ansia per ricordarti le scadenze delle fatture;
  • Non ti viene addebitato il costo del pagamento del bollettino e della spedizione;
  • È una scelta ecologica, non alimenti lo spreco di carta.
  • Richiede il possesso di un conto corrente bancario o postale;
  • In caso di mancata verifica, l'addebito di una cifra errata in bolletta sarà versato ugualmente;
  • Per errori di fatturazione non verificati per tempo, dovrai richiedere un successivo rimborso al fornitore.

Conviene davvero la domiciliazione bancaria delle bollette?

Senza dubbio, l'addebito bancario delle bollette ti permette di ottenere offerte luce e gas vantaggiose e competitive, senza l'ansia delle scadenze delle fatture e il rischio di finire in morosità, dovendo poi pagare anche un'eventuale mora. Il nostro consiglio è comunque quello di valutare la domiciliazione bancaria come prima scelta per il pagamento delle bollette, poiché ti permette di avere una serie di vantaggi, che il bollettino postale non ti dà. Inoltre, puoi abbinare il pagamento tramite RID bancario con la ricezione delle bollette per email: in questo modo, risparmierai carta e non incorrerai nel rischio di non ricevere la posta. Ti spieghiamo tutto nel nostro video!

 

Vantaggi e svantaggi della domiciliazione bancaria

Il primo grande vantaggio della domiciliazione bancaria è che ti permette di evitare lunghe code alla posta o nei centri Sisal per il pagamento delle bollette: l’importo della fattura infatti viene scalato automaticamente dal conto corrente bancario o postale del cliente, senza che questo debba fare alcun tipo di operazione. Inoltre, non corri mai il rischio di dimenticare il pagamento delle fatture (evitando tutte le eventuali problematiche del caso) e puoi reperire tutti i pagamenti in modo veloce (anche dalla tua home banking), senza il rischio di perdere la ricevuta.

Anche a livello economico, potresti avere diversi vantaggi:

  1. Le offerte più vantaggiose sono riservate a clienti che pagano tramite Iban;
  2. Risparmi subito il costo del bollettino postale, che si aggira intorno 12€ all’anno nel caso di bollette bimestrali, nonché la conseguente commissione agli sportelli postali o in tabaccheria, dai 6€ ai 12€ in più, per saldare il bollettino;
  3. Con il RID, il fornitore non prevede alcun deposito cauzionale al momento della sottoscrizione del contratto di fornitura (cosa che di solito avviene con il bollettino postale).

Quando viene scalato l'importo della bolletta? Ricorda che l’importo della fattura non viene scalato immediatamente dal tuo conto corrente, ma la transizione viene effettuata il giorno della scadenza della fattura, che generalmente accade almeno due settimane dopo l'invio della stessa. In questo modo puoi verificare se l’importo fatturato è quello corretto, prima del pagamento, e in caso provvedere a chiedere una rettifica.

Potrebbe interessarti anche

Domiciliazione bancaria non pagata: che succede?

Problemi con addebito bancario: ecco le soluzioni!
Qualcosa non va con l'addebito bancario? Ecco le risposte al tuo problema!

Nel corso del tempo può capitare per diversi motivi che la domiciliazione bancaria delle bollette non vada a buon esito, con una conseguente morosità dei contatori.

Sebbene il metodo più funzionale per risolvere il problema sia di verificare mensilmente coordinate bancarie e credito, l'errore umano è sempre dietro l'angolo. Generalmente, il mancato saldo via RID bancario avviene nei seguenti casi:

  • Credito insufficiente sul conto al giorno di saldo bolletta;
  • Blocco della transizione da parte dell'istituto bancario per irregolarità nella richiesta;
  • Scadenza, chiusura o cambio delle coordinate bancarie non comunicate al fornitore.

Vediamo insieme come risolvere tutte queste casistiche ed evitare morosità o chiusura del contatore di riferimento. In ogni caso, sarà il fornitore stesso a notificarti il mancato pagamento attraverso uno dei classici canali di comunicazione che utilizza per entrare in contatto con gli utenti (generalmente via mail, sms o telefonicamente).

Credito insufficiente sul conto corrente

Nel caso in cui tu abbia superato il limite di pagamenti a credito sul conto corrente legato alle tue forniture di luce e gas, ovviamente risulterà impossibile per il fornitore ricevere il saldo della bolletta. In questi casi, hai due possibilità per risolvere il problema:

  1. Collegare un nuovo conto corrente alla fornitura che abbia ancora credito nel saldo del mese in corso;
  2. Chiedere di ricevere una tantum tramite e-mail il bollettino da saldare, comprensivo della mora per il ritardo del pagamento.

Transizione bloccata dall'istituto bancario

Generalmente, la problematica di una transizione in uscita bloccata dalla banca di competenza avviene più spesso nei casi in cui parliamo del primo (o dei primi) saldi via RID, magari con un nuovo fornitore: essendo un'operazione nuova e senza precedenti, alcuni istituti bancari si riservano di bloccare la transizione per tutelare i proprio clienti da eventuali frodi bancarie o tentativi di phishing.

Per risolvere il problema sarà sufficiente contattare la filiale di competenza e confermare l'operazione all'operatore di riferimento.

Problemi con le coordinate bancarie

Nel caso in cui tu abbia chiuso il conto corrente di riferimento, oppure ne sia cambiato il codice o ancora tu sia passato ad un altro istituto di credito, ovviamente sarà impossibile per il fornitore provvedere autonomamente al saldo della fattura con i dati precedenti.

Per risolvere questa eventualità puoi accedere alla tua area clienti personale sul sito del fornitore o tramite App e aggiorna le coordinate bancarie di pagamento della tua fornitura. In alternativa, contatta il tuo fornitore telefonicamente per far gestire l'operazione da un operatore commerciale o, ancora, recati ad uno sportello fisico del fornitore portando con te i dati del nuovo conto corrente.

Offerte attivabili solo con RID bancario

Come dicevamo, uno dei grandi vantaggi della domiciliazione bancaria è che ti permette di aderire alle offerte online, che solitamente sono le più vantaggiose sul mercato. Infatti, molti fornitori di luce e gas riservano le migliori offerte ai clienti che scelgono di ricevere le bollette per email e pagare tramite RID bancario.

Vediamo insieme quali sono attualmente alcune delle offerte più convenienti:

Migliori Offerte Luce e Gas solo con RID Bancario
NOME OFFERTA Caratteristiche SPESA* (€/mese)
Enel E-Light luce
logo-enel
  • Prezzo bloccato per 1 anno;
  • Tariffa monoraria F0: 0,551 €/kWh;
  • Tariffa bioraria F1: 0,587 €/kWh F23: 0,532 €/kWh;
  • Energia da fonti rinnovabili;
  • Bolletta web e domiciliazione bancaria.
LUCE: 112 €/mese
GAS: 156 €/mese
Wekiwi - Selectra
Evergreen Luce e Gas

wekiwi-selectra
  • Prezzo scontato per un anno;
  • Tariffa Monoraria F0: 0,181 €/kWh;
  • Tariffa Gas: 0,80 €/Smc;
  • Sistema con la carica mensile scelta dal cliente in base ai consumi;
  • Bolletta web e pagamento con domiciliazione bancaria.
LUCE: 70,9 €/mese
GAS: 148 €/mese
Sorgenia Next Energy Luce e Gas
sorgenia
  • Prezzo bloccato per 1 anno;
  • Tariffa monoraria F0: 0,557 €/kWh;
  • Tariffa Gas: 2,76
  • Promo Porta i tuoi amici in Sorgenia;
  • Energia da fonti rinnovabili;
  • Domiciliazione bancaria e bolletta web.
LUCE: 113 €/mese
GAS: 235 €/mese

*La spesa mensile è stata calcolatasu un consumo di 1800 kWh/anno per la luce e 800 Smc/anno per il gas ad uso riscaldamento di una famiglia di 3 persone.

Come recuperare degli importi versati

Per reclamare un addebito errato di una bolletta saldata tramite domiciliazione bancaria dovrai contattare il tuo fornitore tramite numero verde, assistenza clienti online o recandoti in un negozio locale (come ad esempio gli Spazi Enel o gli sportelli A2A) e inoltrare così un reclamo per addebito errato. Una volta verificati i dati di riferimento e di consumo, la fatturazione errata ti sarà restituita tramite bonifico o stornata dalle successive bollette fino al saldo completo.

Se vuoi saperne di più su come inviare un reclamo e recuperare un addebito errato, ecco una breve tabella per la guida completa al reclamo con i fornitori più diffusi:

Domiciliazione Bancaria utenze: come sospendere l'addebito del RID?

Nel caso in cui ti trovassi nelle condizioni di dover sospendere i pagamenti del saldo via RID bancario della bolletta, puoi contattare il tuo istituto di credito effettuando una richiesta di storno del pagamento. La richiesta può essere effettuata:

  • Presso una delle sedi della tua banca dove verranno compilati i documenti necessari per la richiesta di storno;
  • Inviando una PEC specificando causale, numero del conto e importo addebitato;
  • Inviando una raccomandata specificando il numero del conto, del soggetto titolare, la causale e l’importo addebitato.

Cos'è il SEPA Direct Debit (SDD)?

Il Sepa Direct Debit (SDD) ha sostituito, dal 1° febbraio 2014, la domiciliazione su conto corrente (RID) per tutte le bollette della luce e del gas.  Il SEPA Direct Debit è lo strumento di pagamento che permette al fornitore di disporre gli incassi in euro all'interno dell'area SEPA in base ad un accordo preliminare (mandato) tra creditore (fornitore di energia elettrica) e debitore (cliente) che consente di addebitare in modo automatico il conto bancario del cliente, qualunque sia l'istituto di credito di riferimento (es. Intesa Sanpaolo, Unicredit, ecc.) .

Nel caso di bollette della luce e del gas il pagamento viene definito come Recurrent, ovvero i pagamenti di tipo ricorrente. Mentre sono chiamati One-off quei pagamenti una tantum, per fare fronte ad una necessità specifica e definita.

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche