Voltura Estra luce e gas: costo, dati e contatti per la richiesta

Info contatori luce gasInfo contatori luce gas

Info Attivazione Contatore, Allaccio e Voltura luce e gas

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 20 e il sabato dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18.

Info contatori luce gasInfo contatori luce gas

Info Attivazione Contatore, Allaccio e Voltura luce e gas

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Visita il comparatore per confrontare le tariffe luce e gas o compila il form per essere ricontattato.

lampadine voltura
Scopri le info su come fare la voltura con Estra Energie: il costo, i dati necessari e i contatti utili

Devi cambiare il nome alla bolletta luce o gas di Estra Energie? Sei nella pagina giusta, qui trovi le informazioni che devi sapere per inviare la richiesta di voltura a Estra, i dati che servono, il costo e i contatti di telefono ed email per trasmettere la domanda, anche in caso di voltura per decesso.


Quando ci stiamo trasferendo in una nuova casa appena acquistata o presa in affitto, oltre ai pacchi da preparare per il trasloco, dobbiamo occuparci anche delle utenze di luce, gas e internet.
La società Estra Energie ha origini toscane, è molto conosciuta quindi nelle provincie di Firenze, Prato, Arezzo e Siena. Ecco una breve guida su come procedere per intestare la bolletta Estra di energia e gas a tuo nome.

Voltura con Estra Energie o subentro

Subentro e voltura sono due operazioni che spesso vengono confuse una con l'altra, anche se la distinzione è ben chiara. Per capire quale delle due richieste devi portare avanti puoi verificare lo stato dei contatori nella nuova casa per vedere se sono ancora attivi o meno.

Come capire se fare voltura o subentro Estra Energie
Quando è possibile fare la voltura?
Utenza attiva: se la fornitura del precedente inquilino è ancora attiva con Estra Energie e vuoi solo cambiare il nome dell'intestatario della bolletta dovrai chiedere una voltura. In questo caso l'utenza non viene mai interrotta e quindi è più comodo per il nuovo inquilino entrante che ha la certezza di avere la luce o il gas il giorno in cui si trasferisce. Accertati che il vecchio inquilino non abbia inviato una disdetta, altrimenti la richiesta di voltura non va a buon fine.
Quando fare richiesta di subentro?
Utenza disattivata: nel caso opposto al precedente, quando il precedente intestatario ha fatto la disdetta del contratto, si deve chiedere un subentro. Questa è la procedura corretta per la riattivazione dell'utenza cessata. I contatori in questo caso devono essere chiusi, e non erogare corrente elettrica o gas. Qualora l'utenza sia stata disattivata per la riattivazione delle utenze servono circa due settimane dall'invio della richiesta.
Per maggiori info su voltura e subentro luce e gas chiama lo 010 848 01 61 o fatti richiamare gratis. Per maggiori info su voltura e subentro luce e gas parla con noi gratis.

Voltura Estra per decesso: quando si può fare?

Un caso tipico di voltura è quello della voltura per decesso, anche chiamata voltura Mortis Causa, quando avviene a mancare un parente.
La voltura per decesso con Estra può essere effettuata solo quando c'è un grado di parentela di primo grado, quindi solo se nuovo e vecchio intestatario sono: coniuge, figlio/a, madre/padre o fratello/sorella.
Se il rapporto è diverso dal primo grado, oppure non c'è un rapporto di parentela, si deve procedere con la voltura ordinaria. Vediamo come fare.

Come fare la richiesta di voltura Estra

Per inviare la richiesta di voltura a Estra ci sono diverse modalità messe a disposizione dal servizio clienti Estra:

  • Via telefono, chiamando il numero verde 800.128.128 da telefono fisso e lo 02.8270 da cellulare e dall'estero, mentre per le imprese c'è un altro numero verde: 800.104.104
  • Recandoti personalmente presso uno sportello, puoi cercare quello a te più vicino sul sito Estra Store

Contattando il numero di telefono, un consulente di Estra ti può assistere nella compilazione della domanda.

Il cliente deve certificare, anche tramite autocertificazione, di avere il titolo che attesti il suo diritto ad abitare nella casa, in qualità di proprietario, affittuario con ad esempio un contratto.
Una volta che hai compilato debitamente e firmato i documenti, dovrai trasmettere la pratica all'indirizzo email clienti@estraspa.it.
Successivamente Estra ti comunica entro 2 giorni lavorativi se la richiesta è stata accettata o meno.

Attenzione, se l'utente non ha dimostrato il regolare possesso della casa la voltura potrebbe essere rifiutata da Estra.

Se riscontri disguidi di altro genere, leggi gli altri consigli utili su come risolvere i problemi su voltura e subentro.
In caso di morosità del vecchio inquilino, il nuovo intestatario non è tenuto a pagare in alcun modo il debito pregresso delle bollette insolute. Questo è valido ovviamente solo nel caso in cui non ci sia un rapporto di parentela o in caso di eredità, o di convivenza tra i due soggetti. 

Voltura con Estra: tempi e costi

Per la voltura del contratto con Estra sono previsti gli oneri destinati al distributore, che stabilisce l'ARERA, l'Autorità per l'energia, di circa 26 euro, più il costo della gestione pratica. Quest'ultimo per l'energia elettrica è pari a 23 euro (IVA esclusa) e di 27,5 euro per il gas metano.
La voltura per decesso, nel caso di stretta parentela, prevede invece solo il contributo del distributore, di circa 26€ e non è soggetta al costo di gestione della pratica commerciale.

Costo e Tempi della Voltura con Estra luce e gas
Fornitore Costi Tempi
costo voltura estra
50-60 € + deposito cauzionale Minimo 2 giorni lavorativi
Per info su voltura luce e gas chiama lo 010 848 01 61 o fatti richiamare gratis. Per info su voltura luce e gas parla con noi gratis.

Cosa serve per fare la voltura online con Estra

Prima di contattare Estra per la domanda, prepara le informazioni necessarie.
Per recuperare tutti i dati relativi alle utenze di energia basta chiedere al vecchio inquilino una bolletta della luce, possibilmente la più recente.

  • I dati che servono per la voltura con Estra:
  • Nome, cognome, il codice fiscale e telefono del nuovo intestatario
  • Un documento d'identità valido
  • I dati dell'utenza: il codice POD e PDR del gas, o la matricola del contatore
  • Il tipo d'uso della fornitura
  • Un documento, o autocertificazione, che attesti la proprietà, il regolare possesso o la detenzione della casa (ad esempio il contratto di affitto regolarmente registrato o di proprietà) 
  • La lettura attuale del contatore del gas, per l'energia elettrica c'è il rilievo automatico.
aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche