Dati Catastali Immobile: dove trovarli e a cosa servono per attivare Luce e Gas?

aggiornato il
min di lettura
Info luce gasInfo contatori luce gas

Info Attivazione Contatore, Subentro, Allaccio e Voltura

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

Info luce gasInfo contatori luce gas

Migliore offerta Subentro, Allaccio o Voltura?

Confronta ora le tariffe luce e gas o prendi un appuntamento per essere ricontattato. Servizio Gratuito e senza impegno.

Dove trovare i dati catastali?
Non trovi i dati catastali e devi fare l'Allaccio di Luce e Gas al tuo nuovo immobile? Ecco dove trovarli!

I dati catastali sono i codici di riferimento identificativi di un immobile e vengono comunicati ai possessori tramite la visura catastale, documento rilasciato dalla Agenzia delle Entrate. Puoi trovare questi dati all'interno del tuo contratto di affitto o dell'atto di proprietà della tua casa o ufficio.

Trovare i dati catastali è meno complesso di quanto sembri, ma resta una ricerca fondamentale per effettuare correttamente e senza sanzioni le principali operazioni di luce e gas per i tuoi immobili.

Chiama Selectra e i nostri consulenti ti aiuteranno a verificare la copertura Attivazione Luce e Gas?

Chiedi aiuto agli esperti di Selectra! Ti aiutiamo gratuitamente a trovare e comunicare i dati catastali al nuovo fornitore e a scegliere la tariffa luce e gas più conveniente. Chiama senza impegno il numero 02 8295 809702 8295 8097.

Chiama Selectra e i nostri consulenti ti aiuteranno a verificare la copertura Attivazione Luce e Gas?

Chiedi aiuto agli esperti di Selectra! Ti aiutiamo gratuitamente a trovare e comunicare i dati catastali al nuovo fornitore e a scegliere la tariffa luce e gas più conveniente. Prendi un appuntamento Prendi un appuntamento. Servizio gratuito e senza impegno.

In questa pratica tabella riassuntiva, trovi le informazioni principali sui dati catastali:

Dati catastali: dove trovarli, cosa sono e perché servono?
Cosa sonoDove trovarliPerché servono
I dati catastali di un immobile sono il codice che permette di identificarlo.Puoi trovare i dati catastali nelle prime pagine del tuo atto di proprietà o nel tuo contratto di affitto.Molti fornitori luce e gas (come Eni Plenitude o Enel) possono chiederli durante la stipula di contratto perché sono tenuti a comunicarli all'Agenzia delle Entrate. La loro mancata comunicazione può comportare talvolta l'annullamento della richiesta di operazione.

Cosa sono i dati catastali di un immobile?

I dati catastali sono documenti che contengono informazioni volte a identificare una determinata proprietà (immobile) nell'ambito del Catasto. I dati contenuti nel catasto sono utili per effettuare la voltura energetica di un immobile, la richiesta della TARI e molto altro. I documenti richiesti maggiormente dei dati catastali sono: il foglio catastale, la particella catastale e il subalterno.

Come già detto, il foglio, la particella e il subalterno non sono gli unici dati di un immobile ma, di sicuro, sono quelli più frequentemente richiesti ai proprietari per molteplici attività.

Foglio dati catastali

Il foglio catastale ha a che fare con la porzione di territorio comunale. Il documento è obbligatorio per riuscire a ottenere informazioni su un immobile, in quanto permette di identificare la zona geografica esatta in cui si trova. Questo dato viene sempre espresso in numeri.

La particella catastale

La particella, chiamata anche mappale, è la porzione di terreno o il fabbricato con eventuale area di pertinenza. In poche parole, se il figlio catastale ci indica l'area di appartenenza, la particella rappresenta per il Catasto la specifica costruzione o il terreno dell'immobile. Anche la particella è espressa in numeri ed è fondamentale per ottenere la visura catastale o effettuare operazioni in cui sono richiesti i dati catastali.

Il subalterno

Il subalterno permette invece di identificare un bene immobile, compresa la singola unità immobiliare appartenente a una specifica particella. Per intenderci, all'interno di un grande condominio, ogni appartamento è considerato un subalterno.

Il subalterno non si trova in ogni dato catastale, ma laddove presente diventa fondamentale per riconoscere la singola unità immobiliare.

Se invece prendiamo in considerazione un terreno, quando si parla di subalterno ci si riferisce ai fabbricati rurali registrati al catasto terreni.

Dove trovare i dati catastali dell'immobile?

Come anticipato, il modo più rapido per recuperare i dati catastali e provvedere a effettuare le tue operazioni con i contatori di luce e gas è di cercarli all'interno del contratto di affitto o nell'atto di proprietà dell'immobile, così come in un atto di compravendita.

Potrai trovare i dati catastali nelle primissime pagine del contratto, poco dopo l'indirizzo dell'immobile e saranno facilmente individuabili grazie al loro nome specifico.

Esempio dati catastali
Dove trovare i dati catastali? Esempio di un atto di compravendita

Può ovviamente capitare, specie dopo un trasloco, di smarrire la visura catastale del tuo appartamento. Qualora fosse il tuo caso, puoi richiederne copia presso qualsiasi ufficio provinciale del territorio, uno sportello catastale decentrato oppure online tramite il sito dell'Agenzia delle Entrate.

Da cosa è composta la visura catastale?

I dati della visura di un immobile sono composti da diversi codici alfanumerici, grazie ai quali sarà possibile identificare il tuo immobile rispetto alla città in cui è ubicato, l'indirizzo, l'interno, etc. Per aiutarti a capirli nel dettaglio puoi consultare la nostra tabella:

Composizione dei dati catastali
VOCESIGNIFICATO
Sezione UrbanaNon sempre presente, serve a individuare l'immobile in determinate zone del territorio comunale.
FoglioPorzione territoriale del comune, generalmente legato a quartieri o circoscrizioni.
ParticellaDetermina il fabbricato in cui è presente l'immobile all'interno di un foglio.
SubalternoIndividua l'unità immobiliare all'interno del fabbricato.

Ora che hai individuato i dati castali del tuo immobile non ti resta che scegliere l'offerta luce e gas migliore per le tue esigenze di consumo e per farlo puoi parlare con un esperto di Selectra chiamando al numero 02 8295 8097 02 8295 8097prendendo un appuntamento, il servizio è gratuito e senza impegno.

Perché comunicare i dati catastali al fornitore?

Ogni società erogatrice di servizi pubblici come ad esempio lo sono i fornitori di luce e gas  (es: Eni Plenitude o Enel Energia) è tenuta a comunicare all'Anagrafe Tributaria i dati catastali degli immobili presso i quali sono attive le forniture legate ai loro nuovi contratti, secondo quanto stabilito dalla Provvedimento del 16/03/2005 e la Circolare n.44 del 19/10/2005 dell'Agenzia delle Entrate.

I dati catastali serviranno quindi al fornitore per comunicare allo Stato l'avvenuta registrazione di un contratto di luce o gas con il cliente, specificamente legato all'immobile per cui si è richiesta la fornitura.

Inserire i dati catastali: il caso di Enel

Ogni fornitore ha il proprio iter per l'inserimento dei dati catastali nella formula contrattuale. Studiamo insieme il caso di Enel Energia, in nome del fatto che sia il fornitore più diffuso sul territorio italiano e che il percorso di inserimento dati risulti particolarmente difficoltoso ai meno esperti di siti web e compilazione online.

Ricorda che, ad eccezione del cambio fornitore verso Enel, le altre operazioni di luce e gas richiedono obbligatoriamente l'inserimento dei dati catastali in autonomia da parte dell'utente in fase di registrazione contratto. Non inserire i dati catastali nei tempi previsti dal fornitore (in genere 48 ore) farà decadere la proposta contrattuale, costringendoti a ricominciare da zero la procedura, azzerando contemporaneamente i tempi di riattivazione dei contatori:

Dati Catastali Enel: Come fare?
QUANDODOVE/COME
Cliccando su COMPILA ORA in fase di registrazione del contratto, oppure aspettando la ricezione della seconda email di Enel Energia, generalmente inviata nel giro di poche ore dalla firma dei consensi al trattamento dati ricevuti nella prima fase, o ancora ricevendo una mail specifica per l'invio di dati catastali.*Dal link dell'email sarai nella tua nuova Area Personale, in cui potrai inserire i dati catastali. Ricorda di tenere a portata di mano la visura catastale o un documento di riferimento.

*Se non ricevi in giornata la seconda email di Enel verifica che non sia finita in posta indesiderata. In caso contrario, farai bene a contattare il Servizio Clienti Enel per richiederne una seconda copia.

Email Enel Energia Dati Catastali
Ecco la schermata che ti apparirà aprendo l'email di Enel per inserire i dati catastali.

La richiesta dell'inserimento dei dati catastali non sempre arriva in fase di registrazione, per cui potrebbe avvenire anche in un secondo momento se non ricevi le notifiche del caso. Se, successivamente alla notifica di Enel Energia, non fossi riuscito a inserire manualmente i dati catastali del tuo immobile puoi inviare un'email a [email protected] con:

  • dati dell'intestatario del contratto (nome e cognome);
  • codice contratto (codice numerico che puoi trovare nella prima email ricevuta da Enel e nella tua Area Clienti);
  • codice POD per la luce e codice PDR per il gas;
  • i dati catastali di riferimento (Foglio, Particella e Subalterno).

Se l'invio dell'email non dovesse andare a buon esito puoi chiamare il numero verde Enel Energia 800.900.860 e chiedere supporto all'assistenza tecnica del fornitore.

Comunicazione Dati catastali Eni Plenitude

Eni Plenitude, come stabilito dalla legge 30/12/2004 n. 311 (meglio conosciuta come Legge finanziaria 2005), è tenuta a inviare all'Agenzia delle Entrate i dati catastali di ogni fornitura attivata e per questo li chiede ai suoi clienti in fase di sottoscrizione del contratto. 

Durante la comunicazione dei dati catastali, bisognerà specificare la tipologia di utenza tra: 

  • domestica con residenza anagrafica presso il luogo di fornitura (nel caso l'intestatario del contratto abbia la residenza nell’immobile in cui ha attivato le utenze); 
  • domestica con residenza anagrafica diversa dal luogo di fornitura (quando la residenza non è nell’immobile in cui sono state attivate le utenze);
  • non domestica (immobile usato per produzione e/o la vendita di beni e servizi).

Scarica il modulo per la comunicazione dei dati catastali Eni Plenitude!

Ti riportiamo di seguito il modulo di dichiarazione dati catastali di Eni Plenitude. Compilalo e invialo al tuo fornitore.

Ecco tutti i canali attraverso cui puoi comunicare i tuoi dati catastali (foglio, subalterno ecc.) al tuo fornitore: 

  • 📮 posta all'indirizzo Eni Plenitude S.p.A. Società Benefit - Casella Postale 72 - 20089 Rozzano (MI); 
  • 💻 online attraverso l'Area Clienti personale.

Le principali operazioni in cui ti saranno richiesti i dati catastali

Non tutti i fornitori ti richiederanno i dati catastali al momento della firma del contratto, ma certamente questo avverrà in un lasso di tempo relativamente breve. Per sicurezza, fai in modo di avere con te i dati castali in caso di:

  • Subentro di luce e gas, ovvero riattivazione dei contatori;
  • Cambio intestatario ai contratti già attivi con il fornitore, ovvero fare una voltura;
  • Allaccio, o allacciamento, dei tuoi contatori in immobili ancora privi di questi;
  • Cambio di fornitore con le offerte più vantaggiose del momento.

Talvolta per il cambio fornitore non viene richiesto l'inserimento dei dati catastali, inviati dal precedente fornitore. Assicurati tuttavia di questa procedura chiedendolo all'operatore del servizio clienti con cui stai effettuando il cambio.

Che succede se non comunico i dati catastali?

Nel caso in cui tu non fornisca al fornitore i dati catastali dell'immobile di riferimento, questi può decidere di non procedere con la pratica in corso, sospendendo l'operazione per mancanza di dati o trasmissione di dati non corretti.

In caso di mancata comunicazione dei dati catastali anche successivamente all'attivazione del contratto sono previste sanzioni amministrative, sia nei confronti delle società che erogano i servizi pubblici, sia verso i clienti stessi. A stabilire queste penali è stato redatto il Provvedimento del 16/03/2005 e la Circolare n.44 del 19/10/2005 dell'Agenzia delle Entrate.
Leggi la guida completa sui documenti utili in fase di trasloco in una nuova casa.

Puoi leggere i dettagli sanzionatori scaricando una copia del documento completo del Provvedimento del 16/03/2005 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, differenziati a seconda della casistica e dei tempi di ritardo nell'invio dei dati catastali.

Ho i dati catastali: e adesso?

Se sei arrivato fino a questo punto della nostra guida, avrai certamente recuperato i dati catastali e sei pronto per la fase successiva: scegliere il fornitore con l'offerta migliore per te!

All'interno del mercato libero ci sono molte offerte competitive e vantaggiose e per aiutarti a scegliere quella più adatta alle tue esigenze di consumo puoi consultare la tabella che segue con le principali offerte luce e gas del momento:

Offerte Luce e Gas: la classifica delle tariffe più convenienti di Giugno 2024
POSIZIONENOME OFFERTASPESA* (€/mese)
first-place


Prima Posizione

Sorgenia Next Energy Sunlight Luce e Gas
sorgenia
Tariffa indicizzata
LUCE: 43€
GAS: 76€

02 8295 8095 Attiva online Sconto 60€ Attiva online (Sconto 40€)
secondo


Seconda Posizione

NeN Special 48 Luce e Gas

a2a
Tariffa prezzo fisso
Esclusiva online
LUCE: 45,7 €
GAS: 76,5 €

Attiva online Sconto 72€ Attiva online (Sconto 72€)
third-place


Terza Posizione

Eni Plenitude Trend Casa luce e gas
a2a
Offerta indicizzata
LUCE: 49,8 €
GAS: 80,5 €

02 8295 8093 Attiva online Sconto 12€ Attiva online (Sconto 12€)

*La spesa mensile è stata calcolata con una stima del prezzo medio del PUN (luce) e del PSV (gas) del prossimo anno realizzata dall'Autorità e con un consumo di 1800 kWh/anno per la luce e 800 Smc/anno per il gas ad uso riscaldamento di una famiglia di 3 persone.

Curiosità sul podio delle offerteNen ti regala un bonus di 72€ mentre con Sorgenia lo sconto è di 150€ se attivi luce, gas e fibra, fino a 60€ attivando solo due forniture tra luce, gas e fibra.

Tra Eni Plenitude, Enel, A2A Energia, NeN e molti altri, riuscirai a trovare il miglior fornitore luce e gas del mercato libero e attivare la tua nuova tariffa.