Rateizzazione Bolletta troppo alta: come fare?

confronto luce e gasconfronto luce gas

Confronta le offerte e risparmia 150€ all'anno!

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 20 e il sabato dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18.

Rateizzazione bolletta: tutto quello che devi sapere
Come fare la richiesta di rateizzazione? Quando è possibile? Ci sono degli interessi aggiuntivi da pagare? Scopriamolo insieme.

In tempi di crisi la rateizzazione delle bollette può essere un grande aiuto per tutte quelle famiglie in difficoltà economiche. In alcuni casi il fornitore ha l'obbligo di concedere la rateizzazione al cliente, vediamo quali sono e come inviare la richiesta.

pagare bolletta a rate

Come divido le bollette a rate?

In genere il contratto di fornitura stipulato con il fornitore regola le modalità ed i termini per la concessione della rateizzazione. Inoltre per i clienti del mercato tutelato l'Autorità ha emanato diverse delibere per tutelare i consumatori. I provvedimenti hanno stabilito quando i clienti hanno diritto alla rateizzazione ed anche le modalità del pagamento, ossia il numero di rate e la scadenza della prima rata.

Ma cosa significa pagare a rate una bolletta? In generale con il termine "rateizzazione di una bolletta" si intende la pratica con la quale il cliente riesce ad ottenere dal proprio la fornitore la possibilità di saldare l'intera somma di una o più bollette poco per volta.

Quando c'è l'obbligo della rateizzazione delle bollette?

A tutela dei clienti finali domestici l'Autorità ha stabilito dei casi in cui la rateizzazione è un diritto e deve essere concessa dal fornitore. Gli utenti nel Servizio di Maggior Tutela possono chiedere il pagamento a rate nei seguenti casi:

  1. La bolletta di conguaglio è superiore al doppio dell'addebito più elevato delle bollette stimate ricevute dopo il conguaglio precedente
    Ad esempio, se tra le ultime bollette in acconto (con i consumi stimati) ricevute prima del conguaglio, la più elevata è stata di 40 €, il cliente può richiedere la rateizzazione se la bolletta di conguaglio è superiore a 80 €.
  2. A causa di un malfunzionamento del contatore
    Quando viene richiesto il pagamento dei consumi non registrati precedentemente
  3. Mancata lettura del contatore
    In caso di bolletta di conguaglio per letture non eseguite dal distributore locale anche se il contatore è accessibile

Conosci anche il bonus luce e gas? Chi risponde ai requisiti richiesti può fare domanda per ottenere un'agevolazione sulle utenze domestiche. Tale sconto è istituito per venire incontro alle famiglie con disagio economico e fisico.

Nel mercato libero la rateizzazione non è regolata dalle delibere dell'Autorità, bensì è vincolata dalle condizioni del contratto di fornitura. E' importante quindi leggere e valutare anche le clausole previste in questo tipo di situazioni. La presenza di articoli specifici che regolano la rateizzazione non è obbligatoria in un contratto del mercato libero. Diverse associazioni di consumatori hanno manifestato l'esigenza dell'introduzione dell'obbligo di rateizzazione anche sul mercato libero.

Cambio Gestore con Rateizzazione in Corso?Scopri se puoi cambiare fornitore anche se non hai ancora terminato di pagare le rate.

Quando fare la richiesta di rateizzazione?

Fino a giugno 2015 era possibile richiedere la rateizzazione fino alla scadenza della bolletta. La normativa è stata poi modificata con la delibera 258/2015/R e la tempistica è stata allungata per venire incontro alle esigenze dei consumatori. Il termine fissato è di 30 giorni a partire dall'emissione della bolletta, invece dei precedenti 20.

Puoi richiedere la rateizzazione anche entro i 10 giorni successivi alla scadenza della bolletta.

La possibilità di rateizzare viene indicata sulla bolletta quando sussiste il diritto al pagamento a rate. I fornitori possono comunque utilizzare la rateizzazione anche in altri casi quando ritengono che la probabilità di recuperare il credito in questo modo aumenti.

Come si può pagare la rateizzazione?

Nelle ultime pagine della bolletta, sia della luce che del gas, si trovano le “comunicazioni ai clienti”, nelle quali sono contenute tutte le informazioni per la rateizzazione dei pagamenti. Sulla bolletta viene sempre indicato se questa è rateizzabile.
Di solito i fornitori mettono a disposizione diversi metodi di pagamento per la rateizzazione.

  • I più comuni metodi di pagamento sono:
  • il bollettino postale (con cadenza uguale alla bolletta)
  • il pagamento online tramite carta di credito
  • bonifico bancario

In caso di mancato pagamento di una rata il fornitore ha diritto di sospendere il pagamento a rate, richiedendo l'intero debito, al netto delle rate eventualmente già versate.

Il piano di rientro della rateizzazione

Nel servizio di tutela la somma rateizzata deve essere suddivisa in un numero di rate con ammontare costante, pari almeno al numero di bollette di acconto o stimate ricevute precedentemente a quella di conguaglio. Ad esempio se il cliente ha ricevuto una bolletta di conguaglio relativa ad un anno (6 bollette bimestrali) si ha diritto a 6 rate bimestrali.
Le rate non sono cumulabili e devono avere una periodicità uguale a quella di fatturazione. A volte è possibile stabilire con il fornitore condizioni diverse, ad esempio con una dilazione più lunga dei pagamenti.

Nel mercato libero, le modalità sono definite da ciascun fornitore. Di solito il cliente ha a disposizione diversi schemi proposti e può concordare il piano di rientro del pagamento che desidera più vicino alle sue esigenze.

Gli interessi sulla rateizzazione delle bollette

Sulla somma delle bollette da rateizzare il cliente è tenuto a pagare degli interessi. La Normativa generale stabilisce come tasso di riferimento da prendere in considerazione quello fissato dalla BCE (Banca Centrale Europea), che deve essere calcolato dal giorno di scadenza della bolletta.

La Legge italiana, nello specifico, stabilisce come tasso di riferimento il TUR (tasso ufficiale di riferimento), fissato appunto dalla BCE e che dal 2016 - in modo del tutto anomalo - è pari allo 0%. Oltre a questo tasso, bisogna talvolta considerare due altre voci di spesa:

  • Costo di gestione della pratica, che varia da fornitore a fornitore e può anche esseri pari a 0. Se applicato viene comunque sempre specificato nelle condizioni generali di vendita (nel contratto di fornitura) o comunicato per tempo dal proprio gestore;
  • Tasso di interesse addizionale, anche questo tasso varia da fornitore a fornitore e può essere pari a 0%.

Quindi in sintesi, la rateizzazione della bolletta avrà un costo totale pari alla somma del debito da saldare (conguaglio), più gli interessi e il costo di gestione della pratica. Mentre il debito da pagare è certo, gli interessi i costi extra non sono sempre obbligatori e comunque variano a discrezione del fornitore. Analizziamo ora un esempio pratico per capire come vengono calcolati questi interessi.

Quanto costa rateizzare una bolletta? Esempio numerico

Supponiamo che il cliente Mario Rossi debba saldare un conguaglio totale pari a 600€, da pagare in 3 rate. Poniamo inoltre il TUR e il costo di gestione della pratica pari a 0. Il tasso interesse addizionale è invece pari all'8% (su base annua).

In questo caso quindi il tasso di interesse finale che Mario Rossi dovrà pagare sarà pari a: TUR+Tasso di interesse addizionale = 8%.  La quota interessi verrà quindi calcolata moltiplicando il debito rimanente (ossia il debito di inizio periodo) per il ts interesse finale e dividendo questo risultato per 12. In formule:

Quota interessi = Debito rimanente* (ia/12)

Dove:

  • Quota interessi, è l'importo in € da pagare per ogni periodo di riferimento;
  • Debito rimanente, è la quota di debito che il cliente deve ancora saldare;
  • ia, è il tasso di interesse finale espresso su base annua, pari alla somma di TUR e tasso interesse addizionale (nel nostro esempio ia è pari all'8%).

Nel dettaglio:

Rateizzazione della bolletta: Debito, Quota Capitale, Quota interessi 
Tempo Debito rimanente Quota capitale (rata) Quota interessi Totale Debito finale
0 600€ - - - 600€
1 600€ 200€ 4,00€ 204,00€ 400€
2 400€ 200€ 2,67€ 202,67€ 200€
3 200€ 200€ 1,33€ 201,33€ 0

In sintesi, qualora Mario Rossi decidesse di rateizzare la bolletta, potrebbe pagare l'importo totale in 3 rate con un interesse quasi inferiore a 8€. Anche nella realtà, gli interessi rappresentano infatti un costo minore.

Come fare la richiesta di rateizzazione?

Il cliente finale può chiedere la rateizzazione solo per somme superiori a 50 €. Quando nel mercato tutelato la bolletta è rateizzabile per legge, le modalità per la rateizzazione sono indicate sempre sulla bolletta stessa.

Come fare la richiesta di rateizzazione della bolletta

  • Rateizzare bolletta Enel Energia
    Puoi rateizzare le bollette non scadute e quelle scadute da non più di 30 giorni. Puoi fare la richiesta:
    • online, entrando nell'area clienti su "Archivio bollette" e selezionando "Richiedi rateizzazione" 
    • chiamando il servizio clienti al numero verde:
      • 800.900.800 (per i clienti di Enel Servizio Elettrico del mercato tutelato)
      • 800.900.860 (per i clienti di Enel Energia sul mercato libero)
    • Inoltre puoi recarti presso uno dei punti Enel 
  • Rateizzare la bolletta Eni
    Sulla bolletta è segnalato se questa è rateizzabile, puoi fare la richiesta
    • su internet accedendo ai servizi online, con il piano di rateizzazione vicino alle tue esigenze
    • chiamando il numero verde 800.900.700
    • rivolgendoti all'Energy store più vicino a casa
  • Rateizzazione bollette Acea
    • accedendo a MyAcea ed effettuare la richiesta direttamente on line
    • chiamare da fisso il Numero Verde 800.130.334 (utenze luce) o 800.130.338  (utenze gas)
    • chiamare da cellulare il numero a disposizione è 06.45698245 (utenza luce) o 06.45698240 (utenze gas)
  • Rateizzazione bollette Edison
    I clienti in condizioni di disagio economico e gli aventi diritto al bonus elettrico o gas hanno la possibilità di chiedere la rateizzazione delle bollette.
    Per informazioni chiama il numero verde 800.031.141.
  • Rateizzazione bollette A2A
    contattando il numero verde 800.199.955 oppure presso gli sportelli presenti sul territorio.
  • Rateizzazione bolletta Iren
  • Rateizzazione bollette Illumia
    • Numero verde gratuito 800.046.640
  • Rateizzazione bollette Hera
    • Contattando il Servizio Clienti al numero verde 800 999 500
  • Rateizzazione bollette Engie (ex GDF Suez)
    • Servizio Clienti al numero gratuito 800.422.422
  • Rateizzazione bollette E.ON
    • Servizio Clienti al numero gratuito 800.999.777
  • Rateizzazione bolletta Agsm
    • Servizio Clienti al numero 800.552.866

La normativa di riferimento per la rateizzazione delle bollette

Il soggetto competente in materia è l'Autorità, che ha emanato la prima delibera n. 200/99, con la quale indicava i casi in cui il fornitore è tenuto ad offrire al cliente la rateizzazione. Modifiche ed integrazioni alla norma sono state introdotte dalla delibera n. 148/06 indicando le modalità e le tempistiche della rateizzazione.
Infine a giugno 2015 è uscita una normativa sulla morosità, la n. 258 che ha modificato alcuni punti per la rateizzazione nel servizio di tutela, come già indicato nei paragrafi precedenti.

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche