Info luce gasInfo contatori luce gas

Info Attivazione Contatore, Subentro, Allaccio e Voltura

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

Come si fa il subentro con Servizio Elettrico Roma? Info su Tempi, Costi e Contatti

La guida al Subentro con Servizio Elettrico Roma: Costi, Tempi e Contatti.
La procedura di subentro con Servizio Elettrico Roma spiegata passo per passo con info su costi, modulistica, tempi e contatti.

Se dopo aver traslocato a Roma hai trovato il contatore staccato dal precedente inquilino, dovrai effettuare il subentro. Con il Servizio Elettrico Roma riattivare la luce costa 64,51 € + IVA, e i tempi del subentro sono di un massimo di 7 giorni lavorativi.


Servizio Elettrico Roma è il gestore del gruppo Acea che opera nel mercato di maggior tutela con la fornitura di energia elettrica per le utenze residenziali e per uffici e negozi che hanno diritto al mercato tutelato. 

Se devi effettuare un subentro a Roma o nei dintorni della capitale con questo specifico operatore, sei nel posto giusto. Continua a leggere per trovare informazioni su tempi, costi, contatti e documenti necessari per portare a termine l'attivazione del contatore senza intoppi.

I documenti richiesti per il subentro con Servizio Elettrico Roma

Per effettuare il subentro con Servizio Elettrico Roma dovrai presentare una serie di documenti. Ecco l’elenco dei dati più importanti necessari per riattivare l'utenza chiusa:

  • Codice fiscale;
  • Documento d’identità in corso di validità;
  • Dati catastali dell’immobile;
  • Codice IBAN o coordinate bancarie (in caso di domiciliazione bancaria);
  • Titolo di possesso dell’immobile (proprietario, affittuario, comodato);
  • Codice POD della fornitura da attivare.

Il codice POD viene riportato sulla prima pagina delle bollette Servizio Elettrico Roma: ti basterà controllare una fattura del vecchio intestatario per rintracciarlo. In alternativa a volte puoi recuperare il numero utenza sul display del contatore Areti (es. N.U. 123456), e cercare di risalire all'utenza con questo dato.

Come procedere in caso di disdetta o voltura? Per conoscere le procedure relative ad altre pratiche con Servizio Elettrico Roma, puoi leggere i nostri speciali dedicati a disdetta e voltura.

Contatti: a chi inviare la richiesta di attivazione?

Per effettuare il subentro con Servizio Elettrico Roma (gruppo Acea) dovrai inviare i tuoi dati secondo le procedure descritte dal fornitore. In particolare puoi procedere direttamente online sul sito web del gestore come segue:

  • Accedi all’Area Clienti;
  • Entra nella sezione Subentro;
  • Clicca su “Nuovo Contratto”;
  • Compila la pagina con i dati richiesti.

Per informazioni e ulteriori chiarimenti, inoltre, puoi sfruttare gli altri canali comunicativi messi a disposizione:

  • Il numero verde 800 199 900 da rete fissa (attivo dal lunedì al venerdì, dalle 8.00 alle 22.00, e il sabato dalle 8.00 alle 13.00);
  • Il numero da cellulare 0645698250 (attivo dal lunedì al venerdì, dalle 8.00 alle 22.00, e il sabato dalle 8.00 alle 13.00);
  • La chat dell’Area Clienti, attiva dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 17.00 (esclusi festivi).

In alternativa, puoi recarti presso gli sportelli di Piazzale Ostiense 2, a Roma, che offrono un servizio di assistenza gratuito solo su appuntamento. Per prenotarti, telefona allo 800 133 328, numero attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 17.00.

Gli sportelli ricevono solo su appuntamento A causa anche delle nuove norme dettate dalla pandemia di COVID-19, da inizio novembre 2020 gli sportelli di Servizio Elettrico Roma operano solo su appuntamento. Pertanto, prima di rivolgerti agli uffici, ricordati di prenotare!

Le tempistiche del subentro con Servizio Elettrico Roma

Le tempistiche del subentro con Servizio Elettrico Roma sono le stesse di Acea e seguono quanto previsto da ARERA, l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente. In particolare, a seguito della tua richiesta:

  • La società di vendita – in questo caso Servizio Elettrico Roma – ha 2 giorni lavorativi di tempo per girare la richiesta di attivazione del contatore;
  • Il distributore, infine, provvede all’attivazione entro 5 giorni lavorativi;

In totale, quindi, l’operazione può durare fino a un massimo di 7 giorni lavorativi a partire dalla tua richiesta.

Per chiarirti meglio le idee sui differenti ruoli ricoperti da fornitore, distributore e gestore, leggi pure il nostro approfondimento: “Qual è la differenza tra gestore, fornitore e distributore di luce e gas?”.

Ricordiamo che il servizio di maggior tutela di Servizio Elettrico Roma termina a gennaio 2023. Dopo questa data i consumatori dovranno scegliere un proprio fornitore nel mercato libero.

I costi del subentro

Per quanto riguarda i costi del subentro con Servizio Elettrico Roma, il riferimento principale è ancora una volta quanto stabilito da ARERA, nel caso specifico delle forniture in regime di maggior tutela. Queste, quindi, le spese previste:

Subentro con Servizio Elettrico Roma: il dettaglio dei costi
Tipo di spesa Descrizione
Oneri amministrativi Importo pari a € 25,51, che va a coprire le spese amministrative destinate al distributore.
Contributo fisso Importo pari a € 23, uguale per ogni operazione di subentro con un contratto di fornitura regolato dal servizio di maggior tutela.
Imposta di bollo L’imposta di bollo di 16 € può essere richiesta nei casi previsti dalla normativa fiscale.

In aggiunta, potresti dover pagare un deposito cauzionale o altra garanzia. Questo caso si verifica quando scegli di non avvalerti della domiciliazione bancaria, postale o su carta di credito.

Approfondimento: il subentro con fatture precedenti insolute

Una possibile complicazione riguarda la presenza di fatture insolute precedenti al subentro. In questi casi, Servizio Elettrico Roma potrebbe richiederti di presentare alcuni documenti. In questo modo puoi dimostrare di essere estraneo alla morosità in maniera totale o parziale.
Questi i dati che normalmente vengono richiesti:

  • Documento d’identità del proprietario dell’immobile;
  • Eventuali contratti di locazione e di proprietà;
  • Dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà che dimostri il possesso dell’immobile;
  • Eventuale verbale di rilascio dell’immobile;
  • In caso di cliente non domestico, vanno aggiunte la visura camerale storica aggiornata e la dichiarazione di inizio attività (SCIA).

Una volta ottenuta la documentazione, il fornitore effettuerà le opportune verifiche. Nel caso emergano consumi a te imputabili e relativi alle fatture insolute, sarai chiamato a saldare la morosità.

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche