Info luce gasInfo contatori luce gas

Info Attivazione Contatore, Subentro, Allaccio e Voltura

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

Info luce gasInfo contatori luce gas

Migliore offerta Subentro, Allaccio o Voltura?

Confronta le tariffe luce e gas o prendi appuntamento per essere ricontattato da un esperto. Servizio Gratuito.

Come fare il Subentro con Eon? le Tempistiche, i Costi e i Contatti

Subentro Eon: info su Costi, Tempistiche e Contatti.
La guida al subentro luce e gas con Eon: trovi info su contatti, costi, tempistiche e molto altro.

Per riattivare i contatori di luce e gas con le offerte di Eon puoi chiamare il servizio clienti al numero verde 800.999.777. Il costo per riattivare i contatori con Eon è di 48,20 € + IVA a fornitura: i contatori saranno attivi in 7 giorni lavorativi per la luce e 12 giorni per il gas.


Subentro Eon: Costi e Tempi
Fornitore Costi Tempi
hera
E.On
48,20€ + IVA Luce: fino a 7 giorni lavorativi
Gas: fino a 12 giorni lavorativi

Dopo esserti trasferito in una casa nuova, devi inevitabilmente avere a che fare con il contatore luce e gas. Nel caso questo sia stato staccato da chi abitava in precedenza, e non ci sia un contratto attivo, devi procedere con la pratica del subentro, e puoi decidere di farlo con E.On!

Come fare un Subentro Eon Energia?

Per riattivare un contatore con le offerte di E.On e richiedere quindi un subentro di luce e gas puoi contattare il servizio clienti Eon al numero verde 800.999.777, disponibile tutti i giorni dalle 8 alle 22.

Se come fornitore di energia e gas hai scelto Eon, questo articolo può aiutarti a chiarire le idee su tempistiche, procedure e costi dell’operazione. Una volta raccolti tutti i documenti necessari per il subentro luce e gas, è necessario inviare tutto ai contatti predisposti da Eon. Nello specifico, puoi servirti di questi canali:

  • Contatta il servizio clienti Eon al numero verde per le utenze domestiche 800.999.777;
  • Eon numero verde offerte business: chiama il servizio clienti al numero verde 800.999.222, dedicato ai clienti business;
  • Il numero a pagamento per le utenze domestiche dall’estero: 02.9164.6102;
  • In alternativa, recati presso uno degli sportelli Eon sparsi sul territorio: prenota qui lo sportello Eon;
  • Prendi un appuntamento in videochat per fare un subentro luce online, oppure un subentro gas.

Se questi contatti non dovessero rispondere alle tue necessità, ecco una tabella riassuntiva dei contatti Eon per procedere con il subentro:

Subentro Eon luce e gas? Tutti i contatti!
Numero Verde servizio clienti 800.999.777
attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7
Numero Verde utenti Business 800.999.222
attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7
Numero da rete mobile +39 02.9164.6102
attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7
Modulo e chat Presenti sul sito di E.On
Indirizzo e-mail servizio.clienti@eon-energia.com

Sebbene i contatti Eon siano disponibili h24 e 7/7, dalle 22 alle 8 del mattino e durante le festività nazionali chiamando l'assistenza clienti non parlerai con un operatore commerciale, ma potrai intanto raccogliere le informazioni che ti servono con l'assistente virtuale di Eon e richiedere di essere ricontattato in orari di ufficio.

Tutti i modi per entrare in contatto con Eon Per saperne di più sui canali comunicativi del servizio clienti messi a disposizione da Eon, leggi pure il nostro articolo: “Servizio Clienti EON Energia: Area Clienti e Numero Verde”.

I documenti da presentare per il subentro luce e gas

Il primo passo per effettuare il subentro con Eon Luce e Gas è mettere insieme tutte le informazioni richieste. Questi sono i documenti più importanti che sarai chiamato a presentare:

  • Dati del futuro intestatario della bolletta: nome, cognome, codice fiscale, documento di identità;
  • Indirizzo di residenza – ed eventualmente l’indirizzo di fatturazione, se vuoi che le bollette arrivino in una casella della posta diversa da quella dove abiti;
  • Indirizzo della fornitura di luce e gas, qualora diverso da quello di residenza;
  • Codice POD se si parla di subentro luce;
  • Codice PDR nel caso di subentro gas;
  • Solo per la luce: potenza del contatore, espressa in kW (es. 3 kW, 4,5 kW, 6 kW, ecc.);
  • Solo per il gas: modalità d'uso del contatore (cottura cibi, acqua calda, riscaldamento);
  • Il metodo di pagamento scelto (tra bollettino o IBAN in caso di domiciliazione bancaria).

Un possibile dubbio riguarda la presenza di eventuali bollette non pagate dall’inquilino precedente. Eon, in questi casi, non richiede all’utente che subentra il pagamento delle fatture non saldate. È necessario, però, dimostrare che i consumi in oggetto non siano riconducibili a chi subentra, cioè a te. In questi casi, per dimostrare la tua estraneità, oltre ai documenti già citati devi allegare:

  • Atto notorio firmato dal proprietario dell’immobile, se ad esempio sei in affitto;
  • Carta d’identità e codice fiscale del proprietario dell’immobile;
  • Contratto di affitto, atto di rogito dell'acquisto o qualsiasi altro atto che dimostra il tuo titolo abitativo sull’abitazione.

Attenzione alle tempistiche I documenti per dimostrare l’estraneità ai consumi delle bollette non pagate devono pervenire entro 10 giorni solari dalla richiesta di subentro. Altrimenti, l’intera procedura si interrompe.

Dopo le opportune verifiche, Eon procederà con il subentro addebitandoti, se ciò risulta dai documenti, il pagamento derivato dall’utilizzo della fornitura prima della richiesta di subentro.

Scarica l’atto notorio Eon Scarica il PDF dell’atto notorio Eon, particolarmente utile nel caso delle operazioni di subentro.

Le tempistiche del subentro Eon

Dopo aver presentato la domanda completa di documenti attraverso i canali comunicativi Eon, inizierà l’iter vero e proprio della procedura di subentro luce e gas. A seconda dei casi, queste sono le tempistiche previste per portare a termine l’operazione seguendo quanto stabilito da ARERA, l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente. Ecco i dettagli:

Dopo la tua richiesta a Eon, il fornitore provvederà a girare la richiesta di attivazione del contatore al distributore competente entro 2 giorni lavorativi. Ci sono da considerare, poi, alcune differenze specifiche che riguardano le forniture di luce e gas:

  • In caso di contatore dell’energia elettrica installato ma chiuso o mai attivato, la procedura di subentro richiede infatti un massimo di 7 giorni lavorativi;
  • Quando si tratta del contatore del gas, invece, il procedimento ha durata di 12 giorni lavorativi se il contatore è stato chiuso e non sono state apportate modifiche all’impianto. In caso contrario, invece, è necessaria una verifica del distributore locale, che dovrà controllare che l’impianto sia a norma. Questa pratica può richiedere tempistiche più lunghe, finché l'accertamento del distributore non ha esito positivo.

E le altre operazioni su contatore e contratto? Per avere un’idea più chiara su alcune delle altre operazioni di gestione fornitura con Eon, puoi leggere i nostri approfondimenti sulle procedure di disdetta e voltura.

Se non hai ben chiara la differenza tra fornitore e distributore, ti consigliamo la lettura di questo speciale: “Qual è la differenza tra gestore, fornitore e distributore di luce e gas?”.

Quanto costa l’operazione di subentro con Eon?

I costi dell’operazione con Eon seguono quanto stabilito da ARERA. Gli scenari possibili sostanzialmente sono due, relativi ai contratti di fornitura in regime di maggior tutela o di mercato libero. Questi i dettagli:

Costo subentro Eon per Maggior Tutela e Mercato Libero
ADESIONE AL SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA ADESIONE AL MERCATO LIBERO
Sono previsti 25,20€ per la copertura di costi amministrativi, 23€ di quota fissa, oltre all’imposta di bollo sul nuovo contratto (nei casi previsti dalla normativa fiscale). Inoltre, nel caso in cui tu non scelga la domiciliazione bancaria, postale o su carta di credito, ti potrà essere richiesto il versamento di un deposito cauzionale. Sono previsti 25,20€ di oneri amministrativi, 16€ di imposta di bollo (che può essere richiesta o meno), oltre ai costi per la pratica commerciale. Può essere richiesto il versamento di un deposito cauzionale.

Con che offerta attivare i contatori Eon?

Prima di effettuare il subentro, allora, potresti verificare quale sia l’offerta Eon più vicina alle tue esigenze. Puoi farlo subito leggendo: “Eon Gas e Luce: le (migliori) Offerte di Eon Energia”, troverai una grande varietà di offerte luce e gas tra cui scegliere!

Oltre ad E.on esistono molti altri fornitori convenienti con cui poter effettuare un subentro:

Per il mercato tutelato invece? Se intendi rimanere o tornare al tutelato ti consigliamo le guide a subentro con Servizio Elettrico Nazionale e subentro con Servizio Elettrico Roma.

Eon Opinioni: cosa ne pensano gli utenti?

La procedura di subentro porta alla sottoscrizione di un contratto di fornitura di luce e gas. Prima di compiere questo passo, sarebbe bene conoscere pregi e debolezze dell’operatore al quale ci si sta affidando.

Nel caso specifico di Eon, gli utenti apprezzano la convenienza delle offerte e dei bonus proposti. La capillare presenza nel Centro-Nord Italia è un altro punto di forza, insieme al programma fedeltà My Evolution. D’altra parte, il servizio clienti a volte ha dato qualche problema.

Ecco alcune delle recensioni dei nostri lettori per Eon Energia:

73% dei clienti consiglia questo fornitore

E.on Energia è stata valutata 3.68/5 da 15 persone.

Prezzo
Servizio clienti
Semplicità

Sei cliente di E.on Energia ?

Dedica due minuti per condividere con tutti la tua esperienza con questo fornitore. Ogni recensione conta!

Le recensioni sono classificate in ordine cronologico di presentazione. Le opinioni sono convalidate da noi prima della pubblicazione.

Per avere un quadro maggiormente chiaro della situazione, leggi lo speciale: “Eon Opinioni: Conviene davvero? Commenti e Recensioni”.

Le altre operazioni con Eon

Non sempre il subentro è l'operazione corretta da richiedere al fornitore: tutto dipende infatti dalle condizioni di partenza dei contatori di luce e gas.

Il subentro, infatti, viene richiesto solo ed unicamente se il contatore in questione è stato precedentemente in funzione per poi essere stato disattivato dai precedenti intestatari.

Se il contatore risulta attivo, invece, probabilmente dovrai solo cambiare intestatario della fornitura, richiedendo quindi una voltura a Eon. Se il contatore non è mai stato installato nell'immobile, dovrai fare la richiesta di allaccio di un nuovo contatore a Eon e per farlo puoi leggere la nostra guida completa su "Come fare l’Allaccio con Eon? Info su Tempi, Costi e Moduli".

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche