Per info su attivazione luce e gas

010 848 01 61 Richiamata gratuita

Cambio Residenza Roma: Come Compilare il Modulo?

trasloco utenze domestiche

Info Attivazione Contatore, Allaccio e Voltura luce e gas

Servizio gratuito e attivo  .

Info Attivazione Contatore, Allaccio e Voltura luce e gas

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Compila il form per essere ricontattato o visita il nostro comparatore.

Hai appena scelto Roma come luogo della tua nuova residenza? Per non incorrere nell’ennesima difficoltà burocratica, in questo articolo vediamo tutto quello che c’è da sapere per il cambio della residenza nella città eterna. Innanzitutto serve sapere che il comune di Roma si suddivide in 15 municipi e per il cambio residenza dovrai rivolgerti al municipio di competenza del quartiere in cui sei domiciliata.

Perché richiedere il cambio della residenza?

Il cambio di residenza sancisce il luogo scelto da un cittadino come dimora costante e costituisce un passaggio obbligatorio per il nuovo inquilino. Il cambio è obbligatorio e allo stesso tempo necessario soprattutto perché, a livello amministrativo, consente l'osservanza di numerosi diritti e doveri quali: la richiesta del medico di base; l'iscrizione alle liste elettorali e la possibilità così di poter votare, iscrivere i propri figli a scuola o più semplicemente attivare le utenze di luce e gas con tariffa domestica residente.
Ricapitolando, una volta sottoscritto il contratto di locazione e fatto richiesta di registrazione del contratto presso l'Agenzia dell'Entrate attraverso la compilazione del Modello RLI, potrai finalmente effettuare il cambio residenza a Roma. Scopri come procedere.

abbassare bolletta

Come abbassare la bolletta Luce e Gas a Roma?

Scopri qual è il fornitore luce e gas meno caro di Roma. Abbiamo selezionato per te le offerte luce e gas più convenienti nel comune di Roma.

Cambio Residenza Roma: dai 60 ai 2 giorni lavorativi

Con l’entrata in vigore del Decreto Legge del 9 Febbraio 2012 n. 5 - Disposizioni urgenti in materia di semplificazione e di sviluppo, sono state introdotte diverse novità per il cambio di residenza e di abitazione. Con lo scopo di velocizzare i tempi di chiusura della pratica, il decreto impone agli Uffici comunali competenti, la chiusura di tutte le iscrizioni anagrafiche entro 48 ore dalla presentazione della richiesta dell’utente.

Il Comune di Roma dal 9 Maggio 2012 ha adottato il cambio in tempo reale sia per il cambi di residenza ( per chi proviene da un altro comune o dall’estero e chiede l’iscrizione anagrafica a Roma) sia per i cambi di abitazione (per chi è già residenza a Roma e si trasferisce presso un altro indirizzo sempre all’interno del territorio capitolino). Quindi tra le novità più interessanti inaugurate dal decreto è la tempistica notevolmente ridotta: dai 60 giorni lavorativi il cambio della residenza viene limitato in soltanto due giorni. La polizia municipale ha poi 45 giorni di tempo per effettuare i dovuti controlli rispetto alla verifica delle condizioni per il cambio. Per il semplice cambio di domicilio è istantaneo nel momento di presentazione della domanda; nel caso in cui la Polizia attua delle verifiche sulle condizioni esistenti, il cambio slitta entro un arco di tempo di due mesi.

Chi può presentare la domanda del Cambio Residenza?

Le dichiarazioni di cambio di residenza possono essere rese dall'interessato maggiorenne o da un componente maggiorenne del nucleo familiare: in caso di cambio di residenza di minore i responsabili sono i genitori, gli affidatari e i tutori. In generale sono destinatari del servizio tutti coloro che, provenienti dall'estero o da altri Comuni Italiani, abbiano stabilito la loro dimora nella città di Roma.

Come fare la domanda?

La richiesta di cambio di residenza deve essere presentata all'ufficio anagrafico competente per territorio sulla base del proprio municipio. Il nuovo inquilino dovrà presentare al proprio municipio di riferimento il modello unico ministeriale di dichiarazione anagrafica con una copia del documento d'identità del richiedente e delle persone che trasferiscono la residenza.

Attenzione!Qualsiasi domanda di cambio di residenza realizzata in carta semplice o in un formato diverso o non compilate in tutte le parti obbligatorie contrassegnate dall'asterisco, saranno respinte.

Il modulo per il cambio di residenza per il Comune di Roma presenta diversi cambi da compilare obbligatoriamente; vediamo qui sotto quali:

  • Dichiarazione di Residenza: il sottoscritto dovrà indicare la propria provenienza se da altro comune, dallo stesso comune di Roma o se è proveniente da uno stato estero;
  • Dati Anagrafici: prevede la compilazione di tutti anagrafici del richiedente, tra cui la condizione professionale e il titolo di studio;
  • Nuovo indirizzo: la descrizione del nuovo indirizzo di residenza e la compilazione anagrafica degli altri membri familiari;
  • Rapporto con l'immobile: l'utente dovrà compilare quest'ultima sezione con i dati catastali dell'immobile e definirsi se in qualità di proprietario, locatario, comodatario o usufruttuario.

Dichiarazione di Residenza Comune di Roma Qui puoi scaricare il modulo compilabile per il cambio di residenza da consegnare al municipio romano di competenza.

Come Richiedere il Cambio di Residenza a Roma?

Il modulo per la richiesta di cambio di residenza a Roma può essere presentato all'ufficio di riferimento in diverse modalità:

  1. di persona, ritirando e compilando il modulo direttamente allo sportello competente;
  2. raccomandata;
  3. fax;
  4. posta ordinaria, tramite la Pec (Posta Elettronica Certificata).

Il modulo di cambio residenza, scaricabile online o reperibile in formato cartaceo direttamente allo sportello, in caso di invio telematico presuppone la scansione di quest'ultimo e del documento d'identità fronte-retro in corso di validità. Come sancito dallo Statuto di Roma Capitale, l'amministrazione territoriale è articolata in 15 municipi; sulla base del nuovo indirizzo di residenza, l'utente dovrà, quindi, identificare il suo municipio di riferimento per inoltrare la richiesta di cambio:

Utenze luce e gas a Roma

Se hai appena deciso di trasferirti in un immobile di nuova costruzione, molto probabilmente dovrai procedere con un allacciamento di luce e gas e richiedere i due rispettivi contatori. Per la richiesta di preventivo per il nuovo allacciamento, l'utente dovrà rivolgersi ai distributori locali del Comune di Roma: per la fornitura elettrica è Areti (ex Acea), per il gas metano Italgas. Ciò nonostante l'utente può rivolgersi anche a un fornitore del libero mercato di luce e/o gas per la seguente richiesta e quindi procedere con l'allacciamento e contestualmente l'attivazione della fornitura. Oppure è possibile che i contatori siano già presenti ma mai stati attivati prima, in questo caso è necessario rivolgersi a un fornitore di luce e gas per una richiesta di prima attivazione.

Preventivo AllacciamentoIl contratto di fornitura, stipulato con una società venditrice in fase di allacciamento, è destinato a decadere qualora l'utente decidesse di non accettare il preventivo rilasciato dal tecnico del distributore locale.

Al contrario se il l'immobile nel nuovo indirizzo di residenza è stato già abitato da altri inquilini, il nuovo utente dovrà procedere o con un subentro o una voltura. Il fornitore storico di Roma è Acea Energia, ma il nuovo inquilino, ovviamente, potrà rivolgersi a qualsiasi fornitore del libero mercato sulla base delle proprie esigenze e caratteristiche.

  • Un subentro se i contatori di luce e gas sono presenti ma disattivati. La tempistica di riattivazione sono di massimo 7 giorni lavorativi per la fornitura luce e di massimo 12 giorni lavorativi per il gas, in questo caso è necessario recuperare il numero utente del contatore luce composto da sette cifre e visualizzabile sul display del contatore e il numero matricola del contatore gas identificabile sopra o sotto il codice a barre del corpo macchina.
  • Una voltura se i due contatori sono ancora attivi ma intestati al precedente inquilino; l'utente non dovrà fare altro che recuperare le bollette del precedente intestatario e i dati catastali dell'immobile per inoltrare la richiesta a un fornitore di luce e/o gas.

Cosa fare con la Carta d'Identità, il Passaporto o al Patente?

In virtù della loro funzione identificativa dei dati anagrafici, documenti come la carta d'identità o il passaporto, in fase di cambio di residenza non sono sottoposti obbligatoriamente a un rinnovo o al rilascio di un nuovo documento. Al contrario, anche se non si è intestatari di alcun veicolo, la patente e il libretto di circolazione in sede comunale sono oggetti di rinnovo.

Trasferimento all'estero: come Cambiare Residenza da Roma a Paese Estero

Il Comune di Roma, per i cittadini che intendono trasferire la propria residenza da Roma all'estero, mette a disposizione un procedimento diretto, appunto, alla cancellazione all'anagrafe. Il richiedente che intende trasferire la residenza all'estero per un periodo superiore ai 12 mesi, può dichiarare il trasferimento di residenza all'estero direttamente al Consolato, oppure può rendere tale dichiarazione al Comune di Roma, utilizzando il modello presente qui sotto.

Dichiarazione Cambio Residenza Estero

L'Ufficio competente per questo tipo di richiesta si trova in:

  • Via Luigi Petroselli, 50 - 00186 (RM) Lunedì, Martedì, Mercoledì e Venerdì dalle ore 8:30 alle ore 13:00; Giovedì dalle ore 8:30 alle ore 17:00.