Fine del tutelato luce: cosa devono fare i cittadini di Roma e provincia?

Creato il
min di lettura
confronto luce e gasconfronto luce gas

Info su Chiusura Servizio di Maggior Tutela 2024

La tutela luce è finita il 1° luglio 2024. Parla ora con un esperto Selectra, servizio gratuito.

confronto luce e gasconfronto luce gas

Info su Chiusura Servizio di Maggior Tutela a luglio 2024

Confronta le tariffe o prendi un appuntamento con un esperto Selectra per info su scelta fornitore e offerte di luce e gas a prezzo fisso. Servizio gratuito.

Fine tutela luce Roma
Cosa devono fare adesso gli utenti del territorio di Roma con fine del tutelato luce? Ecco le opzioni disponibili.

A partire dal 1 luglio 2024, gli utenti non vulnerabili, residenti a Roma, che non hanno fatto il passaggio al Mercato Libero sono diventati clienti di Enel Energia. Mentre i residenti della provincia di Roma sono da ora clienti di Illumia. Solo per gli utenti vulnerabili di Roma e provincia rimarrà attivo il Servizio di Maggior Tutela.

Nei paragrafi che seguono provvediamo ad analizzare tutti i casi possibili. Prima di farlo, ricorda che se hai dubbi su qualche tema legato alle utenze luce e gas, puoi iscriverti al nostro canale Telegram e chiedere l’aiuto degli altri utenti. Avrai inoltre a disposizione i nostri Esperti Energia, sempre pronti a chiarire gli aspetti più ostici del mercato energetico.

Quali operatori STG gestiscono le utenze a Roma e provincia?

La situazione si fa più complessa considerando il caso dei clienti non vulnerabili. Per loro, in particolare, le opzioni sono:

  • aderire al mercato libero;
  • non effettuare il passaggio ed entrare, così, nel Servizio a Tutele Graduali (abbreviato anche in STG).

Il caso di maggior interesse è certamente il secondo. Le Tutele Graduali sono pensate per salvaguardare la continuità delle forniture luce e sono caratterizzate da un meccanismo piuttosto complesso. Con l’entrata in vigore dell’STG, infatti, il proprio fornitore cambia necessariamente. Per questo motivo, i clienti di Servizio Elettrico Roma sono stati già indirizzati verso:

Perché proprio questi due fornitori?

I fornitori del Servizio a Tutele Graduali sono stati scelti per mezzo di una procedura concorsuale che divideva il territorio italiano in una serie di lotti aggiudicabili dai vari fornitori. Per approfondimenti, c’è il nostro speciale sull’esito delle aste STG.

Pertanto, a partire da luglio 2024, i clienti non vulnerabili SER e SEN hanno cambiato fornitore, secondo le modalità stabilite dalle aste del Servizio a Tutele Graduali. Effettuando il passaggio al mercato libero, invece, è sempre possibile scegliere la compagnia (e soprattutto la tariffa) più vicina alle proprie necessità.

Servizio Tutele Graduali: quali sono i prezzi?

La tariffa per l'energia elettrica nel Servizio a Tutele Graduali è composta dalla media ponderata dei prezzi di aggiudicazione delle aste proposti dai fornitori.

Questa componente di commercializzazione è di - 72,65 €/POD/anno.

In breve, i clienti domestici nel Servizio a Tutele Graduali pagano un prezzo della luce corrispondente al valore del PUN mensile +  una quota fissa di - 6,05 €/mese.

Questo prezzo è assicurato ai clienti delle Tutele Graduali per 12 mesi, fino al prossimo rinnovo tariffario, fissato a luglio 2025.

Per quanto riguarda le condizioni contrattuali della tariffa, queste seguono quelle attualmente proposte per le offerte a Prezzo Libero A Condizioni Equiparate di Tutela (offerte PLACET).

Quanto dura il Servizio Tutele Graduali?

Il Servizio Tutele Graduali per i clienti residenti durerà quasi tre anni, chiudendosi a fine marzo 2027. Per tutta la durata del tempo sarà l'ARERA a controllarne le condizioni economiche.

Cosa devono fare gli utenti vulnerabili SER o SEN?

Chi sono gli utenti vulnerabili?

Si tratta di utenti con caratteristiche definite da ARERA, l’Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente. Per rientrare in questa categoria è necessario possedere requisiti di tipo anagrafico, sociale e/o economico. Puoi approfondire il tutto nel nostro speciale sui clienti vulnerabili.

Gli utenti vulnerabili che si trovavano con Servizio Elettrico Roma o Servizio Elettrico Nazionale possono sostanzialmente fare due cose:

  • passare al mercato libero;
  • lasciare tutto così com’è e restare in tutela.

La prima opzione è quella di cui abbiamo parlato in precedenza. Tutti i clienti SER/SEN, vulnerabili o meno, possono aderire al mercato libero quando vogliono, con qualsiasi fornitore. Nel secondo caso, si sceglie di non effettuare alcuna operazione. In qualità di utenti vulnerabili, è prevista la possibilità di rimanere nel regime di tutela, continuando il proprio rapporto con Servizio Elettrico Roma o Servizio Elettrico Nazionale.

Perché SER è il fornitore luce in tutela a Roma?

I fornitori luce della maggior tutela sono legati ai vari distributori di energia. A Roma Capitale, in particolare, la rete elettrica è gestita da Areti Spa, distributore del Gruppo Acea. Nella stessa società rientra Servizio Elettrico Roma, incaricata quindi di rifornire di energia le utenze in tutela della Capitale. In molti comuni della provincia, invece, è E-distribuzione del gruppo Enel a gestire la rete. Per questo, in quelle zone il fornitore luce del tutelato resta Servizio Elettrico Nazionale. 

Passare al mercato libero dell’energia elettrica

Nelle comunicazioni fine tutela SER e fine tutelato SEN, inviate agli utenti del territorio romano, venivano indicate tutte le possibili opzioni a propria disposizione. La prima alternativa che hanno gli utenti è quella di passare al mercato libero, terminando il rapporto con Servizio Elettrico Roma o Servizio Elettrico Nazionale. Lo possono fare tutti, vulnerabili e non vulnerabili, in ogni momento. 

Detto questo, come si dovrebbe cercare l’offerta del mercato libero più adatta alle proprie esigenze? Ti proponiamo qualche step da seguire.

  1. Consulta la nostra pagina dedicata al confronto offerte luce.
  2. Dai uno sguardo alle varie tariffe, valutandone la struttura di prezzo. Ci sono alternative a costo fisso e altre a canone variabile, che cambia ogni mese.
  3. Dopo aver valutato l’aspetto economico, puoi approfondire la presenza di bonus e vantaggi. Il panorama è vario: ci sono i programmi fedeltà, servizi aggiuntivi (come quelli per la manutenzione delle caldaie) e molto altro.
  4. Potresti valutare inoltre l’impatto ambientale delle forniture. Sempre più aziende, ormai, propongono energia prodotta a partire da impianti che usano energie rinnovabili.

In questo modo, potrai effettuare il passaggio da Servizio Elettrico Roma/Servizio Elettrico Nazionale al mercato libero in maniera più consapevole.

Vuoi altre informazioni?

Spieghiamo tutto quello che c’è da sapere nel nostro speciale sulla fine tutela con Servizio Elettrico Roma.

Vivi in un'altra città? Ricorda: la fine del mercato tutelato dell'energia riguarda anche te! Leggi i nostri approfondimenti dedicati alle principali città italiane: 

Le news aggiornate del mercato energia: