Cambio Residenza Online: Come si fa, che documenti servono e le tempistiche

aggiornato il
min di lettura
Info luce gasInfo contatori luce gas

Info Attivazione Contatore, Subentro, Allaccio e Voltura

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

Info luce gasInfo contatori luce gas

Migliore offerta Subentro, Allaccio o Voltura?

Confronta ora le tariffe luce e gas o prendi un appuntamento per essere ricontattato. Servizio Gratuito e senza impegno.

Cambio Residenza Online.
La procedura di cambio di residenza online descritta passo per passo.

Il cambio di residenza è effettuabile online grazie ai servizi dell’Anagrafe Nazionale Popolazione Residente. Andiamo ad approfondire allora come accedere al portale, quali documenti servono e in quanto tempo è possibile concludere la pratica.

Cambiare residenza è un’operazione essenziale quando ci si sposta in una nuova casa. Per farlo, in passato era necessario recarsi presso gli uffici comunali e sorbirsi spesso lunghe attese in fila agli sportelli. Dall’aprile 2022 non è più così grazie ai servizi dell’Anagrafe Nazionale Popolazione Residente, portale del Ministero dell’Interno dedicato a numerose operazioni.

Andiamo quindi a riassumere brevemente tempi, costi e modalità del cambio di residenza online:

Cambio di residenza online: tutte le info
Come si fa Che documenti servono Tempistiche

Tramite il portale web dell'Anagrafe Nazionale Popolazione Residente.

Oltre alle informazioni anagrafiche, potresti dover allegare documenti che attestano la tua residenza. Di norma pochi giorni (generalmente due).

Come fare il cambio di residenza on line?

La guida al cambio di residenza online di ANPR Per tutti i dettagli sulla compilazione della domanda, puoi rifarti alla guida al cambio di residenza online di ANPR in PDF.

Per fare il cambio di residenza online bisogna raggiungere il sito dell’Anagrafe Nazionale Popolazione Residente (abbreviato in ANPR). Per questo, quando si prova a fare qualche ricerca online sull’argomento, ci si imbatte in formule come “Cambio residenza online ANPR”. L’indirizzo web corretto è il seguente:

www.anagrafenazionale.interno.it/servizi-al-cittadino/

Una volta caricata la pagina, la prima cosa da fare è autenticarsi. Ci sono diversi modi per farlo, in modo da poter dare a tutti la possibilità di usufruire del servizio.

Cambio residenza online SPID: come accedo al servizio? Il modo migliore per accedere ad ANPR è sicuramente SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale che ti consente peraltro di usufruire di tanti servizi (e di autenticarti su altri portali di grande importanza, come quelli di INPS e Agenzia delle Entrate). In alternativa, puoi usare le credenziali della Carta d’Identità Elettronica (CIE), o quelle della Carta Nazionale dei Servizi (CNS).

Dopo aver effettuato l’accesso, ti ritroverai davanti a una schermata con i vari servizi a tua disposizione. Tu dovrai scegliere la voce “Richiedi un cambio di Residenza”, come vedi in questa immagine:

La pagina che consente di iniziare la procedura di cambio residenza online.
La procedura di cambio residenza online può essere avviata dal sito ANPR.

Dopo aver fatto ciò potrai accedere alle varie fasi della compilazione della domanda, che adesso andremo ad analizzare passo per passo.

Se devi cambiare la residenza, potrà interessarti leggere le guide specifiche su alcuni dei comuni più grandi d'Italia:

Come registrare una nuova dichiarazione di residenza

Per prima cosa, il sistema ti chiederà se devi effettuare un cambio di residenza effettivo (cioè in una nuova residenza) o in una famiglia esistente. Noi prenderemo in esame il primo caso. Dopo aver selezionato la voce corrispondente, ti ritroverai davanti alla pagina di registrazione vera e propria, composta da diverse schede:

  • Generalità;
  • Stato civile;
  • Cittadinanza;
  • Famiglia;
  • Residenza;
  • Immobile;
  • Allegati;
  • Dati aggiuntivi;
  • Riepilogo.

Come potrai vedere, almeno sulle prime tre schede non dovrai intervenire. Il sistema disporrà già dei tuoi dati, che potrai comunque verificare per controllare che sia tutto a posto.

Il primo intervento da effettuare, allora, è nella sezione “Famiglia”. Qui vedrai i componenti del tuo nucleo familiare. Ipotizziamo che a cambiare residenza sarai solo tu. Nella sezione “Famiglia Attuale”, allora, troverai il tuo nome già selezionato (o comunque il nome associato al profilo con il quale si è effettuato l'accesso, sia esso tramite SPID, CiE o CNS). Nella sezione successiva, “Soggetti coinvolti nel cambio di residenza”, dovrai indicare alcuni dettagli importanti:

  • Parentela: qui avrai a disposizione diverse opzioni. Nel nostro caso, però, stiamo ipotizzando un passaggio di residenza dalla propria famiglia in un nuovo nucleo, di cui farai parte solo tu (magari perché stai andando a vivere da solo in una casa nuova). In questa occasione, dovrai selezionare “Intestatario scheda”;
  • Poi dovrai indicare se sei titolare di patente e in possesso di autoveicoli;
  • Cliccando su “Altri dati”, avrai modo di indicare il tuo titolo di studio e la posizione professionale. Queste informazioni, però, non sono obbligatorie.

Dopo queste operazioni preliminari, ora viene il momento di specificare dove si trova l’immobile nel quale andrai ad abitare.

Devi stipulare un contratto d'affitto? Se sei un'affittuario o il proprietario di casa? Prima di tutto informati sui possibili contratti per scoprire quale conviene maggiormente! Qui trovi tutte le informazioni sul contratto 4 + 4.

L'indicazione delll’indirizzo della nuova residenza

Portati nella sezione “Residenza”. Qui dovrai andare a inserire tutta una serie di dati relativi all’immobile nel quale vuoi spostare la tua residenza. Tra i dettagli da inserire obbligatoriamente ci sono:

  • Provincia di residenza;
  • Comune di residenza;
  • Via/Piazza;
  • Indirizzo;
  • Numero civico;
  • CAP.

Cliccando su “Immobile”, la scheda successiva, dovrai invece specificare se sei proprietario della casa nella quale vuoi spostare la residenza, o in possesso di un titolo di occupazione valido. In particolare, a seconda dei casi potrai indicare di essere:

  • Proprietario dell'abitazione;
  • Intestatario di un contratto di locazione;
  • Comodatario di un contratto di comodato d'uso gratuito;
  • Usufruttuario;
  • Occupante legittimo dell'abitazione;

Inviare la domanda di nuova residenza

Dopo aver aggiunto eventuali allegati, potrai indicare alcuni dati aggiuntivi (come recapito telefonico e fascia di reperibilità). Questi ultimi non sono obbligatori, ma può tornare utile inserire un numero di telefono nel caso dovessero sorgere problematiche: in questo modo, potrai essere contattato più facilmente. Infine, nella sezione “Riepilogo”, avrai modo di:

  • Inviare la dichiarazione;
  • Salvare la bozza della domanda, per finirla di compilare dopo;
  • Eliminare la dichiarazione.

Se non hai compilato tutti i campi richiesti nelle sezioni precedenti, il sistema non ti farà procedere con l’invio. Pertanto, se ti ritrovi in una situazione simile, vuol dire che hai dimenticato di indicare qualche dato che invece è obbligatorio.

Quali documenti servono per fare il cambio di residenza su internet?

Nella maggioranza dei casi, non servono documenti per fare il cambio di residenza online. Molti dei dati richiesti (come generalità, stato civile o cittadinanza) sono già inseriti nel sistema. Le altre informazioni necessarie (composizione della famiglia, cittadinanza, residenza) possono essere specificate direttamente dal form online del sito di ANPR.

Esiste però una sezione, chiamata “Allegati”, dove puoi effettivamente inserire documenti da inviare insieme alla tua domanda. In quale caso possono servire? Il più frequente riguarda il cambio di residenza di un cittadino extracomunitario. In tali occasioni, infatti, è obbligatorio allegare il proprio permesso di soggiorno. Se questo è scaduto, dovrà essere allegata anche la domanda di rinnovo.

Che formati di documenti sono accettati? Se vuoi inviare documenti durante la compilazione della domanda di residenza online, fai attenzione. Sono accettati solo file in formato PDF, JPG e PNG. La loro dimensione massima, inoltre, non deve essere superiore a 1 MB.

Quanto tempo ci vuole per fare il cambio di residenza online?

Una delle domande che ci si pone più di frequente quando si parla di cambio di residenza è: quanto ci vuole? Non a caso, sui vari motori di ricerca la formula “Cambio residenza online tempi” è una delle più comuni.

In linea generale, le tempistiche sono piuttosto brevi. Si parla di circa un paio di giorni lavorativi dall’invio della domanda. Dopo aver trasmesso le informazioni richieste, infatti, riceverai una email da ANPR dove verrà specificato che la tua domanda è stata accolta con riserva. Questo perché dovranno essere effettuate tutte le verifiche del caso prima di poter considerare conclusa l’operazione.

Gli effetti giuridici decorrono dalla data di presentazione della domanda! A dispetto delle tempistiche di accoglimento della tua richiesta online, ricorda che gli effetti giuridici derivati dal cambio di residenza decorrono dalla data di presentazione della domanda.

Come capire se il cambio di residenza online è andato a buon fine?

In assenza di ulteriori comunicazioni nei 45 giorni successivi alla dichiarazione, la richiesta deve essere considerata evasa. In ogni caso, in qualsiasi momento potrai consultare lo stato della pratica dal sito ANPR (dovrai accedere nuovamente con SPID, Carta d’Identità Elettronica o Carta Nazionale dei Servizi).

Controllo cambio residenza: quando passano i vigili? Nel corso dei 45 giorni successivi alla dichiarazione, la Polizia Municipale verificherà la correttezza delle informazioni trasmesse. In particolare, verrà investigato il requisito della dimora abituale. In parole povere, si andrà a controllare se hai scelto veramente l’immobile indicato nella dichiarazione come la tua nuova abitazione. Per consentire l’accertamento, dovrai apporre nome e cognome su citofono e cassetta postale. Durante questo periodo, i vigili effettueranno una visita per verificare che tutto sia a norma. Nell'eventualità in cui tu non fossi in casa al momento della visita, verrà rilasciato un avviso che ti inviterà a recarti presso l’Ufficio Anagrafe del tuo comune per concludere la verifica.

Traslochi in una nuova casa? Gestisci al meglio le tue utenze luce e gas!

Quando si cambia residenza e si trasloca in una nuova casa le incombenze da sbrigare sono molte. Le procedure legate alle utenze di luce e gas, in particolare, potrebbero sembrare piuttosto complesse da portare a termine. Per orientarti tra voltura, subentro e prime attivazioni, puoi rifarti ai nostri speciali:

Inoltre, con l’arrivo in una nuova casa potresti cogliere l’occasione per scegliere una offerta del mercato libero davvero vicina alle tue esigenze. Di seguito trovi una piccola sintesi delle proposte più interessanti del momento.

Offerte Luce e Gas: la classifica delle tariffe più convenienti di Febbraio 2024
POSIZIONENOME OFFERTASPESA* (€/mese)
first-place


Prima Posizione

Sorgenia Next Energy Sunlight Luce e Gas
sorgenia
Tariffa indicizzata
LUCE: 46,8€
GAS: 80€

02 8295 8095 Attiva online Sconto 60€ Attiva online (Sconto 40€)
secondo


Seconda Posizione

NeN Special 48 Luce e Gas

a2a
Tariffa prezzo fisso
Esclusiva online
LUCE: 49,5 €
GAS: 85,2 €

Attiva online Sconto 96€ Attiva online (Sconto 96€)
third-place


Terza Posizione

Eni Plenitude Trend Casa luce e gas
a2a
Offerta a prezzo indicizzato
LUCE: 51,7 €
GAS: 83,4 €

02 8295 8093 Attiva online Sconto 12€ Attiva online (Sconto 12€)
Parla con noi

*La spesa mensile è stata calcolata con una stima del prezzo medio del PUN (luce) e del PSV (gas) del prossimo anno realizzata dall'Autorità e con un consumo di 1800 kWh/anno per la luce e 800 Smc/anno per il gas ad uso riscaldamento di una famiglia di 3 persone.

Curiosità sul podio delle offerteNen ti regala un bonus di 96€ mentre con Sorgenia lo sconto è di 150€ se attivi luce, gas e fibra, di 30€ attivando solo due forniture tra luce, gas e fibra. 

Ti potrebbero interessare anche