Contatore: Distacco Imposto Supero Potenza. Cosa fare?

Info contatori luce gasInfo contatori luce gas

Info Attivazione Contatore, Allaccio e Voltura luce e gas

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 20 e il sabato dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18.

Distacco Imposto Supero Potenza: cosa fare?
Distacco Imposto Supero Potenza: come intervenire? Ve lo spieghiamo noi!

Quando salta il contatore elettrico e sullo schermo del tuo misuratore appare la scritta Distacco Imposto Supero Potenza, significa che hai superato la potenza disponibile di kW del contatore.


Il contatore della tua abitazione ha una potenza disponibile limitata, generalmente compresa tra i 3 e 4,5 kW.  La potenza disponibile è il livello massimo di potenza prelevabile dall'impianto, superata la quale l'erogazione di energia elettrica si interrompe.

Ma come ovviare al problema? Ecco una guida per aiutarti ad evitare il distacco e come risolvere il problema sul lungo periodo.

Qual è la potenza disponibile del mio contatore?In Italia la maggior parte delle abitazioni ha un contatore con un misuratore con una potenza impegnata di 3 kW, mentre la sua potenza disponibile (cioé il massimo di kW che il contatore è in grado di sopportare) si calcola aggiungendo il 10% alla potenza impegnata, quindi di 3,3 kW. Puoi trovare le informazioni di riferimento per il tuo contatore direttamente in bolletta luce!

Perché continua a saltare il contatore elettrico in casa?

Il distacco di un contatore elettrico di nuova generazione, salvo sbalzi improvvisi e quantitativamente importanti di corrente, avviene dopo 3 ore dal superamento prolungato della potenza disponibile. Raggiunti i 182 minuti di potenza in eccesso, il contatore provvederà autonomamente al distacco.

Dopo quanto salta la corrente?Dopo 182 minuti: con potenza disponibile raggiunta il contatore effettua 3 check nelle 3 ore, l'ultimo al 182esimo minuto. Se si è mantenuta quella potenza, il contatore salta. Se però il superamento è di gran lunga eccessivo, il contatore salterà subito!

Generalmente, questo accade quando vengono utilizzati più elettrodomestici assieme di quanti possa sopportarne il contatore. A differenza dei contatori meccanici che, una volta raggiunta e superata la potenza disponibile saltavano immediatamente, questi nuovi dispositivi riescono a garantire efficienza per diverso tempo anche una volta raggiunto il limite di kW, ma ovviamente, per evitare danni all'impianto elettrico, finiranno comunque per distaccarsi.

Qualora invece non avessi utilizzato più elettrodomestici del solito e sul display trovassi comunque Distacco Importo per Supero Potenza, ti invitiamo a contattare il distributore locale di energia, poiché potrebbe trattarsi di un guasto sulla linea elettrica.

Come evitare il distacco di energia?

Attualmente esistono unicamente due modi che non rischino di danneggiare l'impianto elettrico per evitare il distacco del contatore causa superamento potenza disponibile:

  1. Alterna consapevolmente l'attivazione degli elettrodomestici (forno elettrico, condizionatore, lavatrice, lavastoviglie, etc.) presenti nella tua abitazione;
  2. Considera di aumentare la potenza del tuo contatore.

Se il primo metodo ti consentirà di evitare distacchi improvvisi, è anche vero che ci sono occasioni nelle quale scegliere gli elettrodomestici da utilizzare non ti sarà possibile, oppure la tua abitazione richiede effettivamente una potenza maggiore per essere gestita. In casi come questo la scelta migliore è valutare l'aumento di potenza del contatore. Generalmente, è sufficiente aumentarlo di un singolo scatto in avanti (da 3 a 4,5 kW, o da 4,5 a 6 kW).

Attenzione ai metodi alternativi!Esistono altri metodi per rimediare al distacco della corrente, principalmente basati su macchinari che rialzano automaticamente la leva del misuratore al suo distacco. Questo tipo di operazioni può però causare danni irreversibili al tuo impianto, portando quindi ingenti spese per rimediare alla nuova situazione. Se la tua abitazione o il tuo negozio necessitano di una potenza maggiore, non esitare a contattare il tuo fornitore.

Aumentare la potenza disponibile del contatore luce

Benché l'operazione sia gestita dal Distributore locale di energia, il metodo più rapido per effettuare questa operazione è quello di contattare il tuo fornitore, che fungerà da tramite e da garante per l'operazione. L'aumento di potenza (è possibile aumentare di 0,5kW alla volta fino ai 6kW) viaggia attorno ai 70 € per kW aggiunto, e può variare da distributore a distributore. Qualora sia necessario intervenire unicamente sul contatore e non vi siano stati danni all'impianto, il distributore è tenuto ad aumentare la potenza impiegata e disponibile entro 5 giorni lavorativi dalla data in cui ha ricevuto la richiesta dal fornitore.

Ricorda che alcuni fornitori offrono l'operazione di aumento della potenza a titolo gratuito per i loro nuovi clienti, in caso di subentro o cambio fornitore!

Quanto costa l'aumento di potenza?Il costo di gestione della pratica ammonta a 27€ ma, la maggior parte dei fornitori non ti faranno pagare questo costo. Quello che invece pagherai, i 70€, sonno i costi del distributore.

Come richiedere l'aumento di potenza al fornitore?

Ecco le guide di dettaglio dei principali fornitori:

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche