Aumentare la Potenza al Contatore Eni: come fare?

Info contatori luce gasInfo contatori luce gas

Info Attivazione Contatore, Allaccio e Voltura luce e gas

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 20 e il sabato dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18.

Aumento di potenza contatore Eni
Scopri come procedere all'aumento di potenza del tuo contatore Eni. Tempi, costi e documenti utili. (credits: enigaseluce.com)

Se ti capita spesso che il contatore della luce salti, oppure hai appena installato una cucina a induzione o il riscaldamento elettrico, è molto probabile che tu abbia bisogno di aumentare la potenza del tuo contatore. Ecco per te la guida completa per aiutarti a capire come effettuare questa operazione, quanto costa e in che tempi avviene l'aumento di potenza.


Aumento potenza contatore Eni: da dove partire?

Fornitore e Distributore: chi contattare?Benché tu abbia un contratto con Eni Gas e Luce, fornitore del Mercato Liberto, è il Distributore Locale ad occuparsi all'atto pratico dell'aumento di potenza del contatore, poiché di sua proprietà. Per effettuare un'operazione sul contatore elettrico sarà necessario contattare Eni, nel ruolo di fornitore di energia elettrica, nonché parte contraente del tuo contratto luce, il quale comunicherà entro 2 giorni lavorativi al distributore la necessità del cliente.

Se sei un cliente Eni Gas e Luce e salta spesso la corrente, magari a causa dell'attivazione di più elettrodomestici contemporaneamente come ad esempio condizionatore, lavatrice e forno elettrico, è molto probabile che la soluzione al tuo problema sia aumentare la potenza del tuo contatore domestico o del tuo negozio/azienda, la procedura è molto semplice. Puoi aumentare la potenza del tuo contatore Eni in due modi:

  1. Effettuare l'operazione dall'area clienti da computer o APP MyEni;
  2. Contattare il servizio clienti di Eni.

Ecco per te un rapido schema con tutte le informazioni fondamentali per effettuare l'aumento di potenza:

Aumento potenza Eni: info utili
AUMENTO POTENZA DESCRIZIONE
COME FARE  Accedi all'area clienti MyEni e compila l'apposito modulo di richiesta, oppure chiama il Numero Verde Eni 800.900.700.
QUANTO COSTA Nel mercato libero i costi dipendono dalle specifiche condizioni contrattuali. In ogni caso, devi considerare:
  • Contributo in quota fissa di 25,81 € (eliminato per utenze domestiche fino al 31 dicembre 2023);
  • Contributo in quota potenza, ridotto a 55,66 € (fino al 31 dicembre 2023 per utenze domestiche entro i 6 kW).
TEMPISTICHE Le tempistiche possono variare a seconda della complessità dei lavori da effettuare. In generale, se non è necessario il sopralluogo del tecnico del distributore, l'operazione dovrà essere effettuata dal distributore locale entro 5 giorni dalla ricezione della richiesta.

Il pagamento avverrà una tantum all'interno della bolletta successiva, ad operazione completata. Se non dovessero esserci particolari lavori da effettuare sulla tua linea, l'aumento di potenza avverrà entro 5 giorni lavorativi dalla ricezione della richiesta del distributore locale inviatagli da Eni.

Risparmiare sull'aumento potenza? Si può fare!L'aumento di potenza talvolta può essere offerto dal fornitore in caso di cambio gestore. Info al 02 8295 8097, il servizio è disponibile dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 20 e il sabato dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18, oppure fatti richiamare gratis per conoscere le migliori tariffe del 2020! Un esperto energia ti aiuterà ad attivare un'offerta in linea con le tue esigenze di consumo.

Come mai il mio contatore scatta? Scopri tutte le possibili cause nella nostra guida: "Perché salta la luce in casa: Cosa fare? Chi chiamare?".

Cosa mi serve per aumentare la potenza?

Come in buona parte delle operazioni legate alla tua fornitura, troverai tutte le informazioni necessarie all'interno della tua bolletta Eni. Per effettuare l'aumento di potenza del tuo contatore, una volta preso collegamento con il servizio clienti o effettuato l'accesso all'area MyEni, dovrai fornire il tuo Codice POD, il codice cliente Eni, eventuali dati anagrafici dell'intestatario del contratto. Al termine della richiesta riceverai un preventivo della spesa, che sarai libero di accettare o meno, poiché non vincolante.

Quanto costa aumentare la potenza?

All'interno del Mercato Libero, secondo la normativa imposta dall'Autorità Nazionale, il costo per aumentare la potenza del contatore luce è strettamente legato ad ogni specifica tipologia di contratto. Fermo restando questa regola aurea, dovrai comunque considerare due fattori:

  • Contributo a quota fissa, destinato al distributore locale a copertura dei costi amministrativi pari a 25,81€azzerato per le utenze domestiche fino al 31 dicembre 2023;
  • Contributo a quota potenza, ridotto a 55,66€ per ogni kW aggiuntivo, fino ad un livello di potenza disponibile non superiore ai 6 kW. La riduzione di costo imposta dall'Autorità è valida per utenze domestiche fino al 31 dicembre 2023.

Nessuna brutta sorpresa in bolletta!Il costo dell'aumento di potenza non sarà una sorpresa in bolletta: Eni ti invierà un preventivo ufficiale dei costi totali dell'operazione, da richiedere secondo le modalità indicate. Il preventivo non sarà vincolante per te, potendo quindi decidere di non fare o di rimandare l'operazione.

Altre voci di costo

Ricorda che, qualora presente nel tuo contratto luce con Eni, l'aumento di potenza aumenterà anche il tuo deposito cauzionale, poiché legato appunto alla potenza del contatore. Il costo dell'aumento di questo deposito sarà inserito all'interno della successiva bolletta. Ovviamente, il deposito cauzionale ti sarà restituito o scalato nell'ultima bolletta qualora decidessi di effettuare un cambio di fornitore o chiudere la fornitura.

Oltre a ciò, è bene tenere a mente che all'interno delle tue bollette luce è presente la voce quota potenza, per cui subirai una lieve variazione anche in bolletta.

*Comparatore tariffe di luce-gas.it. Servizio di confronto 100% gratuito.

Tempistiche per l'operazione: quanto tempo ci vuole?

Così come i costi dell'operazione, anche le tempistiche per avere l'aumento di potenza variano a seconda della complessità dei lavori. Per gli interventi più semplici (che avvengono esclusivamente sul contatore ed in telegestione) il distributore locale è tenuto ad aumentare la potenza entro 5 giorni lavorativi dalla data in cui ha ricevuto da Eni la richiesta del proprio cliente.

Nel caso in cui l'intervento non dovesse essere limitato al contatore già posato (es: passare da un contatore monofase ad uno trifase), sarà necessario il sopralluogo di un tecnico del distributore locale, il quale stabilirà difficoltà e durata dei lavori. Dopo il sopralluogo, riceverai da Eni un preventivo ad-hoc del distributore, inviato entro 15 giorni lavorativi dalla data di ricezione della richiesta (inoltrata da Eni al distributore entro 2 giorni lavorativi). All'interno del preventivo saranno indicati anche i tempi di esecuzione dell'operazione, che possono variare da 10 a 50 giorni lavorativi. Il tempo massimo di attesa è quindi di circa 2 mesi.

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche