Info luce gasInfo contatori luce gas

Info Attivazione Contatore, Subentro, Allaccio e Voltura

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

Cos'è la Cessazione Amministrativa Energia Elettrica e Gas?

Cessazione amministrativa
Quando avviene la cessazione amministrativa, e cosa comporta per un nuovo cliente?

Il fornitore ti ha parlato di cessazione amministrativa del contratto della luce o del gas nella casa in cui ti stai trasferendo. Cosa significa? Ma soprattutto, in quanto tempo potrai avere la corrente elettrica in casa e completare finalmente il trasloco?


La cessazione amministrativa determina la chiusura del contratto di luce e gas, ovvero la sua cancellazione. Detto in parole povere, il fornitore comunica al distributore di staccare il contatore ed il cliente moroso smette di avere il gas o la corrente elettrica in casa. 

Quando il fornitore può richiedere la cessazione amministrativa del contatore?

Il fornitore esercita la cessazione amministrativa rispetto al cliente moroso, allorché quest'ultimo continua a non pagare le bollette nonostante i solleciti o la sospensione della fornitura per morosità. In più, stando all'art. 16 della Delibera del 29 luglio 2004, il fornitore può avviare la pratica di cessazione amministrativa del contratto nel caso in cui pervenga una morosità da parte dell'inquilino precedente. Quando un nuovo cliente, trasferitosi in un appartamento con un contatore sospeso per morosità, necessita di intestarsi il contatore dell'inquilino precedente, non dovrà accollarsi il debito pregresso.

Solo dopo la cessazione amministrativa del contratto, infatti, il cliente in questione potrà riattivare il contatore con qualsiasi fornitore, tramite la pratica di subentro

Cosa succede se il contatore del gas è in casa? Il fornitore avvia la procedura della cessazione amministrativa, ma il tecnico del distributore non avendo accesso diretto al contatore del gas non potrà applicare i sigilli. Il cliente continua ad utilizzare il gas senza più averne titolo, perché non ha un contratto e passa automaticamente al fornitore di default.

Cessazione amministrativa con principali fornitori di luce e gas

Ogni fornitore può decidere liberamente la metodologia con cui effettuare una cessazione amministrativa ai contatori di luce e gas, nonché i canali di comunicazione per notificare l'atto al cliente finale. Nella tabella che segue trovi gli articoli dedicati alla cessazione amministrativa con ciascuno dei principali gestori del mercato.

Il cliente può chiedere la cessazione amministrativa del contatore?

Se ti stai trasferendo in una nuova casa e trovi il contatore chiuso per morosità, hai il diritto di riattivare la corrente o il gas.

Sebbene la cessazione amministrativa possa essere richiesta unicamente dal fornitore con cui è stata contratta la morosità, in modo arbitrario e secondo tempistiche e metodologie descritte nella Delibera 229/01 art.9, se sei un nuovo cliente puoi contattare il fornitore per chiedere un sollecito nella pratica di cessazione per accelerare i tempi di chiusura.
Ovviamente, dovrai dimostrare l'assenza di vincoli parentali con l'inquilino precedente ed inviare al fornitore una copia del contratto d'affitto o l'atto di proprietà dell'immobile secondo le modalità che ti saranno fornite dal fornitore stesso.

Il fornitore procederà quindi a concludere il contratto in essere e a liberare il contatore che il nuovo cliente potrà riattivare con il fornitore che preferisce. Se questo non dovesse avvenire in tempi brevi, puoi chiedere un ulteriore sollecito tramite lo Sportello del Consumatore, il quale contatterà a sua volta il fornitore per concludere le pratiche di cessazione amministrativa in tempi brevi.

Dopo la cessazione amministrativa, cosa fare: voltura o subentro?

Qual è la procedura da seguire in caso di cessazione amministrativa per riattivare il contatore chiuso? Bisognerà fare il subentro che è la normale procedura da effettuare in caso di semplice disattivazione del contatore. Devi però per forza richiedere il subentro ad un fornitore diverso da quello con cui è avvenuta la cessazione amministrativa.  
Le tempistiche massime per la riapertura del contatore sono:

  • per l'energia elettrica: massimo 7 giorni lavorativi;
  • per il gas: massimo 12 giorni lavorativi.

Una volta stabilito di dover fare il subentro, potrai scegliere liberamente il fornitore che preferisci, e per aiutarti a valutare le tante offerte di oggi sul mercato puoi dare un'occhiata alla tabella che segue con la top 3 delle tariffe luce e gas tra i principali fornitori del mercato libero:

Offerte Luce e Gas: la classifica delle tariffe più convenienti di settembre 2021
POSIZIONE NOME OFFERTA SPESA* (€/mese)
first-place

Prima Posizione
NeN Special 48 Luce e Gas

nen

LUCE: 30,7€
GAS: 52,7€

02 8295 1062 Scopri Offerta (Sconto 96€)
second-place

Seconda Posizione
Sorgenia Next Energy Luce e Gas
sorgenia

LUCE: 30,4€
GAS: 54,6€

02 8295 8095 Scopri Offerta (Buono Amazon)

third-place

Terza Posizione
Eni Link Luce e Gas logo-eni LUCE: 32,3€
GAS: 53,6€

02 8295 8093 Scopri Offerta (Sconto 10% + 10%)

*La spesa mensile è stata calcolata su un consumo di 1800 kWh/anno per la luce e 800 Smc/anno per il gas ad uso riscaldamento di una famiglia di 3 persone.

Curiosità sul podio delle offerteCon Sorgenia hai un Buono Amazon 100€ solo se attivi oggi (promo non inclusa nella spesa mensile), mentre la spesa di NeN include lo sconto di 96€ in un anno e anche per Eni è incluso lo sconto 10% + 10% sul prezzo di listino.

Se sei interessato a una di queste 3 offerte top del momento e vuoi ricevere maggiori informazioni chiama il numero 02 8295 8097.

Se invece hai già scelto il tuo futuro fornitore di luce e gas, puoi avvalerti delle nostre guide complete al subentro con tutti i principali gestori del mercato italiano, complete di costi, tempistiche e modulistica da inviare per la pratica di riattivazione:

Se il contatore è solo sospeso, cioè non è chiuso Il cliente deve chiedere la voltura al fornitore con cui è attivo il contratto: se quest'ultimo rifiuta la voltura dovrà comunicare al SII il suo rifiuto alla voltura. A quel punto il cliente potrà richiedere l'attivazione al fornitore che preferisce.

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche