Aumentare la Potenza al Contatore Hera Comm: come fare?

Info contatori luce gasInfo contatori luce gas

Info Attivazione Contatore, Allaccio e Voltura luce e gas

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 20 e il sabato dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18.

Come aumentare la potenza di un contatore Hera
Per te la guida completa su come aumentare la potenza del tuo contatore Hera.

Se ti salta spesso la corrente in casa, magari quando attivi contemporaneamente più elettrodomestici, è arrivato il momento di aumentare la potenza disponibile del tuo contatore luce.


In questo articolo ti spiegheremo come procedere per effettuare questa operazione con il fornitore Hera Comm, quanto costa e quanto tempo richiederà l'operazione stessa.

Aumento Potenza Contatore Hera: come procedere?

Nel caso in cui tu sia un cliente Hera Comm, effettuare la procedura di aumento potenza disponibile del contatore luce sarà piuttosto semplice. Generalmente, si richiede un aumento di potenza al fornitore nel caso in cui i kW disponibili per la tua abitazione o ufficio non sono sufficienti a sostenere l'utilizzo di diversi elettrodomestici contemporaneamente, provocando il distacco della corrente, con tutti i relativi disagi del caso. Per risolvere questo problema è appunto necessario effettuare un aumento della potenza del contatore elettrico, e per effettuare questo operazione con Hera hai 2 percorsi a disposizione:

  1. Contattare il sevizio clienti Hera e richiedere all'operatore la modifica;
  2. Procedere autonomamente attraverso l'area clienti My Hera, disponibile anche sul tuo smarthpone.

Ecco una tabella in cui abbiamo riassunto per te tutti i dati fondamentali per l'aumento di potenza:

Aumento potenza Hera: info utili
AUMENTO POTENZA DESCRIZIONE
COME FARE Accedi all'area clienti My Hera e compila l'apposito modulo, oppure chiama il Numero Verde Hera Comm 800.999.500.
QUANTO COSTA Nel mercato libero, i costi variano per le specifiche condizioni contrattuali. In ogni caso, ci sono dei costi comuni a tutti:
  • Contributo in quota fissa, 25,81€ (eliminato per utenze domestiche fino al 31 dicembre 2023);
  • Contributo in quota potenza, ridotto a 55,66 € (fino al 31 dicembre 2023 per utenze domestiche entro i 6 kW).
TEMPISTICHE Le tempistiche variano a seconda della complessità dei lavori per effettuare l'operazione. In generale, se il sopralluogo di un tecnico del distributore non è necessario, l'operazione dovrà essere effettuata dal distributore locale entro 5 giorni dalla ricezione della richiesta.

Ricorda inoltre che il pagamento dell'aumento di potenza si troverà all'interno della bolletta successiva al completamento delle operazioni. Nel caso in cui non ci siano particolari lavori da effettuare sulla tua linea elettrica, l'aumento di potenza avverrà entro 5 giorni lavorativi dalla ricezione della richiesta del distributore locale inviatagli da Eni.

Non confondere Fornitore e Distributore!Oltre ad essere fornitore del Mercato Libero, il Gruppo Hera è anche Distributore locale  attraverso INRETE Distribuzione per una vasta rete di comuni del Nord e Centro Italia. Ricorda che, benché sia il distributore locale ad effettuare fisicamente eventuali operazioni al tuo contatore luce, dovrai contattare il tuo fornitore per richiedere l'aumento di potenza, ovvero l'azienda che ti invia la bolletta di fatturazione dei tuoi consumi.

Aumento Potenza: dati necessari per la richiesta

Troverai ogni dato necessario ad effettuare l'aumento di potenza del tuo contatore luce nella bolletta di Hera. Nello specifico, una volta preso contatto con l'assistenza clienti o essere entrato nella tua area personale My Hera, dovrai avere con te:

  • Il tuo codice cliente Hera;
  • Il codice POD del contatore di cui vorrai far aumentare la potenza;
  • I dati anagrafici dell'intestatario del contratto di fornitura con Hera (nome, cognome, codice fiscale, etc.).

Come mai il mio contatore scatta?Molte possono essere le cause di un distacco di corrente per potenza disponibile superata, e alcune di queste sono da risolvere quanto prima per evitare lunghi disservizi. Scopri tutte le possibili cause e come risolvere il problema nella nostra guida: Perché salta la luce in casa: Cosa fare? Chi chiamare?.

Quanto costa aumentare la potenza del contatore?

Secondo l'attuale normativa vigente imposta da ARERA, il costo per aumentare la potenza del contatore luce all'interno del Mercato Libero è legato alla tipologia di contratto in essere con il fornitore. Tenendo sempre a mente questa regola, sono presenti fattori comuni a tutti, ovvero:

  • Contributo a quota fissa, destinato al distributore locale a copertura dei costi amministrativi pari a 25,81€, azzerato per le utenze domestiche fino al 31 dicembre 2023;
  • Contributo a quota potenza, ridotto a 55,66€ per ogni kW aggiuntivo, fino ad un livello di potenza disponibile non superiore ai 6 kW. La riduzione di costo imposta dall'Autorità è valida per utenze domestiche fino al 31 dicembre 2023.

Ulteriori costi

Qualora nel tuo contratto luce con Hera fosse presente un eventuale deposito cauzionale, l'aumento di potenza aumenterà anche questa voce, poiché legato appunto alla potenza del contatore. Il costo dell'aumento del deposito sarà inserito all'interno della successiva bolletta, pagato una tantum. Ovviamente, il deposito cauzionale ti sarà restituito o scalato nell'ultima bolletta qualora decidessi di effettuare un cambio di fornitore di energia elettrica o chiudere la fornitura.

Ricorda inoltre che all'interno delle tue bollette luce è presente la voce quota potenza, che aumenterà proporzionalmente in bolletta rispetto all'aumento di potenza da te richiesto. Generalmente, parliamo di circa 5 € per kW.

Vuoi risparmiare in bolletta?L'aumento di potenza non comporta necessariamente un costo per il cliente finale. Alcuni fornitori offrono gratuitamente la variazione al cambio di fornitore. Chiama lo 02 8295 8097 oppure fatti richiamare gratis per conoscere le migliori tariffe di novembre 2020. Un esperto energia ti aiuterà ad attivare un'offerta in linea con le tue esigenze di consumo.

Tempi e modalità di modifica contatore

Le tempistiche per l'aumento di potenza variano principalmente a seconda della complessità dei lavori. Per interventi più semplici, che normalmente coinvolgono esclusivamente il contatore e possono essere effettuati in telegestione, il distributore locale è tenuto ad aumentare la potenza entro 5 giorni lavorativi dalla ricezione della richiesta del cliente finale da parte di Hera .

Qualora l'intervento non si limitasse al contatore già posato (ad esempio, hai necessità di passare da un contatore monofase ad un contatore trifase, in aggiunta all'aumento di potenza), sarà necessario il sopralluogo di un tecnico del distributore, il quale creerà un preventivo ad-hoc per l'operazione. Dopo il sopralluogo, il cliente riceverà da Hera il preventivo del distributore, inviato entro 15 giorni lavorativi dalla data di ricezione della richiesta (inoltrata da Hera al distributore entro max 2 giorni lavorativi). All'interno del preventivo verranno indicati costi del lavoro e tempi di esecuzione, che possono variare dai 10 ai 50 giorni lavorativi. Nel peggiore dei casi, i tempi massimi di attesa saranno di circa 2 mesi.

*Comparatore tariffe di luce-gas.it. Servizio di confronto 100% gratuito.

Aumento potenza: approfondimenti

Quando parliamo di aumento della potenza del contatore intendiamo l'aumento della potenza disponibile, ovvero la potenza massima prelevabile dal proprio impianto, prima che questo interrompa l'erogazione di energia per sovraccarico. La potenza disponibile va distinta da quella contrattuale (detta anche impegnata o richiesta), che è invece il livello di potenza indicato nel tuo contratto luce con Hera.

Per le utenze domestiche, la potenza disponibile è calcolata come il 10% di tolleranza in più della potenza contrattuale. In una casa tipo italiana, la cui potenza contrattuale è spesso pari a 3 kW, quella disponibile sarà quindi pari a 3 + 10% = 3,3 kW.

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche