Servizio a Tutele Graduali per imprese, la storia infinita: si arriverà a marzo 2027!

aggiornato il
min di lettura
Info business luce gasInfo business luce gas

Quali sono le migliori Offerte Luce e Gas per Partita IVA di Oggi?

Chiama ora Selectra. Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

Info business luce gasInfo business luce gas

Quali sono le migliori Offerte Luce e Gas per Partita IVA di Oggi?

Oggi puoi Risparmiare. Compila il form per essere ricontattato. Servizio Gratuito e senza impegno.

Proroga STG per PMI.
Altri tre anni di Servizio a Tutele Graduali per piccole e medie imprese: ci saranno cambiamenti?

Il Servizio a Tutele Graduali per PMI (piccole e medie imprese) sarebbe dovuto finire a luglio 2024. ARERA, invece, ha deciso di prorogare la scadenza di quasi tre anni. Tutto ciò avrà diverse conseguenze sul modo in cui verrà erogato il servizio: scopriamo quali.

Con la delibera 119/2024/R/eel del 2 aprile 2024, l’Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente (ARERA) ha disposto la proroga del Servizio a Tutele Graduali (STG) per le piccole e medie imprese. Prima di analizzare cosa cambierà, facciamo un piccolo riepilogo:

Proroga STG per PMI: cosa cambia?
Il provvedimentoLe motivazioniI cambiamenti
ARERA ha prorogato la scadenza del Servizio a Tutele Graduali per le PMI: invece del 30 giugno 2024, ora finirà il 31 marzo 2027.Garantire la concorrenza e la tutela delle imprese non ancora passate al mercato libero dell'energia.Vengono proposti cambiamenti nelle modalità di erogazione del servizio e non solo.

La situazione rimane pertanto molto fluida, e non è detto che all’orizzonte non siano previsti cambiamenti riguardanti altre categorie di utenti (la fine dell'STG per i clienti domestici è al momento prevista per aprile 2027). Per rimanere sempre aggiornato, ti basta seguire il nostro canale Telegram, ricco di approfondimenti e news.

STG per imprese: come funziona e cosa cambia con la proroga

Il Servizio a Tutele Graduali per le piccole e medie imprese si pone l’obiettivo di garantire la continuità delle forniture luce per tutte quelle attività che, alla scadenza del regime tutelato, hanno scelto di non passare al mercato libero. In particolare, per “piccole e medie imprese” intendiamo le società che:

  • possono contare tra i 10 e i 50 dipendenti e registrano un fatturato annuo tra 2 e 10 milioni di euro;
  • registrano una potenza impegnata del punto di prelievo maggiore di 15 kW.

L’assegnazione avviene su base concorsuale: le PMI coinvolte, in altre parole, vengono suddivise in lotti, definiti su base territoriale. Ogni lotto è oggetto di asta, alla quale possono partecipare i fornitori interessati, proponendo le loro condizioni economiche. Chi vince l’asta, si occuperà di erogare il Servizio a Tutele Graduali alle imprese di quel territorio.

La delibera ARERA 119/2024/R/eel va a prorogare il Servizio a Tutele Graduali, con una seconda fase che inizierà dal 1 luglio 2024 per estendersi al 31 marzo 2027. Inoltre, l'Autorità va a definire alcuni aspetti della regolazione dell’STG, riformulando alcuni punti fondamentali che è bene analizzare singolarmente.

I cambiamenti nell’erogazione dell’STG per piccole imprese

Per quanto riguarda l’erogazione del STG per le PMI non sono previste modifiche sostanziali. ARERA infatti conferma l’attuale regolazione in tema di:

  1. condizioni di accesso al servizio (ovvero imprese non ancora passate al mercato libero);
  2. attribuzione della funzione di approvvigionamento e commercializzazione alle società vincitrici delle aste STG. Ovvero, gli operatori a cui vengono assegnate le varie PMI dovranno occuparsi della fornitura e della vendita di energia elettrica;
  3. meccanismo di remunerazione degli operatori STG, che deve corrispondere al prezzo proposto durante le aste.

Condizioni economiche del servizio

Stando a quanto comunicato da ARERA, per il momento le tariffe dell’STG prorogato per le PMI terranno conto del Prezzo Unico Nazionale, con condizioni contrattuali analoghe a quelle delle offerte PLACET. Scriviamo “per il momento” perché, scorrendo tra le note pubblicate dall’Autorità per l’Energia, si arriva a questo interessante passaggio:

"Si conferma la struttura dei corrispettivi e le modalità di determinazione degli stessi definita con deliberazione 491/2020/R/eel, e l’applicazione di un prezzo unico nazionale ai clienti ancora riforniti nel STG per le piccole imprese per il prossimo periodo di assegnazione del servizio; in occasione dei successivi periodi di assegnazione potrà invece essere applicato al cliente un prezzo differenziato per area territoriale che meglio riflette il costo associato all’erogazione della fornitura in ciascuna area geografica."

ARERA, scheda tecnica delibera 119/2024/R/eel

Si tratta, in altre parole, della transizione dal prezzo unico nazionale ai prezzi zonali, che potrebbe riguardare quindi anche le forniture del Servizio a Tutele Graduali (oltre a quelle per clienti domestici).

Nel concreto, però, quali saranno i nuovi prezzi delle forniture STG? È presto per dirlo. Puoi farti però un’idea dando uno sguardo a questa tabella, legata alle condizioni economiche fissate a dicembre 2023:

Costi del Servizio a Tutele Graduali a Dicembre 2023
CorrispettivoQuota
Prezzo energia (Cel) Monorario F0F0: 0,127006 €/kWh
Prezzo energia (Cel) BiorarioF1: 0,145057 €/kWh
F23: 0,120461 €/kWh
Prezzo energia (Cel) a fasceF1: 0,145057 €/kWh
F2: 0,130557 €/kWh
F3: 0,115896 €/kWh
Dispacciamento (Cdisp)0,013140 €/kWh
Sbilanciamento (Csb)0,00025 €/kWh
Perequazione (Cpstg)0,00005 €/kWh
Morosità (Ccm)0,003119 €/kWh
Parametro α0,00175 €/kWh
Commercializzazione fissa (Ccom)40 €/anno

Le modalità di affidamento del servizio

La conseguenza forse più importante della nuova proroga dell’STG per le piccole e medie imprese riguarda le modalità di affidamento. In altre parole, andranno effettuate nuove aste per scegliere i fornitori incaricati di erogare il servizio. 

In questo campo le procedure sono state riformulate parzialmente rispetto al regime attuale. Riportiamo alcune delle note più interessanti:

  1. per partecipare alle aste, i fornitori dovranno soddisfare i consueti requisiti di solidità economico-finanziaria, e dimostrare la puntualità dei pagamenti verso Terna;
  2. verrà applicato un meccanismo d’asta a turno singolo durante il quale ogni partecipante dovrà formulare la propria offerta. È previsto un tetto al prezzo massimo ammesso durante l’asta, il cui valore verrà svelato dall’Autorità non prima dell'avvio delle procedure concorsuali;
  3. come accade ora, se per una o più aree territoriali l’asta risulta deserta, la fornitura verrà assegnata a un fornitore della maggior tutela alle stesse condizioni economiche dell’STG.

Le tempistiche di esecuzione della proroga

Più che una proroga del Servizio a Tutele Graduali attuale, quello che inizierà dal 1 luglio 2024 sembra essere un “STG 2”. Ci saranno infatti nuove aste, presumibilmente nuovi prezzi e, come visto sinteticamente, modalità di erogazione del servizio parzialmente rinnovate. Detto ciò, quali saranno le tempistiche di esecuzione? Ecco le tappe principali:

  • a inizio aprile 2024 è stato diffuso il nuovo regolamento di gara;
  • entro il 6 maggio 2024 verranno messe a disposizione dei fornitori partecipanti le informazioni pre-gara;
  • per il 10 giugno 2024 verranno pubblicati gli esiti delle aste;
  • entro il 1 luglio 2024 verrà completato il trasferimento della titolarità delle utenze tra i vecchi esercenti STG e quelli risultati vincitori delle nuove aste.

Vuoi uscire dall’STG? Passa al mercato libero!

Come visto, la prossima proroga dell’STG per piccole e medie imprese allungherà il servizio fino al 2027. Con l’avvio di questa ulteriore fase, complice l'effettuazione di nuove aste, è possibile che le aziende si ritrovino da un giorno all’altro con un nuovo operatore, senza avere voce in capitolo.

Se vuoi essere tu, invece, a scegliere quale deve essere il fornitore di energia elettrica per la tua attività, puoi passare al mercato libero. Dai uno sguardo alle migliori offerte per imprese e partita IVA e, se hai bisogno di aiuto, basta telefonare al numero 06 9480 259506 9480 2595.prenotare un appuntamento

Fonti proroga STG per piccole e medie imprese

Le news aggiornate del mercato energia: