Trasloco: quali documenti servono quando si cambia casa?

Info luce gasInfo contatori luce gas

Info Attivazione Contatore, Subentro, Allaccio e Voltura

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

Info luce gasInfo contatori luce gas

Migliore offerta Subentro, Allaccio o Voltura?

Confronta ora le tariffe luce e gas o prendi un appuntamento per essere ricontattato. Servizio Gratuito e senza impegno.

Documenti Trasloco
Sai quali sono tutti i documenti che dovrai compilare durante il tuo trasloco? Qui trovi la guida completa per non perderti nessun passaggio e nessuna operazione.

Quando si tratta di traslocare, sono tantissime le cose da fare. Tra queste la compilazione di moduli e documenti. Alcuni esempi? Quelli richiesti per l'occupazione del suolo pubblico, della residenza e anche per effettuare subentro o voltura. Vediamo insieme passo passo i più comuni, per ridurre i tempi e avere tutto pronto nel momento in cui ne hai bisogno.


Cambiare casa è un momento entusiasmante, ma anche stancante. Prepararsi per tempo è sicuramente la soluzione per evitare ritardi, contrattempi e di perdersi tra le infinite to-do list. Oltre i pacchi, però, ci sono anche altri aspetti che impegnano giornate e pensieri, tra questi molti documenti relativi al trasloco.

Le scartoffie cominciano dall'abitazione che si sta lasciando, continuano nel momento in cui ti affidi a una ditta specializzata e finiscono, ovviamente, con l'arrivo nella nuova casa.

"Vecchia casa": i primi documenti se sei proprietario o affittuario

Nel momento in cui hai deciso di trasferirti in una nuova abitazione, a prescindere da dove si trova, devi pensare alla tua situazione attuale. Infatti, in base al fatto che tu sia proprietario o affittuario le operazioni da fare sono ben diverse e richiedono diversi movimenti.

Non dimenticarti luce e gas Prima di lasciare casa, ricordati di fare la lettura e di valutare se chiudere il contatore o fare la voltura. Se hai dei dubbi sulle utenze, contattaci al numero 02 8295 809702 8295 8097prendi un appuntamento, il servizio è gratuito e senza impegno.

Se sei il proprietario di un'abitazione singola, per esempio, devi solo decidere se metterla in vendita o meno. Se valuti la prima opzione, dovrai anche decidere se affidarti a un'agenzia o gestire la vendita come privato.
Invece, nel caso in cui sei proprietario di un appartamento, a tutto questo bisogna aggiungere anche la comunicazione all'amministratore di condominio per chiudere eventuali sospesi e stabilire come procedere nei mesi successivi.
Ecco un recap dei documenti:

  • Documenti relativi alla vendita privata;
  • Documenti da gestire insieme all'agenzia immobiliare come prevendita e atto;
  • Documenti e conti in sospeso da chiudere con l'amministratore di condominio.

Molto diverso, invece, è l'approccio quando si tratta di una casa in affitto. Infatti, i primi documenti con cui ti troverai ad avere a che fare sono quelli relativi al proprio contratto con il proprietario. Infatti, per dare l'avviso, bisogna rispettare i termini e le condizioni stabilite all'inizio. Di solito, quindi, bisogna dare un preavviso di circa 3/6 mesi e richiederlo tramite:

  • Una raccomandata con ricevuta di ritorno spedita al proprietario o ai proprietari.

Trasloco: operazioni e richieste da effettuare

Appena hai messo punto a tutte le operazioni che riguardano la tua casa di provenienza puoi concentrarti sulla tua nuova abitazione. È un nuovo acquisto o sei in affitto? Vuoi affidarti a una ditta di traslochi o gestire in totale autonomia mobili e pacchi? In base a queste scelte cambiano i documenti, l'intera impostazione del trasloco e le eventuali richieste al comune o i permessi che dovrai richiedere.

Nuova casa: cambio residenza, medico e altre operazioni da fare

Mentre affronti il trasloco, tra un pacco e un altro, dovrai pensare pure ad alcune operazioni importanti. Tra queste, la principale è la richiesta di residenza e, successivamente, la modifica dei documenti importanti in cui appare.
Nella tabella di seguito, abbiamo raccolto i principali con le varie procedure:

Cambio residenza e aggiornamento documenti
Operazione Modalità
Cambio Residenza Si può richiedere online o presentare la domanda al comune di riferimento o a un CAF di fiducia. I documenti necessari sono la carta d'identità o la patente, il codice fiscale e l'atto o il contratto di locazione.
Cambio Medico di base Se la nuova casa si trova distante dalla sede del tuo medico di base, puoi richiedere il cambio recandoti all'Asl. Anche in questo caso servono documento d'identità e codice fiscale.
Residenza nella Carta d'Identità La residenza presente in questo documento cambia automaticamente al momento del rinnovo.
Residenza nella Patente Come per la Carta d'Identità, anche in questo caso la residenza si aggiorna al momento del rinnovo.
Tassa Rifiuti Per evitare sanzioni, bisogna recarsi al nuovo comune entro 60 giorni dalla data del trasloco ed effettuare la comunicazione.
Utenza Acqua La situazione dell'acqua cambia in base alla casa di provenienza: in appartamento è compito dell'amministratore di condominio gestire l'utenza, invece, nel caso di una villa singola bisogna richiedere la disdetta o comunicare il cambio di residenza.

Portare avanti queste operazioni e compilare tutti questi documenti è molto importante. A questi, inoltre, si aggiungono anche attività che possono essere gestite in seguito, ma comunque da non dimenticare.
Ecco alcuni esempi: comunicare il nuovo indirizzo alle riviste in abbonamento, al datore di lavoro o all'INPS, agli istituti scolastici dei propri figli, anche quelli bancari, al proprio ente assicurativo e al gestore internet.

Trasloco luce e gas nella nuova casa

Non puoi trasferirti in un'abitazione in cui non sono presenti né luce, né gas. Per questo bisogna capire quale operazione fare per tempo e portare avanti le procedure. In alcuni casi, infatti, in una settimana hai la possibilità di goderti la tua nuova offerta, in altri, invece, c'è la necessità che intervenga un tecnico che metta a norma tubature o attivi il contatore.

Vediamo passo passo cosa bisogna fare in base al tipo di intervento.

Subentro: quando il contatore deve essere attivato

Nella tua nuova casa il contatore è già presente e bisogna solo metterlo in funzione per la prima volta o semplicemente attivarlo? In questo caso l'operazione che devi richiedere è il subentro.
Quali sono i documenti e le procedure per avviarlo?

Subentro: documenti, informazioni e quali sono i tempi
Subentro
Chi se ne occupa
Il distributore della zona, contattato direttamente dal fornitore.
Subentro
A chi fare la richiesta
Il subentro può essere richiesto direttamente al fornitore con cui si vuole attivare una fornitura, l'operazione, però, viene portata avanti dal distributore.
Subentro
Quali sono i documenti necessari
Per richiedere il subentro hai bisogno dei dati anagrafici, il tuo documento di riconoscimento, di comunicare la potenza impegnata, di indicare l'indirizzo e il codice POD per la luce e PDR per il gas.
Subentro
Tempi
I contatori, sia per la prima attivazione che per un'attivazione normale, vengono attivati in tempi brevi: massimo 7 giorni lavorativi per la luce e massimo 12 giorni lavorativi per il gas.
02 8295 8097Info attivazione utenze 02 8295 8097
Parla con noi

A differenza del primo allaccio, quest'operazione ha tempi più brevi. I costi, inoltre, non sono da preventivare perché per il mercato di maggior tutela sono 48,20 euro + IVA + 16 euro di imposta di bollo mentre per il mercato libero sono tra i 50 e i 70 euro (valore che cambia in base al fornitore e che comprende 25,20 euro di oneri amministrativi) + IVA.
Vuoi saperne di più sui dettagli tecnici e i costi? Leggi la nostra guida dedicata al subentro.

Voltura: quando bisogna cambiare il nome dell'intestatario

Se il contatore è in funzione e l'utenza è intestata al precedente inquilino o alla ditta di costruzione allora l'operazione che devi effettuare è la voltura. Tra quelle appena viste è sicuramente la più veloce e semplice.
Vediamo insieme a chi bisogna richiederla e quali sono i documenti necessari per portarla a termine.

Voltura: documenti, informazioni e quali sono i tempi
Voltura
Chi se ne occupa
A differenza di subentro e allaccio, questa operazione richiede unicamente l'intervento del fornitore.
Voltura
A chi fare la richiesta
Il fornitore con cui vuoi sottoscrivere l'offerta luce e gas.
Voltura
Quali sono i documenti necessari
Per poter richiedere la pratica di voltura servono i dati del nuovo intestatario, del precedente, l'indirizzo di residenza, il codice POD e PDR, il codice Cliente, la lettura del contatore e la potenza impegnata.
Voltura
Tempi
Rispetto alle precedenti operazioni, i tempi sono notevolmente ridotti: 2 giorni per gestire la pratica e 5 per aggiornare l'anagrafica.
02 8295 8097Info voltura utenze 02 8295 8097
Parla con noi

I costi per quest'operazione, come per il subentro, sono 48,20€ + IVA da pagare non appena arriva la prima bolletta. A questo valore, però, il fornitore di competenza può richiedere eventuali corrispettivi commerciali. Non preoccuparti: tutte le informazioni, compreso il costo definitivo, ti vengono comunicate in fase di attivazione.

Allaccio: quando il contatore luce e gas non è presente

Se la tua casa è di nuova costruzione o sta subendo interventi di ristrutturazione importanti è possibile che tu abbia bisogno del contatore o di una manutenzione importante delle tubature. In questo caso, l'operazione da richiedere è l'allaccio.

Qual è il Distributore Luce, Gas e Acqua del mio comune? Il distributore locale cambia da un comune all'altro. Cerca qui il distributore che opera nella tua città! Inserisci il Cap o il Comune!

     

    Come si fa? Quali sono i documenti necessari? Quali sono i tempi?
    Abbiamo raccolto tutte le risposte nella tabella di seguito.

    Allacci: documenti, informazioni e quali sono i tempi
    Allaccio
    Chi se ne occupa
    La società di distribuzione della zona.
    Allaccio: a chi fare la richiesta Direttamente al distributore o al fornitore nel caso in cui si volesse attivare una fornitura con quel determinato operatore.
    Allaccio
    Quali sono i documenti necessari
    Per effettuare la richiesta bisogna avere a portata di mano l'indirizzo della nuova abitazione, i dati anagrafici e il documento d'identità, poi i contatti, la dichiarazione sostitutiva, la potenza impegnata e la destinazione d'uso.
    Allaccio
    Tempi
    Per ricevere il preventivo per l'intervento cambiano in base all'utenza: per la luce circa 20 giorni, per il gas, invece, massimo 30 giorni. I lavori effettivi, invece, possono richiedere fino a 4 mesi di tempo.
    02 8295 8097Info allaccio utenze 02 8295 8097
    Parla con noi

    Vuoi saperne di più sull'allacciamento? Leggi la nostra guida dedicata: Costi e Tempistiche di un Allacciamento Luce e Gas.

    aggiornato il