Per info su attivazione luce e gas

010 848 01 61 Richiamata gratuita

Come inviare la Disdetta Enel: modulo e costi

enel disdetta

Qui ti spieghiamo come inviare la disdetta ad Enel Energia o al Servizio Elettrico Nazionale per chiudere il contatore della luce o del gas. Un trasloco o il decesso del titolare del contratto sono le cause più comuni per le quali è necessario richiedere la chiusura delle utenze di luce e gas.

Se il tuo fornitore è Enel Energia (mercato libero) o Servizio Elettrico Nazionale (Enel in Maggior Tutela), vediamo insieme come disdire il contratto.

Innanzitutto la disdetta Enel comporta la chiusura del contatore, definita tecnicamente come disdetta con suggello. Questo perché vengono posti dei sigilli al contatore in modo tale che non eroghi più energia elettrica o gas a seconda del caso. Ricordiamo che è possibile recedere dal contratto di fornitura di energia elettrica e gas in qualsiasi momento.


Disdetta Enel: come chiudere il contatore

Ricorda che hai il diritto di recedere dal contratto Enel in qualsiasi momento, senza  pagare alcuna penale. Per farlo hai diverse opzioni e puoi scegliere quella che preferisci: dal contattare il call center fino all'invio online della pratica. Il cambio di residenza, dovuto ad un trasferimento in un'altra casa o in un'altra regione, il decesso dell'intestatario del contratto o altre incombenze familiari, possono essere le cause principali della chiusura del contratto di energia elettrica e gas.

Prima di tutto è bene chiarire che il contratto luce o gas non può trasferirsi da una casa all'altra. Durante un trasloco dovrai chiudere le utenze nella vecchia casa ed aprire un nuovo contratto nella nuova abitazione scegliendo il fornitore più conveniente, rispetto alle tue esigenze.

Per chiudere il contatore dovrai inviare la pratica ad Enel Energia, compilando un apposito modulo ed inviandolo:

  • Tramite sito ufficiale di Enel Energia dove puoi trovare un form dedicato all'invio di documenti;
  • Via email, inviando il modulo a allegati.enelenergia@enel.com;
  • Recandori presso un Punto Enel o Punto Enel Partner più vicino a casa tua;
  • Chiamando il servizio clienti Enel Energia al numero 800 900 860.

La fornitura può essere disattivata anche accedendo all'area clienti online, ma in tal caso può essere inviata solo dai titolari di forniture ad uso domestico. Possono essere cessate online, tutte le forniture tranne quelle non disalimentabili (come quelle con alimentazione di apparecchi elettromedicali per mantenimento in vita) e quelle per cui è necessaria la rimozione del contatore.

Ricorda di allegare il documento di identità Invia una fotocopia (fronte retro) del tuo documento di riconoscimento in allegato al modulo di disdetta, solo così la tua richiesta sarà completa.

Disdetta Enel Energia con modulo ed invio online

Esiste un altro metodo d'invio per disdire il contratto, ovvero affidarsi ad un servizio di spedizione online. Optando per questa soluzione la disdetta Enel Energia sarà semplice e veloce: compili l'apposito modulo e lo invii al momento, evitando file allo sportello o lunghe attese telefoniche. Puoi farlo direttamente adesso, compilando il form che trovi nel box qui sotto e spedendo online la disdetta tramite Raccomandata Senza Busta, metodo sicuro ed incontestabile con pieno valore legale

Disdetta Servizio Elettrico Nazionale per i clienti del tutelato

enel disdetta

I clienti Enel in maggior tutela sono serviti dal Servizio Elettico Nazionale (ex Enel Servizio Elettrico). In questo caso la procedura per la disdetta è praticamente uguale. A cambiare sono i numeri di telefono ed i contatti nel caso preferissi optare per l'invio della disdetta tramite il servizio clienti

  • Tramite sito ufficiale del Servizio Elettrico dove puoi trovare un form dedicato all'invio di documenti;
  • Via email, inviando il modulo a allegati@servizioelettriconazionale.it;
  • Via posta inviando il modulo all'indirizzo Servizio Elettrico Nazionale S.p.A. Casella Postale 1100 - 85100 Potenza;
  • Via servizio clienti contattando il numero verde è lo 800 900 800.

Disdetta ex Enel Servizio Elettrico con modulo ed invio online

Esiste un altro metodo per l'invio della disdetta del contratto, ovvero affidarsi ad un servizio di spedizione online. La disdetta Servizio Elettrico Nazionale sarà semplice e veloce: compili ed invii il modulo al momento, evitando file allo sportello o lunghe attese telefoniche. Puoi farlo direttamente adesso, compilando il form che trovi nel box di seguito e spedendo online la disdetta tramite Raccomandata Senza Busta, metodo sicuro ed incontestabile con pieno valore legale

Dati necessari per la Disdetta Enel

Per disdire il contratto luce e/o il contratto del gas, saranno necessari i dati dell'intestatario del contratto ed i dati della fornitura. In più potrai indicare la data in cui vuoi che sia chiuso il contatore. Ricapitolando:

  1. i dati della fornitura (POD per la luce e PDR per il gas indicati sulla bolletta);
  2. l'indirizzo dell'abitazione dove si richiede la cessazione della fornitura;
  3. il codice fiscale della persona alla quale è intestato il contratto;
  4. una lettura del contatore;
  5. l'indirizzo dove inviare la bolletta di chiusura conto;
  6. il giorno nel quale presumibilmente deve essere disattivata la fornitura.

Quanto costa chiudere il contatore?

Come tutte le operazioni, anche la disdetta del contratto ha un costo. Il costo per la disattivazione della fornitura con Enel viene addebitato nell'ultima bolletta ed è pari a 23 € più Iva. Si tratta di un onere amministrativo stabilito dall'ARERA e pertanto è uguale per qualsiasi fornitore. Oltre a tale costo, possono essere applicati altri eventuali costi fissi, stabiliti dal distributore della tua zona.

Tempi per la disdetta del contratto

Il recesso dal contratto con Enel Energia avrà efficacia entro 30 giorni dalla data di richiesta. Il distacco della fornitura spetta al distributore, che è il proprietario dei contatori. Enel Energia o Servizio Elettrico Nazionale sono i fornitori, ovvero i venditori di energia elettrica e gas. Dunque una volta inviata la richiesta ad Enel, quest'ultimo dovrà girarla al distributore di zona che si occuperà della chiusura del contatore. La maggior parte delle volte, grazie ai contatori elettronici, la chiusura viene fatta telematicamente; per i contatori tradizionali, invece, sarà necessario l'intervento del tecnico per la posa dei sigilli. I tempi massimi per la disdetta Enel sono i seguenti:

Tempi per chiudere il contratto Enel
Fornitura Luce Fornitura Gas
7 Giorni lavorativi 9 Giorni lavorativi

Restituzione Deposito Cauzionale Enel

Secondo quanto stabilito dalle condizioni generali del contratto, Enel Energia può addebitare al cliente un importo a titolo di deposito cauzionale qualora non venisse attivata la domiciliazione bancaria della bolletta. Ovviamente, una volta disattivata la fornitura, l'importo dovrà essere restituito al cliente maggiorato degli interessi legali maturati. La restituzione del deposito cauzionale avviene nell'ultima bolletta che il cliente riceverà in seguito all'invio della disdetta.  Per ottenere la restituzione al cliente finale non viene richiesta la presentazione di alcun documento attestante l’avvenuto versamento della cauzione.