Fine tutela Servizio Elettrico Roma: cosa devono fare gli utenti?

aggiornato il
min di lettura
confronto luce e gasconfronto luce gas

Info su Chiusura Servizio di Maggior Tutela 2024

La tutela luce finirà a luglio 2024. Parla ora con un esperto, servizio gratuito.

confronto luce e gasconfronto luce gas

Info su Chiusura Servizio di Maggior Tutela a luglio 2024

Confronta le offerte o prendi un appuntamento per info su scelta fornitore e offerte di luce e gas a prezzo bloccato. Servizio gratuito.

Fine tutela luce SER.
Cosa devono fare gli utenti SER alla fine del mercato tutelato luce? Ecco tutti gli scenari.

Complice la fine del regime di tutela luce, gli utenti di Servizio Elettrico Roma dovranno compiere delle scelte per la propria utenza di energia elettrica. Si potrà passare al mercato libero o non fare nulla: approfondiamo entrambe le alternative a disposizione.

La scadenza del mercato tutelato è ormai imminente: per il gas il termine è gennaio 2024, mentre per la luce si arriverà a luglio 2024. Nel tempo che rimane è allora essenziale comprendere quale sia la scelta giusta da compiere per le proprie utenze di metano ed energia elettrica.

In questa sede analizziamo il caso dei clienti di Servizio Elettrico Roma, che fa parte del Gruppo Acea, al quale a sua volta è collegato Acea Energia, fornitore del mercato libero. Chiariamo meglio il concetto grazie a questa tabella:

Distinzione dei soggetti del Gruppo Acea
MAGGIOR TUTELAMERCATO LIBERO
Servizio Elettrico Roma
Servizio Elettrico Roma (SER)
acea
Acea Energia
Gestisce i contratti di energia elettrica in Maggior tutela per la città metropolitana di Roma e parte della sua provincia.Gestisce i contratti di energia elettrica e gas del mercato libero, a livello nazionale.

Come vedi, la differenza è sostanziale. Sia Servizio Elettrico Roma sia Acea Energia fanno parte del Gruppo Acea, ma operano in due regimi tariffari diversi. La prima società gestisce forniture luce nel tutelato, mentre la seconda offre tariffe luce e gas nel mercato libero. Concentrando lo sguardo sui clienti di Servizio Elettrico Roma (abbreviato anche in SER), va detto che gli utenti di questa compagnia andranno incontro a differenti dinamiche alla fine del tutelato, a seconda del loro status.

Prima di scoprire di più, ricorda che puoi sempre rimanere aggiornato sulla delicata transizione tra mercato tutelato e libero iscrivendoti al canale Telegram di Luce-Gas.it. Avrai a tua disposizione news, approfondimenti, consigli per risparmiare sulle bollette e tutto il supporto della community.

Detto ciò, cominciamo ad approfondire tutti gli scenari previsti.

Fine tutela luce: cosa succede alla mia fornitura?

La situazione cambia a seconda del fatto che:

Per prima cosa, è bene chiarire che qualsiasi tipologia di utente che si trova nel tutelato può passare al mercato libero in ogni momento. Potresti scegliere un’offerta Acea Energia, per rimanere nell’ambito del Gruppo Acea, oppure la proposta di qualsiasi altro fornitore. Il nostro confronto delle migliori tariffe luce, in questo senso, può certamente tornarti utile.

Se scegli di non fare niente, difatti rimandando il passaggio al mercato libero, il destino della tua fornitura cambierà a seconda del tuo status. I clienti di Servizio Elettrico Roma, come quelli di qualsiasi altro fornitore del tutelato luce e gas, vengono infatti suddivisi in due categorie:

Fine tutela luce SER: differenza tra clienti vulnerabili e non vulnerabili
Clienti vulnerabiliClienti non vulnerabili
Tutti gli utenti che presentano requisiti di tipo anagrafico, economico e sociale specificati da ARERA, l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente.Si tratta dei clienti che non presentano i requisiti per la vulnerabilità, e che rientrano quindi nella categoria dei "non vulnerabili".

Capire questa differenza è molto importante, perché ti consente di comprendere cosa succederà alla tua fornitura alla scadenza del tutelato luce. Infatti, se alla fine del regime di maggior tutela si sceglie di non fare niente:

  • i clienti vulnerabili usufruiranno di forniture con condizioni simili a quelle della maggior tutela;
  • gli utenti non vulnerabili entreranno nel Servizio a Tutele Graduali. 

Analizziamo quindi tutte le opzioni previste.

Posso passare da Servizio Elettrico Roma al mercato libero?

Qualsiasi tipologia di cliente domestico, vulnerabile e non, può scegliere di passare al mercato libero in ogni momento. Gli utenti di Servizio Elettrico Roma che vogliono lasciare il tutelato, come anticipato in precedenza, possono valutare le opzioni di qualsiasi fornitore. Chi sceglie di rimanere nell’ambito del Gruppo Acea, invece, potrebbe pensare di valutare le offerte Acea Energia per luce e gas. Se desideri proseguire su questa strada, ecco alcuni suggerimenti che potrebbero tornarti utili:

  • dai uno sguardo alle recensioni Acea Energia, per capire cosa ne pensano i clienti che hanno già sottoscritto un'offerta;
  • contatta il servizio clienti Acea, così da chiarire eventuali dubbi su condizioni contrattuali ed economiche.

Per ulteriori informazioni sugli aspetti più pratici della gestione delle forniture con Acea Energia, invece, dai uno sguardo a questi speciali:

Info utili Acea Energia
Tutte le Risposte per Acea
Subentro Acea EnergiaAutolettura luce Acea Energia
Voltura Acea EnergiaVoltura Servizio Elettrico Roma
Allaccio Acea EnergiaDisdetta con Servizio Elettrico Roma
Bolletta AceaSegnalazione guasti Acea

La differenza tra mercato tutelato e libero

Nella maggior tutela rientrano gli utenti che hanno un'utenza attiva da prima del 1999 e non hanno cambiato fornitore dopo la privatizzazione del mercato energetico. Le utenze di questo regime, comprese quelle di Servizio Elettrico Roma, sono gestite da ARERA e non prevedono bonus e vantaggi. Le offerte del mercato libero possono essere invece ricche di servizi aggiuntivi, per una maggiore flessibilità. È questo l'ambito tariffario dove le aziende come Acea Energia competono tra loro a colpi di offerte con strutture di costo e servizi differenti.

Non sei ancora del tutto convinto di passare al mercato libero? Puoi farti un’idea migliore leggendo questo articolo: "Fine Tutelato luce e gas: un guaio o un'opportunità di risparmio per i clienti?"

Cosa devono fare i clienti vulnerabili SER?

I clienti vulnerabili SER che scelgono di non passare al mercato libero continueranno a usufruire di forniture gestite da ARERA, come accade ora nel tutelato. In questo modo viene garantita la continuità delle forniture anche a chi, per differenti motivi, può trovare complicato trovare un nuovo operatore di energia elettrica.

Per essere identificati come utenti vulnerabili luce è necessario possedere almeno uno di questi requisiti:

  • versare in condizioni economiche svantaggiate, tali da garantire l'accesso al bonus bollette;
  • avere un’età superiore a 75 anni.
  • rientrare tra le persone con disabilità ai sensi dell'articolo 3 legge 104/92;
  • versare in gravi condizioni di salute, tali da richiedere l'utilizzo di apparecchiature medico-terapeutiche alimentate da energia elettrica (oppure presso i quali sono presenti persone in tali condizioni);
  • essere titolare di un'utenza luce situata in una struttura abitativa di emergenza dopo eventi calamitosi, ad esempio un terremoto;
  • risiedere in un'isola minore interconnessa.

Trovi maggiori informazioni nel nostro speciale dedicato ai clienti vulnerabili.

Cosa succederà ai clienti non vulnerabili Servizio Elettrico Roma?

A partire da luglio 2024, gli utenti non vulnerabili che non sono passati al mercato libero verranno indirizzati verso il cosiddetto Servizio a Tutele Graduali (STG), con l’assegnazione di un nuovo fornitore identificato su base concorsuale. Le condizioni contrattuali ed economiche di queste forniture verranno definite da ARERA, sulla base degli esiti delle procedure concorsuali che si svolgeranno nei prossimi mesi.

Ricapitoliamo quindi il funzionamento del Servizio a Tutele Graduali grazie a questa tabella:

Come funziona l'STG per utenti non vulnerabili?
I fornitoriI prezziLa durata
La selezione dei fornitori STG verrà effettuata tramite aste a turno unico per ogni ambito territoriale.I prezzi STG saranno unici in tutto il paese, con "condizioni simili" a quelle delle offerte PLACET.Per i clienti domestici, l'STG inizierà da aprile 2024 e terminerà nello stesso mese del 2027.

Nel momento dell’ingresso nell’STG ti verrà assegnato un nuovo fornitore, identificato tramite apposite aste. I prezzi delle offerte saranno simili a quelle offerte PLACET, con condizioni contrattuali equiparate alla maggior tutela.

L’STG non durerà per sempre: il servizio sarà attivo infatti 36 mesi, con termine fissato ad aprile 2027. In qualsiasi momento, peraltro, sarà possibile uscirne attivando una nuova offerta del mercato libero.

Il Servizio a Tutele Graduali vale solo per i clienti domestici?

No! Secondo quanto previsto dalla legge 124/2017, l’STG viene applicato alle piccole imprese da gennaio 2021 e alle microimprese da aprile 2023. Nel servizio rientrano anche i condomini, che fanno parte della categoria dei “clienti non domestici diversi dalle microimprese”.

Quali sono invece le dinamiche del mercato gas?

Il settore gas presenta dinamiche e tempistiche differenti. Ecco i punti salienti da evidenziare:

  • prima di tutto la scadenza è anticipata (gennaio 2024 per il gas, luglio 2024 per la luce);
  • non ci sarà il Servizio a Tutele Graduali;
  • i clienti vulnerabili entreranno nel Servizio di Tutela della Vulnerabilità, con forniture gestite da ARERA, come accade ora nel regime di tutela;
  • ai clienti non vulnerabili che non passano al mercato libero verrà attivata un’offerta PLACET apposita del proprio fornitore attuale.

Si tratta quindi di uno scenario più semplice dal punto di vista strutturale. Anche in questo caso, comunque, tutti i clienti del tutelato (vulnerabili e non) potranno passare al mercato libero in ogni momento.

Non perderti la lettura dell'articolo dedicato alla fine del tutelato gas con Acea Energia

Hai trovato questo articolo interessante? Ti conviene leggere anche: "Comunicazione fine tutela luce: scopri il destino dei clienti di Servizio Elettrico Roma". 

Ti potrebbe interessare anche