Per info su attivazione luce e gas

010.848.01.61 Richiamata gratuita
Menu

Tu sei qui

Guida al consumo di gas ed energia elettrica

Info consumi luce gas

010 848 01 61

Info risparmio bolletta

Tutto sul consumo di gas ed energia elettrica: quali sono gli scaglioni di consumo, qual è e come si calcola il consumo medio di gas e di energia elettrica in Italia, quanto costa il consumo di gas al metro cubo, come si può misurare e ridurre il consumo di energia elettrica e gas per ottenere un risparmio in bolletta.


Per risparmiare sulla bolletta luce e gas è necessario avere un'idea di quali siano i tuoi consumi di gas e di luce, in base a quali elementi vengono calcolati e qual è il consumo medio di energia elettrica al kWh e di gas a Smc, per renderti conto se hai delle buone abitudini di consumo per il tuo portafogli ed eventualmente cosa puoi fare e quali apparecchi puoi acquistare per ridurre il consumo sia di energia elettrica che di gas.

Qual è il consumo medio di gas per una famiglia italiana?

consumo metri cubi gas giornaliero
Il consumo di gas in Italia

Prima di capire se il livello dei tuoi consumi di gas è idoneo o eccessivo, è bene che tu sappia quanto gas consuma in Italia una famiglia tipo, cioè composta da 4 persone e residente in un'abitazione grande circa 100 mq. La premessa generale è che il gas in Italia è utilizzato per soddisfare tre esigenze: il riscaldamento degli ambienti, la produzione di acqua calda sanitaria e la cottura dei cibi. Quando sottoscrivi un'offerta devi comunicare al fornitore che hai scelto per quanti e quali di questi servizi vuoi attivare l'utenza.

Per quanto riguarda il riscaldamento, il consumo medio di gas varia sensibilmente in base alle 6 zone tariffarie presenti nel nostro Paese. Esse esistono infatti perché chi si trova al Nord, dove generalmente le temperature sono più rigide, consuma molto più gas rispetto a chi vive al Sud. Il consumo di gas per l'acqua calda sanitaria invece dipende principalmente dal numero di inquilini in un'abitazione e costituisce circa il 10-15% dei consumi. Per la cucina infine, il consumo di gas copre circa il 5% dei consumi totali di una famiglia.

Qual è il costo e il consumo medio del gas al metro quadro? Per conoscere quanto si spende e si consuma mediamente per il gas al metro quadro, leggi il nostro approfondimento

Quanta energia elettrica consuma mediamente una casa?

scaldabagno elettrico
Occhio ai consumi del boiler elettrico!

Calcolare i propri consumi elettrici per ottenere un risparmio in bolletta è un'operazione che parte innanzitutto da una lettura consapevole del proprio contatore e della propria bolletta luce, e che continua con il corretto utilizzo di determinati elettrodomestici energivori. Partendo dalla premessa che i consumi elettrici variano in base al numero di persone che vivono all'interno di un'abitazione e alle loro abitudini di consumo, un'altra variabile importante da tenere in considerazione è infatti il numero e la tipologia di elettrodomestici presenti. La massima potenza di un elettrodomestico è indicata sulla sua targhetta ed è espressa in W o in kW. Non sempre gli elettrodomestici però impiegano la loro massima potenza. Per esempio una lavatrice impegnerà più potenza all'avvio e durante la fase finale rispetto al lavaggio vero e proprio.

Se possiedi uno scaldabagno elettrico, inoltre, devi sapere che è uno degli apparecchi più energivori attualmente in circolazione, arrivando a coprire ben il 40% dei consumi elettrici totali di una famiglia. Questo perché dalle centrali termoelettriche al boiler elettrico avviene una doppia trasformazione dell'energia: da calore si trasforma in elettricità e successivamente di nuovo in calore, causando enormi perdite. Per quanto riguarda la cucina, sono invece sempre più diffusi gli impianti a induzione, che riescono a trasmettere il calore direttamente alla pentola o alla padella senza riscaldare il piano su cui è posta, garantendo una minore dispersione e una maggiore efficienza energetica

Insomma, per fare una stima dei consumi elettrici di una famiglia tipo, composta dunque da 4 persone, con due televisori, due computer, una lavatrice, una lavastoviglie, un frigorifero, un congelatore e due condizionatori, il consumo annuo si aggira intorno ai 3.300 kWh, mentre la spesa annua è di circa 695 € (dati dell'Autorità relativi al IV trimestre del 2018). 

Cosa sono i misuratori dei consumi elettrici?

energy meter
I misuratori di corrente per monitorare i consumi

Per monitorare i tuoi consumi di energia elettrica e aiutarti a diminuirli per risparmiare in bolletta luce esiste un apparecchio, il misuratore di corrente. Essi si dividono in diverse tipologie, più o meno evolute. A differenza della versione più semplice, che permette solo la visualizzazione del consumo sull'apparecchio stesso, i misuratori di energia elettrica di ultima generazione consentono di visualizzare i dati su un display touchscreen o su smartphone tramite app mobile, di collegare l'apparecchio a un computer, di memorizzare i dati, di controllare le prese a distanza grazie alla rete wifi, di confrontare i consumi con il contatore

Consuma di più un condizionatore o un ventilatore?

È arrivata l'estate, non riesci sopportare il caldo ma ancora sei indeciso sull'acquisto che ti salverà dall'afa: condizionatore o ventilatore? La scelta dovrà essere ovviamente fatta in base alle tue abitudini di consumo.

I consumi di un impianto di aria condizionata dipendono dalla classe energetica dell'impianto stesso: in una scala da A a G, l'impianto di classe energetica A è quella che consuma meno energia. Pertanto, se vuoi acquistare un condizionatore, ti consigliamo di optare per un impianto di classe A o, ancor meglio A+; ne gioverà la tua bolletta. Anche le dimensioni delle stanze, la loro disposizione all'interno dell'abitazione e l'area geografica in cui vivi influiscono sui consumi di un condizionatore.

Un ventilatore, invece, consuma una quantità nettamente inferiore di energia (dai 10-20 W dei ventilatori da tavolo ai 100 W dei ventilatori da soffitto o da pavimento) e anche le pratiche di installazione sono notevolmente meno complesse e più economiche. Esso però non raffredda effettivamente l'ambiente in cui è situato, ma sposta semplicemente l'aria, dando un rinfresco solo momentaneo. 

Sei un giocatore di PlayStation 4, Xbox One e Wii U? Occhio alla bolletta!Secondo una ricerca della National Resources Defense Council, tra queste tre piattaforme di videogaming, quella che consuma più potenza è la PlayStation 4, (140 W di potenza impegnata), seguita dalla Xbox One (112 W) e dalla Wii U (34 W).

Quanto consumano gli altri paesi?

mappa rete elettrica nazionale
Electricity Map per monitorare le emissioni di CO2

Sapevi che esiste un sito web che ti permette di monitorare in tempo reale i consumi di energia elettrica e le emissioni di CO2 di numerosi paesi del mondo? La startup Tomorrow ha sviluppato ElectricityMap, lo strumento online che mostra, tramite un'interfaccia interattiva che ritrae un Planisfero, i consumi di energia elettrica paese per paese e la loro relativa provenienza: fossile (con annesse emissioni di CO2) o rinnovabile. Ciasun paese è colorato di una gamma di colori che va dal verde (per i paesi più low carbon) al marrone (quelli con la più alta intensità di carbonio). Ne è emerso che i paesi più green, a più basso contenuto di carbonio, sono quelli della penisola scandinava, alcune zone del Canada, l'Uruguay (che alimenta il proprio paese principalmente con l'energia eolica) e la Francia (che è invece nota per l'utilizzo dell'energia nucleare).

Quanto consuma un forno elettrico?

Il consumo di un forno elettrico dipende principalmente dal modello che si acquista: esso può essere tradizionale o multifunzione, statico o ventilato. Altri fattori che contribuiscono al quantitativo di energia consumata da un forno elettrico possono essere le dimensioni del forno, la sua potenza, la sua classe energetica e la durata dell'utilizzo in termini di tempo.

Vuoi misurare i tuoi consumi in cucina? Esiste uno strumento che ti permette di misurare i consumi del tuo forno elettrico: il wattmetro. Inserendo questo dispositivo in una presa della corrente e poi collegandovi la cucina, esso calcolerà i kWh consumati dal forno elettrico.

Mentre il forno elettrico funziona tramite delle resistenze, il più datato forno a gas possiede un bruciatore sul fondo dell'impianto che permette la distribuzione del calore per irraggiamento e per convezione. Esso non riesce, a differenza del forno elettrico, a mantenere la temperatura costante. Inoltre, tra i problemi che potrebbero presentarsi con un forno a gas, vi sono le esplosioni o le emissioni di monossido di carbonio. Pertanto, è consigliabile acquistare un forno elettrico, anche per trarre un vantaggio economico con un notevole risparmio in bolletta.

Cosa sono gli scaglioni di consumo?

Gli scaglioni di consumo dell'energia elettrica e del gas sono delle fasce di consumo che fungono da riferimento per determinare il prezzo di kWh e Smc consumati dal cliente finale. La Riforma delle tariffe di rete attuata dall'Autorità in base alla Direttiva Europa 27/2012 ha come obiettivo quello della semplificazione della bolletta e della diffusione di consumi elettrici efficienti. Pertanto è prevista l'eliminazione delle tariffe progressive all'interno delle voci di spesa relative a trasporto e gestione del contatore e agli oneri di sistema: queste voci saranno uguali per ogni livello di consumo e la conseguenza sarà l'eliminazione degli scaglioni di cansumo. Attualmente sono stati completati 2/3 della riforma.

Vuoi risparmiare in bolletta? Se con il tuo attuale fornitore le bollette sono troppo alte, contatta lo 010 848 01 61 o fatti richiamare gratuitamente per farti aiutare a scegliere l'offerta più conveniente per le tue abitudini di consumo.
Aggiornato il