10 consigli per gestire i Consumi in modo Ecosostenibile

confronto luce e gasconfronto luce gas

Confronta e risparmia oltre 700€ su Luce e Gas, è Gratis!

Confronta ora le migliori offerte del mercato o, se preferisci, parla con un esperto prendendo un appuntamento telefonico.

10 consigli per consumare tutelando il pianeta
Ecco come consumare in modo intelligente, risparmiando e riducendo l'impatto sul pianeta

Ridurre gli sprechi non significa solo risparmiare in bolletta, ma anche aiutare in modo concreto l'ambiente. Basta poco, infatti, per diminuire i consumi e ridurre l'impatto che hanno sull'ecosistema.


Vuoi sapere per primo i trucchi, i consigli e i metodi per risparmiare? Abbiamo creato un canale Telegram per tenerti sempre aggiornato sulle migliori proposte dei gruppi del settore per aiutarti a scegliere la più conveniente e adatta a te. Iscriviti ora cliccando qui e unisciti alla community luce e gas più importante in Italia.

Le fonti di energia rinnovabile sono la prima scelta di chi vuole vivere una vita 100% green. Eppure, già piccoli accorgimenti nelle scelte di tutti i giorni possono fare la differenza sia per l'ambiente sia per la tua bolletta.

Per questo abbiamo realizzato una lista di abitudini domestiche che una volta acquisite ti rendono un consumatore più consapevole, riducono notevolmente i consumi e, allo stesso tempo, l'impatto sul pianeta.
Vuoi sapere quali sono? Continua a leggere!

1. Stacca la spina dei dispositivi elettrici che non usi

Sarà perché passiamo più tempo in casa o semplicemente perché rendono più facili le attività di tutti i giorni: gli elettrodomestici di cui abbiamo bisogno sono in aumento, come il loro utilizzo. Dopo averne fruito, però, un po' per pigrizia e un po' per abitudine, li lasciamo attaccati alla presa. In questo modo, anche se non ce ne accorgiamo, alcuni di loro continuano a consumare energia elettrica.
Per evitare questo extra poco utile, devi solo... staccare la spina! In alternativa puoi usare delle multiprese con interruttore e spegnere quest'ultimo. In poco tempo, potrai notare una differenza in bolletta e avrai fatto pure un favore all'ambiente.

2. Non lasciare i dispositivi in Standby

Computer, macchina del caffè, televisore: una volta spenti rimangono a fissarci con quello strano pallino rosso. Questo segnale ci avverte, però, che non sono completamente fuori servizio, anzi, che sono in standby. Cosa vuol dire? Che anche se non lo vedi, stanno utilizzando energia. Ecco quanto puoi risparmiare in bolletta con lo stand-by.
Quindi, premi il tasto di spegnimento degli elettrodomestici che non usi e fai attenzione che non siano rimasti in standby.
Per sicurezza, come detto nel paragrafo precedente, ti consigliamo di staccare la spina.

3. Scegli l'offerta più adatta alle tue esigenze

Conoscere i propri consumi, interpretare correttamente le bollette e scegliere l'offerta luce e gas più vicina alle necessità energetiche (prediligendo le offerte verdi) può aiutarti ed evitare sprechi e consumi inutili.
Non sai a quale azienda affidarti o quale offerta scegliere tra quelle presenti nel mercato?

Ti serve un aiuto? Qual è l'offerta Luce e Gas più conveniente oggi?

Confronta le migliori tariffe del mercato con un Esperto di Selectra. Chiama lo 02 8295 8097 o utilizza il servizio gratuito di richiamata.

4. Utilizzare lampadine a risparmio energetico

Quante volte ti sarà capitato di dimenticare la luce accesa? Fare attenzione a spegnerla quando non serve, però, può ridurre notevolmente l'energia elettrica impiegata, quindi, anche lo spreco che ne deriva. Decidere di sostituire le lampadine a incandescenza con quelle a risparmio energetico, come le LED, ti permette di risparmiare addirittura fino al 90% di energia elettrica perché durano di più e utilizzano meno luce.

Vuoi conoscere tutti i vantaggi di utilizzare lampadine Led? Vedi la tabella di seguito!

Efficienza energetica A parità di illuminazione i LED consumano meno: circa il -90% rispetto alle lampade alogene e circa il -66% rispetto alle fluorescenti (a basso consumo).
Non produce calore Le lampadine LED non si scaldano e non sprecano energia, a differenza delle lampadine a incandescenza.
Durata La vita media delle lampadine LED è di circa 50.000 ore, quasi 20 anni, mentre la lampada fluorescente compatta (a basso consumo) resiste massimo 10.000 ore.
No emissioni UV e infrarossi Le lampadine a LED non emettono raggi ultravioletti o infrarossi per questo non attirano gli insetti e non causano danni a mobili e tessuti.
Accensione immediata Le lampade LED emettono subito luce alla sua massima intensità, quindi, non bisogna aspettare qualche minuto per avere la stanza illuminata.
Estetica Si può scegliere la tonalità (luce bianca calda o fredda) e il colore (rosso, blu, verde, giallo) delle lampadine LED.
Non inquina e non è pericoloso I LED contengono polvere di silicio, sostanza né tossica né nociva.

5. Riduci la temperatura dei tuoi lavaggi

Sei davvero sicuro di aver bisogno di fare lavaggi ad alta temperatura? Ti sveliamo un segreto: anche a 40° i vestiti vengono fuori dalla lavatrice ben lavati e puliti. Abbassare la temperatura riduce notevolmente l'impegno energetico e, di conseguenza, l'impatto che ha quel consumo sull'ambiente. In più, fare lavaggi a pieno carico diminuisce il numero di lavatrici da fare e, quindi, anche la corrente utilizzata per farli.

Lo stesso discorso si può fare sia per la lavastoviglie sia per l'asciugatrice.

6. Posiziona correttamente il frigorifero

Sempre accesso, sempre in funzione: il frigorifero non dorme mai e con lui l'energia di cui ha bisogno. Esistono però diversi accorgimenti che possiamo attuare per evitare un consumo eccessivo e, di conseguenza, inquinare.

  • Come ridurre i consumi del frigorifero?
  • Acquista un modello di classe energetica superiore
  • Posizionalo a 10 cm dal muro;
  • Mettilo lontano da fonti di calore come forno, termosifoni e fornelli;
  • Evita di aprirlo senza motivo;
  • Non mettere al suo interno cibi o bevande di temperatura troppo bassa o  troppo alta;
  • Mantieni la temperatura tra i 5 e i 6 gradi.

7. Isola le finestre e chiudi bene le porte

Per mantenere costante la temperatura in casa, aumentarne il calore o, al contrario, disperderlo, basta sfruttare le condizioni atmosferiche naturali e gli infissi di casa propria. Sembra banale, eppure, isolare bene porte e finestre e tenerle chiuse al momento giusto evita le fughe di calore e impedisce al freddo di entrare. In questo modo la temperatura della propria abitazione rimane mite e costante.

Occhio alle detrazioni e ai bonus Lo sapevi che puoi installare finestre risparmiando dal 50 al 100% del suo prezzo? Anzi, anche il 110%! Leggi la guida, sempre aggiornata, "Ecobonus e detrazioni fiscali: ecco come fare".

Durante l'inverno, nello specifico, è buona abitudine chiudere le porte delle stanze per permettere agli ambienti di scaldarsi velocemente e di mantenere il calore generato dai caloriferi, evitando così un'eccessivo impegno all'impianto di riscaldamento e riducendo gli sprechi.

D'estate, invece, tenere aperte le finestre di notte e chiuderle durante le ore più torride permette il ricambio d'aria e di diminuire la temperatura in casa. In più, abbassare pure le tapparelle e utilizzare delle tende contribuisce a mantenere l'ambiente fresco. In questo modo si riduce sostanzialmente l'uso del condizionatore, e, a volte, sarà pure possibile farne a meno, riducendo in modo notevole l'impatto che questo elettrodomestico ha sull'ambiente. 

8. Prediligi la modalità deumidificatore

A proposito d'estate, certe volte il caldo è davvero insopportabile e ricorrere al condizionatore sembra l'unica fonte di salvezza. Quindi, per evitare che il suo utilizzo eccessivo possa avere un forte impatto sull'ambiente ti basterà impostare una temperatura che non scenda sotto i 26° o optare per la modalità deumidificatore.

Leggi anche: "Deumidificatore: come funziona e quanto consuma?"

Pulire bene i filtri, oltre a far bene alla nostra salute, aumenta le performance del dispositivo e quindi ne riduce il fabbisogno energetico.

Stima di consumo di un condizionatore per il raffrescamento estivo
SEER* Classe di efficienza* Consumo
kWh/anno
8,5 A+++ 160
5 B 260
3 F 430

La classe di efficienza energetica è definita in base all'allegato VII - Regolamento 626/2011

* L'indice SEER e SCOP rappresentano l'efficienza stagionale della macchina quando raffredda e quando riscalda (SCOP), più è elevato e migliore è la classe. Lo sapevi che la classe energetica degli elettrodomestici cambia volto? Quest'anno con le nuove etichette energetiche le A+++ non ci saranno più.

9. Usa il coperchio quando cucini

Consumare meno gas, oltre a ridurre le emissioni può fare la differenza sulla tua bolletta a fine mese. Uno dei modi migliori per controllarne il consumo è cucinare in modo intelligente. Infatti, basta mettere un coperchio per ridurre i tempi di cottura e spegnere i fornelli quando la temperatura desiderata è raggiunta. In questo modo, oltre ad avere la pasta cotta a puntino, avrai anche fatto bene al pianeta.

10. Non far scorrere troppo tempo l'acqua, soprattutto calda

Chiudere i rubinetti, evitare che perdano e non far scorrere inutilmente l'acqua sono consigli che fa sempre bene ricordarsi. Queste considerazioni, però, assumono una maggiore importanza quando si tratta dell'acqua calda perché l'energia impiegata per portare il liquido a temperatura è più alto.
In commercio esistono anche dei riduttori di flusso da inserire nel miscelatore del rubinetto e comodi per risparmiare.
Con queste buone abitudini, se ci pensi, eviti di sprecare luce, gas e anche acqua in un colpo solo.

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche