Per info su attivazione luce e gas

010.848.01.61 Richiamata gratuita

Tu sei qui

Cittadinanzattiva: sostenibilità energetica e consapevolezza, c'è ancora tanto da fare

cittadinanzattiva

SI(e)NERGIA: l'indagine di Cittadinanzattiva sulla sostenibilità nel settore energetico

Presentato il 27 giugno 2018 lo studio condotto da Cittadinanzattiva sul tema della sostenibilità e della consapevolezza dei consumi energetici. I dati raccolti rivelano la necessità di una maggiore informazione a cui gli attori del mercato energetico dovranno far fronte.

Quanto si è fatto e quanto c'è ancora da fare? A rispondere sono gli ospiti dell'incontro SI(e)NERGIA, cittadini ed imprese per la sostenibilità organizzato da Cittadinanzattiva. 

Cos'è la sostenibilità energetica?

La ricerca di Cittadinanzattiva, condotta su un campione non rappresentativo, indaga il concetto di sostenibilità energetica la cui definizione è indicata dall'obiettivo 7 dell'agenda ONU 2030:

  1. accesso universale ai servizi energetici;
  2. evoluzione verso un mix energetico più rinnovabile;
  3. efficienza energetica.

Il campione intervistato da Cittadinanzattiva si è mostrato coscente rispetto al tema trattato: la sostenibilità riguarda l'efficienza energetica (63%) e la diffusione delle fonti rinnovabili (62%). Altrettanta consapevolezza manca rispetto agli strumenti ed alle scelte individuali che favorirebbero l'uso sostenibile dell'energia. Ed è questo un punto che fa riflettere e fa nascere l'esigenza di maggiore informazione rispetto al ruolo cruciale del cittadino nel perseguimento della sostenibilità.

Un cittadino su due, infatti, ignora le detrazioni fiscali previste in caso di efficientamento energetico della propria abitazione, oppure la provenienza dell'energia consumata (65%).

Come compilare il modulo dell'Enea per nuovi infissi? Sapevi che se sostituisci le finestre puoi beneficiare delle detrazioni fiscali previste dallo Stato? Scopri in quali casi hai diritto all'incentivo al 65% e come fare la domanda per la richiesta sul sito dell'Enea.

Quali sono gli indicatori dell'affidabilità di un fornitore di energia elettrica?

Anche in questo caso il campione si mostra sensibile alle problematiche energetiche: circa il 74% degli intervistati annovera tra gli indicatori di affidabilità dei fornitori di luce e gas l'attenzione all'ambiente ed ai dipendenti. Nonostante ciò, il 54% di loro non sarebbe disposto a cambiare offerta per sottoscriverne una con energia rinnovabile nel caso non fosse la più economica. Insomma, l'energia pulita va bene solo se non fa aumentare la bolletta, la cui leggibilità è già aggravata dalle troppe voci presenti in essa. Il 47% infatti dichiara di leggere la bolletta per intero ma di non comprendere la composizione delle voci ed i relativi importi; solo il 13% afferma di leggerla e di averne chiara la composizione. Altro aspetto critico, cui bisogna far fronte.

Così come ha espresso Marco Margheri, direttore Affari Istituzionali e Sostenibilità di Edison, durante l'incontro organizzato da Cittadinanzattiva: la bolletta dell'energia è un veicolo fondamentale per la costruzione della fiducia con il cliente ed il futuro del mercato energetico dovrà passare anche attraverso una modernizzazione e chiarificazione delle fatture di luce e gas. La chiave di svolta risiede nella digitalizzazione dei servizi e nella convergenza del mercato energetico con nuovi mercati (si pensi ad esempio alla domotica o alla manutenzione impianti), nonché nel suo completamento, conclude Margheri. 

Qual è il futuro per il mercato di luce e gas? 

  1. Digitalizzazione
  2. Costruzione di consapevolezza
  3.  Innvoazione

Sono questi i punti chiave su cui convergono gli ospiti dell'incontro SI(e)NERGIA. Nicola Lanzetta, Responsabile Mercato Italia di Enel, racconta i passi fatti da Enel Energia nel perseguimento di tali obiettivi: dalla riorganizzazione aziendale in chiave digital, alla bolletta digitale, alla chat bot, fino ad arrivare alle Special Offer ovvero le offerte speciali di Enel di durata settimanale o mensile con sconti sul prezzo dell'energia per attivazioni online.

L'investimento sull'efficienza energetica, invece, ha contraddistinto Eni negli ultimi anni: Mauro Fanfoni, Direttore Strategy, Innovation and Energy Management di Eni racconta del lavoro fatto per la creazione di consapevolezza negli utenti circa il loro ruolo cruciale nell'uso sostenibile dell'energia. Genius è lo strumento messo a punto da Eni per sensibilizzare i consumatori all'utilizzo efficiente degli elettrodomestici ed al risparmio energetico, cui consegue un risparmio concreto in bolletta. L'obiettivo per il prossimo futuro sarà quello di poter offrire al cliente un'offerta personalizzata e di semplificare la relazione con l'utente attraverso un uso sempre più massiccio del digital. Obiettivo già ben noto a Sorgenia che, come ribadito dal Direttore Generale Simone Lo Nostro, punta a sorpassare i canali di vendita tradizionali a favore di quelli digitali.

Comparazione per costruire la consapevolezza e fiducia

Insomma, tutti i fornitori di luce e gas sembrano raccogliere le criticità emerse dalla ricerca di Cittadinanzattiva e farne un bagaglio utile per migliorare la fruibilità dei propri servizi e rafforzare la relazione con i propri clienti anche in vista della completa liberalizzazione del mercato. Così come sottolinea, Simone Zamblera, responsabile business unit consumer di Acea Energia, che pone l'accento sui dati emersi circa la pratica del cambio fornitore: il 59% del campione non rappresentativo non ha mai cambiato fornitore, il 27% ha cambiato entrambi i gestori e la restante parte ha effettuato un cambio fornitore o di luce o di gas. I dati dell'indagine sono lo specchio di un mercato i cui clienti restano in maggioranza legati alle tariffe regolamentate. Segno di un mercato statico che rappresenta una sfida e una grande opportunità per i fornitori.

Per venire incontro alle esigenze di confronto offerte dei cittadini interverrà il Portale di comparazione instituzionale, che sarà online già da domenica primo luglio con l'elenco delle offerte PLACET, così come affermato da Alessio Borriello, Direttore Sviluppo Startegico e Comunicazione dell'Acquirente Unico. Il portale sarà uno strumento di comparazione offerte messo a punto dal Gestore del Sistema Informativo Integrato in base alle disposizioni dell'ARERA (Autorità di Regolamentazione per Energia Reti e Ambiente). 

Confronto offerte luce e gas
migliori offerte

I fornitori sono sempre di più ed offrono tariffe, servizi e sconti super convenienti. Confrontare le offerte è il primo passo per orientarsi nell'affolato mondo dei fornitori di energia elettrica e gas metano.

Non c'è sostenibilità energetica senza il sostegno delle istituzioni

A conclusione dell'incontro, in cui imprese ed istituzioni si sono confrontate sul tema della sostenibilità energetica e della consapevolezza degli utenti finali, è intervenuto Guido Bortoni, presidente uscente dell'ARERA che pone l'accento sulla sinergia come guida per la transizione energetica del paese. La sostenibilità energetica infatti, non è solo un obiettivo che grava su aziende e clienti finali, ma deve includersi in un progetto più ampio che vede la sinergia tra attori del mercato energetico, clienti ed instituzioni. 

La sensibilità rispetto al tema della sostenibilità insieme con la normativa europea hanno messo in scena nuovi protagonisti: le fonti di energia rinnovabili e l’efficienza energetica, entrambi strumenti per la decarbonizzazione dell’energia, processo ancora in atto. Il completamento del processo di decarbonizzazione della produzione di energia elettrica richiederà tempo ed un serio impegno da parte delle istituzioni.

L'obiettivo sarà quello di incrementare i consumi elettrici, raggiungendo una situazione che per molti può risultare paradossale: consumare elettricità per aiutare l’ambiente. Per gli addetti ai lavori, spiega Bortoni, quest'obiettivo non è affatto bizzarro. D'altro canto non bisogna dimenticare il settore del gas, soprattutto alla luce della diffusione delle fonti rinnovabili gas a livello locale, a tal proposito l'attenzione sarà rivolta all'introduzione nelle reti del biometano, con il ricorso di tecniche di produzione di metano a partire di CO2.

Aggiornato il