Per info su attivazione luce e gas

010 848 01 61 Richiamata gratuita

Allaccio temporaneo per Cantiere o usi diversi: come fare?

trasloco utenze domestiche

Info Attivazione Contatore, Allaccio e Voltura luce e gas

Servizio gratuito e attivo  .

trasloco utenze domestiche

Info Attivazione Contatore, Allaccio e Voltura luce e gas

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Compila il form per essere ricontattato o visita il nostro comparatore.

Stai costruendo una nuova casa e hai la necessità di avere luce all'interno del cantiere? Come fare e a chi rivolgersi? Quali sono le tempistiche per un allacciamento di cantiere?

Allacciamento Temporaneo per Cantiere

numero verde enel allaccio temporaneo

Allaccio per Cantiere: come richiederlo?

Con il termine allaccio di cantiere ci si riferisce alla possibilità di poter richiedere un allacciamento di luce all’interno del cantiere, durante i lavori di costruzione di una casa. In questo caso, il tipo di allacciamento di cui si ha bisogno è un allacciamento temporaneo. Caratteristiche di un allaccio per cantiere:

  • Periodo limitato di tempo che, normalmente, corrisponde alla durata dei lavori di costruzione dell’abitazione;
  • Durata inferiore ai tre anni (generalmente la durata di questi allacciamenti temporanei può essere prorogata fino ad un massimo complessivo di sei anni se il cliente ne fa richiesta motivata).

Può capitare che la costruzione del nuovo edificio non venga conclusa entro i termini prestabiliti: in questo caso si può richiedere una proroga del contratto (da inoltrare almeno 30 giorni prima della data di scadenza), che cesserà automaticamente allo spirare del termine.

Che potenza è necessaria per il tuo cantiere?

Dipendendo dai lavori necessari per la costruzione della casa, varia la potenza del contatore impiegato nel cantiere. Per semplici lavori di ristrutturazione di una abitazione, sarà sufficiente avere un contatore di 3 KW di potenza. Per la costruzione di una nuova casa o lavori piú complessi, la potenza richiesta sarà sicuramente maggiore e varierà dai 4,5 ai 6 KW, fino ad arrivare a 10 KW in caso di grossi cantieri per la costruzione di capannoni o interi edifici.

Con l'aumentare della potenza, varierà anche il costo che dovrà affrontare il cliente. Per l'allacciamento temporaneo, i costi da sostenere sono:

  • Quota distanza (fino a 200m sono circa 185 €);
  • Quota potenza di circa 70 € per ogni KW di potenza del contatore;
  • Quota fissa di costi amministrativi ed oneri di gestione.

Allacciamento temporaneo per usi diversi da Cantiere

modulo richiesta allaccio temporaneo

Allaccio Temporaneo usi diversi da Cantiere

Un allacciamento temporaneo usi diversi ha una durata prevista inferiore ad un anno, rinnovabile al massimo per un ulteriore anno.; a differenza dell'allacciamento temporaneo da cantiere, la cui durata massima è di 3 anni, rinnovabile di ulteriori 3 anni, in conformità alla concessione edilizia. In entrambi i casi l'eventuale rinnovo della fornitura deve essere richiesto entro la data di scadenza, altrimenti possono essere richiesti altri costi aggiuntivi rispetto al contributo pagato inizialmente.

L'intestatario del contratto per l'utenza per usi diversi da cantiere può essere una società (contratto con partita IVA) o anche una persona fisica. La tipologia della tariffa sarà in questi casi la bassa tensione per altri usi, comunemente chiamata BTA. Ci sono diverse tipologie di tariffa a seconda della potenza richiesta, che deve essere stabilita quando si invia la domanda. La potenza necessaria è un'informazione importante da valutare in funzione dell'utilizzo finale dell'elettricità. Una volta attivata l'utenza è possibile chiedere un eventuale aumento di potenza al proprio fornitore. Il costo dell'aumento, indicato in un preventivo del distributore, viene determinato a forfait oppure in base alla spesa relativa per i lavori necessari.

Come richiedere un Allaccio per Cantiere o altri usi

La richiesta per l'allacciamento può essere inviata a due soggetti diversi in base alle esigenze.

  1. Allacciamento senza attivazione della fornitura:
    Se il cliente desidera effettuare solo l'allacciamento, senza attivare l'utenza con la sottoscrizione di un contratto di fornitura deve rivolgersi al distributore competente in quella zona contattando l'apposito numero verde.
  2. Allacciamento e attivazione della fornitura:
    In questo caso ci si può rivolgere ad una società di vendita, un fornitore per stipulare un contratto di fornitura. Il fornitore trasmette la richiesta al distributore entro 2 giorni lavorativi per l'allacciamento e poi per la successiva attivazione del contatore.

Come è facile immaginare la domanda in genere si trasmette direttamente ad un fornitore per avviare la pratica sia per l'installazione del contatore che per la sua attivazione.
La richiesta può essere presentata di persona ad uno sportello sul territorio, se presente, attraverso il call center del servizio clienti oppure inviando una domanda scritta da spedire via posta, tramite fax o via email. Nella richiesta si deve indicare la potenza impegnata ossia i kW necessari per la fornitura, la tensione di alimentazione tra 230 e 400 V, e l'indirizzo dell'utenza.

Una volta che il fornitore ha ricevuto la documentazione la consegnerà al distributore, che a sua volta provvederà ad inviare un preventivo con il costo e le tempistiche relative all’allacciamento di cantiere. Il cliente può decidere di accettarlo o rifiutarlo, senza incorrere in nessun costo. Se il preventivo presentato viene accettato dal cliente, questo può comunicare la sua decisione al fornitore contattandolo per telefono, per email o pagando direttamente.

Il preventivo ha una scadenza! Il preventivo non può valere meno di 3 mesi, ma se lo si lascia scadere, sarà necessario richiedere un nuovo preventivo per l’allacciamento temporaneo.

Quanto tempo occorre per un Allaccio Temporaneo?

Una volta inoltrata l'accettazione del preventivo proposto, il tempo per l'attivazione può essere di due tipi:

  • 5 giorni lavorativi per allacciamenti di cantiere con potenza disponibile entro i 40 kW e una distanza massima di 20 metri dagli impianti di rete permanenti esistenti
  • 10 giorni lavorativi per allacciamenti con potenza superiore ai 40 kW e una distanza massima superiore ai 20 metri dagli impianti di rete permanenti esistenti

Quant'è il Costo di un Allaccio Temporaneo per Cantiere o usi diversi

Per un allacciamento temporaneo il costo varia in base alle situazioni e alla potenza richiesta dall'utente.

Una volta trasmessa la richiesta il distributore locale effettua un eventuale sopralluogo per valutare i lavori di connessione e redigere il preventivo della spesa. Il costo dell'allacciamento temporaneo è indicato nel preventivo inviato al cliente che formula il distributore locale. 

  • Per un allacciamento temporaneo il costo cambia in base al caso:
  • Allacciamento per utilizzo prolungato nel tempo: a beneficio di diversi soggetti es. aree per spettacoli viaggianti, manifestazioni ecc. 
    contributo forfettario previsto per un allaccio permanente standard per la prima realizzazione, per le richieste successive una quota fissa di circa 26 euro (ridotto del 50% se è possibile la telegestione) e un contributo per i costi amministrativi di circa 27 euro
  • Allacciamento in bassa tensione fino a 40 kW: contributo a forfait variabile a seconda del numero di richieste e della presenza o meno di un attraversamento stradale (se non è necessaria nuova cabina di trasformazione MT/BT e se la distanza non è superiore a 20 metri dal'impianto già esistente)
  • Negli altri casi: contributo di spesa sostenuta dal distributore locale

Nel preventivo dettagliato della spesa sono indicate tutte le voci di spesa del costo come i materiali, la manodopera e le spese generali. Per connessioni in bassa tensione il preventivo deve avere una validità minima di 3 mesi, durante i quali il cliente può accettare il preventivo. Dopo la scadenza di tale termine, si deve presentare una nuova richiesta per ottenere l'allacciamento.