Cambio fornitore in un giorno: ora è una certezza! Ecco quando si potrà

aggiornato il
min di lettura
confronto luce e gasconfronto luce gas

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi?

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

confronto luce e gasconfronto luce gas

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi?

Confronta ora le migliori tariffe o parla con un esperto prendendo un appuntamento telefonico gratuito.

Cambio fornitore un giorno.
Dal 2026 si potrà cambiare fornitore luce in un giorno: cosa cambierà nel mercato?

Pubblicato da Francesco Ursino e revisionato da Marina Lanzone il 19 luglio 2023  ||  ⏳ tempo di lettura 7 min.

Ora è una certezza: ARERA ha confermato che dal 2026 sarà possibile cambiare fornitore luce in un solo giorno, con procedure più snelle e rapide. Facciamo allora un confronto con la situazione attuale, e cerchiamo di ipotizzare le modifiche che questo provvedimento porterà sul mercato.

Gli utenti sono abituati a cambiare fornitore con sempre maggiore frequenza. D’altra parte, passare da una compagnia all’altra ha i suoi vantaggi, visto che può consentire di approfittare di periodi promozionali sui prezzi mensili, così come di bonus e programmi fedeltà.

Nel mercato energetico attuale, il cambio di fornitore è un processo che può portare via diverso tempo. In un futuro nemmeno troppo lontano, a partire da gennaio 2026, tutto il procedimento verrà svolto in un solo giorno.

Prima di spiegare come avverrà questo cambio, ti segnaliamo che se vuoi essere sempre aggiornato sulle migliori tariffe del mercato libero è sufficiente iscriverti al nostro canale Telegram. Così, la prossima volta che vorrai cambiare fornitore, saprai con maggiore certezza quale offerta luce e gas sarà in grado di alleggerire la tua bolletta e farti risparmiare.

La situazione attuale: come cambiare fornitore oggi?

Le procedure di cambio fornitore oggi sono definite da ARERA, Autorità di Regolazione Energia Reti e Ambiente. L’iter da seguire è piuttosto semplice e riguarda tutte le compagnie che operano sul mercato energetico.

Immaginiamo allora di voler cambiare gestore oggi, a luglio 2023. Ci ritroveremmo davanti a una situazione di questo tipo:

  1. il primo passo è scegliere la nuova tariffa. È possibile mettersi alla ricerca in autonomia, oppure farsi aiutare dagli Esperti di Selectra chiamando lo 02 8295 809702 8295 8097prenotando un appuntamento;
  2. dopo aver individuato l’offerta giusta, è possibile sottoscrivere il contratto in molti modi. Ormai la maggioranza delle utenze si attiva via internet, ma sono comunque disponibili numeri verdi e sportelli fisici dei vari fornitori;
  3. per velocizzare la pratica, dovrai presentare dei documenti. Tra questi ci sono i dati dell’intestatario del contratto, codice POD (per la luce) o codice PDR (per il gas), recapiti telefonici ed email. Trovi l’elenco completo nello speciale sui documenti per il cambio fornitore;
  4. la procedura è gratuita ormai nella totalità dei casi. Da gennaio 2024, però, gli operatori del mercato luce potranno applicare una penale per il recesso anticipato nei contratti a prezzo fisso;
  5. durante l'intera procedura non si registreranno interruzioni del servizio, né verranno effettuati lavori sul contatore, a meno di casi particolari.

Rimane adesso da specificare il dettaglio sulle tempistiche. Il punto di partenza per capire quanto tempo è necessario aspettare per cambiare fornitore è il seguente:

Il cambio di fornitore diventa effettivo sempre dal 1° giorno del mese, e le tempistiche dipendono da quando viene effettuato il contratto. Per i clienti domestici possono passare da uno a due mesi, in base all’attivazione della fornitura.

Se il nuovo contratto viene sottoscritto a inizio mese e il fornitore dà inizio alla procedura entro i primi 10 giorni, il passaggio avviene il mese successivo. Ad esempio, se il venditore avvia la procedura entro il 10 luglio, il cambio parte dal 1° agosto, altrimenti slitta al mese dopo, e partirà dal 1° settembre.

I tempi sono legati anche al diritto di ripensamento! Una dinamica poco conosciuta riguardo alle tempistiche delle attivazioni delle offerte luce (ma anche del gas) è quella legata al diritto di ripensamento. È possibile avvalersi di tale diritto per 14 giorni a partire dalla sottoscrizione della tariffa. Durante questo periodo, il fornitore aspetta a inviare la richiesta del passaggio, perché il cliente potrebbe annullare il contratto, facendo allungare i tempi della procedura. Con molte compagnie, però, è possibile rinunciare al ripensamento in fase di sottoscrizione e far partire immediatamente la pratica. In questo modo si accorciano i tempi.

Prospettive per il futuro: come si potrà cambiare fornitore dal 2026?

L’esigenza di una procedura più snella, riguardante il cambio di fornitori, è ben avvertita dalle Istituzioni. D’altra parte, sono le dinamiche del mercato a suggerire una maggiore flessibilità nel passaggio da un operatore all'altro. La relazione ARERA 2023, a questo proposito, sottolinea ancora una volta come il tasso di switch (ovvero di cambio fornitore) sia in aumento, a dimostrazione del fatto che gli utenti si trovino sempre più a loro agio con questa pratica.

Considerato ciò, non sorprende che già dal 2021 il tema fosse entrato nel dibattito politico. Il decreto 8 novembre 2021, n. 210, relativo a norme comuni per il mercato interno dell'energia elettrica, all’articolo 7 comma 3 specificava la necessità di proporre procedure per il cambio fornitore da portare a termine in un solo giorno:

“L'ARERA, entro un anno dall'entrata in vigore del presente decreto [il 2021, ndr], avvia una consultazione degli operatori attivi nel mercato interno dell'energia elettrica e delle organizzazioni rappresentative iscritte nel registro di cui all'articolo 45 del decreto legislativo 3 luglio 2017, n. 117, al fine di adottare uno o più atti regolatori idonei a garantire che, al più tardi a far data dal 1° gennaio 2026, sia assicurato il diritto dei clienti a cambiare fornitore entro ventiquattro ore dalla richiesta.”

DECRETO LEGISLATIVO 8 novembre 2021, n. 210

A questo primo riferimento normativo è seguito l’importante consultazione ARERA 705/2022/R/eel del 20 dicembre 2022, dove si è entrati nel merito delle procedure da effettuare per snellire tutto il processo. In particolare, ci si è concentrati sulle funzioni del SII (Sistema Informativo Integrato), che ha il compito di gestire i flussi di informazioni nelle fasi di switch. Nella fonte citata si legge:

“La richiesta di cambio fornitore al SII costituirà la fase finale del processo di cambio fornitore, rendendo possibile un sensibile accorciamento dell’intervallo temporale tra la data in cui è effettuata la richiesta al SII e la data di decorrenza del nuovo contratto; intervallo temporale che sarà sicuramente più breve dell’intervallo attuale e potrà arrivare a un minimo di 24 ore in un giorno lavorativo a determinate condizioni, facendo in modo che l’intero processo, a partire dalla sottoscrizione del contratto da parte del cliente finale, si concluda sempre entro 3 settimane.”

Consultazione ARERA 705/2022/R/EEL

Per ultimo, la definitiva conferma è arrivata dalla relazione ARERA 2023, nel capitolo dedicato ai “Primi orientamenti in merito alla riforma del processo di cambio fornitore in 24 ore nel settore elettrico”. Il processo di switching, si legge, verrà adeguato al “contesto evoluto” del mercato dell’energia, rendendo possibile il cambio fornitore in 24 ore.

In che modo evolverà il mercato luce dopo questa novità?

È interessante prospettare già da ora alcuni cambiamenti legati al mercato energetico in seguito all’introduzione del processo di cambio fornitore in un giorno. Per adesso la discussione ha riguardato soprattutto le procedure “invisibili” al cliente finale, con considerazioni sulle fasi di pre-check e switching preventivo, oltre che sul ruolo del SII. È difficile ipotizzare già ora eventuali cambiamenti nell'iter di attivazione, che comunque dovrebbe continuare a essere basato sui canali impiegati già oggi, ovvero internet, telefono e sportelli fisici.

Certo è che rendendo il cambio di fornitore ancora più veloce e rapido, gli utenti non potranno che far tesoro dell'opportunità. Il tasso di switch, così, potrebbe aumentare ancora di più, a tutto vantaggio della libera concorrenza.

Se gli utenti sono in grado di cambiare offerta con molta facilità, va da sé che i fornitori dovranno fare di tutto per cercare di trattenere i loro clienti. Ciò potrebbe stimolare un circolo virtuoso che vede le diverse compagnie impegnate a proporre pacchetti sempre più interessanti e ricchi di opzioni. Le offerte del mercato libero, pertanto, potrebbero diventare ancora più appetibili, con una competizione che riguarderà sempre di più non solo le condizioni economiche, ma anche tutti gli elementi di contorno, quali bonus e vantaggi.

Vuoi cambiare ora? Confronta le offerte del mercato libero

In attesa delle novità previste per il 2026, non dimenticare che passare da una compagnia all'altra già oggi è una procedura piuttosto semplice da portare a termine. I motivi per cambiare possono essere molti, e vanno dalla semplice ricerca di una tariffa più vantaggiosa economicamente, all'identificazione di un pacchetto di bonus e vantaggi più vicino alle proprie necessità. Per aiutarti, abbiamo riunito qui di seguito le tre offerte più interessanti del momento:

Offerte Luce e Gas: la classifica delle tariffe più convenienti di Febbraio 2024
POSIZIONENOME OFFERTASPESA* (€/mese)
first-place


Prima Posizione

Sorgenia Next Energy Sunlight Luce e Gas
sorgenia
Tariffa indicizzata
LUCE: 46,8€
GAS: 80€

02 8295 8095 Attiva online Sconto 60€ Attiva online (Sconto 40€)
secondo


Seconda Posizione

NeN Special 48 Luce e Gas

a2a
Tariffa prezzo fisso
Esclusiva online
LUCE: 49,5 €
GAS: 85,2 €

Attiva online Sconto 96€ Attiva online (Sconto 96€)
third-place


Terza Posizione

Eni Plenitude Trend Casa luce e gas
a2a
Offerta a prezzo indicizzato
LUCE: 51,7 €
GAS: 83,4 €

02 8295 8093 Attiva online Sconto 12€ Attiva online (Sconto 12€)
Parla con noi

*La spesa mensile è stata calcolata con una stima del prezzo medio del PUN (luce) e del PSV (gas) del prossimo anno realizzata dall'Autorità e con un consumo di 1800 kWh/anno per la luce e 800 Smc/anno per il gas ad uso riscaldamento di una famiglia di 3 persone.

Curiosità sul podio delle offerteNen ti regala un bonus di 96€ mentre con Sorgenia lo sconto è di 150€ se attivi luce, gas e fibra, di 30€ attivando solo due forniture tra luce, gas e fibra. 

La varietà di scelta è notevole, con offerte a prezzo fisso e variabile, sconti, bonus e programmi fedeltà. Non va dimenticato poi che sempre più forniture sono realizzate a partire da energie rinnovabili, per una sostenibilità superiore. Se vuoi una mano a scegliere puoi chiamare lo 02 8295 809702 8295 8097prenotare un appuntamento. Potrai parlare con un Esperto Energia in modo totalmente gratuito e senza impegno.

Fonti legate al Cambio Fornitore in 1 giorno

Decreto 2021, n. 210

Testo completo del DECRETO LEGISLATIVO 8 novembre 2021, n. 210, attuazione della direttiva UE 2019/944, del Parlamento europeo e del Consiglio, del 5 giugno 2019, relativa a norme comuni per il mercato interno dell'energia elettrica.

Consultazione ARERA 705/2022/R/EEL

Testo completo della Consultazione ARERA 705/2022/R/EEL, primi orientamenti in merito al processo di cambio fornitore "in 24 ore" nel settore energetico.

Ti potrebbe interessare anche