Bonus busta paga 3.000 euro: ecco quali modalità di erogazione

aggiornato il
min di lettura
google news

Non restare indietro! 

Bolletta alta, migliori offerte a prezzo fisso e bonus bollette: segui Luce-gas.it su Telegram!

Bonus busta paga 3.000 euro

Pubblicato da Carmela Maggio il 21/11/2022  ||  ⏳ tempo di lettura 2 min.

Il Decreto Aiuti Quater ha ormai confermato il nuovo limite di fringe benefit per il Bonus busta paga 3.000 euro. Infatti, i lavoratori potranno beneficiare dell'erogazione dei buoni carburante e spesa o del rimborso delle bollette di luce, gas e acqua da parte dei datori di lavoro volontariamente.

L'Agenzia delle Entrate, con la circolare del 2022 n. 35/E ha espressamente fornito dei chiarimenti in merito alle modalità di erogazione del Bonus busta paga 3.000 euro. Prima di tutto, il documento dell'Agenzia delle Entrate attesta che le utenze domestiche devono essere immobili ad uso abitativo posseduti dal dipendente lavoratore, dai suoi familiari o dal coniuge. Ma quali sono le modalità di erogazione?

Vuoi rimanere sempre aggiornato?Seguici su Google News per conoscere sempre tutte le ultime novità sul mondo dell'energia.

Quali sono le modalità di erogazione del Bonus busta paga 3.000 euro?

A fronte della documentazione che prova le fatture riferite alle bollette di luce e gas o agli altri fringe benefit trasmessa al datore di lavoro da parte del lavoratore, poi, il datore procede a versare il Bonus 3.000 euro direttamente in busta paga. Dal momento in cui non si possono fornire le documentazioni ufficiali da parte del lavoratore dipendente si può comunque compilare un'autodichiarazione che attesa gli avvenuti pagamenti.

Inoltre, è il datore di lavoro che decide le modalità di erogazione del Bonus busta paga 3.000 euro, a chi e di quale importo. In più, sarà possibile l'erogazione dei fringe benefit non solo alle categorie di lavoratori ma anche ad personam. Infine, nei massimali di 3.000 euro è possibile pagare più fatture e comprendere le utenze intestate al condominio. Se vuoi documentarti tramite il documento ufficiale dell'Agenzia delle Entrate, qui trovi la circolare n. 35/E.

Di conseguenza, vengono ripartite tra i condomini, includendo il lavoratore dipendente. Infine, non si può superare il limite di 3.000 euro per questo Bonus busta paga fringe benefit.

Ti potrebbe interessare anche