Per info su attivazione luce e gas

010 848 01 61 Richiamata gratuita

10 mila punti per la ricarica dell'auto elettrica

Il piano dell'enel verrà presentato a breve: 10 mila nuove stazioni di ricarica per rilanciare il mercato dell'auto elettrica in Italia, in ritardo rispetto agli altri paesi europei.

auto elettrica

Nuovi punti di ricarica per l'auto elettrica

In Italia nel settore delle auto elettriche siamo in forte ritardo rispetto agli altri paesi europei.
Uno dei motivi è il prezzo delle auto elettriche ancora troppo elevato rispetto alle auto classiche a benzina o diesel. Gli incentivi statali ci sono, come l'esenzione dal bollo per 5 anni, sconti sull'assicurazione, accesso libero a ZTL e parcheggi blu, tuttavia ancora non sono così determinanti per poter spingere gli acquisti.

Un altro aspetto di fondamentale importanza è la rete degli impianti di ricarica elettrica. Per un ulteriore sviluppo delle auto elettriche è indispensabile la diffusione delle colonnine nel territorio, per garantire agli utenti la possibilità di ricaricare anche lontano da casa.


Nuovi punti di ricarica per l'auto elettrica nel piano Enel 

L'Enel ha annunciato il piano per l'espansione dei punti di ricarica elettrica, che verrà presentato ufficialmente alla fine di ottobre 2017. Il programma di Enel è stato ampliato dopo dei colloqui con le compagnie petrolifere e Assopetroli riguardo la possibilità di una collaborazione con gli impianti già esistenti di carburante.

I nuovi punti di ricarica da installare per le auto elettriche saranno da 9 a 12 mila.

Con lo sviluppo della rete si intende realizzare un'infrastruttura di ricarica elettrica capillare nel territorio italiano. L'investimento per la mobilità elettrica sarà di circa 300 milioni, utilizzando anche fondi europei. Le colonnine elettriche saranno aperte al pubblico per ricaricare l'auto quando si è in viaggio lontani dalla colonnina privata presente in casa.

Offerte luce

010.848.01.61

Il mercato dell'auto elettrica mondiale e in Italia

Una svolta nella concorrenza globale del settore dell'auto elettrica è arrivata anche dalla Cina.
Tra l'inquinamento ambientale inarrestabile ed un rilancio delle fonti di energia rinnovabili, la Cina ha deciso di pretendere delle quote obbligatorie di auto elettriche per accedere al suo mercato.
La percentuale richiesta alle industrie scatta da subito e verrà incrementata per arrivare al 20% nel 2025.

ricarica auto elettrica

Ricarica di un'auto elettrica

Il mercato dell'auto elettrica, sostenuto da incentivi statali, è in forte crescita in alcuni paesi del Nord Europa, come Norvegia, Paesi Bassi, Francia, Regno Unito e Germania ed anche in USA, Cina e Giappone.
In Italia nel 2016 le auto elettriche immatricolate sono state solo lo 0,1% del totale, in diminuzione rispetto all'anno precedente.
Se stai pensando di comprare una vettura elettrica, scopri i nostri consigli per l'acquisto e l'utilizzo.
I tempi stanno cambiando anche grazie all'impegno dei maggiori gruppi automobilistici.
Con il progetto Eva +, Enel prevede l'installazione di 200 colonnine di ricarica veloce lungo le linee extraurbane. Il progetto è in collaborazione con Verbund (principale società elettrica austriaca) insieme a costruttori come Renault, Nissan, BMW e Volkswagen Group Italia.

A Roma è stato presentato ad ottobre 2017 il progetto del Gran Premio per le monoposto elettriche della Formula E. Il tracciato è sviluppato nel quartiere Eur e la prima edizione andrà in scena ad aprile 2018.

Le colonnine di ricarica per l'auto elettrica

Coloro che hanno un'auto elettrica hanno due possibilità per la ricarica:

  • colonnina privata
    Il punto principale per la ricarica è la casa: è sufficiente installare una piccola stazione di ricarica a muro, oppure fornirsi di opportune prese per l'alimentazione dell'auto attraverso le normali prese di corrente domestiche.
  • colonnina pubblica
    Sparse sul territorio, sono a disposizione di tutti i clienti, il pagamento può avvenire secondo diverse modalità, tramite carta di credito o debito, con la tessera del gestore oppure attraverso l'App dedicata.

Per la ricarica privata è necessario un aumento di potenza?L'aumento della potenza del contatore della luce da 3 kW non è necessario. Nella maggior parte dei casi è possibile ricaricare completamente la batteria dell'auto elettrica nelle ore notturne, se non usiamo contemporaneamente altri elettrodomestici energivori. Se invece si vuole una maggiore flessibilità per la ricarica durante il giorno o nello stesso tempo degli utilizzi domestici, è possibile richiederne un aumento.

Attualmente in tutta Europa sono presenti circa 3.600 stazioni per la ricarica con la tecnologia Enel. Purtroppo solo una piccola parte di queste si trova in Italia, 179 sono a Firenze e in progetto 700 punti nella città di Roma.
Attraverso il portale Enel Drive puoi scoprire la rete di distribuzione articolata in tutta Italia lungo le principali vie di transito. Inoltre nel web si trovano numerose applicazioni per individuare i punti di ricarica per le auto elettriche, sia in Italia che in tutta Europa.
Ci auguriamo una svolta decisiva per lo svilupppo dell'auto elettrica anche nel nostro bel paese, così come sta avvenendo nel resto del mondo.