ARERA gas gennaio 2024: cala il valore del PSV, ma aumentano le bollette

aggiornato il
min di lettura
confronto luce e gasconfronto luce gas

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi?

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

confronto luce e gasconfronto luce gas

Quali sono le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi?

Confronta ora le migliori tariffe o parla con un esperto prendendo un appuntamento telefonico gratuito.

Prezzo gas gennaio 2024
Gennaio 2024: cala il valore del PSV, ma aumenta il costo della bolletta. Ecco tutti i dettagli

Anche dopo la fine del Tutelato, ARERA continua ad aggiornare mensilmente il PSV. Il comunicato di gennaio 2024 segna un ulteriore calo del valore della materia prima, seguendo l'andamento avviato negli ultimi mesi del 2023. Tuttavia, nonostante questa tendenza decrescente, i costi sulla bolletta sembrano aumentare. Scopriamo perché.

Prima di tutto è fondamentale sapere che le tariffe gas di ARERA si basano sulla media mensile dei prezzi registrati dal PSV(Punto di Scambio Virtuale), che possiamo descrivere come il costo all'ingrosso del gas nel mercato italiano. Come possiamo vedere dalla tabella, il PSV attuale è di:

Prezzo gas PSV Gennaio 2024
MesePrezzo €/MWhPrezzo €/Smc
Gennaio 202431,19 €/MWh0,333 €/Smc
Maggiori informazioni? 02 8295 8097 Maggiori informazioni? 02 8295 8097
Parla con noi Gratis

Il PSV è un valore importante, in quanto, permette di farci un'idea sull'andamento del mercato.

Perché è ancora importante il prezzo del gas nel 2024? Perché la bolletta è aumentata? Cosa ci aspetta nel mercato gas per il 2024?

Se vuoi conoscere la risposta a queste domande, continua a leggere l'articolo e iscriviti al nostro canale Telegram per rimanere aggiornato e scoprire le migliori offerte gas per il 2024.

Prezzo del gas gennaio 2024: il comunicato di ARERA

ARERA ha comunicato il valore della materia prima di gennaio 2024. Come detto anticipatamente, il valore del PSV segna un calo rispetto ai mesi precedenti. Tuttavia, questo comunicato mette in luce diverse novità all'interno del mercato del gas. In primo luogo, possiamo notare che l'aggiornamento mensile di ARERA di gennaio fa riferimento esclusivo ai clienti del Servizio di Tutela della Vulnerabilità.

"A partire dal mese di gennaio 2024, il servizio di tutela gas è stato sostituito dal servizio di tutela della vulnerabilità, destinato ai soli clienti domestici vulnerabili. Pertanto, da gennaio 2024, l’Autorità, con gli stessi tempi e modalità dei mesi scorsi, pubblica sul sito la componente del prezzo del gas a copertura dei costi di approvvigionamento, applicata ai clienti del servizio di tutela della vulnerabilità."

ARERA.it, comunicato stampa "Gas: Arera comunica il valore della materia prima del Servizio di tutela della vulnerabilità".

Dal 1 gennaio 2024 è attivo il Servizio di Tutela della Vulnerabilità, una continuazione del Servizio di Maggior Tutela per determinate categorie di persone che presentano specifici requisiti. Proprio per questo, al fine di garantire una maggiore coerenza tra servizio e cliente, nel comunicato si presenta anche un nuovo "utente tipo": i consumi annui scenderanno dai 1400 Smc ai 1100 Smc.

Infine, nel comunicato è contenuto un piccolo suggerimento sul perché a partire da gennaio 2024 alcuni valori della bolletta aumenteranno:

"Si ricorda che per il gas, come per la gestione calore e teleriscaldamento, da gennaio sono state ripristinate per tutti i clienti le normali aliquote IVA."

ARERA.it, comunicato stampa "Gas: Arera comunica il valore della materia prima del Servizio di tutela della vulnerabilità".

Aumento della bolletta a gennaio 2024

Perché se il prezzo del gas è calato, la bolletta è aumentata?

Per comprendere l'aumento del metano sulla bolletta, è importante tenere a mente che il totale del gas da pagare è il risultato di diversi fattori:

  1. Costi per il trasporto e la gestione dei contatori;
  2. Oneri di sistema;
  3. Spesa per la materia gas naturale;
  4. IVA e imposte.

Analizziamo queste voci e capiamo il perché dell'aumento della bolletta.

 

Fonte: elaborazione su dati dell'Autorità - Tariffe Servizio di tutela della vulnerabilità (Gennaio 2024)

Tornano l'IVA al 22% e gli oneri di sistema

Se i costi di trasporto e di gestione e la spesa per la materia gas naturale oscillano di poco rispetto ai mesi precedenti, lo stesso non vale per le voci in bolletta dell'IVA e degli oneri di sistema.

IVA e imposte sono dei costi che vengono fissati dal Governo e che possono subire variazioni a seconda dell'andamento economico del Paese. Infatti, nel periodo successivo alla pandemia COVID-19 e allo scoppio della guerra tra Russia e Ucraina (che aveva portato un aumento del costo del gas), il governo Draghi aveva azzerato gli oneri di sistema e ridotto l'IVA in bolletta dal 22% al 5%. Queste due agevolazioni sono state attuate fino alla legge di bilancio 2024 che prevede appunto un'archiviazione del provvedimento volto all'agevolazioni sulla bolletta.

Vale a dire, che nel costo totale della bolletta gas, torneranno a influire gli oneri di sistema e l'IVA al 22%.

Prezzo gas 2024: perché è importante dopo la fine del tutelato

Il 2024 ha portato notevoli cambiamenti nel campo dell'energia: dal 1 gennaio è terminato il Servizio di Maggior Tutela per il gas.

Nel Mercato Tutelato, il PSV influenzava le tariffe stabilite dall'ARERA per gli utenti che non si erano ancora affidati a un fornitore del mercato libero. Perché se si è passati alla liberalizzazione del mercato è ancora importante conoscere l'andamento del prezzo gas nel 2024?

Il prezzo del gas continua a incidere nel mercato energetico per:

  • Servizio Tutela della Vulnerabilità;
  • Tariffe indicizzate nel mercato libero;
  • Offerte PLACET Variabili.

PSV nel mercato tutelato: Servizio Tutela Vulnerabilità

Il Servizio di Tutela della Vulnerabilità è un servizio entrato in vigore da gennaio 2024 per facilitare le forniture gas di tutti quei clienti definiti vulnerabili. Si tratta di clienti che presentano almeno uno di questi requisiti.

  • Requisiti Clienti Vulnerabili
  • usufruire del Bonus Energia ed essere in condizioni economicamente svantaggiate;
  • rientrare nei soggetti con disabilità ai sensi dell'articolo 3 legge 104/92;
  • essere titolare di un'utenza gas in una struttura abitativa di emergenza adoperata per eventi calamitosi;
  • avere un'età superiore ai 75 anni.

PSV nel mercato libero: tariffe indicizzate e offerte PLACET

Il valore del PSV continua a incidere anche nel mercato libero. Infatti, tra le molteplici tariffe dei fornitori, esistono anche tariffe indicizzate che subiscono variazioni a seconda dell'andamento del mercato.

Queste tariffe hanno un prezzo variabile costituito dal valore del PSV, più il costo al metro cubo stabilito dal fornitore e una quota fissa in € al mese (conosciuta anche come costo di commercializzazione).

Lo stesso, vale anche per le Offerte PLACET Variabili, formate dal costo del prezzo all'ingrosso del gas (PSV), al quale si aggiunge un sovrapprezzo determinato dal fornitore, fisso per 12 mesi.

Cosa succederà al prezzo del gas nel 2024?

Un'indagine compiuta da Assium e Consumerismo No Profit ha evidenziato che, nel passaggio dal mercato tutelato al mercato libero, una famiglia tipo dovrà sostenere, per le forniture di gas e luce nel 2024, una spesa minima di 1750 euro l'anno.

A causa della volatilità che caratterizza molti dei fattori del mercato energetico attuale, tra cui i costi di trasporto e il prezzo della materia prima, a cui si aggiunge il ritorno degli oneri di sistema e dell'IVA al 22%, una famiglia tipo può arrivare a spendere nel 2024 fino a 3.900 euro l'anno.

Come prepararsi al nuovo anno ed evitare bollette così alte?

Ti consigliamo di valutare le diverse offerte presenti nel mercato libero e scegliere la tariffa più adatta alle tue necessità.

Inoltre, puoi controllare periodicamente i tuoi consumi, in modo da attuare piccole soluzioni che potrebbero farti risparmiare.

Fonti ultimo aggiornamento ARERA Gas

Indagine Assium-Consumerismo No Profit

Ti potrebbe interessare anche