Tu sei qui

Cosa succede per il mancato controllo della caldaia?

Info manutenzione e risparmio gas

010 848 01 61

Info risparmio bolletta

Far controllare periodicamente la caldaia, tramite la manutenzione dell’impianto e il controllo dei fumi, è importante per il suo giusto funzionamento e per evitare spiacevoli incidenti che potrebbero derivare dall'usura dell'impianto.


In base a quanto stabilito dalla normativa del 2013 relativa al controllo delle caldaie (D.P.R. 74/2013), la manutenzione dell’impianto non deve più avvenire obbligatoriamente ogni anno, ma in base a quanto specificato direttamente nel libretto di istruzioni della caldaia.

caldaia
Manutenzione periodica alla caldaia

Se nel libretto non è specificata una data fissa entro la quale deve avvenire la manutenzione della caldaia, sarà direttamente il tecnico specializzato che, dopo il primo controllo all’impianto, deciderà con quale periodicità fare una revisione alla tua caldaia. I controlli di manutenzione delle caldaie saranno registrati su un apposito libretto di impianto, direttamente dal tecnico specializzato, inviato da una ditta abilitata ai sensi del decreto del Ministro dello sviluppo economico 22 gennaio 2008, n. 37 (D.M. 37/08).

Della manutenzione della caldaia deve occuparsene il proprietario della casa o l'amministratore del condominio in caso di impianto condominiale. In caso di un appartamento in affitto, il responsabile per la manutenzione della caldaia ed il controllo fumi è l'affittuario, ma per quanto rigurarda lavori più importanti, come la sostituizione della caldaia o riparazioni di parti dell'impianto, la responsabilità ricade ovviamente anche sul proprietario dell'appartamento, così come stabilito in gran parte dei contratti di locazione

Qual è la differenza tra il controllo fumi e la manutenzione della caldaia? Le due attività di controllo non vanno confuse, sia per le tempistiche di realizzazione che per i documenti che vengono rilasciati. Leggi l'articolo dedicato alla manutenzione della caldaia e il controllo dei fumi, contatta lo 010.848.01.61  o utilizza il servizio di richiamata gratuita per maggiori informazioni.

Quali rischi puoi correre se non fai la manutenzione della caldaia?

Durante il controllo, il tecnico verifica l’efficienza di combustione della caldaia e in caso di malfunzionamento, può consigliare interventi per la messa in sicurezza o la sostituzione dell'impianto. Ma cosa succede se non si fa la manutenzione periodica alla caldaia? Un impianto malfunzionante può essere molto pericoloso per la sicurezza della casa: una caldaia non controllata regolarmente può infatti aumentare il rischio di incidenti o immissione di scarichi pericolosi all’interno dell’abitazione.

Rischi legati all’assicurazione

 

Oltre al pericolo per non avere un impianto a norma, l’inquilino corre anche il rischio che l’assicurazione sulla casa non copra gli eventuali danni provocati dalla caldaia, se questa non è stata sottoposta ai regolari controlli da parte di un tecnico specializzato. Quindi, ti consigliamo di svolgere sempre una corretta manutenzione dell’impianto non solo per evitare multe salate, ma anche soprattutto per non mettere a repentaglio la casa e la salute della tua famiglia. La manutenzione dell'impianto è di fondamentale importanza per il corretto funzionamento della caldaia. Scopri nel nostro video a cosa vanno incontro coloro che non fanno la manutenzione e il controllo dei fumi.

Cosa rischiano proprietari e inquilini per mancata manutenzione?

Cosa rischiano l'inquilino e il proprietario?

Se alla caldaia non viene fatta una manutenzione periodica e non viene controllata da un tecnico specializzato e abilitato, la multa che rischiano inquilini e proprietari di un immobile può essere molto cara:

  • L’entità della multa amministrativa può essere di un minimo di 500€ e arrivare fino a un massimo di 3.000 €, in base a quanto stabilito dal decreto legislativo n. 192 del 2005 che fissa le sanzioni per la mancata manutenzione delle caldaie all’art. 15.
  • Il rischio di multa è presente anche nel caso in cui l’inquilino o il proprietario non abbia il libretto di impianto: in questo caso, la sanzione sarà di una cifra compresa tra 500 e 600€.
  • Nel caso in cui vengano riscontrate delle anomalie nell’impianto o in caso di mancata verifica alla caldaia, oltre alle sanzioni previste dal d.lgs. 192/2005 viene addebitato al proprietario o all’inquilino l’onere derivante dal controllo che può variare da 50 a 200 € per gli impianti domestici. Se invece la manutenzione non è stata effettuata in una società o una struttura commerciale, quindi per un impianto di grandi dimensioni, la multa può arrivare fino a 1000€.

Mancati controlli: attenzione alle ispezioni

Nei comuni con più di 40.000 abitanti, è iniziata una campagna di controllo degli impianti per controllare il rispetto dell’obbligo di controllo e manutenzione delle caldaie. Questa ispezione non è automatica, ma scatta a campione attraverso la verifica del mancato pagamento del bollino blu (certificazione che attesta il corretto funzionamento della caldaia) o l’invio del rapporto di controllo e qualità dei fumi ai database istituiti allo scopo nelle Regioni. L'ispezione non sarà a sorpresa ma il cliente riceverà un avviso con raccomandata, in cui è specificato l’orario e la data della verifica. Quindi se non vuoi incorrere in multe salate, pensa ad effettuare sempre il corretto funzionamento della caldaia.

Non tutte le regioni però si sono adeguate alla legge e non hanno creato il database online: le Regioni che hanno deciso di seguire le norme per l’ispezione delle caldaie sono dieci, cioè Abruzzo, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Sicilia, Toscana, Umbria e Veneto. Tra queste regioni, solamente Liguria, Lombardia Marche, Toscana e Umbria hanno regolamentato il servizio di ispezione caldaie nella propria interezza e solo la Lombardia, seguendo la Direttiva 31/2010/UE, ha scelto di seguire delle regole locali.

Offerte luce e gas con verifica dell'impianto

Alcuni fornitori luce e gas offrono preventivi gratuiti per l'installazione o la sostituzione di vecchie caldaie. Altri invece includono nell'offerta gas un pacchetto per la manutenzione in questo modo il cliente oltre all'attivazione dell'offerta otterrà anche la periodica manutenzione della caldaia ogni volta che sarà necessario per legge. Questo perchè il buon funzionamento della caldaia è fondamenntale per la sicurezza della casa e l'efficienza dell'impianto ti permette anche di risparmiare nella bolletta del gas. 

Fornitore Tariffe e vantaggi  Maggiori info
eni caldaia
Caldaia no stress
  • Eni Gas e Luce offre un preventivo gratuito per l'installazione o la sostituzione della caldaia.
011 1962 1333
iren caldaia
Casa senza pensieri
  • Manutenzione programmata caldaia: 1 intervento completo e annuale di manutenzione periodica programmata della caldaia che incluede il controllo della funzionalità; la pulizia delle componenti incluso il controllo completo dei fumi  e la certificazione dell'intervento;
  • Assistenza personalizzata per la casa: 3 interventi per i guasti di casa, pezzi di ricambio e uscita del tecnico. 
011 1962 1444
bluenergy caldaia
Bluenergy Assistance
  • Permette ai clienti di usufruire di un servizio di manutenzione della caldaia, pagando il servizio in comode rate in bolletta: il servizio, riservato a privati, include la reperibilità di un tecnico specializzato 24 ore su 24, 7 giorni su 7.
Sito Bluenergy
Aggiornato il