Aumenti bollette luce e gas, Tar: ok ma con riserva

confronto luce e gasconfronto luce gas

Confronta e risparmia 247€ su Luce e Gas, è Gratis!

Esistono tanti modi per risparmiare in bolletta, confronta le migliori offerte del mercato o, se preferisci, parla con un esperto prendendo un appuntamento telefonico.

Dalla prossima fattura potranno scattare i rincari, ma solo se l'Autorità per l'energia e il gas provvede, entro 40 giorni, a una modalità di rimborso in caso di sentenza favorevole ai consumatori. Si deciderà nel 2017


sbloccati aumenti bollette

Tar Lombardia ha sbloccato gli aumenti delle bollette di luce e gas, ma con riserva

È un’ordinanza cervellotica quella pubblicata oggi dal Tar della Lombardia. Il tribunale amministrativo regionale ha dato il via libera agli aumenti delle bollette di luce e gas, ma con riserva.

Cosa significa l’ok con riserva?

Le prossime bollette potranno essere emesse con i rincari, ma solo se entro 40 giorni, a partire da oggi, l’Autorità per l’energia elettrica e il gas predispone una modalità di rimborso per i clienti nel caso in cui gli aumenti verranno annullati nella sentenza che sarà pronunciata nel 2017. Nell’ordinanza, pronunciata dalla seconda sezione presieduta da Mario Mosconi, si legge che l’udienza pubblica, per la trattazione del ricorso presentato dal Codacons contro i rincari delle bollette, è fissata il 16 febbraio 2017.

sbloccati aumenti bollette

Tar Lombardia ha sbloccato gli aumenti delle bollette di luce e gas, ma con riserva

Di quanto aumenteranno le bollette di luce e gas?

I rincari saranno: del 4,3% sull'elettricità e del 1,9% sul gas. Questi erano stati già decisi dall'Autorità per l'Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico. E poi cosa è successo? Sempre il Tar della Lombardia, il 19 luglio scorso, aveva sospeso gli aumenti in seguito al ricorso presentato dall'associazione dei consumatori Codacons.

Quando potranno scattare questi aumenti?

Già dalle prossime bollette, perché il Tar della Lombardia ha sì accolto l'istanza cautelare presentata dal Codacons, ma si è anche riservata di decidere definitivamente nel merito della questione a partire dal 16 febbraio 2017, giorno in cui è stata fissata l'udienza pubblica. Dunque se l'Autorità e i gestori dovessero in tempo mettere a punto un meccanismo automatico per eventuale rimborso allora le prossime fatture dell'utenza elettrica e del gas saranno più salate. Almeno fino a febbraio dell'anno prossimo. Poi toccherà attendere il verdetto finale.

 

Confronta in autonomia e gratuitamente le offerte di luce e gas!

...
aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche