Aumenti luce e gas sospesi dal Tar della Lombardia

confronto luce e gasconfronto luce gas

Confronta e risparmia 150€ su Luce e Gas, è Gratis!

Esistono tanti modi per risparmiare in bolletta, confronta le migliori offerte del mercato o, se preferisci, parla con un esperto prendendo un appuntamento telefonico.

A sorpresa il Tar della Lombardia ha sospeso in via cautelare i rincari delle bollette di luce e gas scattati il primo luglio. Secondo i giudici al momento non è accertato che siano davvero i consumatori a pagare gli aumenti percentuali. La decisione finale sarà presa il 15 settembre.


Una buona notizia per i consumatori, ma è presto per cantare vittoria. L'unica certezza, ad oggi, è che le bollette di luce e gas dei prossimi tre mesi non saranno più care. Infatti il Tar della Lombardia, con una sentenza pronunciata il 19 luglio 2016, ha sospeso, in via cautelare gli aumenti del 4,3% sull'elettricità e del 1,9% sul gas. Questi erano stati decisi dall'Autorità per l'Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico.

Perché il Tar della Lombardia ha sospeso gli aumenti di luce e gas?

...

Tar Lombardia sospende aumenti luce e gas

Il Tribunale amministrativo regionale ha accolto il ricorso delle associazioni dei consumatori "Codacons" e "Comitas", per le quali erano "illegittimi" i rincari, e ha sospeso l'efficacia della delibera con cui l'Autorità aveva deciso, per i clienti del mercato tutelato, il rincaro delle bollette dell'energia per il trimestre luglio-settembre 2016. Concretamente questi consumatori non dovranno sborsare soldi in più per le fatture dei prossimi tre mesi. I giudici, con il decreto cautelare, hanno motivato così la decisione:

Rilevato che tale procedura è in corso e che perciò sembra opportuno che solo alle relative conclusioni possano essere ridefiniti quegli aumenti percentuali già posti a carico dell’utente finale a decorrere dall’1 luglio 2016 – intervenuti questi come rideterminazione del citato nuovo prezzo unitario a carico di quest’ultimo - senza conoscere, alla data del 28 giugno 2016, se effettivamente i relativi aumenti percentuali possano essere legittimamente ascritti all’utente finale stesso. 
Tar Lombardia, 19 luglio 2016;

Qual è stata la reazione dell'Autorità dell'Energia?

Logo dell'Autorità per l'Energia Elettrica e il Gas

Immediata è stata la presa di posizione dell'Autorità che aveva deciso gli aumenti del gas per il rincaro del costo della materia prima e dell'elettricità per la significativa ascesa del prezzo di dispacciamento, ossia dei costi sostenuti dal gestore della rete, Terna, per il mantenimento in equilibrio del sistema elettrico. Il collegio dell'Authority si è riunito d'urgenza e ha deciso l'istanza di revoca contro la decisione del Tar lombardo.

Il decreto dei giudici amministrativi si presta ad essere censurato in quanto si basa su un’erronea rappresentazione degli elementi di fatto e di diritto rilevanti.
Autorità Energia e Gas, 20 luglio 2016

Alla fine ci saranno gli aumenti?

Lo si saprà il 15 settembre 2016 giorno in cui lo stesso Tar della Lombardia ha fissato la data della camera di consiglio per decidere bene nel merito. Fino a questa decisione il caro bolletta è scongiurato.

Confronta le offerte di luce e gas!

...

 

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche