Per info su attivazione luce e gas

010 848 01 61 Richiamata gratuita
trasloco utenze domestiche

Info Attivazione Contatore, Allaccio e Voltura luce e gas

Servizio gratuito e attivo  .

Info Attivazione Contatore, Allaccio e Voltura luce e gas

I nostri call center sono momentaneamente chiusi. Compila il form per essere ricontattato o visita il nostro comparatore.

Logo Enel
Logo Enel

Uffici Enel Taranto

Il fornitore più importante di Taranto è Enel, sinonimo di affidabilità e garanzia per la maggior parte dei tarantini che da diversi anni raccomandano la gestione delle utenze della propria casa a Enel. La rete di distribuzione dell'energia elettrica di Taranto è gestita da E-Distribuzione. Quest’ultima è quindi anche la società proprietaria dei contatori che puoi contattare per le emergenze al numero 803500.

Qui di seguito, si possono verificare quelli che sono gli orari e l'indirizzo del negozio Enel principale. C'è uno sportello a Taranto: Enel Taranto Via Anfiteatro, 222 (Balder Snc Di Carovigno Raffaella & Belforte Livia). Gli orari di apertura degli uffici sono:

LunedìMartedìMercoledìGiovedìVenerdìSabatoDomenica
09:00-13:30-09:00-13:30-09:00-13:30-09:00-13:30-09:00-13:30-

Oltre al negozio principale Enel, ci sono anche altri sportelli vicini:

SportelloIndirizzoCAPCittàTelefono
Punto Enel TarantoVia Cagliari, 11874121Taranto800 900 860
La Termica SrlVia Cesare Battista, 127A74120Taranto800 900 860
Medal Di Palmisani AntoniettaVia Galeso, 2474120Taranto800 900 860
Sedim SrlVia Principe Di Piemonte, 12874024San Giorgio Ionico800 900 860

Negozio Enel a Taranto

Voltura, subentro e allaccio con Enel a Taranto

Come fanno i e gli abitanti di Leporano a registrare a proprio nome il contatore della luce a Taranto e di cosa avranno bisogno? Dipende dai casi.

Attivazione della luce a Taranto

  • il contatore nella tua nuova casa di Taranto è attivo: bisogna semplicemente richiedere una voltura, fornendo i dati del contratto del precedente inquilino insieme ai dati del nuovo intestatario
  • il contatore è presente ma non attivo: bisogna richiedere, per la tua nuova abitazione a Taranto, un subentro o una prima attivazione. L’operatore incaricato dell’operazione avrà bisogno del codice POD o del numero cliente del contatore, oltre i dati anagrafici dell’intestatario e l'indirizzo di fornitura
  • il contatore non è presente: si dovrà richiedere un allacciamento e ti verrà chiesto l'indirizzo di fornitura, la potenza richiesta e i tuoi dati anagrafici. Sarà il fornitore a mettersi in contatto con il distributore locale di Taranto che è E-Distribuzione S.P.A.

Come attivare il gas a Taranto

  • il contatore è attivo nella nuova casa: Bisogna solo che faccia richiesta per una voltura. Dovrai fornire indirizzo e dati del nuovo e del vecchio intestatario del contratto, la lettura del contatore e il codice PDR del contatore della nuova casa in cui andrai ad abitare a Taranto
  • il contatore c’è ma non è attivo o è piombato: hai bisogno di un subentro. Poi, devi fornire l'indirizzo esatto della fornitura, i dati di chi ha intestato il contratto e, ovviamente, il codice PDR. In seguito, è compito del fornitore informare e contattare il distributore di gas della regione Puglia o quello di Taranto, ossia 2I Rete Gas S.P.A., che invierà il tecnico per riattivare il contatore manualmente
  • il contatore del gas non è presente: devi richiedere un allacciamento e fornire l'indirizzo della fornitura, i dati identificativi del cliente, l'uso per cui si richiede il gas e i dati catastali dell’immobile

Tieni a mente, dopo aver traslocato nella nuova casa nella regione Puglia, di fare la richiesta per la disdetta di luce e/o gas nella casa che hai lasciato. Mentre per avere luce e gas da subito nella nuova casa in cui andrai a vivere a Taranto, il consiglio che sentiamo di darti è quello di iniziare le operazioni, qualora le utenze fossero chiuse, con un mese di anticipo per non ritrovarti senza luce e gas nella nuova casa..

Quanto costa attivare la luce a Taranto?

Per poter attivare la luce a Taranto non dimenticare che i costi si differenziano in base al mercato di appartenenza del tuo fornitore

Maggior Tutela (Enel):

  • una quota fissa pari a 26,13€ per oneri amministrativi del distributore
  • una quota fissa di 23€ per oneri di gestione della pratica
  • una deposito cauzionale qualora fosse l'esercente a richiederlo
  • l'imposta di bollo di 16€ prevista dalla normativa fiscale

Mercato libero (Enel e tutti gli altri fornitori):

  • gli eventuali costi per la prestazione commerciale come è indicato nei singoli contratti (a ciò si somma eventualmente il contributo fisso di 26,13€ che viene applicato dal distributore locale, qualora non fosse corrisposto al momento dell'allacciamento)
  • un deposito cauzionale, se dovesse essere richiesto dall'esercente al momento della stipula del contratto di fornitura l'eventuale imposta di bollo di 16€, come prevede la normativa fiscale

Valuta l'offerta migliore per la tua casa confrontando le varie tariffe presenti sul mercato libero.

Le tempistiche per attivare la luce a Taranto

La luce viene attivata dal distributore di Taranto, che è E-Distribuzione S.P.A., dopo che quest’ultimo si è accordato con il fornitore. Tutto avviene con un comando inviato direttamente dalla cabina di controllo centrale per i contatori elettronici o manualmente per i vecchi contatori meccanici. L’intero iter deve impegnare come limite massimo i 7 giorni lavorativi. Superate queste tempistiche, i tarantini hanno diritto a un indennizzo automatico di cui l'ammontare dipende dal tempo di ritardo:

  • 35€ se l’attivazione realizzata entro il doppio del tempo previsto
  • 70€ entro il triplo del tempo previsto
  • 105€ oltre il triplo del tempo previsto

Quanto costa attivare il gas a Taranto?

Per quel che riguarda i costi dell’attivazione del gas con 2I Rete Gas S.P.A. a Taranto, sappi che è compito del fornitore addebitare una quota di 40€ ai clienti che hanno impianti adibiti all'uso demestico, senza tener conto di come sia andato l'accertamento che ha effettuato il tecnico sull'impianto stesso.

Qualora non fosse stato possibile procedere con l'accertamento, nella tua nuova casa a Taranto per motivi riconducibili al cliente (se per esempio non vi è nessuno quando arriva il tecnico dopo aver stabilito un appuntamento) il fornitore addebita al cliente 15€. In tal caso, qualora la fornitura venga comunque attivata, il distributore segnalerà al Comune il mancato accertamento, che può essere effettuato in un secondo momento dal Comune stesso con un addebito di 60€ al cliente. Se l'esito della verifica del Comune è negativo, il distributore viene avvertito e potrà sospendere la fornitura già attivata.

Gestori delle reti energetiche a Taranto

Logo E-Distribuzione S.P.A.

La compagnia addetta alla distribuzione dell'elettricità a Taranto è E-Distribuzione S.P.A.

La distribuzione del gas a Taranto è ad opera, invece, della società 2I Rete Gas S.P.A.. Questi sono i contatti, i numeri di telefono utili e l'indirizzo:

  • Indirizzo: Via Alberico Albricci 10 - Milano ( Milano )
  • Numero di telefono: 02938991
  • Numero pronto intervento: 800.901.313
  • Pagina web: http://www.2iretegas.it
  • email: 2iretegas@pec.2iretegas.it

Nella città di Taranto il termometro, se comparato a quello di altri comuni con un indice differente, segna delle temperature decisamente più sopportabili. Non significa, però, che gli inverni possano essere più freddi del previsto. In ogni caso puoi valutare l'offerta migliore per tenere calda la tua casa chiamando lo 0809080055 per una consulenza gratuita.

Trasloco dell’acqua a Taranto

  • Condominio: Non dovrai preoccuparti di nulla. Solitamente l’utenza dell’acqua è intestata allo stesso condominio. In caso contrario dovrai fare un passaggio e richiedere il modulo al Comune di Taranto.
  • Casa privata: Dovrai contattare il comune in cui ti stai trasferendo o la società municipalizzata dell’acqua. Ricorda sempre di disdire il vecchio contratto nel caso in cui non ci sarà un nuovo inquilino ad occupare la casa che stai lasciando.

Il gestore delle acque a Taranto è ACQUEDOTTO PUGLIESE S.P.A.. Se hai un'emergenza, puoi chiamare il numero 800 085 853, invece per ricevere assistenza chiama il numero 800 085 853.

Contatti e numeri utili Enel Taranto

Per contattare i negozi Enel di Taranto ci possono essere diverse modalità. Qui di seguito riportiamo i numeri di telefono più importanti e utili del fornitore:

  • 800.900.860: numero verde mercato libero da cellulare o da telefono fisso
  • +39 06.645.110.12: per chiamate dall’estero (a pagamento)
  • 800.900.837: numero verde per l’autolettura attivo 24 ore su 24

Inoltre, è possibile contattare il negozio Enel di Taranto attraverso il fax o il servizio mail. Inoltre, a seconda della richiesta e della qualifica, ci sono specifici numeri (come ad esempio quello per i giornalisti o per gli investitori):

Fax

  • info su fornitura elettrica: 800.046.311
  • info su fornitura gas: 800.997.736
  • per inviare prove di pagamento: 800.066.386
  • per forniture straordinarie: 0864.303117

Posta

  • per fornitura elettrica: Casella postale 8080 – 85100 Potenza
  • per fornitura gas: Casella postale 8080 – 85100 Potenza

Reclami, segnalazione guasti e pronto intervento Enel Taranto

Inviare un reclamo agli uffici di Enel è molto semplice. Comodamente da casa tua a Taranto ti basterà andare sul sito di Enel, senza recarti di persona in un punto Enel, e trovare un formato da compilare cercando "modulo reclami". In questo modo la richiesta avrà una forma più ufficiale e arriverà direttamente alla sede legale del fornitore. Per segnalare un guasto con Enel bisogna consultare la propria bolletta per trovare il numero indicato per i guasti al contatore ma non solo. Nella città di Taranto, se hai bisogno di assistenza immediata, puoi chiamare il numero di pronto intervento: 803500.

Quando è meglio chiamare il centralino Enel di Taranto?

Se vuoi evitare di restare in attesa per diversi minuti, il consiglio che sentiamo di darti è quello di chiamare il call center di Enel di Taranto in uno degli orari in cui c’è un traffico telefonico più basso rispetto al resto della giornata. Ad esempio, il lunedì è il giorno con l’afflusso di chiamate più alto verso i centralini. Per quanto riguarda la giornata tipo, la fascia oraria più libera e accessibile è quella che va dalle 8 alle 10 del mattino e quella che va tra le 14 e le 15:30. Infine, anche la fascia del tardo pomeriggio, quella dalle 18 in poi, è molto consigliata per non trovare le linee del centralino intasate. Se non c’è un negozio Enel a Taranto puoi comunque contattare gli esperti del call che ti indicheranno il più vicino nella regione Puglia.

Lavorare con Enel

Per poter lavorare in un centro Enel a Taranto ti basta visitare il sito web principale del fornitore e consulare la voce "posizioni aperte" a Taranto o, in alcuni casi, è possibile trovare le offerte di lavoro anche consultando la pagina che recita "lavora con noi". Quello che dovrai, poi, fare sarà inviare il tuo CV e candidarti alle posizioni aperte che più si rispecchiano al tuo profilo e valutare anche eventuali posizioni libere nella regione Puglia, dunque non solo nello sportello di Taranto.

Produzione di energia dei tarantini

Produzione di energia nella regione Puglia
IdricaEolicaSolareGeotermica
4 GWh 4794 GWh 3465 GWh GWh

Alcune informazioni su Taranto

Taranto è detta la città dei due mari per la posizione geografica che è a metà tra il Mar Grande e Mar Piccolo ma è conosciuta anche come terra dei delfini per l’insediamento di un gruppo di cetacei vicino le Isole Cheradi. Inoltre è detta città spartana, perché fu l’unica colonia spartana al di fuori del territorio della Grecia. I luoghi di maggior interesse sono il Castello Aragonese e la cattedrale di San Cataldo. Tra i famosi nati a Taranto troviamo i comici Teo Teocoli e Giobbe Covatta, oltre alla tennista Roberta Vinci. Taranto Buonasera è il nome del quotidiano locale.

Puoi anche consultare i comuni vicini: Enel Leporano, Enel San Giorgio Ionico, Enel Roccaforzata, Enel Pulsano, e Enel Monteiasi