Bonus Biciclette 2020: A chi spetta? Come funziona l’App? Quando inizia?

cambio fornitore luce gascambio fornitore luce gas

Vuoi cambiare fornitore?

Confronta le migliori offerte luce e gas, servizio gratuito (lun-ven dalle 8:30 alle 20 e sab dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18).

Bonus biciclette 2020: la guida rapida e completa.
Tutto sul bonus biciclette 2020: come funziona, chi lo può richiedere, da quando parte.

Come funziona il bonus biciclette 2020? Chi ha diritto ai benefici, e come funziona la piattaforma web del Ministero dell’Ambiente? Questa guida offre risposta alle domande più importanti.


In questa guida trovi tutte le informazioni necessarie per comprendere al meglio come funziona il Bonus Biciclette 2020. A partire dal 3 novembre, infatti, avrai la possibilità di registrarti sulla piattaforma web del Ministero dell’Ambiente e godere dei benefici previsti per l’acquisto di biciclette e altri veicoli per la mobilità sostenibile. I benefici saranno erogati sulla base dell'ordine di inserimento delle fatture sul portale del Ministero tramite Click Day (leggi anche "Bonus Bici Click Day: 3 Consigli da sapere per non rimanerne fuori!"). Non conterà, dunque, la data segnalata sulle fatture allegate alla domanda.

Il bonus bici fa parte del bonus mobilità 2020 Le agevolazioni per l’acquisto di biciclette rientrano nell’ambito del bonus mobilità 2020, che dispone di un plafond di circa 210 milioni di euro. Per sapere tutto su questa iniziativa del Ministero dell’Ambiente, puoi leggere il nostro speciale: “Bonus Mobilità 2020: le info su app, come richiederlo e le tempistiche”.

Bonus biciclette 2020: come funziona?

Il bonus bici dà diritto a un incentivo massimo da € 500 (c.d. “bonus 500 euro biciclette”) per l’acquisto di biciclette, attraverso un contributo del 60% della spesa sostenuta. I mezzi coinvolti nell’iniziativa sono:

  • Biciclette tradizionali;
  • Biciclette a pedalata assistita;

In entrambi i casi, le bici possono essere nuove o usate.

Nel bonus rientrano anche i servizi di mobilità condivisa, conosciuti col nome inglese “sharing mobility”, a condizione che non prevedano l’utilizzo di automobili. Tra gli esempi più comuni rientrano i servizi di scooter sharing e bike sharing.

Il bonus non riguarda gli accessori! Il bonus biciclette 2020 non riguarda componentistica o accessori. Non sono coperti, quindi, gli acquisti di telai, ruote, caschi, lucchetti, motori elettrici o batterie.

App bonus bicicletta 2020: come richiedere il bonus?

Per richiedere il bonus bicicletta 2020 è necessario registrarsi sulla piattaforma predisposta dal Ministero dell’ambiente (spesso ricercata con i termini “app piattaforma bonus bici” o “bonus biciclette app”), che sarà disponibile a partire dal prossimo 3 novembre. Per accedere dovrai essere in possesso delle credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale). A seconda di quando effettui la richiesta, i documenti da presentare differiscono:

  • Fase 1 (che va dal 4 maggio 2020 alla data di attivazione dell’app): se l’acquisto della tua bici rientra in questo periodo, alla domanda presentata sulla piattaforma web dovrai allegare una ricevuta valida (fattura o altra documentazione commerciale);
  • Fase 2 (che va dalla data di attivazione dell’app al 31 dicembre 2020): dopo la registrazione sulla piattaforma web, potrai generare un buono digitale da presentare presso il negoziante da te scelto.

Nella Fase 1 è possibile completare l’acquisto presso qualsiasi punto vendita. A partire dalla Fase 2, invece, il buono digitale sarà valido solo presso i rivenditori autorizzati. La lista delle attività coinvolte sarà pubblicata sul sito del Ministero dell’Ambiente.

Il bonus bici vale per gli acquisti online? L’acquisto di biciclette può beneficiare del buono mobilità anche se effettuato su internet. Nella Fase 1, per ottenere il bonus è necessario conservare fattura o altra documentazione valida. Nella Fase 2, devi affidarti ai rivenditori online autorizzati.

Bonus bici 2020: i benefici ottenibili

Il bonus bici viene corrisposto in due maniere differenti, a seconda del periodo in cui hai concluso o concluderai l’acquisto. Nello specifico:

Tipologie di benefici legati al bonus bici 2020
ACQUISTI DAL 4 MAGGIO 2020 ALLA DATA DI ATTIVAZIONE DELL’APP ACQUISTI DALLA DATA DI ATTIVAZIONE DELL’APP E NON OLTRE IL 31 DICEMBRE 2020 (FASE 2)
Registrandoti sulla piattaforma web, avrai diritto a ricevere un bonifico di importo pari al 60% del prezzo sostenuto per acquistare la tua bici. Una volta registrato sull’app, potrai generare un buono digitale da presentare al negoziante. Grazie al buono, pagherai solo il 40% del prezzo finale, mentre il negoziante potrà godere di un rimborso del 60%.

Ministero ambiente bonus bici: chi ne ha diritto?

Il buono per le biciclette promosso dal Ministero dell’Ambiente (conosciuto anche col nome “ministero ambiente bonus bici”) può essere richiesto da maggiorenni che hanno residenza (ma non il domicilio) in:

  • Capoluoghi di regione (anche al di sotto dei 50.000 abitanti);
  • Capoluoghi di provincia (anche al di sotto dei 50.000 abitanti);
  • Comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti;
  • Comuni delle città metropolitane (anche al di sotto dei 50.000 abitanti).

Bonus biciclette pedalata assistita: i requisiti delle bici elettriche

Il bonus comprende l’acquisto di biciclette non solo di tipo tradizionale, ma anche elettrico (non a caso si parla anche di “bonus biciclette pedalata assistita” o “bonus biciclette elettriche”).

Per bici a pedalata assistita, nello specifico, si intende un particolare tipo di mezzo che deve possedere le caratteristiche individuate dal Ministero dell’Ambiente sulla pagina dedicata al bonus mobilità. Questa, allora, la definizione completa:

La bicicletta a pedalata assistita è una bicicletta con un motore elettrico che agevola la pedalata rendendo più facile procedere anche in salita. Il Codice della strada fissa dei requisiti per queste biciclette (potenza massima del motore pari a 0,25 kW, assistenza del motore elettrico fino alla velocità di 25 km/h, interruzione dell’assistenza se si smette di pedalare).

Ministero dell’ambiente, domande frequenti al programma buono mobilità 2020.

Attenzione a rispettare i requisiti! L’incentivo per le biciclette elettriche decade nel momento in cui si acquista un mezzo che non risponde ai requisiti segnalati. Il Ministero dell’Ambiente controlla e valuta tutte le domande pervenute. In caso di violazioni, ha il potere di annullare il beneficio o cancellare dall’elenco dei fornitori autorizzati le attività che non agiscono secondo la legge.

Bonus incentivo biciclette: cosa sono i servizi di mobilità condivisa?

Il bonus per l’acquisto di bici (c.d. “bonus incentivo biciclette”) consente anche di ottenere benefici per la fruizione di servizi a mobilità condivisa come il bike sharing.

Già disponibili in diverse città italiane, si tratta di servizi che prevedono l’utilizzo di mezzi condivisi, che vengono messi a disposizione da soggetti pubblici o privati. Anche in questo caso, le tempistiche di acquisto del servizio modificano la fruizione degli incentivi:

Tipologie di incentivi per la mobilità condisiva
ACQUISTI DAL 4 MAGGIO 2020 ALLA DATA DI ATTIVAZIONE DELL'APP (FASE 1) ACQUISTI DALLA DATA DI ATTIVAZIONE DELL'APP E NON OLTRE IL 31 DICEMBRE 2020 (FASE 2)
Puoi acquistare servizi a mobilità condivisa da qualsiasi rivenditore. Dovrai conservare, però, la fattura o altra documentazione commerciale valida, che ti servirà per ottenere il bonus. Per godere degli incentivi, dovrai acquistare i servizi di mobilità condivisa da soggetti accreditati, e inseriti nell’elenco dei fornitori che verrà messo a disposizione sull’applicazione web. I fornitori dovranno accettare i buoni spesa che potranno essere utilizzati solo per i servizi di mobilità condivisa.
aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche