Bonus Mobilità 2020: le info su App, come Richiederlo e le Tempistiche

cambio fornitore luce gascambio fornitore luce gas

Vuoi cambiare fornitore?

Confronta le migliori offerte luce e gas, servizio gratuito (lun-ven dalle 8:30 alle 20 e sab dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18).

La guida completa al bonus mobilità 2020: condizioni, tempistiche e requisiti.
Tutto quello che devi sapere sul bonus mobilità 2020: come funziona, quali sono i requisiti e le tempistiche.

Il bonus destinato alla mobilità sta finalmente per arrivare: in questa guida trovi tutti i riferimenti necessari per capire di cosa si tratta, come si richiede e quali sono i benefici previsti.


Dopo un iter piuttosto lungo, il bonus mobilità 2020 del Ministero dell’Ambiente si prepara ad arrivare. A partire dal 3 novembre, infatti, sarà disponibile l’app dedicata che consentirà di registrarsi e fruire dell’iniziativa.

In questa guida puoi scoprire tutti i dettagli di questo bonus, che dà diritto a un rimborso del 60% (o a un buono per l'acquisto) fino ad un massimo di 500 €, destinato a chi ha acquistato o vuole acquistare bicilette, monopattini e non solo. Il plafond è di 210 milioni di euro, raddoppiato rispetto a quanto stanziato nelle fasi iniziali.

Il 3 novembre sarà Bonus Bici Click Day! Il Ministero ha chiarito che gli incentivi verranno erogati in base all'ordine di inserimento delle domande sulla piattaforma web predisposta. Non conta, dunque, la data segnalata sulle fatture. Come fare? Leggi "Bonus Bici Click Day: 3 Consigli da sapere per non rimanerne fuori!".

Bonus mobilità: come funziona?

Le domande più comuni sul buono per la mobilità sono: "bonus mobilità cos'è" e "bonus mobilità come funziona". Per rispondere a questi dubbi, proponiamo la definizione data dal Ministero dell’ambiente sul sito dedicato all’iniziativa:

Il buono mobilità è un contributo pari al 60 per cento della spesa sostenuta e, comunque, in misura non superiore a euro 500 per l’acquisto di biciclette, anche a pedalata assistita, nonché veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica (ad es. monopattini, hoverboard e segway) ovvero per l’utilizzo di servizi di mobilità condivisa a uso individuale esclusi quelli mediante autovetture.

Ministero dell’ambiente, domande frequenti al programma buono mobilità 2020.

In altre parole, il bonus consente di ottenere un incentivo per l’acquisto di:

  • Biciclette nuove o usate, tradizionali e a pedalata assistita. Le bici con pedalata assistita devono rientrare nei requisiti indicati dal Codice della strada (potenza massima del motore di a 0,25 kW, assistenza del motore elettrico fino a 25 km/h, interruzione dell’assistenza quando smetti di pedalare);
  • Handbike nuove o usate;
  • Veicoli per la mobilità personale nuovi o usati a propulsione prevalentemente elettrica: hoverboard, monopattini, segway;
  • Servizi di mobilità condivisa a uso individuale (esclusi quelli effettuati mediante automobili). Si tratta della sottoscrizione a servizi di bike sharing, scooter sharing e simili.

Nel bonus non rientra l’acquisto di accessori o componentistica come telai, ruote, motori elettrici, caschi, batterie, lucchetti e altri articoli simili.

Leggi il decreto sulla Gazzetta Ufficiale in PDF Il riferimento centrale del bonus mobilità è il decreto del 14 agosto 2020: scarica il PDF per leggere tutti gli articoli.

Bonus mobilità applicazione web: come registrarsi?

Per richiedere il bonus mobilità (informazione ricercata anche con la voce “bonus mobilità come ottenerlo”) è necessario registrarsi sull’applicazione web dedicata. Potrai farlo a partire dal 3 novembre, data corrispondente al 60esimo giorno dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto dedicato al buono mobilità. L’app verrà resa disponibile sul sito del Ministero dell’Ambiente e sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico. Per accedere all’applicazione (c.d. “app bonus mobilità 2020”) devi essere in possesso delle credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale). Una volta effettuato l’accesso, rientrerai in uno dei seguenti casi:

Tipologie di benefici legati al bonus mobilità 2020
ACQUISTI DAL 4 MAGGIO 2020 ALLA DATA DI ATTIVAZIONE DELL'APP (FASE 1) ACQUISTI DALLA DATA DI ATTIVAZIONE DELL'APP E NON OLTRE IL 31 DICEMBRE 2020 (FASE 2)
Se hai acquistato uno dei veicoli coinvolti nell’iniziativa entro queste date, avrai diritto a un rimborso sull’acquisto tramite bonifico. L’importo è pari al 60% della spesa sostenuta. Per ottenere il beneficio, devi aver conservato il documento che attesta la spesa (fattura o altra documentazione valida), che dovrai allegare alla domanda da presentare sull’applicazione web. Potrai generare un buono spesa digitale direttamente dall’applicazione web, indicando sulla piattaforma il mezzo o servizio che intendi acquistare. Grazie al buono, pagherai al negoziante scelto il 40% del prezzo finale, mentre lo stesso negoziante riceverà un rimborso del 60%.

Il bonus ha una scadenza! In caso di acquisto dopo il 3 novembre 2020, dopo la registrazione sull’app potrai accedere alla tua area riservata e ottenere il bonus. Questo va speso entro 30 giorni dalla sua generazione, pena il decadimento del beneficio.

Bonus mobilità: chi può richiederlo?

I soggetti destinati a ricevere il buono per la mobilità, prendendo come riferimento quanto dichiarato dal Ministero dell’Ambiente, sono:

Maggiorenni che hanno la residenza (e non il domicilio) nei capoluoghi di Regione (anche sotto i 50.000 abitanti), nei capoluoghi di Provincia (anche sotto i 50.000 abitanti), nei Comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti e nei comuni delle Città metropolitane (anche al di sotto dei 50.000 abitanti).

Ministero dell’ambiente, domande frequenti al programma buono mobilità 2020.

Nello specifico, le città metropolitane cui si fa riferimento sono:

  • Bari;
  • Bologna;
  • Cagliari;
  • Catania;
  • Firenze;
  • Genova;
  • Messina;
  • Milano;
  • Napoli;
  • Palermo;
  • Reggio Calabria;
  • Roma Capitale;
  • Torino;
  • Venezia.

L'obiettivo è favorire la mobilità sostenibile L'obiettivo del bonus mobilità 2020 non è facilitare l'acquisto di nuovi mezzi di trasporto da usare esclusivamente per divertimento. Lo scopo principale è favorire la mobilità sostenibile proponendola come alternativa agli spostamenti in auto, che soprattutto nelle grandi città possono causare inquinamento dell'aria e danni alla salute. Per questo motivo il bonus si concentra soprattutto sui centri urbani di importanza rilevante, sulle aree medio-grandi e i territori circostanti.

Buono mobilità 2020 e acquisti online: qual è la normativa?

La registrazione sulla piattaforma web del Ministero dell’ambiente riguarda anche gli acquisti online. In questo caso è necessario individuare due casi distinti:

Bonus mobilità 2020: i benefici previsti per gli acquisti online
ACQUISTI DAL 4 MAGGIO 2020 ALLA DATA DI ATTIVAZIONE DELL'APP (FASE 1) ACQUISTI DALLA DATA DI ATTIVAZIONE DELL'APP E NON OLTRE IL 31 DICEMBRE 2020 (FASE 2)
Puoi beneficiare del bonus per acquisti online a patto che venga emessa fattura o altra documentazione commerciale valida, che dovrà essere allegata alla domanda di rimborso. In questa fase potrai beneficiare degli sconti previsti solo se acquisterai beni e servizi presso i rivenditori accreditati sull’app.

L’aspetto temporale incide anche sulle modalità di acquisto presso gli esercizi commerciali. Nella fase 1, infatti, puoi acquistare biciclette e veicoli per la mobilità personale in qualsiasi negozio (a patto che ti venga rilasciata fattura o altra documentazione commerciale valida). Nella fase 2, invece, per usufruire del bonus dovrai effettuare acquisti presso i negozianti aderenti all’iniziativa. L’elenco delle attività coinvolte dal bonus mobilità verrà pubblicato sul sito del Ministero dell’Ambiente.

E se acquisto su un sito internet straniero? Il beneficio del bonus mobilità 2020 è previsto anche per gli acquisti online effettuati su siti esteri. Devi avere cura, però, di conservare la fattura o la documentazione commerciale valida. Questa può essere scritta anche in inglese, ma deve comunque contenere tutte le voci di una fattura italiana o altra documentazione valida ai fini fiscali, secondo quanto stabilito dal D.M. 7 dicembre 2016.

Bonus mobilità 2021 e rottamazione: info utili

Il programma dei buoni mobilità si articola in due fasi distinte. Nello specifico:

  • Per il 2020 sono previsti buoni mobilità per gli acquisti effettuati dal 4 maggio 2020 al 31 dicembre 2020. Non sono previsti interventi per la rottamazione di veicoli;
  • Dal 1 gennaio 2021 verranno erogati bonus mobilità a fronte della rottamazione di veicoli. La domanda dovrà essere avanzata tramite l’apposita applicazione web. I buoni così ottenuti potranno essere spesi entro il 31 dicembre 2024.

Se usufruisci del bonus mobilità nel 2020, potrai usufruire anche del buono nel 2021. Per conoscere le modalità e i termini dell’ottenimento dei vari benefici, però, bisognerà attendere un successivo decreto interministeriale.

Rottamazione auto: attento alle date! Il bonus 2021 riguarda le rottamazioni di auto e motocicli effettuate dal 15 ottobre 2019 al 18 maggio 2020, e quelle che verranno effettuate dal 1 gennaio 2021 al 31 dicembre 2021. In qualsiasi caso, le vetture coinvolte dovranno essere al massimo di classe Euro3, mentre i motocicli devono essere al massimo di classe Euro2 (o Euro3 se con motore a due tempi).

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche