Impianto fotovoltaico integrato: cos’è e quanto costa

preventivo fotovoltaicopreventivo fotovoltaico

Ricevi un Preventivo Gratuito Sorgenia per l'Installazione del Fotovoltaico

Sfrutta l'Ecobonus al 50%! Se hai una villetta o una casa singola chiedi gratis un preventivo chiavi in mano a Sorgenia per un impianto Fotovoltaico.

Impianto fotovoltaico integrato
Il fotovoltaico integrato viene installato per minimizzare l'impatto estetico, scopri vantaggi e svantaggi, come si montano i pannelli e il costo. (Credits: gruppomade.com)

Sei alla ricerca di un impianto fotovoltaico integrato? Scopri tutte le sue caratteristiche, quanto costa, come si installa e quali sono i pro e i contro di una soluzione integrata dei pannelli con il tetto.


Gli impianti fotovoltaici integrati sono la soluzione perfetta quando si vuole sfruttare l’energia rinnovabile, ma la propria abitazione è sottoposta a stringenti vincoli paesaggistici. Si tratta, infatti, di una soluzione consigliata perché visivamente più gradevole, inserendosi e mimetizzandosi nell’ambiente.

Si parla di impianti in cui i pannelli sostituiscono il tetto, svolgendo una funzione sia energetica che protettiva. Per realizzare nel migliore dei modi una struttura integrata è preferibile pensare fin dall’inizio a un progetto ad hoc, così da ottimizzare l’edificio in funzione dell’inserimento dei pannelli.

Cosa si intende per impianto fotovoltaico integrato?

Quando si decide di affidarsi a una fonte di energia rinnovabile e green come il sole, ci si ritrova a dover valutare quale tipologia di impianto fotovoltaico acquistare. Si distinguono tre modelli: integrato, non integrato e parzialmente integrato. La prima opzione è la soluzione migliore quando si desidera integrare in ogni sua parte l’impianto nell’edificio e, dunque, anche limitare l’impatto estetico di tali sistemi.

Parlando di impianto fotovoltaico integrato ci si riferisce a una struttura in cui i pannelli si sostituiscono ai tradizionali elementi di copertura del tetto. Quindi - a differenza delle più comuni alternative - non si va solo a poggiare l’impianto sul tetto, ma i pannelli diventano il materiale di rivestimento.

Un impianto realizzato in modo integrato svolge una duplice funzione:

  1. soddisfare il fabbisogno di energia: come qualsiasi impianto fotovoltaico, anche in questo caso l’obiettivo primario è di convertire l’energia solare in elettrica per coprire la domanda;
  2. assicurare un’adeguata copertura all’edificio: andando a sostituire le tegole con i pannelli, l’impianto deve anche soddisfare la funzione di copertura dell’edificio dalle intemperie, una valida alternativa sono le tegole fotovoltaiche.

Trattandosi di un particolare tipo di rivestimento, per installare un impianto fotovoltaico integrato è necessario realizzare un progetto ad hoc. Infatti, l'edificio deve essere costruito in modo tale da consentire l’installazione di tale sistema e al tempo stesso da impedire che eventuali infiltrazioni e spifferi possano compromettere il benessere abitativo. Ci si serve di specifiche guaine e strutture impermeabili per mettere in sicurezza la costruzione e per raggiungere simultaneamente l’obiettivo energetico e quello strutturale.

Come si montano i pannelli fotovoltaici integrati?

Per realizzare un impianto fotovoltaico integrato si posizionano i moduli in modo tale che siano complanari rispetto alla copertura superiore dell’edificio. In tal modo l’impianto non svolge solo la funzione di produzione dell’elettricità ma anche di protezione della casa dalle intemperie.

Negli edifici più moderni, gli impianti vengono integrati sul tetto fin dal principio, così da garantire davvero il minimo impatto ambientale, prerogativa di questo tipo di installazioni. Fin dal progetto iniziale si prevede la presenza dei pannelli, così da costruire simultaneamente la struttura e l’impianto.

Nel caso di strutture più datate e quindi preesistenti, invece, è obbligatorio svolgere delle indagini prima di procedere con l’installazione. L’obiettivo è assicurarsi che la struttura possa sorreggere l’impianto fotovoltaico, senza compromettere la stabilità e la sicurezza. Dopodiché si procede installando i pannelli al posto delle tegole o della porzione del tetto. La precedente struttura viene rimossa e lascia spazio alla nuova integrata.

universe

Qual è il costo di un Impianto integrato?

Preventivo Gratuito Sorgenia

Fotovoltaico integrato: costo

Per stimare il prezzo totale di un impianto fotovoltaico integrato bisogna considerare diverse voci. Infatti, non si parla solamente del costo di acquisto, ma anche di tutte le spese necessarie per garantire che la struttura raggiunga il suo massimo potenziale energetico. Per stimare il costo complessivo si considera per primo il costo di acquisto dell’impianto: a seconda della potenza il prezzo cambia.

Quanto costa un impianto fotovoltaico integrato?Il prezzo dipende dalla potenza installata: per un impianto da 3 kWp si va dai 5.000 ai 7.000 euro; invece, per una potenza di 6 kWp si vai dai 9.000 ai 12.000 euro.

Dal 2019 si ha la possibilità di usufruire delle detrazioni fiscali del 50%, per chi sceglie il fotovoltaico integrato. In particolare, si fa rientrare tale spesa negli interventi di ristrutturazione edilizia e nella riqualificazione energetica degli edifici.

Il fotovoltaico integrato di Sorgenia

Sorgenia è una digital energy italiana particolarmente attenta al rispetto dell’ambiente e delle generazioni future. Scegliendo una soluzione fotovoltaica integrata si contribuisce allo sfruttamento di una fonte energetica completamente rinnovabile e sostenibile, per un futuro sempre più green.

Con l’installazione di un fotovoltaico integrato Sorgenia non solo si dà una svolta sostenibile alla propria abitazione, ma si realizzano anche obiettivi di autoconsumo e risparmio, diventando sempre più indipendente dalla rete elettrica nazionale.

Fotovoltaico integrato vantaggi e svantaggi

Gli impianti fotovoltaici integrati sono particolarmente consigliati quando si desidera limitare l’impatto estetico. Tra i principali vantaggi di una struttura integrata si ricordano i seguenti:

  • estetica: sicuramente il maggior vantaggio dei pannelli integrati. Infatti, soprattutto quando l’edificio è soggetto a stringenti vincoli paesaggistici e non è possibile modificare l’architettura e l’ambiente circostante, tali impianti sono la migliore soluzione;
  • alta efficienza energetica: il potenziale energetico rimane molto alto anche quando si sceglie la soluzione integrata. È sempre necessario dimensionare con attenzione l’impianto, scegliendo un numero di pannelli adatto a coprire il fabbisogno energetico dell’edificio;
  • integrazione in copertura esistente: è possibile anche inserire il pannello in una copertura già esistente, purché l’edificio sia abilitato a sorreggere il peso dell’impianto.

Di contro, però, si parla di impianti costosi; infatti, il singolo coppo fotovoltaico ha un prezzo che va dai 40 ai 100 euro. A condizionare la spesa è la dimensione, la potenza e l’efficienza energetica del pannello scelto. Inoltre, per soddisfare la domanda media di un’abitazione singola sono necessari in media 500 coppi, quindi bisogna valutare un costo totale mediamente alto.

Differenza tra impianto fotovoltaico integrato e non integrato

Gli impianti fotovoltaici integrati e non integrati si differenziano essenzialmente per la loro conformazione. Infatti, mentre per le soluzioni non integrate è obbligatorio provvedere a una struttura di sostegno – bipalo o monopalo – nel caso di impianti integrati non è necessaria la struttura portante. In tal modo si evita di creare ponti termici o infiltrazioni causate dall’ancoraggio dei tasselli.

Quando si sceglie una struttura fotovoltaica integrata si va incontro a diversi vantaggi. È preferibile intraprendere questa strada in tutte i casi in cui la propria abitazione sia posizionata in un ambiente sottoposto a vincoli paesaggistici. Infatti, scegliendo un impianto integrato nel tetto dell’edificio si evita di incorrere in sanzioni o rigetti da parte del Comune.

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche