Fine del Mercato Tutelato Energia 2021-2022 (Guida Definitiva): come avverrà?

confronto luce e gasconfronto luce gas

Offerte per passare al Mercato Libero

Confronta le offerte o, per parlare con un Esperto, prendi un appuntamento gratuito e senza impegno.

Fine del mercato tutelato: date e modalità
Finalmente nero su bianco le date e modalità ufficiali per la chiusura del mercato tutelato.

Al via il conto alla rovescia per il passaggio al mercato libero: gennaio 2021 per le aziende e da gennaio 2022 la partenza anche per i contatori domestici.


Il Ministero dello Sviluppo Economico ha inviato all'Autorità per l'Energia il decreto ministeriale con le direttive sulla fine dei prezzi tutelati dell'energia. L'ARERA, il 25/11/20 ha deliberato positivamente il merito al decreto, inserito all'interno del Milleproroghe. Si è deciso, quindi, a che condizioni e in che tempistiche avverrà la migrazione dei clienti che non sono ancora passati al Mercato Libero. 16 milioni, i clienti domestici ancora in Maggior Tutela. 200 mila invece le PMI interessate al passaggio.

Chiusura del Tutelato: modalità

Fine mercato tutelato: Data prevista per ogni tipologia di utenza
TIPO UTENZA REQUISITI* DATA FINE TUTELATO
AZIENDA (PMI) Tra 10 e 50 dipendenti e fatturato annuo tra 2 e 10 milioni di €, oppure potenza impegnata del punto prelievo maggiore a 15kW. gennaio 2021
CLIENTI DOMESTICI E MICROIMPRESE Consumatori singoli, famiglie, associazioni e le microimprese che non rientrano nei requisiti di cui sopra. gennaio 2022

*Il servizio a tutele graduali (delibera ARERA 491/2020/R/eel) sarà rivolto alle aziende (PMI) a partire da gennaio 2021. Le caratteristiche e i requisiti di tali aziende sono definiti in accordo alla definizione comunitaria vigente in materia e riportati in tabella.

Sostanzialmente, sarà il cliente finale a decidere la migrazione del proprio contatore dopo aver valutato le proposte dei fornitori. Compito dell'attuale gestore di Maggior Tutela sarà quello di inviare al cliente la nuova proposta in regime di mercato libero, e quest'ultimo potrà decidere se proseguire o meno con il contratto, oppure cambiare fornitore.

Regola aurea da tenere a mente, il recesso potrà essere esercitato in qualsiasi momento e senza costi aggiuntivi, con l'obbligo di garantire il servizio di fornitura senza interruzioni nel passaggio da un gestore ad un altro. Attualmente, i fornitori stanno dialogando con ARERA per definire accordi in merito a tale gara che non ha ancora una data definita per accompagnare i clienti nel modo migliore e meno traumatico possibile alla fine del Mercato tutelato.

Clienti domestici (gennaio 2022)

Per quanto riguarda i clienti domestici, i tempi del passaggio si avvicinano, ma alcuni dettagli non sono stati ancora definiti.

In base a quanto stabilito dalla delibera 497/2020/I/eel, intitolata "Parere in merito allo schema di decreto del Ministro dello Sviluppo Economico che definisce le prime modalità per favorire l'ingresso consapevole dei clienti finali nel mercato libero dell'energia elettrica", quei clienti domestici che all'arrivo di gennaio 2022 non saranno passati al mercato libero, avranno assegnato da parte dell'Autorità un fornitore provvisorio per la durata di 6 mesi con un'offerta PLACET (Prezzo Libero a Condizioni Equiparate di Tutela).

Ovviamente, questo passaggio non avrà alcun vincolo contrattuale, permettendo quindi ai clienti domestici di cambiare fornitore senza more o penali. Qualora nell'arco di questi 6 mesi di deroga il cliente non decida verso quale fornitore migrare, si instaurerà un nuovo contratto con un altro fornitore (selezionato tramite procedure concorsuali).

Indeciso sui fornitori del Mercato libero? Confronta le promozioniIn un mercato ampio e competitivo come quello dell'energia, l'utente rischia di perdersi tra le tante promozioni presenti. Prenota un appuntamento gratuito per conoscere le migliori tariffe di gennaio 2021, un esperto energia ti aiuterà ad attivare l'offerta più in linea con le tue esigenze di consumo.

Aziende e Pmi (gennaio 2021)

Per quanto riguarda le aziende, la delibera di riferimento è la 491/2020/R/eel, intitolata "Disposizioni per l'erogazione del servizio a tutele graduali per le piccole imprese del settore dell'energia elettrica di cui alla legge 4 agosto 2017, n. 124 (Legge annuale per il mercato e la concorrenza)". Questa affronta in modo specifico la situazione di tutte quelle aziende con un fatturato compreso tra 2 e 10 milioni di euro annui e con un numero di dipendenti compreso tra 10 e 50 oppure che abbiano un punto di prelievo con potenza impegnata superiore a 15kW (quindi anche le microimprese se hanno almeno un punto con potenza maggiore 15kW). Per tali aziende, la procedura è la seguente:

  • Per i primi 6 mesi dopo la data del 1 gennaio 2021 (quindi fino al 30 giugno 2021), tutte le PMI che ancora non sono passate al libero mercato rimarranno con lo stesso fornitore che le serve in Maggior Tutela, in via del tutto “temporanea” e ad esse si applicheranno le condizioni contrattuali coincidenti con quelle delle offerte PLACET già esistenti. Il prezzo della componente energia sarà variabile e legato all’andamento del PUN (Prezzo Unico Nazionale). Ovviamente i clienti saranno liberi di cambiare fornitore e passare al mercato libero durante questo periodo transitorio (da molti chiamato "regime di transizione").
  • Dal 1 luglio 2021, tutte le imprese che ancora non hanno effettuato il passaggio al mercato libero, verranno assegnate a fornitori selezionati tramite gara nazionale (tecnicamente si parla di “procedure concorsuali” e assegnazione a regime, procedure che verranno ripetute dopo tre anni) e ad essi si applicheranno le condizioni contrattuali delle offerte PLACET. Ancora una volta, il prezzo della componente energia sarà variabile e legato all’andamento del PUN.

In ogni caso, le Piccole e Medie Imprese riceveranno una comunicazione dettagliata al momento dell’attivazione del servizio a tutele graduali, contenente le informazioni essenziali sullo stesso e sull’identità dell’operatore.
Per capire la categoria della tua impresa scopri quali sono i requisiti su dipendenti e fatturato delle micro, piccole e medie imprese.

Domande frequenti

Per aiutarti a mettere a fuoco le varie fasi della chiusura del mercato tutelato, ecco una sintesi delle principali domande legate a questa operazione:

Fine della Maggior Tutela: info utili

Quando finisce il mercato tutelato?

Il termine previsto per la fine della Maggior Tutela è Gennaio 2021 per le aziende, mentre i clienti domestici vedranno il passaggio obbligatorio al mercato libero a Gennaio 2022.

Cosa succede se non passo al Mercato Libero?

La tua fornitura sarà assegnata ad un fornitore provvisorio per 6 mesi, lo stesso che ti serviva in regime di Maggior Tutela, ma con condizioni contrattuali diverse e coincidenti alle offerte PLACET. Allo scadere dei 6 mesi, se ancora non sei passato al mercato libero, ti verrà proposto un nuovo contratto PLACET con un altro fornitore, selezionato tramite gara nazionale, ma in ogni caso sarai sempre libero di cambiare in qualsiasi momento.

Come passare al Mercato libero?

Il passaggio al mercato libero è semplice e completamente gratuito. Una volta selezionato il fornitore più vicino alle tue necessità di consumo, dovrai contattarlo telefonicamente o attraverso il sito di rifermento con la tua ultima bolletta del mercato tutelato, comunicati i dati necessari e firmato il contratto, il cambio effettivo avverrà entro e non oltre 2 mesi.

Chi è il migliore fornitore di energia elettrica?

Molti sono i fornitori che in concomitanza con la fine del Tutelato stanno sviluppando nuove formule per i clienti in transizione, scopri quali sono i fornitori più competitivi del 2020.

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche