Fine Tutela: differenza tra Micro, Piccole e Medie Imprese

Info business luce gasInfo business luce gas

Confronta le migliori Offerte Luce e Gas per Partita IVA

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

micro piccole medie imprese
Ecco i requisiti di fatturato e dipendenti per capire a quale categoria appartiene la tua azienda e quando termina il mercato tutelato per le micro, piccole e medie imprese

Definizione UE PMI - Piccole e Medie Imprese

Tra le PMI si definisce media impresa una società che occupa meno di 250 persone e realizza un fatturato annuo inferiore a 50 milioni di € o un totale di bilancio inferiore a 43 milioni di €, e piccola impresa se occupa meno di 50 persone e con fatturato o totale di bilancio annuo inferiore a 10 milioni di €.


Parametri per Definire la Categoria dell'Azienda

In base alla normativa della Commissione europea un impresa è così definita:

Ogni entità, a prescindere dalla forma giuridica rivestita, che eserciti un’attività economica. In particolare sono considerate tali le entità che esercitano un’attività artigianale o altre attività a titolo individuale o familiare, le società di persone o le associazioni che esercitino un’attività economica”.

La classificazione delle imprese scelta dall'Unione europea prende in considerazione il numero degli impiegati dipendenti e un criterio finanziario, ossia il fatturato annuo oppure il totale di bilancio. Attraverso questi parametri puoi individuare la categoria della tua azienda, che è utile in molte situazioni: per partecipare a bandi pubblici, regionali o appalti oppure per richiedere prestiti o finanziamenti agevolati.
Ecco i parametri per definire la categoria delle imprese:

Classificazione Micro Impresa, Piccola e Media Impresa in Italia 2020
Categoria Impresa Numero Dipendenti

Fatturato Annuo
o Totale di Bilancio

Micro impresa < 10 < 2 milioni di €
Piccola Impresa < 50 < 10 milioni di €
Media Impresa < 250 < 43-50* milioni di €

* Fatturato inferiore a 50 milioni di € o Totale di Bilancio a 43 milioni di €

È importante specificare che per quanto riguarda il criterio finanziario, il fatturato è alternativo al totale di bilancio. Non è necessario quindi soddisfare entrambi i requisiti di fatturato o totale di bilancio per rientrare nella categoria.

Ad oggi molte società hanno un contratto di energia con un fornitore nel mercato libero, tuttavia alcune PMI connesse in bassa tensione sono ancora nel mercato tutelato, che termina a gennaio 2021 (vedi ultimo paragrafo).
Quando i requisiti superano i criteri si tratta di una grande impresa, una categoria che già da molti anni non ha diritto al servizio di maggior tutela dell'energia elettrica.

Quanti Dipendenti ha una Piccola e Media Impresa?

Il numero degli impiegati è il principale criterio adottato per distinguere la categoria dell'impresa. Tra gli occupati rientra il personale impiegato a tempo pieno o a tempo parziale, o anche su base stagionale.
Per calcolare il numero degli occupati si devono includere:

  • i dipendenti a tempo determinato o indeterminato, iscritti nel libro matricola dell’impresa e assunti con contratti che prevedono il vincolo di dipendenza, fatta eccezione dei dipendenti in cassa integrazione straordinaria;
  • i proprietari o gestori (imprenditori individuali);
  • i soci che svolgono una regolare attività nell’impresa e beneficiano di vantaggi finanziari, ossia devono percepire un compenso per la loro attività svolta diverso da quello di partecipazione agli organi amministrativi della società.

Nel conteggio dei dipendenti non rientrano le persone con contratto di apprendistato, di formazione o di inserimento, o i congedi di maternità o parentali.
Specifichiamo che il numero di dipendenti viene espresso in termini di ULA (unità lavorative anno), che corrisponde al numero di persone che hanno lavorato a tempo pieno durante l'anno di riferimento.

Criterio del Fatturato o Totale di Bilancio

Il fatturato rappresenta la vera importanza di un'azienda, e valuta i risultati e la situazione rispetto ai suoi concorrenti.
Il fatturato corrisponde al volume di affari che include vendite e le prestazioni di servizi che costituiscono l’attività ordinaria dell’impresa, diminuiti degli sconti e abbuoni concessi alle vendite, dell’IVA e delle altre imposte connesse con la vendita. Per totale di bilancio invece viene inteso il totale dell'attivo patrimoniale, relativo all'ultimo esercizio contabile approvato.

Per la definizione della categoria l'impresa deve avere anche il requisito dell'indipendenza Per essere indipendente il capitale dell'impresa o i diritti di voto non devono essere detenuti per più del 25% da una o altre imprese che non rientrano nei requisiti.

Se la PMI ha rapporti societari con altre aziende non è autonoma e si parla di imprese associate o collegate. In questi casi per valutare la categoria aziendale è necessario prendere in considerazione tutto o in proporzione, il numero dei dipendenti e il fatturato delle altre imprese associate o collegate.

La Maggior Tutela Termina per le PMI a Gennaio 2021

Questa distinzione a livello europeo tra le categorie di imprese è stata adottata in Italia anche dall'Autorità dell'Energia, Reti e Ambiente, per decidere il termine del Mercato Tutelato. Le aziende a gennaio 2021 dovranno scegliere un proprio fornitore. Nel mercato libero sono tante le offerte luce disponibili che bloccano il prezzo della luce per 1 o 2 anni dalla sottoscrizione. 

Quando finisce il mercato tutelato per le PMI? Il Servizio di Maggior Tutela per le Piccole e Medie imprese termina il 1° gennaio 2021. Per maggiori informazioni contatta lo 06 948 025 95 oppure fatti richiamare gratis per confrontare i gestori e le tariffe del mercato libero con un consulente esperto di energia.

Leggi il nostro approfondimento sulla "Fine del Mercato Tutelato per Aziende (PMI) Gennaio 2021".
Le micro imprese con meno di 10 dipendenti e un fatturato annuo o un totale di bilancio annuo non superiore a 2 milioni di euro vedranno lo scadere del tutelato a gennaio 2022 insieme alle famiglie.
Cosa accade a chi ancora ha un contratto luce nel tutelato? La fornitura dell'energia elettrica non viene interrotta e il cliente passa automaticamente al servizio a tutele graduali, istituito appositamente per garantire la continuità della corrente.

Attenzione, le Micro Imprese con un'utenza con potenza superiore a 15 kW sono accorpate alle PMI e passeranno anch'esse nel servizio a tutele graduali a gennaio 2021, se non hanno scelto un gestore nel mercato libero.

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche