Aziende e PMI: arrivano le bollette da Iren, A2A, Axpo o Hera

confronto luce e gasconfronto luce gas

Confronta e risparmia oltre 200€ su Luce e Gas, è Gratis!

Confronta ora le migliori offerte del mercato o, se preferisci, parla con un esperto prendendo un appuntamento telefonico.

tutele graduali
È partita la fase a regime del Servizio a Tutele Graduali: quali fornitori gestiscono il servizio e quanto si paga per l'energia?

Sei un'azienda o una partita IVA e hai ricevuto una bolletta che non ti aspettavi da Iren, A2A, Axpo o Hera? Non ti preoccupare: è tutto normale, si tratta del Servizio a Tutele Graduali a cui molte imprese sono passate in modo automatico, senza aver fatto alcun contratto, come stabilito dall'ARERA.


Il Servizio a Tutele Graduali (abbreviato in STG) è stato ideato per garantire la continuità di fornitura di energia elettrica alle aziende dopo la chiusura della Maggior Tutela.
Vediamo come funziona il servizio, se si può cambiare fornitore, come compilare e inviare la dichiarazione al nuovo fornitore e tutti i contatti di telefono per avere maggiori informazioni.

Il Servizio a Tutele Graduali conviene?No. Il nostro consiglio è di confrontare i prezzi del mercato libero per risparmiare in bolletta. Prenota un appuntamento gratuito per parlare con un nostro esperto e scoprire le offerte a partita IVA più convenienti di oggi.

Cos'è il Servizio a Tutele Graduali (STG)?

La Maggior Tutela per alcune aziende è terminata a dicembre del 2020 e al suo posto è partito il Servizio a Tutele Graduali (abbreviato in STG). Secondo la delibera dell'Autorità per l'energia hanno visto il passaggio obbligatorio le aziende con i seguenti requisiti:

  • le PMI con numero di dipendenti tra 10 e 50;
  • un fatturato o un totale di bilancio annuo tra 2 e 10 milioni di euro;
  • un'utenza connessa in bassa tensione;
  • senza i precedenti requisiti con una potenza impegnata del contatore maggiore di 15 kW.

Una stima indica che circa 200 mila imprese abbiano tali requisiti e che quindi siano passate automaticamente al Servizio a Tutele Graduali già da gennaio del 2021.

Quale fornitore eroga il STG?

Durante la fase provvisoria per il primo semestre dell'anno è stato lo stesso fornitore precedente, ossia quello del servizio di maggior tutela, a gestire il STG. Quindi, anche se sono state inviate agli imprenditori diverse comunicazioni scritte, è probabile che non tutte le società si siano accorte del passaggio.
Ad esempio Servizio Elettrico Nazionale è il fornitore del mercato tutelato che ha preso in carico il servizio STG per i primi 6 mesi del 2021, in quei comuni che gli competono.

Dal primo luglio le cose sono cambiate perché è partita la seconda fase a regime del STG e il fornitore del servizio è stato assegnato tramite delle aste indette dall'Autorità ARERA. Ma cosa significa questo nello specifico?

Che tutte le PMI con i requisiti sono passate automaticamente al fornitore del mercato libero che ha vinto l'asta in quella regione.

Ricorda che puoi passare al Mercato Libero in qualsiasi momento, senza spesa e senza alcuna interruzione dell'energia elettrica. 

Quanto si paga l'energia nel Servizio a Tutele Graduali?

Il prezzo della luce che si paga nel STG è variabile in base al PUN ed è stato stabilito dall'Autorità. Il valore del prezzo, unico in tutta Italia, cambia quindi ogni mese in base all'andamento dei mercati. A questo si aggiungono degli oneri minimi a copertura dei costi di commercializzazione.
Visti i recenti aumenti al rialzo del prezzo del mercato all'ingrosso si preannunciano delle bollette salate per coloro che rimangono nel STG e non scelgono un proprio fornitore.

Hai qualche dubbio sul Servizio a Tutele Graduali?Gli uffici Selectra sono chiusi, per maggiori informazioni prenota un appuntamento gratuito per conoscere le migliori offerte a partita IVA del mercato libero con un consulente esperto di energia.

Sono quattro i fornitori che hanno vinto, tramite asta regolata da Acquirente Unico, la gestione del servizio: Iren, A2A, Hera e Axpo. Tutte le imprese coinvolte hanno ricevuto dal loro nuovo fornitore una comunicazione scritta con le informazioni sul passaggio.

Servizio a Tutele Graduali Iren

Iren si è aggiudicata il servizio STG da luglio 2021 in queste regioni:

  • Puglia (Bari, Barletta-Andria-Trani, Brindisi, Foggia, Lecce e Taranto)
  • Toscana (Arezzo, Firenze, Grosseto, Livorno, Lucca, Massa Carrara, Pisa, Pistoia, Prato, Siena)
  • Comune di Milano
  • Friuli-Venezia Giulia (Gorizia, Pordenone, Trieste, Udine)
  • Valle d'Aosta (Aosta)

Iren Luce e Gas (ex Iren Mercato) è la società di vendita di energia e gas che fa parte del gruppo Iren, un'importante multiutility attiva in diversi settori, dalla produzione di energia e calore, ai servizi idrici integrati, fino ai servizi ambientali.
Nata dalle aziende municipali di Torino, Genova, Parma e Reggio Emilia, Iren opera oramai in tutta Italia, proponendo offerte dedicate alle imprese a partita IVA, in particolare Iren 4 Business, con tariffa luce mono o bioraria a prezzo bloccato per 1 anno e Iren Luce per Tutti, a prezzo variabile con indicizzazione al PUN più un costo aggiuntivo di 1 €/MWh.
Per maggiori informazioni su Iren Servizio a Tutele Graduali puoi contattare il servizio clienti dedicato: 800.60.80.49, attivo da lunedì a venerdì dalle ore 8:00 alle ore 18:00 e il sabato dalle 8:00 alle 13:00.

Servizio a Tutele Graduali A2A

A2A Energia ha vinto l'asta del STG in queste regioni:

  • Lazio
  • Lombardia senza il Comune di Milano
  • Veneto
  • Liguria
  • Trentino-Alto Adige

Anche A2A nasce da municipalizzate di Milano e Brescia, ma ironia della sorte, si aggiudica il Servizio in Lombardia ad esclusione della città di Milano.
La società offre un vasto ventaglio di tariffe per la casa e per le aziende. Per i clienti a partita IVA le opzioni sono diverse: A2A Full Business, con un servizio di assistenza tecnica 24/7, un bonus di 200€ sulla fornitura e prezzo bloccato per 2 anni, Prezzo Sicuro Business, energia 100% green, A2A Smart Business, con energia verde e un prezzo aggiornato in base al mercato all'ingrosso e A2A Placet fissa e variabile.
Il numero verde del servizio di A2A per le tutele graduali è 800.893.994.

Axpo Servizio a Tutele Graduali

Axpo Italia gestisce il STG per la fase a regime in:

  • Piemonte
  • Emilia-Romagna

In Italia Axpo nasce come fornitore dedicato ai clienti a partita IVA, che successivamente ha sviluppato la vendita anche ai domestici. Il gruppo, di origine svizzera, opera in 30 paesi europei ed è attivo in tutta la filiera dell'energia.
Axpo propone soluzioni personalizzate su misura in base ai consumi e alle proprie esigenze, sia per le piccole imprese sia per le aziende più grandi. Le tariffe sono a prezzo fisso o variabile, con energia rinnovabile e servizi aggiuntivi.
Il numero del servizio clienti Axpo per le tutele graduali è 800.199.979 e l'indirizzo email è assistenzaclienti@axpo.com.

Servizio a Tutele Graduali Hera Comm

Hera invece ha vinto la graduatoria dell'asta nelle regioni del Sud Italia:

  • Sicilia
  • Sardegna

Hera COMM ha origine da municipalizzate di Bologna, Ravenna, Rimini e Forlì-Cesena ed è diffusa soprattutto tra Nord e Centro Italia.
Per le piccole e medie imprese Hera propone una consulenza energetica personalizzata, in base alle esigenze della tua attività.
I clienti Hera del servizio a Tutele Graduali possono contattare il numero verde 800.087.873, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 22 e il sabato dalle 8 alle 18 oppure tramite email clienti@gruppohera.it.

Dichiarazione Servizio di Salvaguardia o Tutele Graduali?

In allegato alla comunicazione, il fornitore ha inviato anche la "Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà", da compilare e firmare da parte dal legale rappresentante, e che deve essere trasmessa all'esercente. Tramite la dichiarazione l'impresa certifica di avere i requisiti per rientrare nel STG oppure di non averli.

Nel caso in cui l'azienda abbia un numero di dipendenti superiore a 50 e un fatturato/totale di bilancio superiore a 10 milioni di euro, allora verrà servita nel Servizio di Salvaguardia perché non ha diritto al STG.
Se la società non trasmette il modulo, sarà prima sollecitato, e continuerà ad essere servito nel STG ma sarà oggetto di controlli, per verificare il possesso dei requisiti dalle autorità competenti.
Di seguito un esempio della dichiarazione inviata dal fornitore Hera, con le istruzioni per la corretta compilazione del modulo.

Scarica il modulo PDF per la dichiarazione da inviare al tuo nuovo fornitore Dichiarazione dei requisiti su fatturato e dipendenti per il servizio Tutele Graduali o per il Servizio di Salvaguardia.

Alla dichiarazione ricorda di allegare la fotocopia di un documento di identità valido del firmatario il documento.

Istruzioni per la compilazione della Dichiarazione

  • Il fatturato menzionato tra i requisiti corrisponde alla voce A.1 del conto economico redatto secondo le vigenti norme del codice civile, ed è pari all'importo netto del volume d'affari (questo include gli importi provenienti dalla vendita di prodotti e dai servizi connessi alle attività ordinarie dell'impresa, diminuiti degli sconti concessi sulle vendite e dell'IVA e delle altre imposte connesse con il volume d'affari).
  • Il totale di bilancio è invece pari al totale dell'attivo patrimoniale.
  • I dati sul fatturato da considerare sono ricavabili dal bilancio dell'ultimo esercizio contabile chiuso, anche se non ancora depositato.
    Nel caso di soggetti esonerati dalla stesura del bilancio, si può verificare il fatturato dall'ultima dichiarazione dei redditi presentata. Nel caso in cui non è stato ancora approvato il primo bilancio o, per gli esonerati,  la prima dichiarazione dei redditi, viene considerato solo il numero degli occupati ed il totale dell'attivo patrimoniale alla data della richiesta di autocertificazione.
  • Per dipendenti si intende invece i dipendenti a tempo determinato o indeterminato, che sono iscritti nel libro matricola e assunti attraverso forme contrattuali che prevedono il vincolo di dipendenza, ad eccezione solo dei posti in cassa integrazione straordinaria.

Se hai diritto all'IVA agevolata al 10% ricorda di inviare l'apposita documentazione. In genere basta compilare il modulo messo a disposizione del fornitore, in cui si dichiara, sotto la propria responsabilità, di aver diritto all'agevolazione fiscale.

Le migliori offerte luce per Aziende e partite IVA

Classifica delle Tariffe Business Luce per Aziende più vantaggiose - settembre 2021
Posizione Offerta Prezzo
primo posto

Prima Posizione
Iren 4 Business

logo-iren


LUCE: 0,093 €/kWh

Scopri offerta
secondo posto

Seconda Posizione

Eni Link Business

logo-eni


LUCE: 0,094 €/kWh

Scopri offerta Scopri offerta
terzo posto

Terza Posizione
Sorgenia Next E-Business logo-sorgenia LUCE: 0,104 €/kWh

Scopri offerta Scopri offerta
Prendi appuntamento

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche