Tu sei qui

Qual è il prezzo del GPL per riscaldamento domestico?

Info serbaoi e GPL

011 196 201 84

Preventivo gratuito

Il GPL è un'ottima fonte energetica a basso impatto ambientale, usata laddove non è possibile allacciarsi alla rete del gas metano.

Il GPL, anche chiamato gas propano, è largamente impiegato in Italia da oltre 7 milioni di famiglie sotto diverse forme: per bassi consumi è distribuito in bombole, mentre quando i consumi sono più elevati viene stoccato in serbatoi più o meno grandi a seconda degli utenti ad esso collegati.
In questo articolo analizziamo il prezzo del GPL, a seconda delle situazioni, come varia e da cosa dipende. Inoltre troverai preziosi consigli su come risparmiare sul conto finale del GPL per il serbatoio, chiamato comunemente bombolone.

  • 3 cose importanti da sapere sul prezzo del GPL:
  • Il prezzo del GPL per riscaldamento dipende da tanti fattori: dal comune, dalle condizioni contrattuali e dal consumo di gas.
  • Per avere un'idea ti consigliamo di richiedere diversi preventivi ai gestori che operano nella tua zona.
  • Per un'offerta sul GPL per riscaldamento puoi chiamare lo 011.196.201.84 oppure chiedere un preventivo gratuito per trovare la migliore fornitura di GPL.

Il prezzo del GPL per riscaldamento in Italia

Il prezzo del GPL destinato ad uso riscaldamento non è tra i prodotti petroliferi rilevati a livello nazionale dal Ministero dello Sviluppo Economico. A livello locale, ogni provincia analizza il prezzo del GPL in bombola o per serbatoi tramite la relativa Camera di Commercio.

Da cosa dipende il prezzo del GPL per riscaldamento domestico?

Il prezzo del GPL a livello mondiale dipende dai prodotti petroliferi, in particolare dal petrolio greggio e gas naturale. Il motivo di ciò è che il GPL deriva dalla raffinazione del greggio o dal gas naturale e quindi segue la loro evoluzione di prezzo.

Naturalmente il prezzo finale che paga il cliente dipende anche da tanti altri fattori, in primo luogo dalla modalità di utilizzo del GPL: se compriamo le bombole oppure se utilizziamo un serbatoio.
Nel caso in cui sia presente il bombolone è importante valutare anche i costi per i servizi connessi al serbatoio stesso, come la manutenzione del bombolone, gli oneri per la SCIA, ossia la pratica ai vigili del fuoco, l'eventuale leasing. 

Il prezzo del GPL in bombole

Il costo di una bombola di GPL varia in base allla zona geografica, alla qualità del gas presente e al rivenditore. Il prezzo pagato al grossista venditore sarà inferiore rispetto a quello pagato in un negozio. Inoltre molto spesso il cliente si fa recapitare a casa la bombola ed il costo del servizio a domicilio potrebbe aumentarne il prezzo.
A titolo indicativo il prezzo di una bombola di GPL (franco domicilio consumatore) è pari a: 

  • Bombola di GPL da 10 kg:
    25 - 30 euro
  • Bombola di GPL da 15 kg:
    35 - 45 euro

Il prezzo del GPL per serbatoio

Nel caso in cui il cliente abbia un bombolone altri elementi da cui dipende il prezzo applicato sono la tipologia di contratto, il consumo annuale di GPL e la zona geografica. Per informazioni sul prezzo del GPL per il serbatoio contatta lo 011 196 201 84   oppure chiedi un preventivo gratuito

prezzo gpl

Come risparmiare sul prezzo del GPL

Il prezzo del GPL per riscaldamento con il serbatoio in comodato o di proprietà

Con il serbatoio di proprietà del cliente si ha la possibilità di scegliere il fornitore ad ogni rifornimento scegliendo quindi quello che offre il miglior prezzo. Questo equivale ad avere maggior potere contrattuale in sede di negoziazione. In questo caso sono a carico del cliente le spese sia per l'installazione dell'impianto sia per la necessaria manutenzione.
Se invece il cliente ha un serbatoio in comodato d'uso gratuito sarà vincolato a rifornirsi con il fornitore scelto. Il costo d'investimento iniziale in questo caso è decisamente inferiore rispetto al serbatoio di proprietà, tuttavia il prezzo del GPL è leggermente più elevato.

Il prezzo del GPL per serbatoio a Roma: meglio in comodato o di proprietà?

Per dare un'idea della differenza abbiamo analizzato il prezzo del GPL a Roma distinto per serbatoi di proprietà o in comodato d'uso.
Nel grafico trovi l'andamento che ha avuto il prezzo del GPL nella provincia di Roma nel corso del secondo semestre del 2015. I prezzi si riferiscono a consegne di GPL sfuso inferiori a 1.000 litri , IVA compresa (cliente domestico). Per rifornimenti superiori, tipici delle aziende oppure delle multiutenze a contatore, il prezzo del GPL sarà inferiore. L'andamento del prezzo per gli anni successivi al 2015 è assente in quanto le attività di rilevazione dei prezzi sono sospese in attesa dell'adozione di un nuovo regolamento nazionale, il quale è ancora in elaborazione da parte di Unioncamere.

 

 

Fonte : Camera di Commercio di Roma - Servizio Prezzi

Come è facile notare il prezzo che paga il consumatore che possiede un serbatoio di proprietà è più basso rispetto ad un utente che ha optato per il serbatoio in comodato d'uso gratuito. Il motivo è che il cliente con il serbatoio di proprietà può scegliere il fornitore ad ogni rifornimento ed ha più potere contrattuale.
Quando invece il serbatoio è in comodato, il cliente è vincolato ad acquistare il GPL da quel fornitore che deve rientrare anche dei costi sostenuti per l'installazione realizzata gratuitamente.

Come risparmiare sul prezzo del GPL per riscaldamento?

Per ridurre la spesa del GPL ti consigliamo di comparare varie offerte dei fornitori di GPL. I fornitori, al momento della sottoscrizione del contratto, propongono sconti, più o meno duraturi nel tempo. Ricordiamo che alla scadenza del contratto, hai il diritto di cambiare fornitore di GPL. 

Andamento del prezzo del GPL per riscaldamento negli ultimi anni

Nel grafico sottostante puoi notare l'andamento nel corso degli ultimi anni e la differenza tra il prezzo del GPL rilevato nelle provincie di Roma e di Bologna. Il prezzo si riferisce a quello medio, IVA compresa, relativo agli ultimi 5 anni: dal 2010 al 2015. L'andamento del prezzo per gli anni successivi al 2015 è assente in quanto le attività di rilevazione dei prezzi sono sospese in attesa dell'adozione di un nuovo regolamento nazionale, il quale è ancora in elaborazione da parte di Unioncamere.

 

Fonte: Camera di Commercio di Roma e Bologna

Il prezzo del GPL è stato in costante crescita ad eccezione dell'ultimo anno in cui la diminuzione delle quotazioni del petrolio ha abbassato anche il prezzo del GPL.

I motivi della differenza tra il prezzo del GPL per le auto e per il riscaldamento di casa

Il prezzo del GPL per l'autotrazione risulta più basso rispetto a quello per il riscaldamento domestico.
Le considerazioni da fare sulla differenza di prezzo tra il GPL per l'auto e la casa riguardano:

  1. la composizione chimica del GPL
  2. il costo di installazione del serbatoio per l'uso domestico
  3. i costi di distribuzione
  4. le imposte applicate al GPL

1. La composizione chimica del GPL domestico e per le auto

Con la sigla GPL si intende gas di petrolio liquefatti, ottenuto dalla distillazione del petrolio greggio o dal frazionamento del gas naturale. Come indica il nome, il GPL è una miscela di diversi componenti, principalmente propano e butano.

In commercio il GPL viene spesso chiamato propano o butano, anche se in realtà si tratta sempre di miscele con differenti proporzioni tra gli elementi e non di un unico componente puro.

Tra una miscela e l'altra cambia il potere calorifico e le caratteristiche chimico-fisiche. Di norma nel GPL impiegato per l'autotrazione la miscela ha una percentuale più elevata di butano (anche fino al 70%). Al contrario il GPL nei piccoli serbatoi usato per la combustione è composto da propano commerciale, con composizione fino al 95%. In generale il butano ha un costo inferiore sul mercato internazionale rispetto al propano.

2. L'installazione del serbatoio GPL per uso domestico

La maggior parte dei serbatoi GPL per la casa è concesso in comodato d'uso gratuito e i costi di installazione sono a carico del fornitore. Le società distributrici rientrano della spesa che hanno sostenuto inizialmente con l'esclusiva del rifornimento. In questi casi il cliente è obbligato a rifornirsi dal gestore che ha provveduto all'installazione per un certo periodo di tempo. Questo onere per l'installazione degli impianti è assente se pensiamo al GPL per le auto.

3. Il costo di distribuzione del GPL

Nel settore dell'autotrazione il costo di distribuzione consiste solo nel trasporto principale fino al distributore di gas. La "distribuzione secondaria" non esiste poiché è il singolo cliente che si reca personalmente alla pompa per fare il rifornimento del proprio mezzo.
Per quanto riguarda il GPL domestico, il fornitore deve trasportare il gas fino al serbatoio di ogni singolo cliente. Questa è un altra spesa aggiuntiva che pesa sul prezzo del GPL per i serbatoi rispetto al GPL per autotrazione.

4. Le imposte fiscali applicate al GPL per l'autotrazione e per il riscaldamento

Il GPL è sottoposto a due diverse aliquote di accise in base all'uso per il quale è destinato, se per uso domestico o per autotrazione. L'imposta di fabbricazione per gli usi domestici è più bassa rispetto a quella per autotrazione. Questo aspetto quindi è a favore del prezzo del GPL ad uso domestico che però comunque rimane più elevato rispetto a quello per l'auto.

Per distinguerlo da quello utilizzato per l'autotrazione il GPL impiegato come combustibile domestico viene denaturato con una particolare sostanza, chiamata "marcante".
Il controllo del GPL risulta così molto semplice, se mettiamo a contatto il GPL con un batuffolo imbevuto di acido acetico ed anilina questo diventa di colore rosso. In gergo la distinzione è la seguente:

  • rosso, è il GPL denaturato per uso domestico
  • bianco, non denaturato per autotrazione

Il GPL in bombole per la casa

Quando i consumi sono relativamente bassi è solito utilizzare le bombole da 5-10-15-25 kg, contenenti una miscela di propano e butano. Un discorso analogo a quello appena esposto vale anche per il GPL contenuto nelle classiche bombole. Per la differenza di prezzo e per motivi di sicurezza è assolutamente vietato ricaricare le bombole presso i distributori stradali di GPL per autotrazione. Oltre ad essere vietato dalla legge queste ricariche sono molto pericolose perché non avvengono con le necessarie precauzioni per la ricarica in sicurezza delle bombole.
La bombola, a differenza del serbatoio installato nelle macchine, non possiede la valvola per controllare la pressione e quindi il carico avviene a discrezione del gestore dell'impinato senza verificare l'effettiva pressione all'interno della bombola e quindi con il pericolo di un'esplosione.

Il prezzo del GPL per la casa a litro e al metro cubo

Quando i consumi sono elevati, poiché il GPL viene impiegato anche per il riscaldamento della casa, è solito installare un serbatoio. L'impianto del serbatoio GPL può essere collegato solo ad un'abitazione oppure a più utenze, con dei contatori che misurano il consumo effettivo per la fatturazione.
Le modalità quindi si distinguono nelle seguenti:

  • GPL a rifornimento: l'impianto è collegato direttamente all'utenza singola
    Quando necessario, il cliente contatta il fornitore per far riempire il serbatoio scarico e il prezzo del GPL viene indicato in euro a litro. Il GPL è immagazzinato nel serbatoio e nell'autocisterna in pressione sotto forma di liquido (in realtà il GPL nel serbatoio è in parte liquido e gassoso).
  • GPL a consumo: a valle del serbatoio ci sono uno o più contatori (singola o multiutenza)
    In questo caso l'utente non si preoccupa di far effettuare il rifornimento poiché riceve una bolletta come per il metano, e paga il GPL in euro al metro cubo. Il GPL consumato viene misurato dal contatore quando è allo stato gassoso in metri cubi.

Quando ci sono più appartamenti di un palazzo o più villette collegate allo stesso serbatoio, l'installazione dei contatori è indispensabile. Il contatore può essere impiegato anche per un'utenza singola che preferisce ricevere la bolletta e non preoccuparsi ogni volta dello scarico del gas. Il servizio del contatore ha un costo aggiuntivo che viene addebitato in bolletta. Scopri qual è la conversione tra un litro e un metro cubo di GPL.

Il prezzo del GPL dipende dal contratto

Un'altra distinzione necessaria che riguarda il GPL a rifornimento è la modalità contrattuale. Il serbatoio può essere in comodato d'uso gratuito oppure di proprietà del cliente finale. Nel primo caso l'utente è obbligato a fare il rifornimento alla società e quindi ha meno potere contrattuale rispetto all'utente proprietario del serbatoio che può scegliere a chi richiedere il gas. Il prezzo del GPL quindi sarà diverso se il serbatoio è in comodato o di proprietà del cliente. D'altro canto le spese per l'acquisto e la manutenzione, nonché la responsabilità del serbatoio, sono a carico del proprietario e per questi motivi la maggior parte dei serbatoi è concessa in comodato d'uso.

Il prezzo del GPL per riscaldamento a confronto con altri combustibili

Il combustibile più diffuso in Italia per il riscaldamento delle case e per la cucina è sicuramente il gas metano. In tutto il territorio è diffusa la rete che trasporta il gas naturale fino alle nostre case che rappresenta la fonte più pratica e conveniente.
Nelle zone dove la rete delle tubazioni del gas naturale non arriva vengono impiegati altri combustibili o altri sistemi alternativi alla caldaia: il GPL, fonti rinnovabili, pannelli solari, pellet o termocamino, stufe o pompe di calore elettriche oppure il gasolio, quest'ultimo ormai in disuso perché inquinante.
Il confronto tra le varie fonti di energia deve seguire un'attenta valutazione tecnico-economica in relazione alle proprie esigenze con un'analisi delle caratteristiche peculiari di ciascun sistema. In questi articoli abbiamo cercato di esaminare pro e contro delle varie opzioni:

Il prezzo del GPL sfuso per la casa o in bombole

Per quanto riguarda il prezzo del GPL sfuso non esiste un listino dei prezzi nazionale né a livello locale. Questo poiché il prezzo del GPL dipende da tanti fattori, come:

  • la zona geografica
  • le condizioni contrattuali stipulate
  • e soprattutto il consumo di gas del cliente finale

In alcune province è la Camera di Commercio che calcola un prezzo medio del GPL. Tale valore risulta indicativo poiché viene calcolato in base ad un campione rappresentativo della zona. Il costo del GPL sfuso venduto per i rifornimenti è sicuramente inferiore a quello contenuto nelle bombole. Naturalmente l'uso del serbatoio GPL è collegato a consumi più elevati che ne giustificano l'installazione ed i costi ad essa correlati. 

Il prezzo del GPL per il riscaldamento è diverso da quello per le auto

Il GPL usato per il riscaldamento della casa è diverso da quello impiegato nell'autotrazione. In primo luogo la composizione percentuale delle miscele è diversa, poiché nel GPL per la combustione è maggiore la quota parte di propano rispetto al butano. Inoltre il GPL per le abitazioni viene trasportato fino alle utenze e i fornitori devono quindi ammortizzare sia le spese della distribuzione sul territorio sia gli oneri di installazione (quando il serbatoio è in comodato d'uso gratuito).
Per questi motivi il prezzo del GPL per le auto è di solito inferiore rispetto a quello che paghiamo per la casa.

Aggiornato il