Fine Mercato Tutelato per Aziende (PMI) 2021: come fare?

Info business luce gasInfo business luce gas

Confronta le migliori Offerte Luce e Gas per Partita IVA

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

fine mercato tutelato pmi
Gennaio 2021 segna la fine del mercato tutelato per le piccole e medie imprese, come scegliere il proprio gestore?

Dopo numerose proroghe la fine del Mercato Tutelato per le PMI è stabilita per il primo gennaio 2021. Vediamo quali sono le aziende obbligate a passare al mercato libero, come avverrà il passaggio con il servizio a tutele graduali e come scegliere l'offerta giusta.


Fine mercato tutelato: Data prevista per ogni tipologia di utenza
TIPO UTENZA REQUISITI* DATA FINE TUTELATO
AZIENDA (PMI) Tra 10 e 50 dipendenti e fatturato annuo tra 2 e 10 milioni di €, oppure potenza impegnata del punto prelievo maggiore a 15kW. gennaio 2021
CLIENTI DOMESTICI E MICROIMPRESE Consumatori singoli, famiglie, associazioni e le microimprese che non rientrano nei requisiti di cui sopra. gennaio 2023

*Il servizio a tutele graduali (delibera ARERA 491/2020/R/eel) sarà rivolto alle aziende (PMI) a partire da gennaio 2021. Le caratteristiche e i requisiti di tali aziende sono definiti in accordo alla definizione comunitaria vigente in materia e riportati in tabella.

Come avverrà la fine del Mercato Tutelato? Leggi la guida completa: "Chiusura del Mercato tutelato per imprese e clienti domestici: modalità e dubbi da risolvere"

Stop alla Maggior Tutela per Aziende e Partite IVA

Il mercato tutelato è il servizio di fornitura di luce e gas le cui condizioni contrattuali ed economiche vengono stabilite dall'Autorità ARERA. Il processo di liberalizzazione del mercato stabilito dall'Europa, si è prolungato in Italia, poiché il passaggio definitivo al libero è stato più volte rimandato dai vari Governi che si sono succeduti negli ultimi anni.
Adesso sembra di essere arrivati a un punto di svolta e a breve il servizio di tutela non sarà più disponibile, queste le date fissate:

  • 1° gennaio 2021 per le PMI
  • 1° gennaio 2023 per le microimprese e le famiglie

Queste date sono ufficiali, anche se in realtà un emendamento del Movimento 5 Stelle ha chiesto di posticiparle, al 1° luglio 2021 per le PMI e a gennaio del 2023 per famiglie e microimprese. La proposta voleva evitare ulteriori cambiamenti in questo periodo di grande incertezza dovuta alla pandemia di Covid.

Chi è Obbligato a Passare al Mercato Libero a Gennaio 2021?

Il superamento della maggior tutela al prossimo gennaio 2021 riguarda solamente le Piccole Imprese, mentre le microimprese e i clienti domestici sono esclusi da questo imminente passaggio.

  • Ecco i requisiti delle Piccole Imprese che devono scegliere un fornitore nel mercato libero:
  • un numero di dipendenti tra 10 e 50;
  • un fatturato annuo o un totale di bilancio annuo tra 2 e 10 milioni di euro;
  • un punto di prelievo connesso in bassa tensione
  • senza i precedenti requisiti e con potenza impegnata superiore a 15 kW.

Per individuare i clienti che rientrano nella categoria di piccole imprese, circa 200 mila in Italia, o di microimprese è previsto il ricorso all'autocertificazione. Per capire la categoria della tua azienda leggi quali sono i requisiti sui dipendenti e sul fatturato delle micro, piccole e medie imprese.

Hai dei dubbi sul passaggio al Mercato Libero?Per conoscere i gestori e le offerte dedicate alla Partita IVA chiama lo 06 948 025 95 oppure ti ricontattiamo gratuitamente per parlare con un esperto e scoprire le promozioni di aprile 2021.

Fine Tutela a gennaio 2023 per le Microimprese

Le aziende che non rientrano nei requisiti sopra citati sono considerate microimprese, e vedranno il passaggio definitivo a gennaio 2023, in modo analogo ai clienti domestici, come anticipato anche in questa news "Milleproroghe 2021: slitta nuovamente la fine del tutelato!".
I requisiti delle aziende considerate microimprese sono:

  • meno di 10 dipendenti;
  • un fatturato annuo o un totale di bilancio annuo non superiore a 2 milioni di euro;
  • titolari di punti di prelievo connessi in bassa tensione, tutti con un livello di potenza contrattualmente impegnata fino a 15 kW.

Se la società è considerata una microimpresa ma l'utenza ha una potenza impegnata superiore a 15 kW, non ha più diritto al servizio di maggior tutela e viene equiparata a una piccola impresa.

Cosa succede a chi rimane nel Mercato Tutelato?

Il settore dei clienti non domestici a tariffa BTA è sempre stato più attivo nel mercato libero rispetto alle famiglie. I consumi, e quindi risparmi in bolletta più elevati e una maggiore propensione ad abbassare le spese hanno fatto si che il mercato libero sia già la scelta adottata dalla maggioranza delle aziende. Tuttavia ci sono ancora diversi imprenditori e società che hanno un contratto nel tutelato.

Cosa accade se a gennaio 2021 mi trovo ancora nel Mercato Tutelato?Dopo che la maggior tutela non sarà più disponibile, anche se non hai ancora un contratto nel mercato libero, è comunque garantita la fornitura e non avrai alcuna interruzione della fornitura.

La Delibera del 26 settembre 2019 396/2019/R/eel ha avviato la regolazione delle modalità del passaggio per le imprese che rimangono senza un fornitore di energia elettrica. L'intento dell'Autorità è comunque quello di un passaggio progressivo che promuova una transizione graduale del cliente.
A questo scopo viene creato un servizio a tutele graduali (STG), da affidare provvisoriamente ai fornitori che attualmente gestiscono la maggior tutela, fino al 30 giugno 2021.

Con quale fornitore mi trovo se non ne scelgo uno nel Mercato Libero?La piccola impresa che non avrà scelto un suo fornitore nel mercato libero passerà automaticamente al servizio a tutele graduali, gestito dal gestore di maggior tutela fino a giugno 2021 e dai fornitori che si aggiudicano il servizio tramite gara, da luglio in poi. In questo articolo trovi le nostre proiezioni di prezzo per le aziende che rimangono nel mercato tutelato dopo gennaio 2021: "Stangata in Bolletta del 20% in più per le PMI che rimangono in regime di tutela!"

Per le assegnazioni delle aste sarà previsto un "tetto antitrust", ossia un limite pari al 50% dei volumi totali per lo stesso operatore. Come stabilito dalla normativa, successivamente l'Autorità deve prevedere anche delle misure adatte a prevenire aumenti ingiustificati dei prezzi.

Come Scegliere il Gestore del Mercato Libero?

Orientarsi tra le tante offerte del mercato libero non è così semplice per tutti. La scelta giusta, va fatta prima di tutto in funzione del prezzo dell'energia ma anche in base alle tue esigenze dei consumi, la modalità preferita di pagamento, il servizio clienti smart e digitale con App che funzionano davvero oppure eventuali servizi extra come polizze assicurative o un'assistenza per i guasti agli impianti.

confronto luce e gasconfronto luce gas

Le Offerte di Luce e Gas per la tua Attività

Scopri qual è il fornitore luce e gas meno caro per i clienti business a partita IVA. Abbiamo selezionato le offerte luce e gas più convenienti.

Eni Gas e Luce ad esempio propone una tariffa dedicata a coloro che vogliono passare al libero con la sicurezza del tutelato. Il prezzo della luce di SceltaSicura Business ha uno sconto del 10% sulla tariffa del tutelato, fino a giugno 2022. 

Offerta Eni Scelta Sicura Business Luce per le Imprese
NOME OFFERTA PREZZO €/kWh VANTAGGI
Eni SceltaSicura Business
eni
Luce F0: 0,060
F1: 0,068
F2: 0,059
F3: 0,046
Sconto 10% sul prezzo tutelato fino a dicembre 2021 e bloccato fino a giugno 2022, RID bancario obbligatorio e bolletta web.
Attiva Online 02 8295 8093

Oltre a diventare obbligatorio, il mercato libero offre numerosi vantaggi per tutti i consumatori:

  • la concorrenza spinge a prezzi più bassi e servizi offerti migliori
  • poter scegliere lo stesso fornitore per luce e gas, cosa non possibile nel tutelato
  • avere un prezzo bloccato dell'energia, che consente di prevedere la spesa futura a partire dai consumi energetici (la tariffa tutelata invece cambia ogni mese)
  • servizi aggiuntivi e personalizzati in base alle esigenze aziendali.

Per maggiori informazioni guarda il nostro video sulla fine del tutelato per le PMI:

 

Fine della Maggior Tutela PMI: info utili

Quando finisce la Maggior Tutela per le PMI?

La data prevista per la fine del mercato tutelato è gennaio 2021 per le aziende, mentre per i clienti domestici e le microimprese il passaggio obbligatorio sarà a gennaio 2023.

Cosa succede quando finisce la Maggior Tutela per le aziende?

Se non avrai scelto un fornitore nel mercato libero la fornitura viene assegnata provvisoriamente a un fornitore per 6 mesi, lo stesso che avevi per la Maggior Tutela, ma con condizioni contrattuali delle offerte PLACET. Passati i 6 mesi, se ancora non sei passato al libero, la fornitura passerà con un altro fornitore, stabilito tramite gara nazionale. In ogni caso avrai sempre la possibilità di cambiare gestore in qualsiasi momento.

Quando si dovrà passare al mercato libero?

Quando non sarà più disponibile la Maggior Tutela per le imprese la continuità della fornitura viene garantita con il fornitore del servizio a tutele graduali. Durante questo periodo è sempre possibile scegliere il proprio fornitore e passare al mercato libero.

Quale gestore è più conveniente per luce e gas per le imprese?

I fornitori del mercato libero sono molti e con la fine del Tutelato stanno proponendo nuove tariffe e formule per i clienti che vogliono affacciarsi al libero, scopri i fornitori più convenienti del momento.

aggiornato il

Ti potrebbe interessare anche