Tu sei qui

Il GPL per la casa: cos’è, come funziona e quanto costa?

Info GPL

011.196.201.84


Che cos'è il GPL?

preventivo

Il GPL, o Gas di Petrolio Liquefatto, non è solo il liquido che troviamo negli accendini o un’alternativa alla benzina. Infatti per tutte le abitazioni non collegate alla rete di distribuzione nazionale, il GPL rappresenta la principale alternativa al gas metano, comoda e competiviva. Nelle zone rurali e nei piccoli centri urbani non raggiunti dai gasdotti del metano, il GPL è il combustibile più comune per cucinare e riscaldare.

Il GPL è un combustibile facile da trovare, a basso impatto ambientale e con un'elevata resa.

Trasportato con facilità ovunque allo stato liquido, il GPL è scaricato in bombole (di solito, miscela ca.75% di butano e 25% di propano) e serbatoi (ca. 95% di propano) di varie dimensioni per utilizzo domestico, industriale ed agricolo.
Con le bombole o con un serbatoio individuale o condiviso, come fonte di energia esclusiva o integrata alle fonti rinnovabili come la biomassa, il GPL è una fonte energetica flessibile che offre soluzioni molto diverse e adeguate ai vari profili.

Da cosa è composto il GPL?
Il GPL è una miscela di idrocarburi leggeri ma con un alto contenuto energetico, composta per la maggior parte da propano e butano ed ottenuta dalla distillazione del petrolio greggio o dal frazionamento del gas naturale.

Il GPL in Italia

In Italia sono oltre 7 milioni le famiglie che impiegano il GPL ad uso residenziale per il riscaldamento, cottura e acqua calda sanitaria. Tuttavia queste rappresentano il 5% delle famiglie italiane che utilizzano il GPL per cucinare e per riscaldare la loro casa mentre quasi l’80% è collegato alla rete di distribuzione del gas e utilizza il metano.
Il fabbisogno di GPL ad uso combustione nel 2015 è stato pari a 1,6 milioni di tonnellate. (Fonte: Assemblea annuale di Assogasliquidi - 24 febbraio 2016).

Fonte: AEEGSI, Relazione annuale 2014, giugno 2015

Bombole o serbatoio di GPL?

Il GPL viene usato in contesti e secondo modalità molto diverse, dalle piccole bombole ai serbatoi di grande capienza (oltre 1000 litri). Ovviamente, per le utenze che hanno dei consumi rilevanti i serbatoi offrono una soluzione molto più idonea delle bombole, da usare solo in caso di consumi bassi (i.e per uso cottura o acqua calda).

Ad esempio quando il GPL è usato per riscaldamento per interi condomini oppure in villette plurifamiliari o per usi industriali come gas di processo, sarà indispensabile installare un serbatoio di capacità adeguata.

Le bombole

serbatoi gpl

Se non sei collegato alla rete di distribuzione del gas, non ti preoccupare, puoi sempre utilizzare una bombola di GPL per alimentare i tuoi fornelli. Dove trovi le bombole del gas? Recati presso uno dei punti vendita specializzati e ricorda che a volte viene richiesta una cauzione per la bombola, restituita quando riporterai indietro la bombola. Una volta trasportata a casa, posizionala in un luogo sicuro.
Numerosi rivenditori offrono anche il servizio a domicilio 24 ore su 24, consegnando e installando direttamente a casa la bombola piena e portando via quella scarica. 

Attenzione con il gas non si scherza! Leggi le informazioni di sicurezza per gli utenti di gas naturale e GPL redatta dai Vigili del Fuoco.

La capacità delle bombole per uso domestico può variare; i seguenti tagli sono i più diffusi: 10 - 15 - 20 - 25 kg, tuttavia esistono bombole fino a 62 kg. Il prezzo di una bombola varia da un rivenditore all’altro per cui vi consigliamo di fare un confronto tra diversi negozi nella vostra zona.
Per darvi un’idea del prezzo di una bombola:

  • da 10 kg costa 25 - 30 euro
  • per una da 15 kg il prezzo è di 35 - 45 euro

Le bombole contengono generalmente GPL, ossia una miscela costituita principalemente da propano e butano. In commercio esistono anche le bombole con solo propano (alta percentuale di propano), utilizzate specialmente nelle zone di alta montagna o notoriamente fredde.
Il motivo è che il butano congela ad una temperatura di circa 0 °C mentre il propano riesce ad evaporare fino a temperature molto più basse. In montagna quando fa freddo, c'è il rischio che il butano non riesca a diventare gassoso, bloccando il funzionamento degli apparecchi collegati.

I serbatoi

serbatoi gpl

Se i tuoi consumi richiedono volumi di combustibile troppo elevati per semplici bombole è necessario, se lo spazio te lo consente, optare per un serbatoio di GPL in prossimità della tua abitazione. In questo modo si evita l'incoveniente della sostituzione della bombola che sarebbe troppo frequente. Il serbatoio sarà ricaricato dal fornitore GPL di tua scelta ogni volta che sarà necessario. Per ulteriori informazioni visita l'articolo: come installare il serbatoio.
La capacità non è l'unica caratteristica di differenziazione tra un bombolone e l'altro, possono variare infatti le modalità con le quali l'utente usufruisce del GPL e le condizioni di utilizzo del serbatoio, se di proprietà, in locazione oppure in comodato d'uso. 

Per un preventivo GPL gratuito chiama lo 011.196.201.84Oppure invia la richiesta in due minuti e verrai ricontattato il prima possibile.

Le modalità di installazione del serbatoio GPL

Tra i serbatoi disponibili vi sono quelli esterni, di più semplice installazione, o quelli interrati (anche parzialmente) più vicini alle abitazioni e con un minore impatto paesaggistico. In questo secondo caso il serbatoio è quasi invisibile poiché è sotto terra e dall'esterno è visibile solo un coperchio che si può facilmente mimetizzare.
Per il bombolone esterno si dovrà individuare una zona con uno spazio adeguato per poter recintare il serbatoio. In aggiunta alle considerazioni estetiche, questa scelta ha delle implicazioni in termini di costo dell'installazione e di regole di sicurezza.
Per legge dovranno essere rispettate delle distanze di sicurezza tra il serbatoio e gli edifici e gli elementi circostanti. Visita l'articolo dedicato alle distanze per un serbatoio di GPL interrato.

Nel caso di serbatoio interrato, la distanza di sicurezza dalla casa è dimezzata rispetto ad un serbatoio esterno!

Il serbatoio, chiamato comunemente bombolone, ha di solito una capacità di c.a. 1.000 litri per un cliente domestico; per gli usi industriali, invece, il suo volume può arrivare a superare anche i 15.000 litri in base alle esigenze del cliente.

Se devi installare un serbatoio GPL chiama lo 011.196.201.84 per chiedere un preventivo gratuito,   costo chiamata nazionale, oppure compila il modulo e ti richiamiamo noi.

E' meglio il serbatoio di GPL a rifornimento o a consumo?

Con il GPL, l'utente può scegliere tra la gestione a rifornimento oppure a consumo con un contatore che misura il gas consumato da ogni singolo cliente. Questa seconda soluzione viene applicata spesso quando gli utenti finali sono numerosi, come ad esempio in un condominio dove è presente un unico serbatoio che serve tutti i condomini.
Scopri come funziona il GPL a contatore per un condominio. Il sistema con il contatore a volte è presente anche con un singolo utente finale, ma è più insolito.

  • A rifornimento
    L'utente gestisce direttamente il suo serbatoio, prende l'iniziativa di contattare il fornitore per riempirlo e paga ad ogni rifornimento di gas, "allo scarico", invece di ricevere bollette periodiche. Il cliente è quindi responsabile del serbatoio e del suo approviggionamento.
  • A consumo:
    L'utente dispone di un contatore, letto regolarmente dal fornitore di GPL che garantisce il riempimento del serbatoio e fattura i consumi rilevati. In questo caso, il cliente non si deve mai preoccupare del serbatoio, poiché sarà cura del fornitore tenerlo sempre pieno! Le utenze di GPL con il contatore a consumo sono particolarmente pratiche per le multi-utenze, per esempio condomini o villette plurifamiliari.

Quali sono i principali fornitori di GPL in Italia?

Esistono tanti fornitori di GPL, una decina di grandi operatori e tantissimi distributori locali. I venditori che operano su tutto il territorio nazionale sono pochi ed è importante identificare quali sono i fornitori presenti nella zona prima di richiedere un preventivo e trovare l'offerta migliore.

Oltre al prezzo del GPL, il cliente dovrà valutare anche i vari servizi offerti dai fornitori di GPL:

  • Presa in carico dei controlli sulla sicurezza e sulla manutenzione dell'impianto (ex CPI, valvola di sicurezza ecc.)
  • Costo iniziale dell'impianto, alcuni fornitori possono proporre un finanziamento per i lavori di installazione
  • Qualità del servizio clienti: strumenti di gestione dell'utenza (applicazione mobile, avviso per il rifornimento, disponibilità di GPL...)

Di seguito troverte un elenco dei principali operatori nella distribuzione e vendita di GPL sul territorio italiano.

Chi vende il GPL in Italia?
CHIEDI UN PREVENTIVO GRATUITO PER IL GPL
Fornitore Descrizione
. Presente nelle regioni del centro e del Nord-Ovest fornisce servizi innovativi (applicazioni per smartphone) per richieste di preventivo, ricariche e vendita.
Scopri le offerte di TotalGaz per il GPL
Il leader italiano nella distribuzione del GPL nato da una joint venture tra due importanti realtà societarie: il Gruppo italiano Brixia e la  Società olandese SHV.
Scopri l'offerta Liquigas per il GPL

Il gestore storico del gas in Italia ha una rete di fornitori di GPL (bombole e serbatoi) diffusa su tutto il territorio nazionale.
Per ulteriori informazioni su Eni per il GPL

Costantin si occupa di progettare, installare e rifornire serbatoi GPL per impianti civili e industriali. Costantin dispone di importanti centrali di stoccaggio e di un’efficiente rete di trasportatori per la distribuzione.
Ulteriori informazioni sul GPL di Costantin

BUTANGAS serve centinaia di migliaia di clienti privati di bombole e piccoli serbatoi, oltreché industrie e istituzioni pubbliche.
Ulteriori informazioni su ButanGas

È tra i primi cinque operatori italiani nel gpl e opera in 3 business: gpl, gas speciali/chimica, macchine industriali.
Ulteriori informazioni su Lampogas

Ultragas Tirrena, insieme alla controllata Tuttogas, è attiva nel settore del GPL in tutta Italia. COn una rete commerciale capillare, soprattutto in Sardegna, distribuisce serbatoi, bombole e servizi a contatore a famiglie e clienti aziendali.
Ulteriori informazioni su Ultragas Tirrena per il GPL
CHIEDI UN PREVENTIVO GRATUITO PER IL GPL

Quanto costa il GPL?

Il costo del GPL varia prima di tutto in base alla tipologia di impianto, se utilizzi le bombole oppure hai installato un serbatoio. In generale il prezzo del GPL segue le evoluzioni del prezzo dei prodotti petroliferi: petrolio e gas naturale.
Tuttavia a livello locale il prezzo del combustibile GPL cambia in base ai fattori qui elencati:

  • La tipologia di contratto stipulato
  • Il consumo annuale del cliente
  • La zona geografica

Il costo di una bombola di GPL

Le bombole sono commercializzate in base al loro peso in chilogrammi. I modelli più comuni e maggiormente diffusi per il settore domestico sono da 10, 15 o 25 kg, mentre le bombole più grandi possono raggiungere anche 62 kg.

Un chilo di GPL (chiamato comunemente anche propano) costa intorno ai 2,00-2,30 €/kg (ossia 1,1 - 1,3 €/lt).

Il costo del GPL in serbatoio

Fino a qualche anno fa il costo di un litro di GPL arrivava a superare 1 € al litro. Nel corso degli ultimi tempi, grazie al calo dei prezzi del petrolio sui mercati internazionali, rifornire un serbatoio di GPL non è mai stato così conveniente.

Oggi un litro di GPL può costare tra 55 e 70 centesimi di euro, tasse escluse. Così, il rifornimento di un serbatoio di 1000 litri, rispettando le norme di sicurezza che impongono di lasciare vuoto il 20%, costa tra 450 e 550 €.

Quanto costa installare un serbatoio di GPL?

Per quanto riguarda l’installazione dell’impianto di GPL per la tua casa, tre sono le possibilità offerte, da valutare in base alle tue preferenze e ai tuoi consumi.
Il serbatoio può essere concesso dal fornitore con una delle seguenti modalità:

  1. Serbatoio di proprietà dell'utente
  2. Serbatoio in regime di comodato d'uso
  3. Serbatoio con contratto di affitto

Queste tre alternative sono possibili per tutti gli impianti di stoccaggio del GPL. Il serbatoio di proprietà di solito è scelto da clienti che hanno consumi elevati e comporta una spesa iniziale per l'installazione superiore. Dopo 2 anni dalla stipula del contratto il cliente ha il diritto di poter cambiare la modalità scelta, visita la pagina su come inviare la disdetta del contatore.
Negli ultimi due casi, il serbatoio rimane di proprietà del fornitore che lo mette a disposizione dell'utente per l'utilizzo. In entrambe queste situazioni, il cliente è vincolato con il fornitore. Se stai pagando troppo per la fornitura di GPL e sei interessato ad un cambio, chiama lo 011.196.201.84, il umero è attivo  , e scopri come cambiare fornitore di GPL.

Il serbatoio in comodato d’uso gratuito

Il fornitore di GPL installa il serbatoio a fronte di un contratto di esclusività per l'approviggionamento pluriennale del GPL. Il cliente è quindi vincolato da contratto ad acquistare il GPL da quel fornitore e quindi ha meno potere contrattuale. L'installazione iniziale è a carico del fornitore che dovrà assicurarsi un certo periodo di tempo per rientrare dell'investimento realizzato.

Nel caso in cui i lavori fossero complessi, come ad esempio se si tratta di un serbatoio interrato, il fornitore potrà chiedere un contributo forfettario per i lavori.
Per realizzare un eventuale cambio di fornitore sarà necessario aspettare la fine del periodo di esclusiva e il rinnovo contrattuale. In caso di recesso del contratto, il fornitore potrà recuperare il serbatoio o proporti di riscattarlo attraverso l'acquisto dello stesso.

Il serbatoio in affitto

Il fornitore installa il serbatoio e fa pagare al cliente un canone di solito annuale. In base al contratto stipulato, sarai libero o no di comprare il tuo GPL presso altri fornitori. Anche il costo dell'installazione dipende dal contratto ed in genere è a carico del fornitore. Il canone di affitto del serbatoio comporta un costo minore per il successivo eventuale riscatto del serbatoio.

Il serbatoio di proprietà

I lavori di installazione del serbatoio sono a tuo carico e quindi i costi iniziali sono decisamente supriori rispetto alle prime due situazioni. Tuttavia puoi scegliere il fornitore che preferisci ad ogni rifornimento, una scelta interessante per chi consuma tanto gas.
Inoltre il cliente in questo caso ha più potere contrattuale in sede di negoziazione con il fornitore sul prezzo del GPL da pagare.

Il GPL per gli usi professionali

In quelle zone non raggiunte dalla rete del gas metano il GPL, grazie ai suoi vantaggi, è impiegato anche per usi industriali. I suoi utilizzi più comuni vanno dal riscaldamento degli ambienti e dell'acqua, all'uso come gas di processo, ad esempio per l'essiccazione degli alimenti come frutta e cereali.
Tutti i maggiori fornitori di GPL propongono offerte personalizzabili alle aziende a seconda delle loro esigenze. Per questo motivo ti consigliamo di richiedere diversi preventivi per poter trovare l'offerta migliore di GPL.

Il GPL comporta una combustione pulita e quindi viene impiegato in diversi settori. In particolare abbiamo selezionato alcuni mercati per valutarne i vantaggi per ogni circostanza.
Scopri i benefici del GPL per la tua attività:

Commenti