Tu sei qui

Trasloco in una nuova casa: come fare con la luce e il gas?

Per allacciamento,
subentro, voltura luce e/o gas

010.848.01.61

Prendi un appuntamento

Stai entrando in una nuova casa e vuoi sapere quanto costa una voltura o quanto tempo ci vuole per attivare un contatore spento?
Non scordati di chiudere le utenze nella vecchia abitazione per non avere brutte sorprese quando entrerai nella nuova.

Cosa bisogna fare in caso di trasloco con la luce ed il gas?

trasloco

Non dimenticare i contratti luce e gas nel trasloco!

Per effettuare le operazioni di attivazione di una fornitura serve un periodo di tempo che varia da un minimo di una settimana ad un massimo di due mesi.
Per quanto riguarda il gas ad esempio, nel caso di una riattivazione successiva a dei lavori che hanno modificato l'impianto interno del gas, è prevista una specifica procedura abbastanza lunga.
L'Autorità, tramite la Delibera 40, ha stabilito le modalità di tale procedura, che può richiedere anche diverse settimane per l'apertura finale del contatore del gas.

E' importante sapere che...Il contratto delle utenze di luce o gas non si può trasferire da una casa all'altra. Se devi attivare una fornitura di luce o di gas chiama lo 010.848.01.61, dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 19.00 ed il sabato dalle 9.00 alle 13.00 (costo di una chiamata nazionale) o fatti richiamare.

Il contratto infatti è collegato al contatore di luce o di gas, di un'unica utenza e non è possibile spostarlo ad un contatore all'altro. L'unica operazione che puoi effettuare è il cambio del nominativo dell'intestatario del contratto che rimane comunque sempre legato a quella casa.

Cosa fare con il contratto di fornitura della vecchia casa?

La procedura necessaria per cancellare o volturare il tuo contratto di fornitura di luce e gas è semplice ed immediata.
Le situazioni possibili sono due:

  • 1. Un nuovo inquilino entra nella casa subito dopo di te
          freccia  Voltura con il nuovo intestatario senza interruzione della fornitura
  • 2. La casa rimane vuota o in vendita
          freccia  Disdetta del contratto e chiusura contatore

Nel primo caso, sarà compito del nuovo inquilino, contattare il tuo fornitore per eseguire la voltura ed intestare il contratto a suo nome. Per ulteriori informazioni visita le pagine:

Ti consigliamo sempre di verificare che la voltura sia stata eseguita e sia effettiva. Altrimenti, se l'operazione non è andata a buon fine, la bolletta rimarrà intestata a te e ne sarai responsabile anche se non vivi più in quella casa.

Se la casa invece rimmarà vuota dovrai comunicare la disdetta e per farlo dovrai contattare il tuo fornitore al servizio clienti o recarti direttamente ad uno degli sportelli sul territorio. Per avere più informazioni in merito ai documenti necessari e le tempistiche, visita la nostra pagina dedicata alla cancellazione del contratto di fornitura.

Nella nuova casa manca la luce! Ecco gli 8 errori da evitare se non vuoi restare senza corrente a trasferimento concluso.

Come fare il contratto di luce e gas della nuova casa?

La prima cosa da capire nella nuova casa è se i contatori della luce e del gas sono presenti e successivamente se sono attivi o meno (se c'è il gas e la luce in casa o meno).

La procedura necessaria per sottoscrivere un contratto di fornitura per la tua nuova abitazione varia a seconda dei casi in cui puoi trovarti.

1. Contatore non presente

Qualora ti stia trasferendo in una casa mai abitata prima, magari costruita da poco, è probabile che questa sia sprovvista del contatore. In tal caso dovrai procedere all'allacciamento della fornitura.
In base alla tipologia dei lavori da realizzare cambia il tempo necessario: nei casi più semplici e comuni per allacciare un contatore la tempistica è di circa un mese.
Scopri i costi e le tempistiche dell'allacciamento al gas metano.

2. Contatore presente e non attivo (mai attivato prima d'ora)

Questo è il caso classico di una nuova abitazione appena costruita nella quale il costruttore ha richiesto solo la posa del contatore senza mai attivarlo. In questo caso, dovrai richiedere una prima attivazione per aprire il contatore, clicca sul link per i dettagli. 

3. Contatore presente e non attivo (attivato nel passato)

Questo è la situazione più semplice e diffusa. Il precedente inquilino ha realmente : per riattivare il contatore della luce o del gas la procedura in questo caso è il subentro:

4. Contatore presente e attivo 

Se invece è presente un contatore attivo, dovrai effettuare la voltura ovvero un cambio d'intestatario. Per farlo dovrai contattare il fornitore scelto dal precedente inquilino con i dati di entrambe le persone e quelli dell'utenza (indirizzo e numero cliente o POD). Con questa operazione cambi solamente il nome al contratto, accettando automaticamente le condizioni economiche del vecchio inquilino. Se invece vuoi approfittarne per cambiare fornitore e attivare un'offerta più conveniente chiama lo 010.848.01.61.  

Conviene mantenere lo stesso fornitore o cambiarlo?

Bella domanda! Il trasloco rappresenta una buona occasione per rivedere i tuoi contratti di fornitura ed approfittare delle migliori offerte disponibili, spesso riservate ai nuovi clienti. Per valutare la convenienza a cambiare fornitore, contattaci al numero 010.848.01.61 per avere una consulenza gratuita e senza impegno e chiarire tutti i tuoi dubbi.
Qualora il contatore sia attivo, dovrai prima procedere con la voltura del contratto e successivamente con il cambio di fornitore, il quale, ricordiamo, è gratuito e senza interruzione del servizio.

Se invece vuoi mantenere il tuo attuale fornitore anche nella casa in cui andrai ad abitare, dovrai effettuare un'operazione di voltura o subentro.

In entrambi i casi il tuo fornitore, e non il distributore locale, si occuperà della procedura.

Un consiglio per facilitare il tuo trasloco!
Per avere luce e gas sin dal primo giorno nella tua nuova casa, se le utenze sono chiuse, ti consigliamo di adoperarti almeno 1 mese prima della data di trasferimento prevista!
Per non perdere tempo, leggi i nostri consigli su come sottoscrivere il nuovo contratto di fornitura e cancellare quello vecchio.

Commenti