Tu sei qui

Come disattivare un contratto di fornitura di luce o gas?

Chiama il tuo fornitore per la disattivazione

La disattivazione di luce o gas è l'operazione necessaria per cessare, attraverso la chiusura del relativo contatore, la fornitura materiale di energia elettrica o del gas.

Come si fa a disattivare la fornitura?

La richiesta di disattivazione la devi richiedere al tuo fornitore di luce e/o gas.
Questo, inoltrerà la tua richiesta al distributore (il gestore dei contatori) entro 2 giorni lavorativi che a sua volta dovrà provvedere alla chiusura del contatore entro 5 giorni lavorativi dalla data di ricevimento della richiesta.

Come inviare il recesso al fornitore di energia elettrica e gas?

Se vuoi chiedere la cessazione della fornitura, senza passare ad un altro gestore dovrai inviare una comunicazione di recesso al suo venditore, specificando che si tratta di una cessazione.

  • Come inviare la comunicazione di recesso
  • via fax
  • via telefono
  • via email

L'importante è che riceviate una conferma di recezione delle vostra comunicazione. Il preavviso per il recesso di un contratto per un cliente domestico non può essere superiore ad un mese

Se invceve vuoi cambiare fornitore Chiama lo 010.848.01.61 (costo chiamata nazionale), attivo  .

Serve una mano con il trasloco?
...
Confronta gratis 5 preventivi di ditte di trasloco.
Non affidarti al primo che capita. Clicca qui!

Cosa succede in caso di eventuali ritardi nella disattivazione della fornitura?

Nel caso di fornitura di energia elettrica, se la disattivazione della fornitura avviene oltre il tempo previsto per responsabilità del distributore, il cliente deve ricevere un indennizzo automatico di 35 € per disattivazioni realizzate entro il doppio del tempo previsto, di 70 € entro il triplo del tempo previsto e di 105 € oltre il triplo del tempo previsto.

Nel caso di fornitura di gas, se per responsabilità del distributore la disattivazione avviene oltre il tempo previsto, il cliente dotato di un contatore fino alla classe G6 deve ricevere un indennizzo automatico di 35 €.

Quanto costa disattivare la fornitura di luce e gas?

Devi chiudere e riattivare le utenze nella nuova casa?
Chiama lo 010.848.01.61 attivo  .

I costi della disattivazione possono variare considerevolmente. In generale distinguiamo:

luce
I costi di disattivazione variano a seconda del tipo di contratto di fornitura.
gas

La disattivazione della fornitura su richiesta del cliente si paga in base a un prezzario stabilito dalla concessione che regola il servizio di distribuzione e/o reso pubblico dal distributore.

Vendi casa? Ti serve la certificazione energetica APE.
...
Confronta gratis i preventivi di
aziende della tua zona
Clicca qui!

In quali casi la fornitura di gas può essere sospesa anche senza morosità e senza preavviso?

La fornitura di gas può essere sospesa anche senza morosità e senza preavviso nel caso di:

  1. accertata appropriazione fraudolenta di gas (furto di gas)
  2. manomissione e rottura dei sigilli del contatore
  3. uso degli impianti non conforme al contratto di vendita
  4. garanzia per la pubblica incolumità rispetto a dispersioni di gas

Come si fa ad ottenere la riattivazione del gas dopo una sospensione per pericolo?

Se la tua fornitura è stata sospesa a seguito di un intervento nel corso del quale si è scoperta una situazione di potenziale pericolo per la pubblica incolumità (per esempio una fuga di gas), per ottenere la riattivazione devi presentare richiesta al distributore insieme con l'attestazione dell'esecuzione di messa a norma dell'impianto.

La fornitura deve essere riattivata entro 2 giorni feriali dalla data di ricevimento da parte del venditore dell'attestazione d'avvenuta messa a norma dell'impianto.

Se per cause imputabili al distributore la fornitura viene riattivata oltre il tempo previsto, il cliente dotato di un contatore fino alla classe G6 deve automaticamente ricevere un indennizzo di 30 €.

Info attivazioni

010.848.01.61

Commenti