Tu sei qui

Come tutelarsi dai venditori porta a porta?

Ti è mai capitato di ricevere la visita di un venditore porta a porta che dice di essere stato mandato da una società di vendita di luce e gas? Quando c'è da fidarsi e quando invece è meglio stare attenti? Vediamolo insieme!

unareti

Non cadere nella truffe porta a porta!

Per molti clienti, sia anziani che non, la visita di un venditore porta a porta si trasforma in un contratto di luce e gas non riesto. Tant'è che l'Antitrust è più volte intervenuto per multare i fornitori che attuano pratiche commerciali scorrette.

Al fine di giungere al loro scopo, i venditori malintenzionati possono presentarsi alla tua porta con le scuse più disparate:

  • Venditori porta a porta che ti chiedono le bollette
  • Falsi tecnici che fotografano il nostro contatore per poi farci un cambio di fornitore con l’inganno
  • Fogli informativi che in realtà sono contratti in piena regola

Le prede preferite sono le persone anziane, anche se i truffatori adottano tanti stratagemmi che potrebbero ingannare chiunque. Tant'è che meno di un anno fa, un giudice di pace di Pisa ha stabilito che i contratti non richiesti di luce e gas procurano un danno esistenziale che deve essere sanato.

Info cambio fornitore

010.848.01.61

Come tutelarsi dai truffatori di luce e gas?

Per evitare di essere vittima di un abile truffatore, è sufficiente adottare piccoli accorgimenti che però possono fare la differenza. Ecco alcuni consigli che puoi seguire per difenderti da contratti luce e gas senza il tuo consenso:

  1. Chiedi sempre al venditore porta a porta di mostrarti il tesserino identificativo della società di vendita. Può capitare, in alcuni casi, che si tratti di un tesserino falso, però può essere comunque uno stratagemma efficace per verificare almeno di quale fornitore si tratta.
  2. Non firmare mai nessun contratto: spesso i finti venditori cercano di far firmare al cliente un foglio informativo, che nella maggior parte dei casi si rivela essere un contratto di luce e gas a tutti gli effetti. Nel caso in cui siamo interessati all’offerta possiamo chiedere al venditore di lasciarci il contratto ed eventualmente lo invieremo in un secondo momento al fornitore per fax o email.
  3. Non mostrare mai una bolletta ad un finto venditore: la fattura di luce e gas è uno strumento importantissimo da cui si possono ricavare tutte le informazioni relative alle utenze. Il venditore porta a porta potrebbe ricavare dalla bolletta i tuoi dati anagrafici e quelli relative alle utenze di luce e gas (codici POD e PDR), facendoti così un cambio fornitore non voluto.
  4. Non far mai vedere il contatore o farlo fotografare da tecnici che possono trovare la scusa del contatore rotto: nel caso in cui il tuo contatore avesse bisogno del controllo di un tecnico del distributore, quest'ultimo avviserà il cliente tramite una comunicazione scritta.
  5. Non dare mai retta a chi ci chiede il pagamento in contanti di bollette arretrate: nel caso in cui ci siano degli insoluti, il fornitore ti invierà un SMS o un sollecito di pagamento scritto, ma in nessun caso invierà un operatore porta a porta.
  6. Tieniti aggiornato su come è organizzato il mercato dell'energia e circa le proprie utenze della luce e del gas. La corretta informazione e conoscenza sono le armi più utili per difendersi dalle pratiche commerciali scorrette, non soltanto per la luce e per il gas.

Vuoi annullare un contratto luce e gas non richiesto? Visita il nostro articolo dedicato e trova tutte le informazioni per cancellare il contratto non richiesto.

Cosa fare se sei vittima di una truffa?

unareti

Sei vittima di una truffa porta a porta?

Se sei caduto nella trappola di un venditore porta a porta, che è riuscito a farti firmare un contratto con l’inganno, dovrai prima di tutto rivolgerti alla società di vendita in questione e recedere il contratto. Il cliente ha diritto a richiedere la chiusura del contratto in qualsiasi momento, rispettando il termine di preavviso espresso nel contratto di fornitura: secondo quanto espresso dall’Autorità, il diritto di recesso non è sottoposto a penali o costi aggiuntivi per la chiusura del contratto.

Ti consigliamo anche di rivolgerti allo sportello del consumatore dell’Autorità e comunicare la truffa. Segnalare questo tipo di azioni illegali, aiuterà l’Autorità a limitarne l’operato e gli altri clienti a difendersi dalle truffe. Contatta quindi il numero verde 800.166.654 e segnala la truffa.

Commenti