Tu sei qui

Info su luce e/o gas

010.848.01.61

Come fare il subentro o voltura del contratto dell’acqua?

Stai entrando in una nuova casa e devi attivare il contatore dell'acqua?
Scopri come fare il subentro del contratto dell'acqua oppure la voltura della bolletta, se il vecchio inquilino non ha chiuso l'utenza.

voltura subentro acqua

Devo fare il subentro o la voltura dell'acqua?

In questa pagina trovi tutte le informazioni utili per modificare il nome dell'intestatario del contratto dell'acqua o per riattivare un contatore chiuso dal precedente inquilino.

Qual è il caso in cui fare il subentro del contratto e quando fare invece la voltura? Quali sono i dati e i documenti necessari per trasmettere la richiesta?


Quando fare il subentro e la voltura del contratto dell’acqua?

Nel linguaggio comune spesso questi due termini vengono confusi l'uno con l'altro, anche se c'è una distinzione. Prima di tutto è necessario quindi capire quale delle due operazioni dobbiamo inviare al gestore. La differenza sostanziale tra le due è che il subentro si richiede quando il contatore dell'acqua è stato chiuso dal precedente inquilino mentre la voltura quando l'utenza è ancora attiva, ossia eroga acqua.

  1. VOLTURA
    nel caso in cui il contatore è aperto e il contratto di fornitura è in essere dovrai solo modificare l'intestatario dell'utenza
  2. SUBENTRO
    Se il contatore è presente ma è chiuso poiché il contratto è stato disdetto, dovrai riattivare l'utenza con un subentro

Quindi con la voltura viene solo modificato l'intestatario della fornitura e l'erogazione del servizio idrico non viene interrotta.
Il richiedente dovrà dimostrare di avere titolo per poter intestare il contratto a proprio nome: proprietario o affittuario dell'immobile oppure coniuge o parente dell'avente titolo.

Fai fare un check-up alla tua bolletta luce e gas!

...

A chi fare la richiesta per il subentro o la voltura del contratto dell’acqua?

Il settore dell'acqua non è stato liberalizzato, quindi in ogni comune ci sarà solo una società che si occupa del servizio idrico.
Leggendo questo articolo puoi capire come funziona la filiera dell'acqua e che cos’è il Sistema Idrico Integrato. Le aziende del settore sono molte, più o meno grandi e anche le modalità per comunicare la richiesta sono diverse.

Per fare la richiesta dovrai contattare l'azienda che gestisce il servizio nella tua zona.

 

Come fare la richiesta per il subentro o la voltura del contratto dell’acqua?

Le modalità per trasmettere tali richieste possono variare da fornitore a fornitore.
In generale i gestori mettono a disposizione dei clienti diversi canali per poter effettuare queste operazioni. Il cliente può:

  • contattare il servizio clienti tramite telefono
  • recarsi presso uno sportello della società
  • inoltrare la richiesta via posta o via fax
  • inoltrare la richiesta online

In alcuni casi il nuovo contratto ti verrà spedito tramite posta. Una copia del contratto, debitamente compilata e firmata, dovrà essere rispedita all'azienda.

Affinché sia possibile effettuare la voltura o il subentro è necessario che il cliente non abbia a proprio carico delle bollette insolute (morosità in bolletta) sulla precedente intestazione. 

Quali documenti sono necessari per il subentro o la voltura del contratto dell’acqua?

In modo analogo alle modalità di trasmissione della pratica per un subentro o una voltura, anche i documenti e le informazioni che vengono richieste al cliente possono cambiare in base al vostro gestore di riferimento.

  • I documenti necessari per il subentro o la voltura sono:
  • Dati anagrafici del nuovo intestatario
    nome, cognome e codice fiscale e recapito telefonico
  • L'indirizzo della fornitura e del recapito della bolletta
  • La destinazione d'uso
  • Matricola del contatore dell'acqua o il codice cliente/contratto
  • La lettura del contatore dell'acqua, in caso di voltura
  • La carta d’identità del richiedente

Se la fornitura non è ad uso domestico, sono necessari i dati del rappresentante legale e ovviamente quelli della società: partita IVA, visura camerale.
Nella pratica dovrai indicare anche la tipologia del contratto richiesto:

  • domestico residente o non residente
    se si tratta di una civile abitazione
  • non domestico
    nel caso di attività
  • condominio
  • cantiere
    per immobili in costruzione
  • innaffiamento
    contatore acqua impiegato per l'irrigazione

Quanto costa il subentro o la voltura del contratto dell’acqua

Il costo del subentro o della voltura del contratto dell’acqua viene addebitato nella prima bolletta.

Il costo del subentro e della voltura della bolletta dell'acqua
Operazione Costo
Voltura
  • 27,28 euro + IVA per diritti di amministrazione
  • se il cliente non comunica l'autolettura, spesa per la lettura del contatore, ca 40 euro
Subentro
  • 27,28 euro + IVA per diritti di amministrazione
  • spesa per la riapertura del contatore chiuso, ca 60 euro

La spesa per la voltura è a carico del nuovo inquilino che diventerà l'intestatario della fornitura.

Nella maggior parte dei casi se il cliente sceglie di pagare le bollette tramite il bollettino postale sarà applicato anche il deposito cauzionale. Il deposito viene restituito al cliente dopo il recesso oppure con l'attivazione della domiciliazione bancaria. Il deposito è calcolato in base al consumo medio per tipologia di utenza, rapportato a un periodo massimo di un trimestre.

In caso di successione mortis causa la voltura del contratto dell'acqua è a titolo gratuito.

...

Commenti