Tu sei qui

Il contratto per il serbatoio di GPL in comodato d'uso

Preventivo GPL gratuito

011.196.201.84

bombolone gpl

Nelle abitazioni non collegate alla rete del metano il GPL è una valida alternativa come fonte d'energia per il riscaldamento. Se hai deciso di installare il serbatoio di GPL saprai già che ci sono diverse modalità contrattuali.
Con molti fornitori di GPL hai la possibilità di acquistare il serbatoio che può anche essere concesso in affitto oppure in comodato d'uso gratuito.

preventivo

Scopri tutti i dettagli del contratto in quest'ultimo caso, quanto costa l'installazione del serbatoio e come varia il prezzo del GPL?
Richiedi un preventivo gratuito per un nuovo serbatoio oppure per cambiare fornitore.


Cosa significa serbatoio di GPL in comodato d'uso?

Il serbatoio in comodato d'uso viene concesso al cliente dal fornitore spesso a titolo gratuito. Questo significa semplicemente che il serbatoio rimane di proprietà del fornitore ed il cliente lo utilizza per il tempo necessario.
Una volta che il serbatoio viene consegnato al cliente, questo si impegna a non trasferirlo in un altro luogo senza il preventivo consenso scritto del fornitore.
Al termine del contratto il serbatoio dovrà essere restituito al fornitore in corretto stato di conservazione, tralasciando la normale usura del materiale dovuta al suo regolare utilizzo. Il fornitore avrà la facoltà di ispezionare tutto il materiale concesso in comodato d'uso in ogni momento.

Con il serbatoio in comodato d'uso è il fornitore che stipula la polizza di assicurazione per la responsabilità civile verso terzi quando prevista dalla legge.

Con il serbatoio di GPL in comodato d'uso gratuito è il fornitore che si fa carico di tutte le spese per l'installazione del bombolone.

Ma perché dovrei pagare l'affitto oppure comprare il serbatoio di GPL se lo posso avere gratuitamente?

Il discorso è semplice, il fornitore ti presta il serbatoio gratis ma tu sei obbligato a comprare da lui il GPL che consumi. Quando il serbatoio viene concesso gratuitamente il fornitore richiede l'esclusiva della fornitura per tutta la durata del contratto. 
Il prezzo stabilito inizialmente è fisso per la durata del contratto e successivamente viene aggiornato in base al prezzo di mercato.
A volte il fornitore applica dei dispositivi particolari per garantire che nessun altro possa riempire il suo serbatoio. Se il fornitore si rende conto che ci sono state manomissioni o danneggiamenti dei dispositivi di sicurezza può sospendere il contratto, rimuovere il materiale concesso ed applicare una penalità per quanto commesso dal cliente scorrettamente.

Quando un cliente possiede un serbatoio di proprietà la situazione è diversa:

  • Ha la facoltà di scegliere un qualsiasi fornitore per l'approvvigionamento del GPL
  • Il prezzo applicato al GPL sarà inferiore poiché il cliente ha più potere contrattuale

Il contratto con il serbatoio di GPL in comodato d'uso

Nel contratto di fornitura stipulato con il fornitore sono presenti tutte le indicazioni riguardo la modalità di rifornimento e del pagamento, il prezzo del GPL, la durata e le clausole che regolano la disdetta e il riscatto del serbatoio.
Oltre al prezzo del gas è importante anche valutare attentamente le altre condizioni che impegnano il cliente. Un aspetto particolare riguarda la disdetta ed il riscatto del serbatoio. Se hai stipulato un contratto con il serbatoio in comodato d'uso hai la possibilità di riscattarlo e procedere con l'acquisto del serbatoio. Dopo due anni a titolo indicativo il riscatto ha un costo di c.a. 200€. In questo modo sarai svincolato dal fornitore e potrai scegliere l'offerta di GPL più conveniente.

Il contratto di fornitura si rinnova tacitamente alla scadenza in quasi tutti i casi per un periodo di tempo analogo.

Se vuoi sapere come fare per disdire il tuo contratto di GPL chiama lo 011.196.201.84,  , oppure fatti richiamare gratuitamente.

Posso disdire il contratto con il serbatoio di GPL in comodato d'uso?

Il cliente ha la facoltà di recedere dal contratto in qualunque momento. Specifichiamo però alcuni aspetti importanti da cui dipendono le spese da sostenere a seconda del caso.
Il cliente che vuole disdire il contratto di GPL oggi può trovarsi in due situazioni diverse:

  • La scadenza del contratto non è vicina, es. scade tra due anni
  • La scadenza del contratto è prossima, es. scade fra 6-7 mesi

Nel primo caso se il cliente vuole recedere per un qualsiasi motivo, dovrà pagare al fornitore le spese dei materiali per l'installazione e per gli eventuali servizi o apparecchiature supplementari richieste dal cliente. L'importo di solito è stabilito in maniera forfettaria (500-600 €) e viene diminuito di una certa percentuale per ogni anno trascorso dall'inizio del contratto di comodato.

Per ulteriori informazioni, visita l'articolo dedicato: come inviare la disdetta del bombolone di GPL.

La disdetta o il riscatto va comunicato al fornitore sempre con un preavviso di 2 o 3 mesi.

Qualora il contratto dovesse scadere nel breve termine il cliente può pensare di comunicare la disdetta e riscattare il serbatoio pagando il prezzo dello stesso. Così facendo il serbatoio diventa di sua proprietà e potrà scegliere in futuro un'altra società per il rifornimento contrattando un prezzo inferiore. Chiama lo 011.196.201.84, numero attivo  , oppure richiedi un preventivo gratuito per sapere il fornitore migliore. Comunicando semplicemente la disdetta del contratto di comodato il serbatoio viene rimosso dal fornitore.
Se non vuoi fare la disdetta puoi sempre richiedere una voltura, cambiando il nome e rimanendo con lo stesso gestore precedente.

Posso cambiare fornitore di GPL con un contratto in comodato d'uso?

Per cambiare fornitore di GPL devi mandare la disdetta al precedente fornitore e quindi le casistiche sono quelle indicate nel paragrafo precedente. In alcuni casi, se il fornitore nel corso degli anni ha aumentato il prezzo del GPL in modo smisurato, potrebbe convenire anche interrompere il contratto in essere pagando la penale.
Il vecchio serbatoio verrà rimosso ed il nuovo fornitore si prenderà carico di installare un altro impianto.

Chi paga la manutenzione del serbatoio di GPL in comodato d'uso?

Nel caso di contratto con il serbatoio in comodato d'uso gratuito, in genere la manutenzione del serbatoio rimane a cura del fornitore. Le spese quindi saranno a carico del fornitore che controllerà sia le superfici che la tenuta dell'impianto. Il fornitore provvede anche alla sostituzione delle apparecchiature difettose se non danneggiate.
Nella manutenzione ordinaria la valvola di sicurezza è sottoposta a verifiche ogni 2 anni per legge ed in genere viene sostituita.

Commenti